Creato da e_d_e_l_w_e_i_s_s il 16/06/2012

C'est la Vie

Il bello, il brutto ... e il così così

 

« Presupposti di reato o r...*Tutti ce l'hanno con me* »

Dillo con una faccina

Post n°878 pubblicato il 17 Luglio 2020 da e_d_e_l_w_e_i_s_s
 

Correva l'anno 1997 quando dal Giappone arrivavano le prime faccine ma erano tempi,  quelli, in cui la digitalizzazione così come la concepiamo oggi era lontana anni luce.

Sta il fatto che negli anni i simboli pittorici e le faccine gialle piacciono a tal punto che anche chi le disdegnava un' era geologica fa, tecnologicamente parlando, oggi non può farne a meno.

Roba da ragazzi, si diceva.
Invece le usa il pensionato, la casalinga e il manager perché sono entrate anche nel mondo delle videochiamate e delle conferenze di lavoro.

E loro, le emoji,  si sono fatte così famose da essere celebrate ogni 17 luglio.





























Rispecchierebbero la nostra società sempre più digitale e  più veloce.
Il loro utilizzo istantaneo e immediato  creerebbe condivisione anche dove le differenze linguistiche non consentirebbero l'interagire.



Oggi, un'emoji può essere comparata al linguaggio esprimendo più delle parole?


O invece le limita rischiando fraintendimenti e incomprensioni ?



E siccome sono     e pure curiosa  ,   nel vostro chattare e "whatsAppare" ne fate largo, moderato o minimo us
o?

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

dolcesettembre.1hrc.rossanowoodenshipBugenhagenscreamssj84icavallidirosse_d_e_l_w_e_i_s_schiedididario66alberto.gambineriendchurchprestigecarlungroDomesticat1960monellaccio19divinacreatura59
 

BIANCOLUNGO