Creato da e_d_e_l_w_e_i_s_s il 16/06/2012

C'est la Vie

Il bello, il brutto ... e il così così

 

« Perle di ... ignoranzaSe è ad alto gradimento,... »

Nei suoi panni

Post n°656 pubblicato il 24 Luglio 2018 da e_d_e_l_w_e_i_s_s
 

Mettiamo il caso che siate Tobias, che andiate all'aeroporto per riabbracciare vostro figlio, 17enne,  Finn e che lo ritroviate diverso da come lo conoscevate. Si fa chiamare Helen e si veste da donna perché si sente donna. E scopriate che in quell’anno in cui eravate lontani, si stava preparando non solo per l'università ma anche per  l'operazione di cambio di sesso. 
Come reagireste?

E’ grossolanamente la trama del film Chiamatemi Helen del 2015,  tedesco , drammatico che ha avuto un discreto successo e  trasmesso la settimana scorsa  su Rai2.





















Se ne parlava tra di noi.

Qualcuno diceva: *Sosterrei mio figlio e il suo coraggio: se vuole essere Helen, Helen sia!*

Ribatteva l’altro: *Ci viene facile a parole ribadire che vogliamo la felicità dei nostri figli, ma a fatti tante volte restiamo confusi e incapaci di confrontarci con tematiche sull’identità di genere. Anche per una famiglia di mentalità aperta, gestire il tormento di un figlio adolescente che sente di essere nato nel corpo sbagliato sconquassa.*

Più di uno sosteneva: * Con ‘sta mania di parlare di omosessualità, di gay pride, finisce che i "diversi"siamo noi etero. E finisce anche che alcuni adolescenti con più dissidi interiori e con più rabbie dentro vogliano provare l’ebbrezza di accostarsi, fosse solo per curiosità o protesta, al mondo omosessuale.*

E voi che ne pensate?... Sinceri, però…

 

 
Rispondi al commento:
EMMEGRACE
EMMEGRACE il 25/07/18 alle 09:43 via WEB
Ho guardato quel film e quel Regista, G. Schnitzler, ha messo in risalto i due punti di vista.. Genitore (papà vedovo) e figlio e ho apprezzato la gioia del figlio nell'andare controcorrente quando fa accettare il suo "cambiamento a CHI lo conosceva come uomo. Certo è " un colpo" che nessuno di loro si aspettava. Ma non continuo la trama perché consiglio di vederlo a chi non lo conosce. La mia riflessione è che bisogna accettare la decisione di un figlio, anche se magari è un fulmine a ciel sereno "osservarlo" trasformato. Comunque per il Bene dei figli si accetta di tutto, l'importante che non sia qualcosa di illecito. Penso che quel cambiamento potrebbe causare al figlio dei problemi di bullismo (come emerge nel film) ma tutto alla fine si potrebbe risolvere. Potrei accettare quella situazione anche se in cuor mio so che venne alla luce con un nome diverso. Disse Mario Merola in un film famoso: I figli so piez 'e core.. Ciao, cara Elena e grazie per la riflessione su questo argomento.
 
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

volami_nel_cuore33toroveneredavide.russiellomassimo.sbandernofreehopesdolcesettembre.1mauri.maltoniagnelloauriemmaan3ocarlrescachiedididario66eric.trigancethaiger0bana1968monellaccio19
 

ULTIMI COMMENTI

BIANCOLUNGO