Cancro gastrico localmente avanzato resecabile: la chemioterapia neoadiuvante Docetaxel, Oxaliplatino e S-1 è efficace e tollerabile

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Docetaxel, Oxaliplatino e S-1 neoadiuvanti più chirurgia e S-1 adiuvante versus chirurgia e S-1 adiuvante per il cancro gastrico avanzato resecabile

La chemioterapia adiuvante dopo la gastrectomia D2 è standard per il tumore gastrico localmente avanzato resecabile ( LAGC ) in Asia.
Sulla base dei risultati positivi per la chemioterapia perioperatoria negli studi europei di fase III, lo studio di fase III PRODIGY ha valutato se Docetaxel, Oxaliplatino e S-1 neoadiuvanti ( DOS ) seguiti da chirurgia e S-1 adiuvante potessero migliorare gli esiti rispetto al trattamento standard nei pazienti coreani con LAGC resecabile.
I pazienti di età compresa tra 20 e 75 anni, con ECOG performance status di 0-1 e con adenocarcinoma primario gastrica o della giunzione gastroesofagea confermato istologicamente ( stadiazione clinica TNM: T2-3N+ o T4Nany ) sono stati assegnati in modo casuale alla chirurgia D2 seguita da S-1 adiuvante ( 40-60 mg per via orale due volte al giorno, giorni 1-28 ogni 6 settimane per 8 cicli; gruppo SC ) o DOS neoadiuvante ( Docetaxel 50 mg/m2, Oxaliplatino 100 mg/m2 per via endovenosa al giorno 1, S-1 40 mg/m2 per via orale due volte al giorno, giorni 1-14 ogni 3 settimane per tre cicli ) prima dell’intervento chirurgico D2, seguito da S-1 adiuvante ( gruppo CSC ).
L’obiettivo primario era la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) con CSC rispetto a SC. Sono state eseguite due analisi di sensibilità: intent-to-treat e analisi di sopravvivenza PFS di riferimento…….
CONTINUA SU GASTROENTEROLOGIA.NET: https://www.gastroenterologia.net/articolo/docetaxel-oxaliplatino-e-s-1-neoadiuvanti-pi-chirurgia-e-s-1-adiuvante-versus-chirurgia-e-s-1-adiuvante-per-il-tumore-gastrico-avanzato-resecabile-studio-prodigy

 

Gastroenterologia.net

 

Gastroenterologia.net 

https://www.gastroenterologia.net/
Gastroenterologia, le Novità in Gastroenterologia. Gastroenterologia.net fornisce informazioni e aggiornamenti sulle Malattie gastroenterologiche. Focus sul …

Malattia infiammatoria intestinale: rilevanza della carenza di …

Tumore pancreatico

Rischio di tumore pancreatico nelle famiglie con sindrome di …

Sindrome del colon irritabile

La sindrome del colon irritabile è uno dei più comuni disturbi del …

Aumentato rischio di …

Aumentato rischio di emorragia gastrointestinale del tratto …

Focus

Gli inibitori della pompa protonica correlati a un aumentato rischio …

Esofagite eosinofila

L’esofagite eosinofila è da considerarsi a tutti gli effetti una …

Appendicite

Terapia antibiotica versus appendicectomia per il …

Tumore del colon: stato …

Tumore del colon: stato predetto della vitamina D, recidiva e …

Carcinoma colorettale

Il carcinoma colorettale avanzato viene trattato con una …

Assunzione di fibre e sviluppo …

Assunzione di fibre e sviluppo di malattie infiammatorie intestinali …

Farmaci immunologici per colite ulcerosa, psoriasi a placche, artrite psoriasica, malattia di Crohn: Stelara

StelaraStelara, il farmaco immunologico di punta di J&J – Quattro indicazioni: colite ulcerosa, psoriasi a placche, artrite psoriasica, malattia di Crohn

Stelara ( Ustekinumab ), il prodotto immunologico di punta di J&J, grazie alla nuova indicazione di colite ulcerosa, ha contrastato le tendenze di vendita nel corso della pandemia del 2020.

Le altre indicazioni di Stelara sono: psoriasi a placche, artrite psoriasica e malattia di Crohn.

L’aumento della concorrenza ha costretto J&J a ridurre il prezzo del suo inibitore IL-12/23 per rimanere competitiva.

Tuttavia, nonostante un mercato molto affollato, Stelara ha incassato 7.94 miliardi di dollari nel 2020, con un aumento di quasi il 20% rispetto al 2019.

L’approvazione di Stelara nella colite ulcerosa ha dato a J&J l’accesso a circa 910.000 pazienti/anno statunitensi nel settore gastrointestinale, in forte espansione.

La colite ulcerosa è un mercato affollato, ma Stelara ha vissuto una piccola tregua a luglio dopo che l’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA ( Food and Drug Administration ), ha imposto a Xeljanz, un JAK inibitore di Pfizer, un Boxed Warning ( massima avvertenza ) riguardo a un aumento del rischio di trombosi e di potenziale mortalità osservato con il dosaggio di 10 mg due volte al giorno. Xeljanz ( Tofacitinib ) è ora approvato per i pazienti che non rispondono o non sono idonei ad altri farmaci.

A giugno 2020, in Gran Bretagna, il NICE ( National Institute for Health and Care Excellence ) ha dato il via libera definitivo per l’uso da parte del SSN inglese di Stelara nel trattamento della colite ulcerosa.

La decisione consente ai medici del SSN inglese di prescrivere il farmaco per il trattamento della colite ulcerosa attiva da moderata a grave nei pazienti adulti quando la terapia convenzionale o un agente biologico non può essere tollerato, o la malattia ha risposto in modo inadeguato o ha perso la risposta al trattamento, solo se l’inibitore del fattore di necrosi tumorale alfa ( TNF-alfa ) ha fallito, non può essere tollerato o non è adatto.

Gli inibitori del TNF-alfa sono l’opzione di trattamento biologico più comunemente utilizzata in questo contesto e alle persone che non sono in grado di assumerli viene offerto in Gran Bretagna Vedolizumab. Sia Stelara che Vedolizumab hanno profili di sicurezza simili e agiscono in modo diverso rispetto agli inibitori del TNF-alfa.

Circa 146.000 persone nel Regno Unito soffrono di colite ulcerosa.

Le evidenze degli studi clinici hanno mostrato che Stelara durante le prime otto settimane di trattamento ( induzione ), potrebbe essere più efficace di un inibitore del TNF-alfa, ma per il trattamento di mantenimento i confronti indiretti hanno suggerito che non dovrebbe esserci alcuna differenza tra le terapie. ( Fonte: FiercePharma & NICE )

GASTROENTEROLOGIA XAGENA
CeliachiaOnline.net | ColiteUlcerosa.net | CrohnOnline.net | Epatite.net | Epatologia.it | Epatologia.net | Gastroenterologia.net |

DERMATOLOGIA XAGENA
CalvizieOnline.net | Dermatite.net | DermatologiaOnline.it | DermatologiaOnline.net | PsoriasiOnline.net | RosaceaOnline.net |

REUMATOLOGIA XAGENA
ArtriteOnline.net | GottaOnline.net | LupusOnline.net | Reumatologia.net |

 

Ultima indicazione di Stelara: Colite ulcerosa

 

Gastroenterologia.net

Gastroenterologia News

https://www.gastroenterologia.net
Gastroenterologia, le Novità in GastroenterologiaGastroenterologia.net fornisce informazioni e aggiornamenti sulle Malattie gastroenterologiche.

2 – Gastroenterologia.net

Terapia cognitivo-comportamentale per la …

Tumore gastroesofageo

Gastroenterologia, le Novità in Gastroenterologia …

Rifaximicina

Il Network Xagena utilizza i cookies per offrirti un …

Diarrea

Agonisti del recettore GC-C: sicurezza ed efficacia della …

Ramucirumab

Sicurezza e attività di Trifluridina / Tipiracil e Ramucirumab nel …

Vonoprazan

I regimi a base di Vonoprazan non sono inferiori alla tripla terapia a …

Etrolizumab

Etrolizumab come terapia di induzione per la colite ulcerosa …

Carcinoma del pancreas

Gastroenterologia.net. Gastroenterologia. Newsletter …

Cyramza

Ramucirumab come seconda linea più chemioterapia FOLFIRI …

Rischio di cancro

Fattori di rischio per il carcinoma colo-rettale. L’incidenza del …

 

 

Zofran – Xagena Search: Newsletter di Aggiornamento by Xagena.it

XagenaSearch.net

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Zofran






Dipendenza da Metanfetamina: farmacoterapia

La dipendenza da Metanfetamina rappresenta un importante grave problema di salute pubblica a livello mondiale. Non esistono terapie farmacologiche, e la psicoterapia rappresenta ancora il principale … leggi


Plasil – Xagena Search: Aggiornamenti e Novità sui Farmaci da Xagena

XagenaSearch.net

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Plasil



Terapia farmacologica dell’emicrania

L’emicrania è un tipo di cefalea tra le più comuni, assieme alla cefalea muscolo-tensiva a alla cefalea a grappolo. Circa il 17% delle donne e il 6% degli uomini adulti ne soffrono ma può colpire anc … leggi


Cefalee primarie: trattamento

La cefalea primaria rappresenta una patologia vera e propria, provocata da cause spesso non ben identificabili e di natura molto variabile tra loro. Appartengono al gruppo delle cefalee primarie i se … leggi

Alliance Dermatologia & Dermocosmesi


Trattamento degli episodi di emicrania

L’emicrania è una patologia piuttosto diffusa; circa il 17% delle donne ed il 6% degli uomini adulti ne soffrono, ma può colpire anche i bambini. L’emicrania inizia generalmente nell’infanzia, nell’a … leggi




Farmaci gastrocinetici: Metoclopramide

La Metoclopramide ( Plasil ) stimola e coordina la motilità del tratto superiore dell’apparato gastroenterico, senza modificare la secrezione gastrica, pancreatica e biliare. Il meccanismo d’azione de … leggi

Xagena Newsletter





Gastroenterologia News: Aggiornamenti e Novità in Medicina da Xagena

Pantoprazolo – Xagena Search: Aggiornamenti sui Farmaci da Xagena

XagenaSearch.net

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Pantoprazolo

Trattamento dei disturbi gastrointestinali

Spesso i disturbi sono di origine funzionale ( bruciore di stomaco, difficoltà digestive, dolori addominali, gonfiore e meteorismo, diarrea ), compromettono il benessere e alterano l’equilibrio di tut … leggi












Colonscopia – MedFocus.it: Aggiornamenti e Novità mediche da Xagena


MedFocus.it

Correlazioni in Medicina

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Gastroenterologia – MedFocus.it: Aggiornamenti e Novità in Medicina da Xagena


MedFocus.it

Correlazioni in Medicina

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Gastroenterologia ALERT by Xagena

Gastroenterologia.net
ALERT Gastroenterologia !
 –
Top News / Rischio di infarto con i farmaci antiacido ad azione inibitoria della pompa protonica
 –

Gli inibitori della pompa protonica possono aumentare il rischio di infarto miocardico

I ricercatori hanno valutato i dati su 2.9 milioni di pazienti per valutare il possibile legame tra impiego dell’inibitore della pompa protonica ( PPI ) e rischio cardiovascolare. I dati sono s …

News

nab-Paclitaxel più Gemcitabina per cancro del pancreas metastatico: sopravvivenza a lungo termine

I risultati positivi dello studio di fase III IMPACT hanno portato alla approvazione di nab-Paclitaxel ( Abraxane ) più Gemcitabina come opzione di trattamento per i pazienti con carcinoma pancreatico …

Gestione della malattia di Crohn dopo resezione intestinale

La maggior parte dei pazienti con malattia di Crohn ha bisogno di una resezione intestinale, ma la maggior parte di questi pazienti andrà successivamente incontro a una recidiva della malattia con nec …

Pazienti con malattia di Crohn: la terapia con Adalimumab ha un effetto benefico sul metabolismo osseo

Infliximab ( Remicade ) ha dimostrato di avere effetti benefici sul metabolismo osseo nei pazienti con malattia di Crohn ( CD ), anche se l’esatto meccanismo non è stato ancora completamente chiarito. …

Cyramza non migliora in modo significativo la sopravvivenza globale nei pazienti con carcinoma epatocellulare avanzato

I risultati dello studio REACH di fase 3 hanno mostrato che la terapia con Cyramza ( Ramucirumab ) non migliora in modo significativo la sopravvivenza rispetto al placebo nei pazienti con carcinoma ep …

Gli antiacidi aumentano il rischio di infezione da Clostridium difficile nei bambini

I farmaci che riducono l’acidità sono associati a un aumento significativo del rischio di infezione da Clostridium difficile nei neonati e nei bambini. Con l’obiettivo di valutare la relazione tra …


Farmacovigilanza

L’uso concomitante di alcuni farmaci per l’epatite C con Amiodarone può aumentare il rischio di diminuzione della frequenza cardiaca e problemi correlati

L’ EMA ( European Medicines Agency ) ha confermato il rischio di bradicardia grave ( battito cardiaco rallentato ) o blocco cardiaco ( problemi di conduzione dei segnali elettrici nel cuore ) quando i …

Novità nella terapia dei tumori. E’ iniziata l’era degli inibitori del checkpoint immunitario  Informazioni sui tumori: OncoNews.net

 

Ramucirumab come seconda linea più chemioterapia FOLFIRI migliora la sopravvivenza nel tumore del colon e del retto metastatico

L’aggiunta di Ramucirumab ( Cyramza ), un inibitore dell’angiogenesi, come seconda linea, alla chemioterapia FOLFIRI ha prodotto un significativo ritardo nella progressione della malattia e prolungamento della sopravvivenza nei pazienti con carcinoma colorettale metastatico che aveva in precedenza progredito nonostante… leggi

Sicurezza e attività dell’anticorpo anti-PD-L1 in pazienti con tumore in stadio avanzato

La proteina PD-1 ( programmed death 1 ), un recettore co-inibitorio delle cellule T, e uno dei suoi ligandi, PD-L1, giocano un ruolo di primo piano nella capacità delle cellule tumorali di superare il sistema immunitario dell’ospite. Il blocco delle… leggi

Rischio di tumore allo stomaco dopo trattamento per linfoma di Hodgkin

Il tumore dello stomaco correlato al trattamento rappresenta una importante causa di morbilità e mortalità nel crescente numero di sopravvissuti al linfoma di Hodgkin, ma i rischi associati agli specifici trattamenti per il linfoma di Hodgkin non sono ben definiti.È… leggi
FarmaExplorer

 

FarmaExplorer.it: il database di news

per i Medici

Trattamento della epatite C cronica: il regime a base di Viekirax e di Exviera approvato dalla Commissione Europea

La Commissione europea ( CE ) ha concesso l’autorizzazione all’immissione in commercio del regime completamente orale, senza Interferone, di Abbvie, costituito da Viekirax ( Ombitasvir / Paritaprevir / Ritonavir ) e da Exviera ( Dasabuvir … Leggi

Bifosfonati orali e rischio di cancro di esofago, stomaco e del colon-retto

Uno studio caso-controllo ha valutato l’ipotesi che il rischio tumore esofageo, ma non gastrico o colorettale aumenti negli utilizzatori di bifosfonati orali.Lo studio era compreso in una coorte di circa 6 milioni di persone nel Regno Unito, con … Leggi

Nessun effetto del Lansoprazolo per i bambini con asma scarsamente controllata e senza reflusso gastroesofageo

Tra i bambini con asma scarsamente controllata, il trattamento con Lansoprazolo ( Lansox ) non ha avuto effetti sulle misure di controllo dell’asma. Il reflusso gastroesofageo asintomatico è prevalente nei bambini con asma ed è stato eseguito … Leggi

Reflusso gastroesofageo: sintomi, diagnosi, e trattamento

Il reflusso gastroesofageo ( GERD, in italiano MRGE ) è una patologia molto diffusa, che a causa dei sintomi iniziali che possono essere confusi con altre patologie, è spesso sottostimata.SintomiIl sintomo più caratteristico del … Leggi

Aggiornamento in Gastroenterologia by Xagena

Gastroenterologia.net

Gastroenterologia.net

Gastroenterologia, le Novità in Gastroenterologia. Gastroenterologia.net fornisce informazioni e aggiornamenti sulle Malattie gastroenterologiche. Focus sul …

Malattia infiammatoria

Malattia infiammatoria intestinale: rilevanza della carenza di …

Helicobacter pylori

L’eradicazione di Helicobacter pylori nei pazienti con dispepsia …

Carcinoma colorettale

Il carcinoma colorettale avanzato viene trattato con una …

Xeljanz

Dagli studi OCTAVE è emerso che Tofacitinib ( Xeljanz ), come …

Focus

Gli inibitori della pompa protonica correlati a un aumentato rischio …

More links Gastroenterologia

Gastroenterologia, le Novità in Gastroenterologia. … More …

Farmaci

Terapia medica a base di Omeprazolo versus terapia …

Sindrome di Lynch

La sindrome di Lynch è una sindrome di predisposizione al …

Sanguinamento gastrointestinale

Rischio di sanguinamento gastrointestinale con …

Carcinoma anale

Colostomia causa-specifica dopo radioterapia per carcinoma anale.
1 2