Creato da e_d_e_l_w_e_i_s_s il 16/06/2012

C'est la Vie

Il bello, il brutto ... e il così così

 

« Il legame che ha bisogno...A proposito di malattie mortali »

Sui bei tempi andati

Post n°681 pubblicato il 24 Ottobre 2018 da e_d_e_l_w_e_i_s_s
 

 

"Nel passato abbiamo lasciato malattie mortali che ora possiamo curare agevolmente, problemi di igiene che affliggevano indistintamente le case dei poveri come i palazzi reali. Dietro di noi sono rimasti tabù e divieti che ora ci fanno sorridere.
Oggi abbiamo i viaggi, il welfare, le comunicazioni condivise e
da  anni l'Europa gode del dono più grande: la pace."

 

E’ un pensiero di un tale, Michel Serres, filosofo francese autore di 'Contro i bei tempi andati'.

Qualcuno gioca al rialzo sostenendo che oggi l’analfabetismo è una piaga sparita.

Qualcun altro vede in questo presente la pochezza dell’indifferenza e la mancanza di umana solidarietà e fa un rewind  della propria vita. Di solito è un andare all’indietro piacevole perché il tempo smussa anche le asperità e lenisce i dolori.




























Quella signora anziana e acciaccata con un sguardo triste e voce flebile mi diceva:
*Sai Elena, oggi ci tengono in vita anche se biologicamente il nostro tempo è finito. E tante volte soffriamo di più… *


Guardare al passato con nostalgia è un restare ancorati all’ieri  trascurando l’oggi che stiamo vivendo, ne erano sicuri loro.

Che ne pensate?

Cosa abbiamo perso e cosa abbiamo guadagnato oggi rispetto ai bei tempi andati?

 

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

surfinia60ducalewisendchurchcassetta2monellaccio19e_d_e_l_w_e_i_s_salberto.gambineriwoodenshipvolami_nel_cuore33simona_77rmprefazione09Domesticat1960mariomancino.msonilab
 

ULTIMI COMMENTI

BIANCOLUNGO