Creato da e_d_e_l_w_e_i_s_s il 16/06/2012

C'est la Vie

Il bello, il brutto ... e il così così

 

« Al tempo del #iorestoacasaMi piacciono le favole »

Due parole per un puzzle

Post n°842 pubblicato il 14 Aprile 2020 da e_d_e_l_w_e_i_s_s
 

E' passata Pasqua e anche Pasquetta.
Ma la quaresima no.

La vivremo per i  prossimi tempi, fino a data da destinarsi.

Ci abitueremo alle mascherine e a indossare guanti in lattice anche con 34°C all'ombra.
Non che cambi le mie abitudini perché da sempre abbraccio poco o niente amici e conoscenti,
ma rispetteremo il distanziamento sociale e
guarderemo all'altro come un ipotetico possibile
pericolo.
 
 

Saremo tutti un po' più poveri e rimpiangeremo quella libertà che non immaginavamo quanto
fosse importante.
 

Viaggeremo meno  ma qualcuno, assicurano, andrà al mare protetto dal plexiglass.

Impareremo il piacere che le mura domestiche sanno regalarci.

Lavoreremo in sicurezza o così pare.

Useremo ancora la tanto vituperata plastica, utilizzeremo meno i mezzi di trasporto pubblico,
faremo largo uso di disinfettanti
non sempre ecologici.




Forse si raggiungerà l'immunità di gregge o forse ci verrà in aiuto un vaccino.
Intanto ci sorbiamo le testimonianze dolorose di chi ce l'ha fatta in completa solitudine
e qualcuno piangerà l'amico
che invece non può raccontare la sua storia.

Ci ammaleremo, non tutti, ma buona parte,  a scaglioni cosicchè le scene di Bergamo
non abbiano da essere riviste e le terapie intensive non collasseranno.




Abbiamo applaudito medici, infermieri, personale sanitario ma abbiamo detto grazie ai commessi,
alle cassiere e agli autotrasportatori?

Si continuerà a protestare.
Si accuserà il governo o le regioni. Gli scienziati o i politici.  Il Nord e il Sud.
Ci sarà chi è diventato meno europeista e chi ce l'avrà con la Cina o con il mondo intero.
Ci consolerà che la pandemia ha trovato impreparati anche i Grandi della Terra.

Qualcuno continuerà in solitaria a cantare dalle finestre e qualcun altro stamperà manifesti
colorati con la dicitura


                                                    #tuttoandràbene

Che’ poi bene è solo un'opinione. O un'illusione. O una sorta di scaramanzia.

Perché le emergenze sono due: sanitaria ed economica.

Riassumere questo tempo è superfluo: tutti noi l'abbiamo vissuto e ciascuno di noi l'ha elaborato
secondo il proprio sentire.


Siccome sono  e pure curiosa, lo sapete, vero? 



vi va di  aiutarmi a completare un puzzle scrivendo due parole che rispecchiano il vostro
stato d'animo oggi al tempo del                                                                                                                                                    

                                               #ècambiatotuttodal9marzo


  io metto queste:  


                                
                                              

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

xavier1962sal.dimarinowoodenshipsurfinia60virgola_dfmonellaccio19hrc.rossanodolcesettembre.1lascrivanachiedididario66e_d_e_l_w_e_i_s_scla214ormaliberacassetta2
 

BIANCOLUNGO