Creato da e_d_e_l_w_e_i_s_s il 16/06/2012

C'est la Vie

Il bello, il brutto ... e il così così

 

« gentleman VS gentlewomanè un'arte »

dalla beat generation

Post n°469 pubblicato il 09 Novembre 2015 da e_d_e_l_w_e_i_s_s
 

 

alla neet generation il passo è stato lento ma costante.

Allarmante e disarmante, oggi.

Era il 1999 quando in Inghilterra si creava il termine:

 
                                                          N ot in
                                             E ducation
                                             E
mployment or
                                             T rading



che tradotto terra terra significa non nello studio, non nell’occupazione o nel commercio.

Si riferisce ai giovani che non studiano, che non hanno un impiego e che nemmeno lo cercano.
Quindi non sono autonomi, né indipendenti, nè felici.
Molti hanno 30 anni e vivono ancora con mamma e papà perché se ai 2 cuori e una capanna non ci si crede più, neppure al cosa farò da grande ci si crede ancora.


































Perché l’incertezza di progettarsi batte la voglia di realizzarsi.
Perché neppure all’estero le cose vanno meglio: * servono le certificazioni linguistiche che non abbiamo *, dice quello.
*A  bussare alle porte di esercizi commerciali  che ti rispondono "cerco personale con esperienza" dopo anni, ti umilia. *  lo racconta l’altra diplomata a pieni voti.
* Perché la laurea serve poco - dice lui con il master in tasca che continua a mandare curriculum  e la risposta, quando va bene,  è sempre la stessa -  per il nostro settore il momento è quello che è;  ad ogni modo  le faremo sapere" *

Stando ai numeri sarebbero duemilioniemezzo i giovani che non riescono a trovare un ruolo nel mercato del lavoro e  nella società.
Da noi in questo dedalo di non speranza si muove il 26 per cento dei giovani.
In Europa, fatta eccezione per la Germania e l’Austria,  la media è del 17 per cento.

Se n’è parlato a Firenze nei giorni scorsi: qualcuno sostiene che il fenomeno della disoccupazione giovanile  è in crescita.
Per altri invece il mercato non è saturo.

Il fatto è che i giovani sono scoraggiati.

Al limite della rassegnazione.



Cosa vi sentireste di dire a un ragazzo che sta affacciandosi al mondo del lavoro, oggi?

Avrà motivo di sentirsi così scoraggiato o invece fa parte di una generazione
' molliccia '  e ovattata?


La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Edelweiss12/trackback.php?msg=13307359

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
>> > > >> su BLOGGO NOTES
Ricevuto in data 07/12/15 @ 08:59
Marilyn Monroe andava a letto con 2 gocce di Chanel. Io con 200 ml di Autan. Shot: Cittadella  

 
Commenti al Post:
monellaccio19
monellaccio19 il 09/11/15 alle 17:39 via WEB
Pare che sia 34 anni il limite accertato per rimanere a casa con pa' e ma'!!!! Se posso essere sincero e un tantino maligno, credo che molti ci marcino: sono là, buttati su un letto, con espressione persa nel vuoto e un solo pensiero martellante nella testa: "Il lavoro se mi vuole, qua mi trova!". Beh, se si muovessero di più qualcosa la troverebbero, magari non nella misura che vogliono. Arrangiarsi è un verbo che va, man mano, scomparendo: "O quel lavoro o niente, preferisco stare a casa!". Non è così per tutti intendiamoci..... Buona serata Elena, ti abbraccio.
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 09/11/15 alle 21:15 via WEB
ma certo che puoi! anzi lo sai che mi piace conoscere i vostri pareri perchè penso sia una crescita il confrontarsi.
dunque...se al tempo dell'Expo scrivevo che di fronte al rifiuto di un lavoretto misero ma che avrebbe potuto aprire prospettive nuove, oggi pur sostenendo che alcuni atteggiamenti sono da *choosy*, vedo oggettive difficoltà per 'sti ragazzi che hanno un sacco di nozioni dalla loro, poca pratica, pochissimi orizzonti per arrangiarsi. il verbo adattarsi spesse volte viene coniugato all'adattarsi al lavoro in nero...e questo non dà dignità. ecco, io direi loro: emergete e uscite dalla vostra terra.
buona serata, ciao :-)
 
chiedididario66
chiedididario66 il 09/11/15 alle 19:24 via WEB
ci vorrebbero parecchie risposte per il tuo interrogativo.la crisi sarà cronica,il lavoro sarà a singhiozzo,perché l'economia e' perniata sul petrolio.il jobs acts non è altro che un'altra forma di precariato.poi aggiungi la riforma delle pensioni e i giovani si trovano senza lavoro. siamo ritornati al medioevo se non più il la'.ciao Elena
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 09/11/15 alle 21:20 via WEB
oh sì, Dario: un medio evo tetro e buio. e un rinascimento che non si vede all'orizzonte per quest'Italia in cui si parla tanto ma si fa poco. sì, sono in linea con il tuo pensiero, grazie, ciaooo :-)
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 09/11/15 alle 20:30 via WEB
Sì, i ragazzi sono molto scoraggiati, ma io il lassimo tra i giovani (almeno tra quelli che conosco) non lo vedo così diffuso. Tra gli amici di mia figlia vedo molti che si adattano a fare anche lavoretti che con i loro studi c’entrano poco. Quello che dico a loro.è di pretendere sempre rispetto sul lavoro, perché trovo svilente che le aziende vadano sempre più al ribasso… sia come retribuzione offerta che come condizioni di lavoro. Poi tutti i lavori sono dignitosi… anche se chi ha studiato, sarebbe bello riuscisse a mettere a frutto il loro sapere. Ciao Elena, buona serata
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 09/11/15 alle 21:38 via WEB
e ci credo che sono scoraggiati! lo saremo anche noi al loro posto. le aziende non assumono, se assumono lo fanno a tempo determinato. raramente svolgono il lavoro per cui hanno studiato. la stragrande maggioranza ha voglia di realizzarsi ma troppe regole burocratiche tarpano le ali alle idee geniali.certo: tutti i lavori sono dignitosi, ma fa rabbia vedere sprecati anni e anni di sacrifici così come fa rabbia anche contare un numero esagerato di iscritti a una facoltà...mica tutti dottori bisogna essere. buona serata a te. Laura :-)
 
   
LunaRossa550
LunaRossa550 il 12/11/15 alle 00:57 via WEB
come fa rabbia quando vedi qualcuno che avrebbe più capacità di altri, ma perchè nato nel posto sbagliato si vede precludere la possibilità di andare avanti negli studi. Ho visto una intervistta in una trasmissione, dove una madre diceva di aver ritirato il figlio dalla scuola perchè non aveva i soldi per i mezzi di trasporto e per i libri... mi si era stretto il cuore. Notte Elena. Laura
 
     
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 14/11/15 alle 18:08 via WEB
certo Laura, questo è un problema che esiste da sempre, purtroppo...e ogni volta che ne sentiamo parlare ci si stringe il cuore. buona serata e buoni giorni a te :)
 
woodenship
woodenship il 09/11/15 alle 22:36 via WEB
E'un lungo discorso che viene da lontano,mia cara amica.Arriva dagli anni in cui si sono cominciate le prime riforme della scuola pubblica.Ad un certo punto ci si è resi conto che non era possibile assicurare lavori degni a tutti coloro che studiavano e dimostravano di valere qualcosa.Allora si è preferito dequalificarla e demotivare i giovani.E' più comodo che averli in strada a protestare,come negli anni sessanta e settanta, per una vita diversa e per delle speranze migliori. Adesso gli si dice che sono viziati,molli,inconcludenti,ma nella verità si sa benissimo che tutti sti giovani dovranno finire per forza di cose a fare lavori dequalificati,precari e malpagati. E'nell'ordine delle cose che le cose vadano così:o si è dei figli di papà,o si è raccomandati,o si è dei veri geni,altrimenti si può chiudere baracca e burattini:non c'è posto per tutti.Ecco anche perchè si cerca di scoraggiare la scolarizzazione a livelli più alti.Per le scelte di politica economica che si sono prese,non c'è posto per tutti.......Un abbraccio ed un fiore scintillante di stelle..........W........
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 10/11/15 alle 17:57 via WEB
un faro gigantesco puntato sul sistema scuola, che peraltro condivido in pieno, ...W... e che con la nuova riforma siamo punto e a capo, anzi forse peggio. predicano l'alternanza scuola-lavoro ma mancano le aziende che dovrebbero sopperirie a ciò. predicano la competenza del corpo insegnante ma si cerca di scoraggiare la scolarizzazione più elevata. forse che i nostri docenti - non tutti, perchè non sta mai bene generalizzare e perchè ci sono insegnanti veramente competenti - non sono competitivi o preparati perchè da tanti decenni , in generale, molto politicizzati?
aggiungerei anche che, scuola a parte, la produzione in Italia è proibitivaa: abbiamo costi di manodopera esorbitanti, tasse esagerate e burocrazia da capogiro. fra gli imprenditori si fa a gara a chi arriva prima all'estero. quindi diminuendo le industrie, diminuisce l'offerta e cresce la domanda.
e fra questo gioco di scarica barile è più comodo incolpare t u t t i i giovani di lassismo, di poca voglia, di mammismo, di gioventù bruciata... grazie per il tuo pensiero, buona serata, ciaooo....W.... :-)
 
diogene51
diogene51 il 09/11/15 alle 22:48 via WEB
Gli direi così: Ci sono quelli bravi che hanno buoni titoli e che si danno da fare e spesso trovano un buon impiego. Ho l'esempio della figlia di un collega: laureata a pieni voti in matematica (facoltà che non ha mai dato molte chances) ha messo alcune domande ed è stata prescelta da una grande azienda. Un buon matematico può diventare un ottimo informatico, non uno che smanetta, ma uno che sa lavorare ai programmi di produzione.I buoni studi e la capacità acquisita sono importanti. E' necessario eccellere in qualcosa. Occorre farsi una professionalità da spendere, non importa quale. Saper maneggiare bene la cazzuola o attaccare i pavimenti vale quanto o più di una laurea. Se pensi di essere mediocre devi cercare di diventare bravo, bravo in una cosa. Se riesci a fare il commesso per una stagione cerca di diventare il miglior commesso. E poi certo, darsi da fare, non rifiutare nessun lavoro, per quanto malpagato o temporaneo. E cercare di migliorarsi, fare corsi, apprendistati, anche volontariati, sempre. La vita è di chi non si scoraggia.
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 10/11/15 alle 18:21 via WEB
ciao Renato :-)
a leggerti mi fai venire in mente un ritornello che dice * uno su 1000 ce la fa, ma quanto dura è la salita...* mi stimoli :-) se riesco a collegarmi la metto come fondo musicale: sa di speranza .
da genitore è quasi obbligo dispensare queste chicche di positività, ma sappiamo benissimo che diamo loro aspettative illusorie. e non è bene.
da genitore è bene incentivarli a non essere 'choosy' e ad adattarsi. lo abbiamo anche noi per un periodo, perchè non dovrebbero farlo loro per un periodo? però credo che siano molti i ragazzi che si adattano: il figlio, ingegnere, di un mio vicino fa il magazzaniere in un supermercato e lo fa dignitosamente.
sono fortemente pro meritocrazia e sono convinta che sia necessario sapere tanto di poco che poco di tanto, quindi ben vengano le specializzazioni mirate.
il mondo brulica di mediocri e lo siamo anche noi, anzi anch'io, ma un lavoro, quello che desideravo l'ho realizzato perchè i geni sono pochi e il prezzo da pagare per essere genio è un'arma a doppio taglio. un sorriso e buonissima serata :-)
 
PRONTALFREDO
PRONTALFREDO il 10/11/15 alle 00:01 via WEB
L'errore più grande è stato credere che per vivere bisognava per forza lavorare.
Lavorare sarebbe andato anche bene, ma dovevamo farlo con l'intento di far durare i prodotti almeno cent'anni.
Invece il lavoro di oggi consiste nel fare cose che si rompono il più presto possibile in modo che l'azienda produttrice possa ricavare sempre più profitti.
Continuando di questo passo, se tutto va bene siamo rovinati, perché abbiamo già bruciato tutte le risorse del pianeta ed ora siamo passati a riciclare le scorie ed i nostri stessi rifiuti, di cui siamo sommersi fino al collo.
Non credo che possiamo sperare di vivere a lungo nutrendoci di merda.
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 10/11/15 alle 18:44 via WEB
e hai fatto caso che per esempio un elettrodomestico dura giusto il tempo della garanzia e dopo 2 anni e 2 mesi, quando è fuori garanzia si rompe?...un default senza via di scampo, ciao ProntAlfredo :-)
 
eric.trigance
eric.trigance il 10/11/15 alle 08:08 via WEB
Ecco una situazione molto preoccupante ! Buona giornata a te Elena.
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 10/11/15 alle 18:46 via WEB
eh sì, Eric, è davvero peoccupante 'sta situazione, ahimè! a te una bella serata :-)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Mr.Loto il 11/11/15 alle 12:06 via WEB
A mio modo di vedere vi sono giovani che hanno voglia di fare e di lavorare e altri un po' meno, come del resto è sempre stato. Il problema invece è questo sistema consumistico/capitalista che non si regge più in piedi visto che si regge su regole sbagliate in partenza. Sono in molti che già molti anni fa ne prevedevano il crollo. Tutto sta cambiando in modo molto veloce e la tecnologia sta facendo letteralmente sparire moltissimi lavori. Per come la vedo io le persone in gamba e con la voglia di fare in un modo o nell'altro riescono sempre a cavarsela mentre per i meno volenterosi la situazione è più tragica. Un saluto
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 11/11/15 alle 16:40 via WEB
certo, i volonterosi ci sono sempre stati, gli scansafatiche, pure! certo, chi gratta e ha voglia di fare prima o poi qualcosa di soddisfacente trova. è su quel 'poi' che mi soffermo proprio perchè viviamo in un sistema veloce in cui la scienza di oggi domani è già datata.
credo invece che mai come oggi per un ragazzo che s'affaccia sul mondo del lavoro sia dura: è dura nel privato perchè la nostra economia soffre, è dura nel pubblico perchè esuberante di troppe unità ed è quasi utopico pensare di cimentarsi in una libera professione.per contro è vero che molti lavori considerati umili ed evitati possono offrire uno sbocco e una realizzazione...forse diversa dalle aspettative perchè come dici tu, nel tuo sito- e qui apro una parentesi e ti faccio i complimenti per come l'hai realizzato - a volte è importante inventarsi un lavoro...grazie del tuo passaggio, Mr.Loto, e buon pomeriggio.
 
   
hrc.rossano
hrc.rossano il 11/11/15 alle 17:38 via WEB
Diciamo Che nel pubblico le unita' son molto mal distribuite,piu' che essere in esubero.Non voglio solo far riferimento al personale pubblico in sicilia o in altre regioni perche' mi potresti rispondere che amo vincere facilmente,ma anche ad alcuni comuni del nord (dati e non solo opinioni)...Ciao Ele P.S.: a parziale consolazione di molti giovani laureati italiani costretti a far lavori non qualificati per poter sopravvivere,bisogna dire che questo problema non e' solo nostro...
 
     
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 11/11/15 alle 17:57 via WEB
hai ragione, Ross. :-) mal distribuite ci sta meglio. leggevo che in un paesino di poche anime c'è un numero impressionante di vigili del fuoco...là gli incendi? sedati ancor prima che vengano appiccati! e i dipendenti si giran le dita...e noi paghiamo!
sì è vero il problema non è solo targato Italia e non riguarda solo i laureati. è esteso e preoccupa...ciaooo...
 
ipazia.0
ipazia.0 il 11/11/15 alle 19:24 via WEB
Io nella scuola pubblica ci credo fermamente! Ci sono esperienze bellissime. Una per tutte: http://www.circolojapigia1bari.gov.it Ai ragazzi il consiglio è: non fatevi scippare dei vostri sogni,combattete! Ciao :-) Laura
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 14/11/15 alle 18:13 via WEB
un consiglio che sa di positività e trovo corretto spronare i ragazzi a credere nei loro sogni senza per questo creare loro aspettative che la realtà poi puntualmente disattende.
sono molti gli istituti che usufriscono del registro on line, che si prodigano in progetti e che si avvalgono di validi docenti...ciao Laura, buona serata e buoni giorni per te :-)
 
eric.trigance
eric.trigance il 12/11/15 alle 14:46 via WEB
In Francia, la disoccupazione giovanile è in gioco per le prossime elezioni...
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 14/11/15 alle 18:18 via WEB
oggi per la Francia è un pessimo giorno.
domani a Francia sarà sicuramente in grado di mettere in gioco anche la disoccupazione...forza Francia! a te, Eric, un sorriso...
 
occhi_digatta
occhi_digatta il 13/11/15 alle 18:25 via WEB
Mia cara Elena l'argomento è molto vasto, sta di fatto che il lavoro in ogni settore richiede esperienza, ma l'esperienza come si fa se nessuno ti da la possibilità? Non voglio tornare indietro ma ricordo che in svizzera dopo le scuole ti indirizzano e ti inseriscono nel mondo del lavoro. Tu a 18 hai già un futuro e qui? niente...quindi diventa difficile staccarsi dal nucleo famigliare, ovviamente c'è anche la forte presenza dei ragazzi comodi. Cosa si dovrebbe fare per trovare una soluzione definitiva? un caro abbraccio mia cara
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 14/11/15 alle 18:25 via WEB
certo, l'esperienza si fa lavorando. ma se non ci sono posti di lavoro, la vedo dura...ma sai Serenella che io non sono affatto convinta che i ragazzi siano anche comodi e come adulta mi metterei anche in discussione. cioè : se io mamma e tu papà abbiamo reso 'comodo' nostro figlio, beh, allora forse non siamo stati bravi genitori...
penso che nessuno abbia una ricetta miracolosa...ed è questo il dramma...
 
occhi_digatta
occhi_digatta il 13/11/15 alle 18:25 via WEB
Infatti, uno su mille....
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 14/11/15 alle 18:26 via WEB
..infatti...leggendo un commento di un Amico ho pensato a quella canzone e l'ho pensata con tristezza perchè dovrebbero essere 1000 su 1000 i ragazzi che trrovano lavoro... ciao Serenella :-)
 
occhi_digatta
occhi_digatta il 14/11/15 alle 18:35 via WEB
Mia cara Elena certamente non faccio dell'erba tutto un fascio, ma ho visto casi lampanti. Dove finiranno i nuovi laureati? la famosa fuga dei cervelli? Un abbraccio a te e a Parigi.
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 14/11/15 alle 18:44 via WEB
probabilmente sì...ho esempi molto vicini e l'ho messo in conto. mai sia di tarpare le ali a un sogno di realizzazione. per fortuna ho ancora dalla mia parecchi anni prima che i miei figli si affaccino sul mondo del lavoro.
sulla tragicità degli ultimi eventi sento solo un doveroso e rispettoso silenzio. un abbraccio Serenella. a presto...ciaooo
 
blaisemodesty
blaisemodesty il 14/11/15 alle 23:10 via WEB
Passo per lasciarti un abbraccio Daniela
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 21/12/15 alle 19:00 via WEB
:-) che senz'altro ricambio, Daniela ...
 
xy21zjw69k
xy21zjw69k il 15/11/15 alle 10:50 via WEB
Premetto un cosa....I miei erano separati,io per mia volontà a otto anni sono stato allevata dai nonni...Mio nonno (poche parole,ma severe)SE VUOI QUESTO VAI A LAVORARE.OGGI COME OGGI SE I FIGLI SONO ANCORA CON I GENITORI,NON CERCANO LAVORO DI CHI è LA COLPA?????In vece di coperare telefonini PS e dicasi stringere la cinghia a certe pretese,anche se dicono,MA LA MIA AMICA CE L'HA..Non mi interessa bisogna rispondere.Insegnare che non bisogna vivere sulle spalle dei genitori,alzare il fondo schiena e girare ni collocamenti,si fare domande a destra e a manca,senza demoralizzarsi,e vedrai che il lavoro lo trovi. Io personalmente ero commesso in un negozio di abbigliamento,ma guando mi sono trasferito a Monfalcone ho fatto qualsiasi lavoro,pur di sbarcare il lunario.Quanti uffici di collocamento ho girato,ma avevo vogli di cercare lavoro,anchese le porte mi si chiudevano in faccia.Io vivevo solo,e pagare l'affitto,luce,gas,mantenere la macchina,credimi ti dai da fare.Se vivi con i genitori aspetti che il lavoro ti venga a cercare.Qualsiasi lavoro anche a spazzare le strade..Scusami ma questa è la mia oppinione...buon inizio settimana
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 21/12/15 alle 19:04 via WEB
un'opinione, Wr., rispettabilissima. unica cosa che mi lascia perplessa è il generalizzare: non credo , sai, che i ragazzi d'oggi siano tutti scansafatiche e nessuno si prodighi a cercare un lavoro. e ad accettare anche un'occupazione per cui non hanno studiato. complimenti per la tua tenacia e la tua determinazione :-)
leggo in messaggeria che per un po' non ci sei: trascorri bei giorni di festa e di serenità, ciao Wr. :-)
 
macrio1
macrio1 il 15/11/15 alle 16:24 via WEB
Darsi da fare con impegno, costanza, sacrificio e spirito di adattamento... all'inizio magari non sarà proprio il lavoro ideale ma esperienze nuove forgiano e saranno utili in futuro non solo nel mondo lavorativo...
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 21/12/15 alle 19:05 via WEB
d'accordissimo, Ma(c)rio...qualsiasi esperienza forgia, tempra, fa crescere..aiutiamoli a crescere...
 
eric.trigance
eric.trigance il 17/11/15 alle 09:46 via WEB
Ti auguro una bella giornata Elena...
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 21/12/15 alle 19:06 via WEB
a te, Eric, una bella serata :-)
 
gabbiano642014
gabbiano642014 il 18/11/15 alle 13:36 via WEB
Buongiorno Elena...Che consiglio dare ai nostri giovani..Nel dubbio del domani ,del sistema del mercato del lavoro cosciente delle mancate azioni politiche o della rinuncia intellettuale e rassegnazione di alcuni nel dormire sonni tranquilli? Non pensare ad una condanna, anche io sono mamma. Come siamo arrivati ad oggi noi? Abbiamo studiato...lavorato e abbiamo creato una famiglia. Non siamo eroi, eppure nell' individualità e con le giuste pretese continuiamo a vivere. Non scoraggiatevi ragazzi, per prima cosa studiate, la cultura non è mai tempo perso. La cultura vi permette di raggiungere livelli personali e professionali impensabili.
 
gabbiano642014
gabbiano642014 il 18/11/15 alle 13:37 via WEB
Cara Elena..perdona la mia assenza .ti auguro una buona giornata Patty
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 21/12/15 alle 19:10 via WEB
già..la cultura non è tempo perso: bella frase, Patty...ma se il sapere o l'essere acculturati cozza contro la pratica, beh...fracamente qualche perplessità sulla sua validità la nutrirei...voglio dire: non si vive di sola teoria nè di filosofia nè di greco o latino. credo che in una società come la nostra ci sia bisogno anche di meno nozionismo e più competenze concrete.
tu sei poco presente? e io che dovrei dire? ;-)) ciaoo e buona serata
 
oscar_turati
oscar_turati il 21/11/15 alle 19:36 via WEB
Gli direi di non rinunciare al proprio sogno, di impegnare sino al massimo per raggiungere la sua meta. Di farlo con la consapevolezza del momento e di non scoraggiarsi se il cammino è lungo e complicato. Magari cercherei anche di spiegare ad un laureato con un master in una materia improponibile che ... che il sogno va pure coniugato. Dico poi a me stesso ... che lo studio e la cultura sono un valore aggiunto e non una certificazione per il posto di lavoro. Se fosse così ci sarebbe qualcosa che non va ... e infatti qualcosa non va. Ciao Elena. Oscar
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 21/12/15 alle 19:12 via WEB
ciao Oscar :-) non d'accordo, di più! sono allineata al tuo pensiero. come genitori abbiamo il dovere di far volare i sogni dei figli ma allo stesso tempo di insegnare loro a coniugare il sogno alla realtà. buona serata :-)
 
xy21zjw69k
xy21zjw69k il 29/11/15 alle 10:18 via WEB
Buona domenica e buona settimana..Wr
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 21/12/15 alle 19:13 via WEB
di nuovo, buone feste, Wr. :-)
 
legion740
legion740 il 01/12/15 alle 12:26 via WEB
penso che la formazione dei giovani venga fatta maggiormente a scuola, li gli insegnano tante realtà differenti ma diverse dalla vita reale .io penso che l'istruzione deve viaggiare parallelamente alla formazione pratica per poter assaggiare e inserirsi nel mondo reale del lavoro .ciao!
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 21/12/15 alle 19:15 via WEB
apri un coperchio bollente, sai! ohhh come sono d'accordo che certe volte il troppo nozionoismo dei banchi di scuola, rifporma compresa, sia poco reale e c'è bisogno di concretezza, di capacità pratiche e reali. grazie 1000 del tuo intervento, ciao :-)
 
Nuvola_vola
Nuvola_vola il 08/12/15 alle 22:07 via WEB
Di lavorare...di accettare qualsiasi lavoro pur di aver soldi x vivere...ogni lavoro è onesto...un sorriso
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 21/12/15 alle 19:17 via WEB
certo, Nuvola: ogni lavoro è dignitoso. guai a non far passare questo valore: saremmo dei poveri adulti.un sorriso a te :-)
 
oscar_turati
oscar_turati il 09/12/15 alle 17:04 via WEB
... ... ... ciao Elena. Oscar
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 21/12/15 alle 19:17 via WEB
... ... ... ciao Oscar ^____°°
 
LunaRossa550
LunaRossa550 il 10/12/15 alle 12:13 via WEB
Ciao Elena, se passi a leggere, un salutone... ci mancano i tuoi post intelligenti :-)))
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 21/12/15 alle 19:19 via WEB
ullalà che carina sei, Laura! quasi mi imbarazzi :-) sono passata oggi, dopo un bel po'. mi prendo il salutone e lo ricambio di cuore. :-) buona serata
 
eric.trigance
eric.trigance il 11/12/15 alle 09:15 via WEB
Elena, un sorriso per te... Tutto bene ? Buon weekend...
 
eric.trigance
eric.trigance il 17/12/15 alle 07:49 via WEB
Elena, ti auguro bellissime e felici feste di Natale ! Un bacio.
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 21/12/15 alle 19:22 via WEB
grazie Eric :-) ma avremo modo di rifarci gli auguri nei prossimi giorni...un baci8ne :-))
 
amistad.siempre
amistad.siempre il 17/12/15 alle 17:52 via WEB
Ehilà! Ma allora non sono l'unica latitante di Digiland... :) Spero che sia tutto a posto Edelena. :))) Intanto dopo aver letto dei 'secondi piatti'; dei gentlemen e delle gentlewomen'; dell''Expo'; dell'occupazione giovanile (sempre più precaria e quasi inesistente... anche se volendo... )... Insomma, tanti bei post di cui mi complimento: sempre interessanti ed accattivanti! ;) Quindi, spero che torni presto a scrivere nel tuo blog mia cara. Nell'attesa, ti auguro un prossimo fine settimana sereno e, nell'eventualità che la tua assenza (come la mia) si protragga ancora, spero per te felicissime festività! Un abbraccio e un bacione Elena! Felicità... :) Rosa
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 21/12/15 alle 19:25 via WEB
ciao Rosa :-)
mi auguro che la tua assenza dal blog sia dovuta, come lo è stata per me, a progetti belli belli e reali reali...alle volte succede che il blog debba fermarsi ed aspettare.
auguro anche a te bei giorni e se non ci si legge trascorri serene Feste. un abbraccio :-)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

alberto.gambinerikatya_adavinaliasnovedolcesettembre.1monellaccio19eric.trigancesurfinia60woodenshipvergiglio.bchiedididario66pix619Cherryslsiamoliberidigiraree_d_e_l_w_e_i_s_scruelangels
 

BIANCOLUNGO