Creato da e_d_e_l_w_e_i_s_s il 16/06/2012

C'est la Vie

Il bello, il brutto ... e il così così

 

« Via etere appaga e l'ig...Me gusta mucho! :) »

Signorsì, Signor Tenente!

Post n°643 pubblicato il 01 Giugno 2018 da e_d_e_l_w_e_i_s_s
 

Era il 2005 quando l’allora Ministro della Difesa,  Antonio Martino,  sospese il servizio di leva obbligatoria nato con la fondazione del Regno d’Italia, nel 1861.

Oggi la corrente leghista veneta vorrebbe reintrodurlo rendendolo obbligatorio per tutti i cittadini italiani tra i 18 e i 28 anni e per un periodo di otto mesi.
Però – e in questo caso, mi vien da dire: meno male!  :) - mancano i fondi  per i costi militari, per recuperare le caserme dismesse  e  per addestrare le reclute.

E sempre oggi parrebbe, stando all’indagine dell’Osservatorio sulle Professioni in divisa, che  un giovane su due fosse ancora pronto ad accedere alla carriera militare non tanto per il posto fisso che consente nel tempo di aggiungere stelline alla divisa, quanto perché si direbbe attratto dai valori che la professione esalta.

Comunque sia, erano tanti i ragazzi  che facevano carte false pur di essere esonerati dalla naja, allora.

Per molti  che partivano  tutti senza entusiasmo si è trattata di un’esperienza  che è 'rimasta  dentro' perché il passare del tempo addolcisce i ricordi, anche quelli inutili.

In quelle camerate , raccontano, con i *cubi* ben fatti sono nate amicizie e fra i soffioni delle docce  aperte si condivideva tutto.
Che la pasta fosse scotta o la bistecca una suola di scarpa non era un problema: la fame rendeva squisite quelle pietanze.
Si ripulivano pentoloni e cessi a turno e si camminava per enne ore con gli anfibi anche a 40°C all’ombra  e con le vesciche.
Si stava sull’altana zitti e muti  perché l’attacco nemico non doveva trovare impreparato il plotone   inventando qualsiasi escamotage  perchè  gli occhi  non si chiudessero dal sonno.
Allo squillare della tromba si scattava in piedi e dopo l’adunata  iniziava la giornata fatta di regole.
Nessun vizio, nessun capriccio.
Nessuna distinzione: veneti e sardi, pugliesi e abruzzesi, liguri e campani tutti vestiti uguali in fila a dire: Signorsì! Signor Tenente.
E a temere lo Stia punito!

 











































<<È urgente nel nostro paese reintrodurre la leva militare
per dare una formazione corretta ai giovani italiani.
I quali è da molti anni che
hanno completamente perso di vista i veri e sani valori della vita. […]

hanno perso totalmente il rispetto verso gli altri, non riconoscono più nessuna regola […], vivono come dei parassiti nella società.  […]
è consigliabile un po’ di naja per raddrizzargli la spina dorsale […]
per insegnare ai ragazzi che cosa significhi rispettare
le gerarchie, l’educazione,
 
il sacrificio, le regole, l’onore e come si rispetta il prossimo.

La leva obbligatoria non serve per creare guerriglieri, ma uomini con la U maiuscola.>>

 

 

 Siete d’accordo con questo pensiero tratto da un blog de Il corriere.it ?

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Edelweiss12/trackback.php?msg=13691889

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
monellaccio19
monellaccio19 il 01/06/18 alle 17:58 via WEB
Io, pur non avendo svolto il servizio di leva, sono d'accordo sulla reintroduzione. Hanno pagato un prezzo salto i giovani che hanno vissuto senza praticarlo e oggi molto più maturi, capiscono cosa abbiano perduto. A parte i valori della patria, la formazione militaresca e la famosa "ubbidienza" che si associa a quella dovuta sin da giovanissima età ai genitori, vi sono valori e modelli che lasciano ben sperare per il vivere civile e sociale. Ben venga quindi e speriamo che i giovani si formino alla vita ordinata, ai sacrifici e al rispetto. Ripeto sono valori che negli ultimi anni erano latitanti e poco visibili e abbiamo visto tutti come andavano i ragazzi. Buona sera Elena, felice w.e.
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 01/06/18 alle 18:12 via WEB
Quindi tu, Carlo, saresti l'eccezione che confermerebbe la regola. Perchè non hai fatto la naja , eppure, mi par di capire, nella vita ti sei destreggiato egregiamente. E non credo per il semplice fatto che ti definisci 'ragazzo di ieri'.
In realtà non credo affatto che la naja abbia una sua validità nè sia educativa: o meglio, non più educativa degli insegnamenti che la vita stessa e il mondo del lavoro portano a un ragazzo. Dubito che le regole militaresche e in genere qualsiasi regola di sudditanza creino uomini con la U maiscola. Fosse così i miei coetanei diventati per un anno tenenti, caporali, sergenti o militari semplici, avrebbero costruito una società meravigliosa con altissimi valori da tramandare ai figli esenti per legge.
Buona serata, un sorriso :)
 
   
monellaccio19
monellaccio19 il 03/06/18 alle 18:06 via WEB
Io avrei dovuto fare 24 mesi in marina. Sarebbe stato bellissimo. Il mio vecchio amico Vitozzo, mio coetaneo, fu lo stesso arruolato in marina, e ha avuto la grande occasione di fare, poiché si specializzò palombaro sommozzztore, incursore, una sua "vacanza" sulla Vespucci intorno all'Europa, per le sua specializzazione. Fui riformato per un problema, quindi niente da fare. Fare il militare, non è di nessuno tempo, è un modo per capire la vita, gli uomini e conoscere i valori dell'ubbidienza, del rispetto, del comando, della soldiarietà e della comunità. Fare gruppo, tutti insieme, socializzare e servire più che essere serviti, insegna che esssere ultimi non è deleterio e punitivo ai fini sociali, ma talvolta significa essere pronti al servizio e al rispetto. Un forgiare in tal senso, ha ripagato i giovani, specie i ribelli, gli spocchiosi e i presuntuosi. Inserirsi in società dopo aver svolto il servizo militare, per me è un grande vantaggio per coloro che imparino e sappiano il verso senso di una società. Basta guardarsi attorno e vedere i giovani di oggi. Buona sera Elena.
 
     
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 03/06/18 alle 18:27 via WEB
Nel provare a risponderti parto dall'ultima frase che hai lasciato, Carlo. 'Sti giovani d'oggi sono figli di chi, probabilmente, ha fatto il servizio militare e è cresciuto a suon di regole. 'Sti giovani d'oggi non sono tutti bamboccioni, anzi! la maggior parte di loro ha tanta voglia di fare. Ovviamente fa più rumore un albero che cade che una foresta che cresce e qui mi allaccio al tuo post di oggi.
Anche gli scout fanno gruppo, socializzano, dormono sotto le stelle a cielo aperto, sottostanno a regole...
Per quanto mi riguarda, quando quello che oggi è mio marito mi comunicò l'intenzione di provare l'esperienza A.U.C. non fui affatto contenta. Litigammo, però del servizio civile lui non ne voleva sentire parlare. Per 5 mesi feci PD-Roma ( ricordo ancora i cappuccini deliziosi che bevevo in un baretto) e fu da allora che iniziai a odiare i treni ;) Al giuramento però non ci andai. Passati i 5 mesi di corso e di corsa gli andò di lusso: paraculato, esercitò a due passi da casa. Oggi, di quel periodo ricorda qualche amicizia e a parte piegare una tantum senza alcuna piega qualsiasi oggetto altro non gli è rimasto.
Questa è la 'mia' esperienza, capisco di essere in netta minoranza e mi taccio ^__* Un sorriso grande e una bellissima serata :)
 
     
monellaccio19
monellaccio19 il 04/06/18 alle 17:09 via WEB
Beh, abbiamo raccontanto esperienze diverse, nessuna pretesa di essere depositari del verbo, diciamo le cose con una visione diversa, contesti diversi e proiezioni diverse. Una affermazione non è un assunto, per cui lo scambio di posizioni è stato proficuo. Trasacorrti una piacevole serata mia cara.
 
     
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 06/06/18 alle 18:02 via WEB
Tu, Carlo, sai quanto a me piacciano gli scambi di opionioni. Li ritengo sempre una forma di crescita. In realtà, però, mi ha sorpreso quanti fra Voi che avete lasciato un pensiero siate favorevoli al servizio di leva: non me l'aspettavo davvero :)Buona serata, ciao :)
 
nina.monamour
nina.monamour il 01/06/18 alle 20:35 via WEB
Dio mio, mio padre era nell'Esercito, questa mi mancava ahahhhhhhh... Cara Elena vediamo palesemente che sempre più giovani hanno perso totalmente il rispetto verso gli altri, non riconoscono più nessuna regola di civile convivenza, vivono come dei parassiti nella società, non hanno carattere ed hanno perso qualsiasi valore sano della vita. Per aiutare questi giovani ad uscire da questa situazione è consigliabile un po' di "sana naja" come diceva mio nonno, per raddrizzargli la spina dorsale. Certamente la leva non serve a creare guerriglieri, ma uomini, è solo un periodo formativo che aiuta i ragazzi a crescere, li educa alla vita, insegna loro a cavarsela da soli e gli permette di vivere in una società dove bisogna rispettare delle regole, esattamente come nel mondo del lavoro. Quindi sarei favorevole eccome Elena! Buon w.e.
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 01/06/18 alle 21:28 via WEB
Ciao Nina :)
secondo me c'è una notevole differenza fra chi sceglie di arruolarsi nell'esercito e chi invece è costretto a indossare una mimetica che non lo rappresenta. Quindi rispetto massimo verso chi decide di diventare colonnello, generale, o semplicemente tenente.
Noto che sia tu come l'autore del post de 'Il corriere.it' usate le stesse espressioni per definire 'sti giovani d'oggi. Non sono assolutamente d'accordo! Questi ragazzi che in troppi definiscono 'parassiti della società' non sono altro che i figli che noi abbiamo generato e cresciuto. Perciò, è come dire a noi stessi che abbiamo fallito e che i falliti siamo noi che non siamo riusciti a dare loro un briciolo di valori. Valori e morale che di certo non si formano in un anno di naja, ma che si accumulano giorno dopo giorno nella vita r e a l e e fuori dalla caserma.
Grazie del tuo pensiero e una splendida serata :)
 
chiedididario66
chiedididario66 il 01/06/18 alle 22:51 via WEB
La consideravo un anno di merda,riconfermo quello che pensavo.non impari niente,anzi diventi più cattivo.speriamo che non la riattivano.una scritta sui muri del cesso diceva: La naja prima o poi passa.gli stronzi rimangono.:-))ti scrivo una strofa molto carina.SENTI CHE PUZZA C'È NELLA VIA,SARÀ PASSATA LA FANTERIA.SE LA PUZZA C'ERA DA IERI SARAN PASSATI I CARABINIERI.SE LA PUZZA CI SARÀ ANCHE DOMANI,SARAN PASSATI I VIGILI URBANI.E...GIRA GIRA GIRA L'ELICA ROMBA IL MOTOR.QUESTA E' la BELLA VITA LA BELLA VITA DELL'AVIATOR.DELLA MARINA CE NE FREGHIAMO,SEI MESI PRIMA CI CONCEDIAMO.L'ARTIGLIERIA LA BOMBARDIAMO,IL GENIO PONTIERI LO AFFONDIAMO.E...GIRA GIRA GIRA L'ELICA ROMBA IL MOTOR,QUESTA E' LA BELLA VITA,LA BELLA VITA DELL'AVIATOR.ahahahahah.
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 03/06/18 alle 17:57 via WEB
^____** Vedi invece che la naja ti è servita, Dario? Sennò, se non l'avessi fatta, come avresti imparato la canzoncina?
Scherzi a parte, mi fa piacere che siamo in due a pensare all'inutilità sull'anno di leva. Un sorriso
 
virgola_df
virgola_df il 03/06/18 alle 08:33 via WEB
Oddio, in questo mondo di nullafacenti e pendolari perdi tempo, lavativi, passami il termine, un pò di sano rigore militare non guasterebbe per niente. Abbracci cari ede e buona domenica.
virgola
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 03/06/18 alle 17:59 via WEB
Ciao Virgola,
che dirti? Se non grazie per aver lasciato qui il tuo pensiero che rispetto ma, come probabilmente avrai letto sopra, è lontanissimo dal mio.
Trascorri una serata piacevole :)
 
   
virgola_df
virgola_df il 05/06/18 alle 19:13 via WEB
Grazie a te, come sempre ede, per aver ospitato tra le tue righe il mio pensiero seppur così diverso dal tuo, sic et simpliciter. Buona serata. Un saluto e un sorriso.
virgola
 
     
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 06/06/18 alle 18:04 via WEB
Grazie a te e a tutti gli altri che hanno lasciato il loro pensiero qui: scrivevo più su a un Amico quanto mi piacciano i confronti. Sono una crescita e, a volte, da qualche commento e su qualche argomento, mi sono ritrovata a riflettere e a rimenttere anche in discussione il mio pensiero. Ciao Virgola :)
 
donadam68
donadam68 il 03/06/18 alle 18:43 via WEB
Nessun vizio, nessun capriccio. Nessuna distinzione....ed è forse quel servirebbe ancora mia cara per riportare ad una maggior disciplina una generazione che sta perdendo le regole
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 03/06/18 alle 18:50 via WEB
Noon voglio insistere ... lo scrivo qui, ma non è rivolto al tuo pensiero, Dona, che rispetto.

Davvero si pensa che 1 anno di naja risolva e guarisca 18-20 anni di mala educazione impartita ai ragazzi d'oggi dalla famiglia, dalla scuola, dalla società, cioè da noi stessi perchè siamo noi ad aver creato questa società?

A te, lascio un sorriso e un buona serata!!! ^__*
 
donadam68
donadam68 il 03/06/18 alle 19:03 via WEB
no, hai ragione un anno di servizio militare non cambia la vita, forse la raddrizza laddove la famiglia o meglio i genitori non hanno saputo far altrimenti, anche se molto spesso non ti nascondo che i ragazzi di oggi hanno bisogno di essere solamente seguiti ed indirizzati e non lasciati allo sbando come ti ripeto spesso accade , né tutelati al primo inciampo nella vita, non riuscirebbe a cavarsela poi da soli
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 03/06/18 alle 19:16 via WEB
Già...
Non lasciati allo sbando da famiglie inesistenti e da una società che sa solo criticare denigrandoli. La stessa società che non è stata in grado di garantire loro l'opportunità di un lavoro nè di un futuro. E questo 'clima' generale e sociala non crea in loro certo sicurezze nè fiducia.
 
aliasnove
aliasnove il 03/06/18 alle 19:30 via WEB
premetto che non ho fatto il militare... art. 100 esuberanza di personale in pratica ho il congedo come se l avessi fatto. Ma di mio diciamo che un fatto un altro tipo di militare è né sono fiero 40 anni di fabbrica!!! Ciao bel post
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 03/06/18 alle 21:20 via WEB
Ben venga l'articolo 100! :))
Hai ragione, sai, ad andarne fiero: 40 anni di vita vera fatta di regole, di confronti, di obblighi, di compromessi, di battaglie quotidiane e reali insegnano e temprano.
Benvenuto! e grazie del tuo pensiero. Buona serata
 
EMMEGRACE
EMMEGRACE il 03/06/18 alle 21:21 via WEB
Penso che la società "giovanile" non accoglierà bene quella notizia se diventasse "effettiva". Ma perché la maggior parte di loro sono "sfaticati" e senza spina dorsale. Li vedo in giro e mi sembrano NATI STANCHI figuriamoci 8 mesi di vita militare rigida. Non so quanti faranno carte false per non lasciare la "cara mammina" e altro. Ciao Elena! :)
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 03/06/18 alle 21:35 via WEB
E quanti, allora, facevano certificati falsi trovando il medico compiacente che certificava patologie inesistenti? Però allora non si parlava di concusso e concussore; nè di generazione smidollata ; nè tanto meno di genitori che hanno cresciuto figli mammoni.
Ciao Grace, una bella serata :)
 
gabbiano642014
gabbiano642014 il 05/06/18 alle 13:17 via WEB
In quel Signorsì sono favorevole nel ripristinare il servizio militare nelle regole di rispetto,educazione e valori sociali.La correttezza nell'evoluzione dell'età giovanile,dovrebbe essere in quell'intermediazione dell'arma non come aumento del arsenale e addestramento alla guerra,ma quella disciplina che manca a molti giovani..
 
gabbiano642014
gabbiano642014 il 05/06/18 alle 13:22 via WEB
Una buona giornata cara Elena..
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 06/06/18 alle 18:07 via WEB
Ciao Patty :)
leggo il tuo pensiero. E' sottointeso che il Servizio militare non implica l'addestramento alla guerra: siamo un Paese non belligerante...dicono...:) Non controbatto perchè mi ripeterei, ma ti lascio un sorriso grande e una buona serata.
 
woodenship
woodenship il 05/06/18 alle 19:04 via WEB
Premetto che sono pienamente d'accordo con te,mia cara edel.E chi propugna il contrario è solo per il fatto che vuole deresponsabilizzarsi per una situazione di cui siamo tutti attori:i giovani sono quello che sono perchè sono figli di questi tempi e di questi genitori che,magari avranno fatto pure il militare,ma che non hanno capito che educare non è intruppare e vessare chi della disciplina militaresca non vuol sapere. Come accade spesso per la scuola:perchè pretendere che si cambino in poche ore di lezione gli indirizzi sbagliati ed i messaggi sbagliati che piovono addosso per le ore restanti?Però voglio fare un altro piccolo appunto alla questione:mi pare di aver compreso che,coloro che hanno lanciato l'idea,l'intendessero come una forma di servizio militare regionalizzato,QUASI UNA FORMA DI ESERCITO REGIONALE in nuce.Proprio quello che hanno sempre sognato gli indipendentisti veneti e lombardi della prima ora.Ricordi la famosa idea di regionalizzare la polizia locale in modo da farne un corpo paramilitare locale?Evidentemente non s'accontentano di arrivare al governo nazionale.Vorrebbero anche,in modo subdolo, continuare sulla via della secessione,pur se con altre parole..........Un bacio scintillante di stelle...........W........
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 06/06/18 alle 18:12 via WEB
Dell'introduzione del servzio militare in Veneto se ne parla da un po'. Da qualche anno. Non se ne è mai fatto nulla, addirittura, ...W..., l'autunno scorso c'è stato un referendum fortemente voluto da Zaia per l'autonomia del Veneto: a numeri ha avuto un successone, a fatti nulla è cambiato. Questo per dire che, ammesso e non concesso, i veneti siano tutti filo leghisti, devono fare i conti con il governo centrale. Siamo una Repubblica.
Come non essere d'accordo con il tuo pensiero circa la naja? Impossibile... è anche il mio pensiero. Un sorriso e una splendida serata :)
 
diogene51
diogene51 il 05/06/18 alle 23:07 via WEB
Quando fu istituito lo scopo era (a parte quello di avere un esercito che allora ogni paese che si rispettasse doveva avere) quello di mescolare gli Italiani, cosicché non ci fossero più veneti, lombardi, napoletani, siciliani, ma solo Italiani. E io penso che questo scopo sia stato in parte raggiunto e (purtroppo per l'occasione)fu raggiunto anche durante le guerre. Oggi lo scopo sarebbe parzialmente un altro e per questo io sono favorevole. Vivere secondo delle regole penso che sia importante. Premetto che sono stato riformato e quindi non ho esperienza diretta. Altrimenti, forse, avrei fatto l'alpino. Io vedrei un esercito per ragazzi e ragazze e questo sarebbe un tentativo di educazione e rieducazione dal maschilismo che tanti funesti effetti provoca. L'esercito, attualmente, non serve a fare la guerra: per quella bastano pochi specialisti volontari ben pagati e addestrati. Ma pensiamo ai compiti della protezione civile, agli aiuti in caso di calamità. Insomma io vedrei i nuovi militari come delle specie di boy scouts, con una disciplina, la vita in comune, un poco di obbedienza che non guasta mai (anche quando si obbedisce a comandi ingiusti - nella vita capita molto spesso, con capiuffico, ecc.) e soprattutto la disponibilità ad essere al servizio delle necessità degli svantaggiati. E in quest'ottica io vedrei bene anche i richiami periodici, come in Svizzera e forse anche altrove. Aspetto le bacchettate, Elena!
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 06/06/18 alle 18:18 via WEB
^____* Già t'immagino, Renato, sull'attenti in attesa di un cazziatone!!! ... Scherzo, ovvio! Prendo atto del tuo pensiero e non replico: penso di avere espresso chiaramente il mio pensiero.
Sai...in tempi lontani ho chiesto a mio marito cosa gli ha lasciato quell'esperienza. Lui, a parte ricordare qualche aneddoto simpatico e tipico di commilitoni mi ha sempre risposto * Niente...per quel periodo ho staccato la mente dai libri: mi sono riposato prima di iniziare la vita vera.*
Buonissima serata, ciao :))
 
eric.trigance
eric.trigance il 06/06/18 alle 10:19 via WEB
Ma sarebbe possibile economicamente ? Perché da noi, fu provato ma rifiutato dai politici a causa economica...
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 06/06/18 alle 18:19 via WEB
Per fortuna, no! No, Eric, non sarebbe possibile economicamente... siamo quasi in default, ci mancherebbe solo che spendessimo soldi per le divise, le caserme e i militarini in marcia... Un sorriso grande, ciao!
 
nina.monamour
nina.monamour il 07/06/18 alle 16:57 via WEB
In un pianeta dove già tre o quattro adulti giocherellano felici con i missili, non è propriamente un'idea geniale insegnare agli adolescenti a credere nella forza militare, ad obbedire ciecamente agli ordini, a dare sempre e comunque ragione ai propri Superiori. Né tanto meno istruirli a guardare sempre prima a se stessi che agli altri, predicargli che "mors tua vita mea", insegnargli a costruire recinti di filo spinato. Però un conto è chi sceglie di farlo per mestiere, per ragioni più o meno degne di stima e in modo più o meno apprezzabile. Un conto è spingere sul binario militare l'intera popolazione giovanile di uno Stato per vedere chi decide poi di restare a bordo. Sarebbe più conveniente educarli a credere di poter cambiare lo stato delle ingiustizie partendo dal proprio piccolo e dal quotidiano e in modo pacifico, a tentare di abbattere le barriere di odio, paura e ignoranza aprendo la mente alla diversità; buona serata Elena.
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 07/06/18 alle 19:01 via WEB
Ciao Nina, questo tuo commento mi piace e lo condivido. Come ti rispondevo sopra, sono anche io dell'idea che un conto è arruolarsi per mestiere, per scelta, per credo, altro invece è fare il militarino a tempo...Un sorriso e una bella serata :)
 
alberto9
alberto9 il 08/06/18 alle 19:03 via WEB
Il mondo militare e tutto ciò che ne consegue è pressoché inutile e diseducativo. Diciamo che raggiungo la soglia del ribrezzo. Come si pio' pensare che la naia e la vita militare insegni valori della vita ecc.. cazzo ma!! roba da matti. Il militarismo promuove fortemente dei valori a me avversi che sono il nazionalismo, ubbidienza sociale, conformismo..senza contare che devi ubbidire come un cagnolino...quindi si è privati della libertà di fare pensare e agire. Io sarò utopistico ma io sogno un mondo senza guerre e senza neppure un misero soldatino bau bau. ciao. AL.bert
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 09/06/18 alle 18:53 via WEB
:) Tutti vorremmo un mondo senza guerre.
Non metto verbo sulle scelte di chi decide di arruolarsi in qualsiasi corpo : lo fa per lavoro e probabilmente ci crede nella missione.
Sono invece nettamente con te, A. , sull'inutilità del servizio di leva obbligatorio. Buona serata, ciao :)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

woodenshipvolami_nel_cuore33simona_77rmalberto.gambinericassetta2monellaccio19e_d_e_l_w_e_i_s_sprefazione09Domesticat1960surfinia60mariomancino.msonilabbarbabianca6ilariavitale_i
 

BIANCOLUNGO