Creato da e_d_e_l_w_e_i_s_s il 16/06/2012

C'est la Vie

Il bello, il brutto ... e il così così

 

« Arial VS CorsivoObiettivamente »

Oggi, nonna...

Post n°893 pubblicato il 12 Settembre 2020 da e_d_e_l_w_e_i_s_s
 

 

Gli uomini di una volta erano quelli che passavano sotto i balconi,

per vedere un sorriso ogni tanto della propria amata.

 

Gli uomini di una volta chiedevano la mano della propria innamorata

a quel padre che gli aveva sempre negato il contatto fisico, la libertà.

 

Gli uomini di una volta già da fidanzati avevano i progetti della famiglia,

il senso della responsabilità, e sui balconi già vedevano i loro figli.
( dal web )


Oggi, nonna, quegli uomini di una volta sono utili solo per i ricordi.

Perché, nonna, gli uomini di una volta, quando si sposavano, se non andavano a lavorare andavano al bar: un bianco valeva più di star con te. 


Gli uomini di una volta mica gl'importava se ci provavi piacere o se per te era un dovere.


Gli uomini di una volta intanto che tu partorivi il vostro figlio loro battevano il fante.


Oggi, nonna, non ci sono più gli uomini di una volta, e sai perchè?


Perchè non ci sono più le donne affacciate al balcone ad aspettarli dietro il focolare, mortificate e rassegnate.


























Cara nonna con una valigia di vita percorsa fra due guerre sapessi quant'è cambiato il mondo…

Il bucato fatto con la cenere e poi la lavatrice che non centrifugava ma che ti incuteva timore.

Le galline da far crescere per poi cuocerci il brodo la domenica.

Le matasse da sbrogliare per farci il maglione la sera finchè gli occhi si chiudevano dal sonno.

Il dottore da ossequiare perché lui sapeva poco di poco e se ti moriva un figlio di *grippe*  te ne facevi una ragione perché Gesù chiama a sé le creature migliori.

Le preghiere dette senza capire ma perché il prete sennò non ti dava l'assoluzione.

Sventolavi  orgogliosa ma con l'animo a pezzi il fazzoletto alla stazione mentre tuo fratello, tuo marito, tuo figlio partivano al fronte a combattere talvolta scalzi e con i geloni ai piedi in nome della Patria, della libertà o forse solo per la gloria di Mussolini.



Quello era il tuo tempo…

... la tua favola che amavi raccontare spolverando fra le pieghe del tuo cuore.


Oggi non ci sono più le mezze stagioni e il brodo non profuma di gallina

ma oggi, nonna, a noi quegli uomini non piacerebbero più … 

… e oggi, nonna, che non scriviamo con la zeta dall’asoletta all'ingiù, anche quelle donne probabilmente non ci piacerebbero più.




I bei tempi andati non erano poi così belli…

... o forse sì?

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Edelweiss12/trackback.php?msg=15105086

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
chiedididario66
chiedididario66 il 12/09/20 alle 16:38 via WEB
Quando i carri andranno davanti ai cavalli e le galline alzeranno la testa come i galli, in che brutto mondo saremo mai. E adesso ci siamo. Dovevo scrivertelo in dialetto per fare la rima. Adesso la filosofia femminile è la non sopportazione, dunque il divorzio. Non siete accomodanti, perché, forse, siete indipendenti, perché lavorate. All'epoca non era così. Non era giusto neppure un marito padrone. Ma tu mi chiedi se era meglio allora, oppure oggi?come disponibilità di denaro, meglio oggi. Ma come filosofia di vita, meglio ieri, fino a metà, o fine anni 80.era meglio quando si andava peggio. Io ero più felice. Ora che posso disporre, sono infelice, avendo quasi tutto. Non perché ero giovane e ora vecchio, ma come il modo di vivere. Non c'è più rispetto, non si insegnano le regole di vita. È tutto relativo. Quando ero piccolo si contavano i drogati e i delinquenti, ora si contano chi non delinque. Tutto questo eccesso è dovuto al consumismo. Abbiamo consumato di più, di quanto la terra ci dia. Troppi al mondo. Come al mio solito ho sconfinato dall'argomento del tuo post. Però il nesso del tuo post porta a questa riflessione. Poi la campagna portava via lavoro manuale di donne. Ora le donne hanno invaso i lavori da uomini.
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 12/09/20 alle 17:01 via WEB
E ti preoccupi se hai sconfinato? Con me tra l'altro, Dario! Questo post è nato da un commento al post precedente che un amico mi ha lasciato e io l'ho arrangiato a modo mio... PensieriInVolo, ero, no?
Non per essere di parte, ma sei sicuro che solo la "filosofia" femminile sia diventata intollerante? O lo siamo invece un po' tutti, a prescindere dal contesto e dal sesso. Sei sicuro che se le donne non lavorassero si potrebbe vivere comunque con un solo stipendio visto che le necessità ( leggi consumismo) sono aumentate?
Ben venga la nostra indipendenza non urlata, non grottesca, consapevole comunque di valere e di farci valere senza effetti scenici.
Davvero c'era più rispetto allora? Non solo verso le mogli. Era, per esempio, rispettoso far studiare il figlio maschio e non la figlia femmina? E se invece parli di rispetto sociale e generalizzato , beh, quegli irrispettosi sono figli della nostra epoca, della nostra società : quindi, forse, un esame di coscienza non guasterebbe.
Mi spiace che tu non sia felice, ma convinciti di non sentirti vecchio...
 
monellaccio19
monellaccio19 il 12/09/20 alle 16:58 via WEB
E' vero, non erano così belli, ma erano unici e non c'era scelta!!!! Ecco dove verte il perno della questione: oggi con le alternative generate dalle tante fonti (non sempre buone) e le astuzie messe in atto da chi ci guadagna, i nonni e le nonne si adeguano, scegliendo come essere. C'è chi rimane legato al passato ma con moderazione, chi con lassismo pervicace e chi invece, è fermo ai suoi tempi e non intende barattare niente. Se avessimo più principi, più valori in comune, se fossimo capaci di trasferirli in modo soft ai giovani, qualche labile traccia resterebbe del passato, ma purtroppo le sirene che cantano sono tante e noi restiamo al nostro posto a fare i nonni.......ma nulla a che spartire con il tempo che fu. Andiamo troppo di corsa e il tempo con noi non è galantuomo. Ciao Elena, un bellissmo post.
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 12/09/20 alle 17:08 via WEB
Non erano belli. E andando a ritroso nei decenni erano pure peggio. Però c'è quella strana, almeno per me, idea dei "bei tempi andati". Che altro non è che una sorta di nostalgia che non sempre paga ma che soprattutto ci impedisce di guardare oltre i ricordi che il tempo galantuomo, come dici tu, Carlo, smussa e toglie le asperità lasciando quel vago senso di morbidezza e di cose alla "zia Felicita".
Secondo me non è neppure questione di valori, ma di mentalità generazionale. E siamo in generale una nazione di vecchi dentro che vogliono o devono andare veloci.
Grazie, buon pomeriggio a te :)
 
Domesticat1960
Domesticat1960 il 12/09/20 alle 18:09 via WEB
a leggere il tuo post mi è venuta la tristezza pensando a che vita sono state costrette a fare tante donne,altro che bei tempi andati...direi meno male che sono andati e spero non ritornino mai più oggi il matrimonio vive di un equilibrio fragile è verissimo ma meglio vivere con una donna libera di scegliere e magari divorziare che con una schiava....
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 13/09/20 alle 16:47 via WEB
Ecco, l'ultima cosa che volevo era farti provare tristezza, Rinaldo.
Oh sì, sì, quelli sono andati. Il brodo di sicuro non profuma più di gallina ;)
 
Bugenhagen
Bugenhagen il 12/09/20 alle 23:05 via WEB
Ogni epoca ha avuto le sue croci e le sue delizie.
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 13/09/20 alle 16:48 via WEB
Come darti torto... di delizie legate a quei tempi personalmente vedo solo le mezze stagioni..
 
alberto.gambineri
alberto.gambineri il 13/09/20 alle 01:05 via WEB
"Era la sua condizione senile a spingerlo al recupero di sensazioni, al rispolvero di ricordi, alla messa a fuoco di realtà trascorse. Comprese che, per dare ancora stimolo al suo vivere, non poteva confidare in un futuro, sul quale, già da un po’, non era propenso ad investire gran che. Doveva ritornare sui suoi passi, cercare di riavvolgere il nastro impresso della mente". Cito dal mio romanzo, perché, in fondo, credo che il nocciolo della questione stia proprio nel fattore-età. Sono sempre i vecchi che sproloquiano dei bei tempi andati; ma non perché essi non sappiano fin troppo bene che quei tempi spesso erano tutt'altro che belli; lo fanno perché è l'unico modo che hanno per richiamare la loro gioventù, anche se solo nel ricordo; e la giovinezza che "si fugge tuttavia" è sempre, comunque, bella; è il tempo delle scoperte, delle esperienze, della speranza, della spensieratezza. Lieto di aver suscitato qs tuo post, Elena. Ciao
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 13/09/20 alle 16:53 via WEB
Perfettamente d'accordo, Alberto: non potevi esprimere meglio il 'nocciolo' della questione.
Sai? avevo già dato un'occhiata al tuo libro. Che mi intrigava abbastanza parecchio e la frase che mi hai lasciato qui è una conferma: mi incuriosisce davvero, mai si sa che non decida di leggerlo. Ciao :)
 
   
alberto.gambineri
alberto.gambineri il 13/09/20 alle 19:17 via WEB
ma sì, dai, acquista l'opera di qs giovane (!!!) scrittore e diffondi il verbo…; me, non m'invitano a Billy, la rubrica dei libri del tg1; mi debbo arrangiare da solo :)) Ciao, Elena.
 
     
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 16/09/20 alle 16:57 via WEB
^_____^! Ti chiamerò Vincenzo Mollica2! E bada che è un grandissimo complimento, eh! ed è solo per dirti, Alberto, che sei un ottimo promulgatore delle tue fatiche ;)
 
woodenship
woodenship il 13/09/20 alle 03:37 via WEB
Ad ognuno la propria epoca: si abbia il coraggio di ammettere che, al nuovo, nessuno riesce a adeguarsi a cuor leggero........Un bacio scintillante di stelle.......W.......
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 13/09/20 alle 16:57 via WEB
I cambiamenti destabilizzano sempre, almeno sulle prime. Ma sono inevitabili. Pensa se solo stessimo sempre ancorati a quel che è stao che triste vita sarebbe. E' pur vero che certi cambiamenti ci vengono imposti e a loro soccombiamo e ci adattiamo, ma nella maggior parte delle volte il nuovo porta con sè prospettive diverse e entusiasma.
Buona domenica,...W...:)
 
dolcesettembre.1
dolcesettembre.1 il 13/09/20 alle 08:48 via WEB
Con l'andazzo di oggi,nel senso che con tutti questi femminicidi,preferisco l'uomo di una volta.Serena Domenica. :-) Dolce
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 13/09/20 alle 16:58 via WEB
E' un tuo pensiero. Forse esageratamente restrittivo. Lo rispetto. E non aggiungo altro se non una serena domenica, Dolce :)
 
arienpassant
arienpassant il 13/09/20 alle 13:27 via WEB
Cinquemila anni fa, quelli dell’epoca erano attuali e moderni. E’ sempre stato così e lo sarà sempre. Confrontare le epoche non è un errore, a meno che non si usino aggettivi come “peggio” o “meglio”. Il confronto onesto prevede solo un aggettivo “diverso”. Complimenti alla nipotina, bel post ed idee molto chiare :)
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 13/09/20 alle 17:07 via WEB
Tutto è nato da una "zeta con l'asolina all'ingiù": un modo diverso di usare la penna, anzi il pennino, rispetto a oggi. E da lì, per associazione di idee, ho pensato a nonna. Ecco, erano tempi diversissimi. Certo, forse sbagliando, ma non mi sentirei di definirli migliori dei nostri ( ed è tutto dire! ) e neppure nostalgicamente li etichetterei con " bei tempi andati".
La nipotina ringrazia ;)
 
gianor1
gianor1 il 13/09/20 alle 20:11 via WEB
I miei nonni esistono nei miei ricordi colmi benevolenza, di trastulli e di dolcezza. Narrazioni con conseguenze inaspettate, di capelli candidi che che fluttuano come onde al vento e sguardi che luccicano ai raggi del sole durante una passeggiata in cui si sente la premura amorevole di mani che donano amore e comprensione. Mi hanno lasciato un dono unico e assai prezioso: le radici che segnano nella mia anima di nipote un sigillo sensibile, idelebile e caratteristico dall’odore di segreti condivisi, di piccoli dettagli, di dedizione, di rispetto ed amore incondizionato. E' il profumo del tempo passato, del loro tempo che rispetto e riporto perchè le loro sensazioni vengano conservato come esempio di semplicità e di sincerità modesta. Bonora. Gian
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 16/09/20 alle 16:58 via WEB
Anche nei miei ricordi, Gian, i nonni trasudano di emozioni, di tenerezza, di dolcezza. Ma con ciò i loro tempi non erano poi così belli... ciao!
 
endchurch
endchurch il 13/09/20 alle 23:21 via WEB
una volta l'ho chiesta la mano della figlia al padre... lui mi chiese.. - quale? quella grande o quella piccola? risposi attonito... - ma perché non so uguali? ecco da allora non l'ho visto più e manco la figlia ..
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 16/09/20 alle 16:59 via WEB
;) mi tocca spiegarti tutto, A.? ^__* Mai passare dal padre per arrivare alla figlia: è un flop in partenza, dammi retta! :))
 
   
endchurch
endchurch il 17/09/20 alle 17:16 via WEB
ironia pura ironia ... meno male che non ti ho detto che per entrare nel corpo di polizia ho pensato di inchiappettarmi un poliziotto , altrimenti chissà cosa avresti pensato ....prrrrr!
 
     
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 17/09/20 alle 17:19 via WEB
Ehi, anche io scherzavo... mi pareva ovvio... ciaooo
 
virgola_df
virgola_df il 14/09/20 alle 00:06 via WEB
Questa è la verità. Son cambiati gli uomini perchè son cambiate le donne. Evvivadio, dire, anche se ce n'è ancora di strada da fare ... Notte notte ede cara e sogni belli.
Abbracci stellati.
virgola
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 16/09/20 alle 17:02 via WEB
Come dirti che hai torto? Impossibile! Però sta a noi donne percorrere la strada dimostrando quello che valiamo senza urlare, sbraitare o autocommiserarci. Un sorriso e buon pomeriggio!
 
volami_nel_cuore33
volami_nel_cuore33 il 15/09/20 alle 20:58 via WEB
Un dolce sorriso di buona serata con un abbraccio di luce augurandoti una serena buonanotte....Agnese.... ,clikkami....
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 16/09/20 alle 17:03 via WEB
Grazie! Anche a te, Agnese, un bel pomeriggio!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

indimenticabile.m1dolcesettembre.1Andrea.Contino1955e_d_e_l_w_e_i_s_scassetta2hrc.rossanochiedididario66gianor1monellaccio19divinacreatura59Domesticat1960endchurchsurfinia60cuspides0
 

BIANCOLUNGO