Creato da e_d_e_l_w_e_i_s_s il 16/06/2012

C'est la Vie

Il bello, il brutto ... e il così così

 

« Tre quarti di secolo faA volerci trovare tutto ... »

E' blues, è rock

Post n°848 pubblicato il 27 Aprile 2020 da e_d_e_l_w_e_i_s_s
 

è molto Stones.

Allora, per farla breve.
Più di un anno fa a Los Angeles avevamo pensato di tenere questo brano per un nuovo album, poi è scoppiato il casino
e insieme a Mick abbiamo deciso che questa canzone doveva essere terminata adesso
e così eccola qui

Keith Richards

 

 

Ha già quasi  3.400.000 visualizzazioni;  più di 110.000  ; più di 6.100 commenti.

 

Penso che questa canzone rispecchia l'umore del momento,
spero che le persone che l'ascoltano siano d'accordo
Charlie Watts

 

 

Immagini  surreali e stati d'animo al limite dell'angosciante  che ci hanno accompagnato per settimane e settimane.

Oggi a fatica stiamo provando a tornare piano piano  ad una nuova sconosciuta e responsabile semi-normalità.

Qualcuno da ieri sera applaude alla prudenza.

Per molti invece le aspettative per il 4 maggio proprio ieri sera sono state disattese.

Probabilmente è stato così anche per mamma Mariangela.
Mi scuserà se del suo commento ne faccio argomento di discussione ma quello che la signora scrive è la realtà che vivono molte famiglie e mi piacerebbe condividerlo con voi:


                                        Ci lamentiano e abbiamo ragione.
                                     Scuole chiuse e genitori che lavorano.
                      Parrucchiere e estetiste chiuse fino a giugno ci tirano matti.



Che le rispondereste?


Per par condicio anche le celebrazioni di messe e la questione hotel e ristoranti hanno una messa in moto diesel,  quasi a carburo: restrizioni consone o esagerate?


 

 

 
Rispondi al commento:
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 30/04/20 alle 17:29 via WEB
Provo a riassumere perché metti tanti spunti,...W..., e ti ringrazio.
Partiamo dagli Stones: a parte la gioia per il loro ritorno, a parte la musica e gli arrangiamenti, a me 'sto brano ha colpito per l’intensità delle parole attualissime e che ci fanno tornare indietro al tempo del #iorestoacasa quando i contagi aumentavano a dismisura, le terapie intensive non avevano più ossigeno, le città erano, appunto, vuote e noi, autocertificati e costretti, ci aggiravamo esattamente come fantasmi e ci leggevi dentro gli occhi lo spavento e la paura. Poi la curva ha cominciato a discendere. Qualche governatore ha avuto slanci di ottimismo o forse pressanti ed economiche spinte per ripartire. Sta il fatto che da una parte la comunità scientifica ci ricorda che siamo a rischio elevato ancora, dall'altro confindustria, confartigianato, associazioni di categoria ci dicono che l'economia deve riapartire. Ci stanno anche i prefetti e l'assenso-consenso. Ci sta pure il debito pubblico e il PIL. Ma soprattutto ci sta anche il virus e la consapevolezza che non sarà finita ma che dovremo conviverci con probabili ipotetiche recrudescenze. Autoproteggendoci e auto mettendoci in sicurezza tra fasi 1, 2, 3 ... 555.
Se ho applaudito al lockdown allora, oggi riconosco un casino che non fa onore alla Nazione: regioni che vanno dove porta il cuore e discorsi di un premier che si arrampica sugli specchi per dire niente e dire tutto cercando di accontentare nessuno.
Perciò comprendo quel *tirano matti* : tu genitore vai a lavorare ma il tuo bambino non è grande per stare da solo. Non è neppure in grado a seguire lezioni da casa da solo. Quindi io mamma che faccio? Rischio di dar di matto. Mi incazzo, brontolo e con chi lo faccio? Con lo Stato. Perché alla fine si butta tutto in politica e di certo l'atteggiamento dei politici che danno prova di miseria infinita non aiuta a tenere gli animi quieti.
Spero di non essermi dimenticata niente...un sorriso :)ciaooo
 
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

dolcemeloFantasieParticolarihrc.rossanochiedididario66lalieno_2016e_d_e_l_w_e_i_s_smonellaccio19e_d_e_l_w_e_i_s_e_d_Pensoate_amoredolcesettembre.1giuliano.alunni4semwoodenshipsembrafarinabarbabianca6cbarbabianca6carlitospc
 

BIANCOLUNGO