Ematologia Newsletter by Xagena

Ematologia.it

Ematologia Update

FocusOn: Linfomi indolenti associati a infezione da HCV – Ruolo degli antivirali ad azione diretta

Antivirali ad azione diretta come trattamento primario per i linfomi non-Hodgkin indolenti associati al virus dell’epatite C: lo studio BArT della Fondazione Italiana Linfomi

Un gruppo di ricercatori della Fondazione Italiana Linfomi ha trattato in modo prospettico pazienti con linfomi indolenti associati al virus dell’epatite C ( HCV ) con antivirali ad azione diretta ( D …

Leucemia

Il mantenimento con Gilteritinib produce una remissione prolungata e una migliore sopravvivenza rispetto alla chemioterapia di salvataggio nella leucemia mieloide acuta FLT3+ recidivata / refrattaria

La terapia di mantenimento continuata e post-trapianto con Gilteritinib ( Xospata ) è stata associata a una remissione prolungata, ha portato a una migliore sopravvivenza a lungo termine rispetto alla …

Venetoclax più R-EPOCH con dosaggio aggiustato associato a elevate risposte durature nei pazienti con sindrome di Richter

L’associazione Venetoclax ( Venclyxto ) più Rituximab, Etoposide, Prednisone, Vincristina, Ciclofosfamide e Doxorubicina ( VR-EPOCH ) aggiustato per la dose ha portato a tassi elevati di risposte comp …  

Linfoma

Linfoma avanzato: la combinazione di cellule NK con anticorpo bispecifico ha mostrato una significativa attività

I risultati di uno studio di fase 1/2 hanno evidenziato che le cellule natural killer ( NK ) combinate con un anticorpo bispecifico sono state in grado di indurre una risposta in quasi il 90% dei pazi …

Efficacia di Tisagenlecleucel nel linfoma primitivo del sistema nervoso centrale, refrattario

I risultati di uno studio di fase I/II hanno evidenziato che la terapia CAR-T anti-CD19 con Tisagenlecleucel ( Kymriah ) è efficace e presenta un profilo di sicurezza accettabile nei pazienti con lin …

Utomilumab può migliorare l’efficacia della terapia CAR-T nel linfoma a grandi cellule B in fase avanzata

L’aggiunta di Utomilumab dopo l’infusione con Axicabtagene ciloleucel ( Axi-cel; Yescarta ) ha indotto un tasso di risposta del 75% tra gli adulti con linfoma a grandi cellule B recidivante o refratta … 

Mieloma

L’aggiunta di Isatuximab a Carfilzomib e Desametasone fornisce un beneficio di sopravvivenza libera da progressione nel mieloma multiplo recidivato

I dati aggiornati dello studio randomizzato di fase 3 IKEMA hanno mostrato che l’aggiunta di Isatuximab ( Sarclisa ) a Carfilzomib ( Kyprolis ) e Desametasone ha conferito un beneficio duraturo in ter …

EHA Hybrid Congress 2022

Studio ATLAS: Carfilzomib, Lenalidomide e Desametasone versus la sola Lenalidomide dopo trapianto di cellule staminali nel mieloma multiplo

Il trattamento dopo il trapianto di cellule staminali autologhe ( ASCT ) per il mieloma multiplo rimane un’area di ricerca attiva. E’ stato dimostrato che l’estensione del trattamento post-ASCT con …

Linfoma diffuso a grandi cellule B refrattario a due o più precedenti terapie: Glofitamab induce remissioni complete e durevoli con un favorevole profilo di sicurezza

Glofitamab è un anticorpo bispecifico che coinvolge le cellule T con una nuova configurazione 2:1 che conferisce bivalenza per CD20 ( cellule B ) e monovalenza per CD3 ( cellule T ). In uno studio d

ISCRIZIONE GRATUITA ALLE NEWSLETTER XAGENA MEDICINA

XagenaNewsletter

Aggiornamenti in Ematologia: Mieloma

Ematologia.net

Melflufen o Pomalidomide più Desametasone per i pazienti con mieloma multiplo refrattario alla Lenalidomide: studio OCEAN

Melfalan flufenamide ( Melflufen; Pepaxto ), un coniugato alchilante farmaco-peptide, più Desametasone ha mostrato attività clinica e sicurezza gestibile nello studio di fase 2 HORIZON. Si è determi …


 

Mieloma multiplo di nuova diagnosi: Carfilzomib con Ciclofosfamide e Desametasone o Lenalidomide e Desametasone più trapianto autologo o Carfilzomib più Lenalidomide e Desametasone, seguito da mantenimento con Carfilzomib più Lenalidomide o Lenalidom

L’induzione a base di Bortezomib ( Velcade ) seguita da Melfalan ad alte dosi ( 200 mg/m2 ) e trapianto autologo di cellule staminali ( MEL200-ASCT ) e trattamento di mantenimento con Lenalidomide ( R …


 

Mieloma multiplo recidivante o refrattario: analisi finale della sopravvivenza globale dello studio di fase III TOURMALINE-MM1 con Ixazomib, Lenalidomide e Desametasone

Lo studio di fase III TOURMALINE-MM1 in doppio cieco, controllato con placebo, ha dimostrato un miglioramento statisticamente significativo della sopravvivenza libera da progressione con Ixazomib [ Ni …


 

Daratumumab più Pomalidomide e Desametasone rispetto a Pomalidomide e Desametasone da soli nel mieloma multiplo precedentemente trattato: studio APOLLO

In uno studio di fase 1b, Daratumumab ( Darzalex ) per via endovenosa più Pomalidomide ( Imnovid ) e Desametasone ha indotto una risposta parziale molto buona o un tasso migliore del 42%, ed è stato b …


 

Valutazione della negatività sostenuta della malattia minima residua con regimi di associazione di Daratumumab nel mieloma multiplo recidivante e/o refrattario: analisi di POLLUX e CASTOR

Nel mieloma multiplo recidivante e/o refrattario, Daratumumab ( Darzalex ) ha ridotto il rischio di progressione o morte di più del 60% nello studio POLLUX ( Daratumumab / Lenalidomide / Desametasone, …


 

Bortezomib, Talidomide e Desametasone con o senza Daratumumab per i pazienti eleggibili al trapianto con mieloma multiplo di nuova diagnosi: studio CASSIOPEIA

Nella parte 1 dello studio in due parti CASSIOPEIA, il trattamento prima e dopo il trapianto autologo di cellule staminali emopoietiche ( HSCT ) con Daratumumab ( Darzalex ) più Bortezomib, Talidomide …


 

Risultati di follow-up a lungo termine di terapia di induzione con Lenalidomide, Bortezomib e Desametasone e approccio di mantenimento adattato al rischio nel mieloma multiplo di nuova diagnosi

La combinazione di Lenalidomide ( Revlimid ), Bortezomib ( Velcade ) e Desametasone [ RVD ] è un regime di induzione altamente efficace e conveniente sia per i pazienti idonei al trapianto che per que …


 

Monoterapia con Daratumumab nei pazienti con mieloma multiplo recidivato o refrattario pesantemente pretrattato: risultati finali degli studi di fase 2 GEN501 e SIRIUS

Daratumumab ( Darzalex ) ha mostrato efficacia incoraggiante come monoterapia in pazienti con mieloma multiplo pesantemente pretrattato negli studi GEN501 e SIRIUS. E’ stata riportata un’analisi fina …


 

Daratumumab sottocutaneo versus endovenoso nei pazienti con mieloma multiplo recidivato o refrattario: studio COLUMBA

Daratumumab ( Darzalex ) per via endovenosa per il trattamento di pazienti con mieloma multiplo comporta una lunga infusione che influisce sulla qualità di vita e sono comuni reazioni correlate all’in …


 

Intensificazione adattata alla risposta con Ciclofosfamide, Bortezomib e Desametasone rispetto a nessuna intensificazione nei pazienti con mieloma multiplo di nuova diagnosi: studio Myeloma XI

Il mieloma multiplo ha dimostrato di avere una sostanziale eterogeneità clonale, suggerendo che potrebbero essere necessari agenti con diversi meccanismi d’azione per indurre risposte profonde e migli …


 

Selinexor e Desametasone per os nel mieloma multiplo refrattario di tripla classe

Selinexor ( Xpovio ), un inibitore SINE ( selective inhibitor of nuclear export ), che blocca l’esportina 1 ( XPO1 ), forza l’accumulo nucleare e l’attivazione delle proteine di soppressione del tumor …


 

Condizionamento con Busulfan più Melfalan versus Melfalan da solo prima del trapianto autologo di cellule emopoietiche per il mieloma multiplo

Studi retrospettivi hanno indicato che la terapia di condizionamento con Busulfan più Melfalan potrebbe portare a una sopravvivenza libera da progressione più lunga rispetto al solo Melfalan in pazien …


 

Mantenimento con Lenalidomide verso osservazione per i pazienti con mieloma multiplo nuova diagnosi

I pazienti con mieloma multiplo trattati con terapia di mantenimento con Lenalidomide ( Revlimid ) hanno una migliore sopravvivenza libera da progressione, principalmente dopo il trapianto autologo di …


 

Denosumab versus Acido Zoledronico nel trattamento delle malattie ossee da mieloma multiplo di nuova diagnosi

Il mieloma multiplo è caratterizzato dalla produzione di paraproteine monoclonali e da lesioni osteolitiche, che spesso portano a eventi correlati all’apparato scheletrico ( compressione del midollo …


 

La Pomalidomide associata a Desametasone a basso dosaggio nel mieloma multiplo con compromissione renale

In uno studio di fase 2 la Pomalidomide ( Imnovid, Pomalyst ) più Desametasone a basso dosaggio ha migliorato le risposte tra i pazienti con mieloma multiplo recidivante / refrattario e insufficienza …

Forum Ematologico – Mieloma multiplo recidivato – Isatuximab in aggiunta a Carfilzomib e Desametasone: un nuovo standard di cura ?

Sanofi.2La combinazione a base di Isatuximab fornisce una sopravvivenza libera da progressione mediana senza precedenti nei pazienti con mieloma multiplo recidivante dopo terapia con inibitori del proteasoma

Gli ultimi risultati dello studio di fase 3 IKEMA hanno dimostrato la sopravvivenza mediana libera da progressione ( mPFS ) più lunga su una spina dorsale di un inibitore del proteasoma in pazienti che hanno avuto una recidiva dopo una precedente terapia, inclusa Lenalidomide

La sopravvivenza mediana libera da progressione è aumentata da 19,2 mesi a 35,7 mesi quando Isatuximab ( Sarclisa ) è stato aggiunto a Carfilzomib ( Kyprolis ) e Desametasone

Ulteriori analisi, seguendo le raccomandazioni della Food and Drug Administration statunitense sulle regole di censura, hanno mostrato che la sopravvivenza mediana libera da progressione è aumentata da 20.8 a 41.7 mesi quando Isatuximab è stato aggiunto a Carfilzomib e Desametasone

Philippe Moreau, Capo del Dipartimento di Ematologia, Ospedale Universitario di Nantes, Francia: ” L’aumento della sopravvivenza libera da progressione, osservato in modo coerente in tutti i sottogruppi, quando si aggiunge Isatuximab a Carfilzomib e Desametasone è notevole nei pazienti con mieloma multiplo recidivato in combinazione con un inibitore del proteasoma. La ricaduta è comune nel mieloma multiplo, creando la necessità di trattamenti differenziati di seconda linea che forniscano ai pazienti un periodo di tempo più lungo senza progressione della malattia. Questa analisi aggiornata rafforza il potenziale per Isatuximab di diventare un nuovo standard di cura per i pazienti con mieloma multiplo recidivante ”.

ENGLISH VERSION

Isatuximab combination provides unprecedented median progression free survival in patients with relapsed multiple myeloma receiving a proteasome inhibitor therapy

Latest results of the phase 3 IKEMA trial have demonstrated the longest median progression free survival ( mPFS ) on a proteasome inhibitor backbone in patients who relapsed after a prior therapy, including Lenalidomide

The median progression free survival, increased from 19.2 months to 35.7 months when Isatuximab ( Sarclisa ) was added to Carfilzomib ( Kyprolis ) and Dexamethasone

Further analysis, following U.S. Food and Drug Administration recommendations on censoring rules, has shown mPFS increased from 20.8 to 41.7 months when Isatuximab was added to Carfilzomib and Dexamethasone

Philippe Moreau, Head of the Department of Hematology, University Hospital of Nantes, France: “ The increase in progression free survival, observed consistently across all subgroups, when adding Isatuximab to Carfilzomib and Dexamethasone is remarkable in patients with relapsed multiple myeloma in a proteasome inhibitor combination. Relapse is common in multiple myeloma, creating the need for differentiated second-line treatments that provide patients a longer period of time without disease progression. This updated analysis reinforces the potential for Isatuximab to become a new standard of care for patients with relapsed multiple myeloma.”

 

Banner ematologia 1200

FORUM EMATOLOGICO 2023-2024

Percorso di Formazione ECM e di aggiornamento scientifico in formato digitale condotto via Web

 

Ematologia.net

Ematologia.net

www.ematologia.net
Ematologia, le Novità in Ematologia. Ematologia.net fornisce informazioni e aggiornamenti sulla terapia dei Tumori ematologici e della Emofilia. Focus su …

Fludarabina

Ematologia, le Novità in Ematologia. Ematologia.net …

Leucemia linfoblastica acuta

Risultati ricerca per “Leucemia linfoblastica acuta”. Regime iper …

Ematologia News

Ematologia, le Novità in Ematologia. Ematologia.net …

Gammopatia monoclonale

La gammopatia monoclonale di significato indeterminato …

Focus

Ematologia.net fornisce informazioni e aggiornamenti …

Blincyto

Ematologia, le Novità in Ematologia. Ematologia.net …

Revlimid

Ematologia, le Novità in Ematologia. Ematologia.net …

Tosedostat

Ematologia, le Novità in Ematologia. Ematologia.net …

Ematologia Farmaci

Sicurezza e attività clinica di una terapia di combinazione con 2 …

Omacetaxina

Ematologia, le Novità in Ematologia. Ematologia.net …

 

Terapia CAR-T: Carvykti ha ottenuto l’approvazione della FDA per i pazienti con mieloma multiplo recidivante o refrattario

jsn_new_logo_prof_vert_color_rgbNuova terapia CAR-T del mieloma multiplo

L’FDA ( Food and Drug Administration ) ha approvato Carvykti ( Ciltacabtagene autoleucel ) per il trattamento dei pazienti adulti con diagnosi di mieloma multiplo recidivante o refrattario ( RRMM ).

Il trattamento è specifico per quei pazienti che hanno ricevuto in precedenza quattro o più linee terapeutiche, tra cui un inibitore del proteasoma e un anticorpo monoclonale anti-CD38.

L’FDA ha basato la sua approvazione sui dati dello studio CARTITUDE-1, che ha coinvolto pazienti che avevano ricevuto una media di sei regimi di trattamento precedenti e che avevano precedentemente ricevuto un inibitore del proteasoma, un agente immunomodulatore e un anticorpo monoclonale anti-CD38.

Nello studio principale, il 98% dei pazienti con mieloma multiplo recidivante o refrattario ha risposto a un trattamento una tantum con Carvykti, mentre il 78% dei pazienti che ha risposto ha manifestato una risposta completa rigorosa, una misura per cui un medico non è in grado di osservare alcun segno o sintomo della malattia attraverso l’uso di imaging o altri test post-trattamento.

Il mieloma multiplo è un tumore ematologico incurabile che colpisce le plasmacellule che si trovano nel midollo osseo. Sebbene negli ultimi anni gli ulteriori sviluppi per ulteriori trattamenti siano migliorati, per molte persone che convivono con la condizione, una prognosi infausta dopo aver sperimentato la progressione della malattia dopo il trattamento con tre classi terapeutiche principali è una realtà.

Carvykti è una medicina personalizzata e, come trattamento, richiede ampia formazione, preparazione e certificazione.

Janssen e Legend Biotech avvieranno una rete limitata di Centri di trattamento certificati.

Fonte: Janssen & Legend Biotech

 

Ematologia.it

Ematologia.it

www.ematologia.it
Ematologia – Aggiornamenti in Ematologia. Ematologia.it fornisce informazioni e aggiornamenti sulla terapia delle Malattie ematologiche. Focus su Leucemia e …

Farmaci

Ematologia – Aggiornamenti in Ematologia. Ematologia.it …

Rituxan

Ematologia – Aggiornamenti in Ematologia. Ematologia.it …

Ematologia Focus

Ematologia.it fornisce informazioni e aggiornamenti sulla terapia …

Focus

Roche Ematologia. Passamonti COVID. Passamonti …

Sindrome mielodisplastica

Risultati ricerca per “Sindrome mielodisplastica”. Alisertib più …

Leucemia linfoblastica acuta

L’esito dei pazienti con leucemia linfoblastica acuta recidivante o …

Ematologia News

Roche Ematologia. Janssen Oncology. Passamonti Linfoma …

Idarubicina

Ematologia – Aggiornamenti in Ematologia. Ematologia.it …

Anemia

Ematologia – Aggiornamenti in Ematologia. Ematologia.it …

 

Video: Aggiornamento da 18th International Myeloma Workshop 2021

Mieloma.Bringhen

Aggiornamenti da International Myeloma Workshop 2021

 

 

Ematologia.it

 

DREAMM-2: Belantamab mafodotin in monoterapia nei pazienti con mieloma multiplo recidivante / refrattario e insufficienza renale

La compromissione renale, una complicanza frequente e un fattore prognostico sfavorevole nel mieloma multiplo recidivante / refrattario ( RRMM ), spesso porta a una scarsa tollerabilità dei regimi ter …


 

Mieloma multiplo: Daratumumab ritarda la progressione della malattia dopo trapianto autologo di cellule staminali

Secondo i dati della seconda parte dello studio CASSIOPEIA, la terapia di mantenimento di prima linea con Daratumumab ( Darzalex ) ritarda significativamente la progressione della malattia o la morte …


 

Belantamab Mafodotin nel mieloma multiplo: risultati promettenti dallo studio di fase 2 DREAMM-2

Uno studio di fase 2 ha mostrato che Belantamab Mafodotin, un immunoconiugato sperimentale mirato all’antigene della maturazione delle cellule B ( BCMA ), ha portato a una risposta clinica in circa un …


 

Bortezomib, Ciclofosfamide, Desametasone versus Lenalidomide, Ciclofosfamide, Desametasone nei pazienti con mieloma multiplo alla prima recidiva

I regimi contenenti Bortezomib ( Velcade ) e Lenalidomide ( Revlimid ) sono terapie ben consolidate nel mieloma multiplo. Tuttavia, nonostante il loro ampio uso, i confronti diretti non sono mai stati …


 

Carfilzomib o Bortezomib con Melfalan – Prednisone per i pazienti non-idonei al trapianto con mieloma multiplo di nuova diagnosi

Lo studio di fase 3 CLARION ha confrontato Carfilzomib – Melfalan – Prednisone ( KMP ) con Bortezomib – Melfalan – Prednisone ( VMP ) nei pazienti affetti da mieloma multiplo di nuova diagnosi ( NDMM …


 

Daratumumab più Carfilzomib e Desametasone nei pazienti con mieloma multiplo recidivante o refrattario

I pazienti con mieloma multiplo recidivante o refrattario ( RRMM ) hanno opzioni di trattamento limitate e scarsi esiti di sopravvivenza. La crescente adozione della terapia a base di Lenalidomide p …


 

Daratumumab sottocutaneo nel mieloma multiplo recidivante o refrattario

Daratumumab ( Darzalex ), un anticorpo monoclonale umano mirato a CD38, è approvato come monoterapia e in regime di associazione per pazienti con mieloma multiplo. Attualmente, Daratumumab viene somm …


 

Pembrolizumab più Lenalidomide e Desametasone nei pazienti con mieloma multiplo naive al trattamento: studio KEYNOTE-185

Lenalidomide ( Revlimid ) e Desametasone sono uno standard di cura nei pazienti con mieloma multiplo di nuova diagnosi non-idonei al trapianto. L’aggiunta di un terzo farmaco alla combinazione proba …


 

Pomalidomide, Ciclofosfamide e Desametasone per il mieloma multiplo recidivante

È importante avere una terapia efficace per i pazienti con mieloma multiplo alla prima recidiva, in particolare se in questo stadio viene preso in considerazione un trapianto autologo di cellule stami …


 

Selinexor più Bortezomib a basso dosaggio e Desametasone per pazienti con mieloma multiplo recidivante o refrattario

Selinexor è un inibitore orale della proteina di esportazione nucleare esportina 1. Studi preclinici hanno dimostrato attività antimieloma sinergica tra Selinexor e inibitori del proteasoma attraver …


 

Sicurezza ed efficacia di Pomalidomide, Desametasone e Doxorubicina liposomiale pegilata nei pazienti con mieloma multiplo recidivante o refrattario

I farmaci immunomodulatori tra cui Talidomide, Lenalidomide ( Revlimid ) e Pomalidomide ( Imnovid ), sono efficaci nel trattamento del mieloma multiplo. La Pomalidomide ha mostrato una maggiore effic …


 

Siltuximab, un anticorpo monoclonale anti-IL-6, e Bortezomib versus Bortezomib in monoterapia in pazienti con mieloma multiplo recidivante o refrattario

Sono state confrontate la sicurezza e l’efficacia di Siltuximab ( Sylvant ), un anticorpo monoclonale chimerico anti-interleuchina-6, più Bortezomib ( Velcade ) con placebo più Bortezomib in pazienti …


 

Chemioterapia ad alte dosi più trapianto autologo di cellule staminali come terapia di consolidamento nel mieloma multiplo recidivato dopo precedente trapianto autologo di cellule staminali

Il mieloma multiplo recidivato non ha un trattamento standard, e il ruolo del trapianto autologo di cellule staminali ( ASCT ) non è stato completamente definito. È stato confrontato Melfalan [ Alke …


 

Vorinostat in combinazione con Lenalidomide e Desametasone in pazienti con mieloma multiplo recidivo o refrattario

L’aggiunta di Vorinostat ( Zolinza ) a Lenalidomide ( Revlimid ) / Desametasone ( Decadron ) rappresenta una nuova terapia di combinazione nel mieloma multiplo, secondo studi di laboratorio che indica …


 

L’associazione Lenalidomide e Desametasone estende la sopravvivenza libera da progressione nel mieloma multiplo di nuova diagnosi

Uno studio di fase III ha mostrato che il trattamento continuo con Lenalidomide ( Revlimid ) associato a un basso dosaggio di Desametasone ha esteso in modo significativo la sopravvivenza libera da pr …

 

Mieloma multiplo: Aggiornamenti da International Myeloma Workshop 2021

Mieloma multiplo - Sara Bringhen

MIELOMA MULTIPLO: AGGIORNAMENTI DA INTERNATIONAL MYELOMA WORKSHOP 2021

Sara Bringhen – SSD Clinical Trial in Onco-Ematologia e Mieloma multiplo – Dipartimento di Oncologia – AOU Città della Salute e della Scienza di Torino

LINK VIDEO: https://medvideo.it/video/15

 

 

Washington Post: Colin Powell malato di mieloma multiplo e sottoposto a 2 cicli di vaccino Pfizer è morto per complicanze da COVID. Era in attesa della terza dose

Colin Powell

E’ MORTO COLIN POWELL. ERA STATO CURATO PER IL MIELOMA MULTIPLO, AVEVA COMPLETATO IL CICLO PFIZER, ED ERA IN ATTESA DELLA TERZA DOSE.
E’ NOTO CHE I TUMORI, IN PARTICOLARE QUELLI EMATOLOGICI, RIDUCONO L’EFFICACIA DEL VACCINO CONTRO IL CORONAVIRUS

Colin L. Powell, l’ex segretario di Stato è morto lunedì 18 ottobre per quelle che la sua famiglia ha descritto come complicazioni del COVID-19.

Era stato curato per un tumore ematologico, mieloma multiplo, e avrebbe dovuto ricevere la terza dose contro il coronavirus quando si è improvvisamente sentito male, è stato ricoverato in ospedale, ed è morto.

Powell, che aveva 84 anni, aveva ricevuto la sua seconda vaccinazione con il vaccino Pfizer a febbraio, ma era immunocompromesso a causa del cancro e soffriva del morbo di Parkinson.

Il mieloma multiplo è un tumore del sangue che compromette gravemente il sistema immunitario, riducendo l’efficacia dei vaccini COVID.

A causa della diminuzione degli anticorpi nel tempo, l’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti ha autorizzato una terza dose del vaccino Pfizer 6 mesi dopo il ciclo iniziale per le persone di età superiore ai 65 anni o ad alto rischio di complicanze a causa di condizioni di salute di base o esposizione professionale.

FONTE: Washington Post

LINK: https://www.washingtonpost.com/health/2021/10/18/powell-covid-vaccine-immunocompromised-cancer/

AIFA: Principali farmaci ad attività immunosoppressiva da considerare ai fini dell’identificazione dei soggetti per i quali può essere indicata la dose addizionale di vaccino anti-COVID-19 

 

Ematologia.it

 

Ematologia.it

https://www.ematologia.it
Ematologia – Aggiornamenti in EmatologiaEmatologia.it fornisce informazioni e aggiornamenti sulla terapia delle Malattie ematologiche.

3 – Ematologia.it

Ematologia – Aggiornamenti in Ematologia. Ematologia.it …

Metotrexato

Ematologia – Aggiornamenti in Ematologia.

Ematologia Focus

Nuovi dati su Tisagenlecleucel per la leucemia linfoblastica acuta a …

Fedratinib

Fedratinib nei pazienti con mielofibrosi precedentemente …

Farmaci

Ematologia – Aggiornamenti in Ematologia. Ematologia.it …

Leucemia linfoblastica acuta

Ematologia – Aggiornamenti in Ematologia. Ematologia.it …

ATRA

Valproato e Acido Retinoico in combinazione con Decitabina …

Aggiornamenti in Ematologia by Xagena

 

Ematologia.it

Associazione di Obinutuzumab, Ibrutinib e Venetoclax nella leucemia linfatica cronica naive-al-trattamento e recidivante o refrattaria

Lo sviluppo di agenti mirati altamente efficaci per la leucemia linfatica cronica offre il potenziale per combinazioni di durata fissa che raggiungono remissioni profonde senza chemioterapia citotossi …


 

Acalabrutinib versus Idelalisib più Rituximab o Bendamustina più Rituximab nella leucemia linfocitica cronica recidivante o refrattaria: studio ASCEND

Acalabrutinib ( Calquence ), un potente inibitore della tirosin-chinasi di Bruton ( BTK ), altamente selettivo, è stato valutato nello studio di fase III globale, multicentrico, randomizzato, in ape …


 

Primi risultati promettenti per l’inibizione combinata di HDAC e di mTOR nel linfoma di Hodgkin recidivante / refrattario

Alti tassi di risposta sono stati osservati per i pazienti con linfoma di Hodgkin recidivante / refrattario trattati con la combinazione di Vorinostat ( Zolinza ) e un inibitore di mTOR. Sebbene la m …


 

Tafasitamab più Lenalidomide nel linfoma diffuso a grandi cellule B recidivante o refrattario: studio L-MIND

I pazienti con linfoma diffuso a grandi cellule B recidivante o refrattario che non sono idonei per il trapianto autologo di cellule staminali presentano esiti sfavorevoli e poche opzioni di trattamen …


 

Sicurezza e attività di Selinexor nei pazienti con sindromi mielodisplastiche o leucemia mieloide acuta oligoblastica refrattaria agli agenti ipometilanti

La sopravvivenza globale ( OS ) mediana dei pazienti con sindromi mielodisplastiche ad alto rischio refrattarie agli agenti ipometilanti è inferiore a 6 mesi. Attualmente non esiste una terapia stan …


 

Leucemia linfatica cronica: la tripla terapia a base di Obinutuzumab, Ibrutinib e Venetoclax, risulta promettente in una sperimentazione di fase 2

I risultati di uno studio di fase 2, che ha valutato tre farmaci mirati orali, hanno mostrato il raggiungimento di remissioni profonde nella leucemia linfatica cronica ( LLC ) dopo trattamento di dura …


 

Fedratinib nei pazienti con mielofibrosi precedentemente trattati con Ruxolitinib: analisi aggiornata dello studio JAKARTA2

Fedratinib ( Inrebic ) è un inibitore selettivo della Janus chinasi 2 ( JAK2 ) orale. Lo studio di fase II JAKARTA2 ha valutato Fedratinib nei pazienti con mielofibrosi a rischio intermedio o alto c …


 

Rituximab per il linfoma non-Hodgkin a cellule B mature ad alto rischio e nei bambini

Rituximab ( MabThera ) aggiunto alla chemioterapia prolunga la sopravvivenza tra gli adulti con tumore a cellule B. I dati sulla sua efficacia e sicurezza nei bambini con linfoma non-Hodgkin a cellu …


 

Il regime a base di Selinexor una volta a settimana prolunga la sopravvivenza libera da progressione nel mieloma multiplo pretrattato

Selinexor, Bortezomib e Desametasone, una volta a settimana, hanno migliorato gli esiti rispetto a Bortezomib e Desametasone, due volte a settimana, nel mieloma multiplo pretrattato. I risultati dell …


 

Benefici di Ruxolitinib nel trattamento della policitemia vera nei pazienti intolleranti / resistenti all’Idrossiurea

Un’analisi provvisoria di 52 settimane ha confermato i risultati precedenti evidenziando i benefici di Ruxolitinib ( Jakavi ) nei pazienti con policitemia vera che sono resistenti o intolleranti all’I …


 

Alisertib più chemioterapia di induzione nei pazienti precedentemente non-trattati con leucemia mieloide acuta ad alto rischio

L’aumento dell’espressione dell’Aurora A chinasi ( AAK ) si verifica nella leucemia mieloide acuta; l’inibizione di AAK è un promettente bersaglio terapeutico in questa malattia. È stata valutata l’ …


 

Monoterapia con Acalabrutinib nei pazienti con macroglobulinemia di Waldenström

La chemioimmunoterapia è in genere lo standard di cura per i pazienti con macroglobulinemia di Waldenström; tuttavia, gli effetti tossici infettivi ed ematologici sono problematici. Acalabrutinib ( …


 

Mieloma multiplo di nuova diagnosi: trapianto di cellule staminali ematopoietiche autologhe rispetto a Bortezomib – Melfalan – Prednisone, con o senza terapia di consolidamento con Bortezomib – Lenalidomide – Desametasone e mantenimento con Lenalidom

L’emergere di nuovi agenti altamente attivi ha portato alcuni a mettere in discussione il ruolo del trapianto autologo di cellule staminali ematopoietiche ( HSCT ) e della successiva terapia di consol …


 

Sopravvivenza globale con Daratumumab, Bortezomib, Melfalan e Prednisone nel mieloma multiplo di nuova diagnosi: studio ALCYONE

Il trattamento standard di cura per i pazienti con mieloma multiplo di nuova diagnosi comprende terapie di combinazione per pazienti che non sono ammissibili al trapianto autologo di cellule staminali …


 

Efficacia di Ruxolitinib nei pazienti con leucemia neutrofila cronica e leucemia mieloide cronica atipica

CSF3R-T618I ( recettore del fattore stimolante le colonie 3 – T618I ) è una mutazione attivante ricorrente nella leucemia neutrofila cronica ( CNL ) e, in misura minore, nella leucemia mieloide cronic …

Aggiornamento in Ematologia by Xagena

Ematologia.net

 

Selinexor nei pazienti con linfoma diffuso a grandi cellule B recidivante o refrattario: studio SADAL

Il linfoma diffuso a grandi cellule B ( DLBCL ) recidivante o refrattario è un tumore aggressivo con una sopravvivenza globale mediana inferiore a 6 mesi. È stata valutata la risposta a Selinexor ( …


 

Regime iper-CVAD in combinazione con Ofatumumab come terapia di prima linea per adulti con leucemia linfoblastica acuta a cellule B negativa al cromosoma Philadelphia

L’aggiunta di Rituximab ( MabThera ) alla chemioterapia intensiva ha migliorato gli esiti nei pazienti con leucemia linfoblastica acuta a cellule B. Ofatumumab ( Arzerra ) è un anticorpo monoclonale …


 

Effetto del Dexrazoxano sulla funzione sistolica ventricolare sinistra e sugli esiti del trattamento nei pazienti con leucemia mieloide acuta: un rapporto del Children’s Oncology Group

Si è determinato se il Dexrazoxano ( Cardioxane ) sia in grado di fornire una efficace cardioprotezione durante il trattamento di prima linea della leucemia mieloide acuta ( AML ) pediatrica senza au …


 

Luspatercept nei pazienti con sindromi mielodisplastiche a basso rischio

I pazienti con anemia e sindromi mielodisplastiche a basso rischio in cui la terapia con agenti stimolanti l’eritropoiesi non è efficace diventano generalmente dipendenti dalle trasfusioni di globuli …


 

Risultati di follow-up a lungo termine di terapia di induzione con Lenalidomide, Bortezomib e Desametasone e approccio di mantenimento adattato al rischio nel mieloma multiplo di nuova diagnosi

La combinazione di Lenalidomide ( Revlimid ), Bortezomib ( Velcade ) e Desametasone [ RVD ] è un regime di induzione altamente efficace e conveniente sia per i pazienti idonei al trapianto che per que …


 

Impatto della sospensione dell’Asparaginasi sull’esito della leucemia linfoblastica acuta infantile: report del Children’s Oncology Group

L’Asparaginasi ( ASNase ) è una componente importante del trattamento della leucemia linfoblastica acuta ( ALL ), ma è spesso interrotta a causa della tossicità. La sostituzione della Asparaginasi da …


 

Monoterapia con Daratumumab nei pazienti con mieloma multiplo recidivato o refrattario pesantemente pretrattato: risultati finali degli studi di fase 2 GEN501 e SIRIUS

Daratumumab ( Darzalex ) ha mostrato efficacia incoraggiante come monoterapia in pazienti con mieloma multiplo pesantemente pretrattato negli studi GEN501 e SIRIUS. E’ stata riportata un’analisi fina …


 

Enasidenib nei pazienti con sindromi mielodisplastiche con mutazione IDH2

Le mutazioni di IDH2 ( isocitrato deidrogenasi-2 ) si verificano in circa il 5% dei pazienti con sindromi mielodisplastiche. L’attività neomorfica delle proteine mutanti IDH2 provoca ipermetilazio …


 

Ropeginterferone alfa-2b rispetto alla terapia standard per la policitemia vera: studio PROUD-PV e studio di estensione CONTINUATION-PV

Gli studi PROUD-PV e CONTINUATION-PV hanno confrontato il nuovo Interferone monopegilato Ropeginterferone alfa-2b ( Besremi ) con Idrossiurea, la terapia standard per i pazienti con policitemia vera, …


 

Remissione senza trattamento dopo l’interruzione del trattamento con Dasatinib di prima linea in pazienti con leucemia mieloide cronica: studio di prima linea DADI

Un precedente studio sulla sospensione di Dasatinib ( Sprycel ) ha mostrato che 31 pazienti su 63 ( 49% ) con leucemia mieloide cronica in fase cronica che erano stati trattati con Dasatinib come seco …


 

Rituximab, Ciclofosfamide, Doxorubicina, Vincristina e Prednisolone combinati con Metotrexato ad alte dosi più chemioterapia intratecale per linfoma intravascolare a grandi cellule B di nuova diagnosi: studio PRIMEUR-IVL

Il linfoma intravascolare a grandi cellule B ( IVLBCL ) è una malattia rara per la quale non esiste un trattamento standard disponibile. Sono state accertate la sicurezza e l’attività di R-CHOP ( Ri …


 

Daratumumab sottocutaneo versus endovenoso nei pazienti con mieloma multiplo recidivato o refrattario: studio COLUMBA

Daratumumab ( Darzalex ) per via endovenosa per il trattamento di pazienti con mieloma multiplo comporta una lunga infusione che influisce sulla qualità di vita e sono comuni reazioni correlate all’in …


 

Trattamento dei pazienti anziani con linfoma a cellule del mantello: follow-up a lungo termine dello European MCL Elderly Trial

In un aggiornamento dello studio clinico randomizzato, in aperto, di fase III European Mantle Cell Lymphoma ( MCL ) Elderly Trial pubblicato nel 2012 si è cercato di confermare i risultati sugli esiti …


 

Treosulfano o Busulfano più Fludarabina come trattamento di condizionamento prima del trapianto allogenico di cellule staminali emopoietiche per pazienti anziani con leucemia mieloide acuta o sindrome mielodisplastica

L’ulteriore miglioramento dei regimi preparativi prima del trapianto allogenico di cellule staminali emopoietiche ( HSCT ) è un’esigenza medica insoddisfatta per il numero crescente di pazienti anzian …


 

Interferone pegilato alfa-2a per policitemia vera o trombocitemia essenziale resistente o intollerante all’Idrossiurea

Precedenti studi hanno riportato alti tassi di risposta con la terapia con Interferone-alfa ( rIFN-alfa ) ricombinante in pazienti con trombocitemia essenziale ( ET ) e policitemia vera ( PV ). Per …

Nuove terapie per il mieloma multiplo: Isatuximab un anticorpo monoclonale diretto contro CD38

Ematologia.it

Mieloma multiplo: terapia a base di Isatuximab + Pomalidomide + Desametasone

• L’approvazione europea di Sarclisa, il cui principio attivo è Isatuximab, si basa sui dati dello studio clinico randomizzato di fase 3 ICARIA-MM, il primo ad aver valutato un anticorpo anti-CD38 in combinazione con Pomalidomide e Desametasone ( regime Pom-Dex )

• Isatuximab in combinazione con Pom-Dex ha ridotto significativamente il rischio di

progressione di malattia o di morte, rispetto al solo trattamento con Pom-Dex

• Il mieloma multiplo è la seconda neoplasia ematologica per diffusione, con circa

40.000 nuovi casi ogni anno in Europa

“Ogni volta che il mieloma multiplo recidiva oppure diventa resistente al trattamento, diventa sempre più difficile da trattare e la prognosi per i pazienti peggiora significativamente,” commenta Sara Bringhen, A.O.U. Città della Salute e della Scienza di Torino e principal investigator degli studi clinici con Isatuximab in Italia. “ Nello studio clinico ICARIA-MM, che in Italia ha coinvolto 8 centri e 24 pazienti, la terapia di associazione con Isatuximab ha dimostrato un beneficio

terapeutico consistente in tutti sottogruppi di pazienti con mieloma multiplo recidivato e refrattario. Isatuximab rappresenta, quindi, una nuova importante opzione di trattamento e ha il potenziale per diventare il nuovo standard di cura per i pazienti con mieloma multiplo recidivato e refrattario.”

Letteratura


Mieloma multiplo recidivato già trattato con una precedente terapia: approvazione di Sarclisa con Carfilzomib e Desametasone nell’Unione Europea

La Commissione europea ha approvato una nuova indicazione per Sarclisa, il cui principio attivo è Isatuximab, in combinazione con Carfilzomib e Desametasone ( regime Kd ), per il trattamento dei pazie … leggi

Isatuximab associato a Pomalidomide e Desametasone riduce del 40% il rischio di progressione o morte nei pazienti con mieloma multiplo recidivato / refrattario rispetto al solo trattamento con Pomalidomide e Desametasone

Uno studio randomizzato di fase III ha valutato l’aggiunta di un anticorpo monoclonale anti-CD38, Isatuximab, a Pomalidomide e Desametasone dimostrando un prolungamento della sopravvivenza libera da p … leggi

 

SITI WEB DI EMATOLOGIA by XAGENA

AnemiaOnline.net Ematologia.it Ematologia.net LeucemiaOnline.net LinfomaOnline.net Mieloma.net TrombosiOnline.net |

 

Ematologia News

https://www.ematologia.it
Ematologia – Aggiornamenti in Ematologia. Ematologia.it fornisce informazioni e aggiornamenti sulla terapia delle Malattie ematologiche.

3 – Ematologia.it

Tisagenlecleucel in bambini e giovani adulti con leucemia …

Terapia guidata dalla …

Terapia guidata dalla tomografia ad emissione di positroni per i …

Farmaci

Ematologia – Aggiornamenti in Ematologia. Ematologia.it …

Keywords

Ematologia – Aggiornamenti in Ematologia. Ematologia.it …

Ematologia Focus

Ematologia – Aggiornamenti in Ematologia. Ematologia.it …

Pretrattamento con Globulina

Ematologia – Aggiornamenti in Ematologia. Ematologia.it …

Ematologia Farmaci

Ematologia – Aggiornamenti in Ematologia. Ematologia.it …

Rituximab e chemioterapia …

Ematologia – Aggiornamenti in Ematologia. Ematologia.it …

Leucemia linfoblastica acuta in …

Ematologia – Aggiornamenti in Ematologia. Ematologia.it …

Trombocitopenia

Idecabtagene vicleucel nel mieloma multiplo recidivante e …

 

1 2