Creato da sweet.sensation il 15/12/2006

Healing Hand

She’s a cold, dark night in the dead of winter

 

 

« CreativitàIl Serpente Piumato »

Il Serpente Piumato

Post n°176 pubblicato il 14 Agosto 2008 da sweet.sensation
 







Visitatori D'Oltreoceano


Quando i Toltechi nel 987 d.c. abbandonarono la loro capitale Tollan, sotto la guida di Quezalcoatl, si diressero verso lo Yucatan, in cerca di una terra tranquilla dove praticare in pace i loro culti religioisi. Essi non si accontentarono della prima landa a loro faovrevole all'insediamento, ma si imbarcarono in un viaggio lungo e faticoso la cui meta era Chichen Itza.


Perchè dirigersi in una terra desolata che già i Maya avevano abbandonato?

Le ricchezze architettoniche ed artistiche di Chichen Itza ancor oggi riescono ad estasiare i visitatori e sembra che i suoi antichi fasti attraessero anche i Toltechi, visto che decisero di riportare alla luce "la Pompei del Mesoamerica", strappandola letteralmente dalla giungla.

Gli studi sembrano confermare che Chichen Itza fosse un insediamento di una certa importanza già dal 1° millennio a.C.: essa conservò lo scettro di principale città sacra dello Yucatan nel corso dei successivi 5 secoli, tanto che il suo ruolo viene attestato anche nel Libro di Chilam Balam.

Tuttavia, l'importanza di Chichen Itza ("Bocca della Sorgente degli Itza") non ha a che fare solo con Maya, Toltechi ed Itza, ma riguarda, anche, qualcosa di ancor più sbalorditivo.

Verso la fine del 1800, Edward Thompson, a quel tempo console americano in Messico, acquistò per pochi dollari un appezzamento di terra coperta da rigogliosa giungla che comprendeva anche i resti di Chichen Itza. Tra le splendide manifatture rinvenute alcune suscitarono scalpore tra gli studiosi: alcuni bassorilievi ritraevano uomini barbuti, adorni di copricapi. Dato che le genti di stirpe amerinda sono glabri (e pertanto anche privi di peli sul viso) ci si interrogò con stupore circa la provenienza dei soggetti raffigurati.

I tratti somatici di provenienza semitica hanno fatto propendere gli studiosi ad identificarli come Fenici o come Ebrei, che per varie vicissitudini, si ritrovarono fuori rotta mentre si spostavano verso l'Africa Occidentale. Ma nessuno dei ricercatori ha mai preso in considerazione l'ipotesi che l'attraversamento delle Colonne d'Ercole fosse un atto dovuto anzichè fortuito.

L'alone di mistero che circonde gli "uomini barbuti" si infittì ancor più quando vennero ritrovate steli che li raffiguravano in compagnia di uomini di razza negroide, provenienti, inequivocabilmente, dall'Africa nera.

Tra tutte l e popolazioni del Mesoamerica, quella olmeca è quella ad aver sconcertato maggiormente storici, archeologi ed antropologi. A questa stirpe di minatori si devono numerose opere manifatturiere (come lavorazione della giada, costruzione di utensili) che ai più hanno riportato alla mente i "primati" detenuti in Mesopotamia dai Sumeri. Così come questi ultimi consideravano la propria civiltà dono degli dei, anche gli Olmechi ("popolo della gomma") riconoscevano che l'insegnamento delle arti era dovuto al dio Izapa.

Tra le opere più monumentali ereditate da questa controversa civiltà, spiccano senza dubbio le monumentali teste in pietre (come quella riportata nell'immagine, ndr) rinvenute a Veracruz, Tres Zapotes e La Venta, alcune delle quali assumono dimensioni a dir poco ciclopiche, arrivando a pesare fino a 20-25 tonnellate.

I legami tra la popolazione negroide e quella semitica riscontrati in Mesoamerica sono un mistero che ancor oggi solletica la fantasia degli studiosi, per la cui decifrazione occorre andare lontano, nel tempo e nello spazio, lì dove dalla propria culla l'umanità emise i primi vagiti...

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
Citazioni nei Blog Amici: 18
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Il_giustiziere01daclisdragon642gianfrancociabocchiclara.amandolipantaleoefrancamario.dandreacerasella57beby69fading_of_the_dayservitorematuroplastiramatemplare1953tedoforo3cristiana.bach
 
 

FACEBOOK

 
 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31