Creato da e_d_e_l_w_e_i_s_s il 16/06/2012

C'est la Vie

Il bello, il brutto ... e il così così

 

« Loro si chiamano NessunoDa sirena a bomboniera, ... »

Disinformati e felici: una scelta di sopravvivenza?

Post n°637 pubblicato il 17 Maggio 2018 da e_d_e_l_w_e_i_s_s
 

 

"Non immaginate quanto stia meglio da quando  mi sono imposta  di non  leggere i giornali , nè di seguire i TG. Solo tragedie e bugie. Cronaca nera e società allo sfacelo.
Meno angoscia, meno rabbia, meno tristezza."


























Così diceva oggi la mia collega.
E visto le notizie che ricoprono i quotidiani, è quasi impossibile darle torto.

Complice la perdita di credibilità verso la professione  e l'onestà intellettuale  del giornalista, ecco il risultato della ricerca condotta dal Reuters Institute di Oxford:

























Vi ci ritrovate in questo grafico ?

O invece pensate che l’essere informati  su ciò che avviene nel nostro tempo sia comunque scelta vincente anche se non sempre sinonimo di leggerezza?

E ancora, esistono argomenti che, leggendoli, vi risollevano il morale?

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

alberto.gambineriwoodenshipvolami_nel_cuore33simona_77rmcassetta2monellaccio19e_d_e_l_w_e_i_s_sprefazione09Domesticat1960surfinia60mariomancino.msonilabbarbabianca6ilariavitale_i
 

BIANCOLUNGO