Creato da sweet.sensation il 15/12/2006

Healing Hand

She’s a cold, dark night in the dead of winter

 

 

« Il Segreto di Giza(Conclusioni)Ambizione »

Cenetta per due

Post n°63 pubblicato il 09 Marzo 2007 da sweet.sensation
 


immagine



Cari maschietti single se aspirate a far palpitare il cuore di una dolce fanciulla, allora questo post fa al caso vostro….

 

Se la vostra “lei” ha accettato il vostro invito a cena, beh siete già un bel pezzo avanti, ma per completare l’opera, serve un ultimo sforzettino culinario….

 

Così, il vostro chef di fiducia vi sta per consigliare una cenetta romantica, dopo la quale la vostra amata non potrà più sottrarsi dal vostro serrato corteggiamento.

 

Ecco a voi una ricetta semplice, poco costosa e rapida da preparare, a base di pesce.

 

Ingredienti:

 

1 orata

4 seppie

2 carote

2 coste di sedano

1 cipolla

sale

pepe

olio di oliva

vino bianco

6-7 pomodorini pachino

2 etti di linguine

 

Primo Piatto: Linguine al filetto di orata

 

Iniziate a sfilettare l’orata, togliendo prima la testa e la parte terminale della coda, eseguendo un taglio appena sopra la lisca. Eseguite la stessa cosa per la parte inferiore e togliete la pelle. Riducecete i due filetti così ottenuti a “straccetti”.

Fate imbiondire mezza cipolla con dell’olio d’oliva in una pentola e preparate un battuto con una carota ed una costa di sedano (entrambe le avrete precendetemente pulite) tagliate a dadini. Appena la cipolla inizia a sfrigolare aggiungete il battuto e lasciate cuocere per 5 minuti in modo che il composto si ammorbidisca un po’ (anche se carota e sedano dovessero rimanesse un po’ croccanti fa lo stesso). Dopodichè aggiungete gli straccetti di orata. Dopo una decina di minuti che l’orata diventa bianca (e quindi è prossima alla cottura completa) aggiungete tre pomodorini pachino tagliati a pezzetti. Dopo altri cinque minuti, verificate la consistenza dell’orata ed aggiustate con sale e pepe, verificando preventivamente la salatura (il pesce scarica sale in cottura…).

Ora non vi resta che scolare la pasta (che avrete contemporaneamente messo in cottura) e mantecare il tutto con un filo di olio d’oliva.

 

 

Secondo Piatto: Seppie all’acqua pazza

 

Il procedimento è molto simile. Mezza cipolla a sfrigolare nell’olio, aggiungere il battuto di sedano e carote. Far cuocere per 5 minuti ed aggiungere le quattro seppioline. Importante: non aggiungete sale mi raccomando: le seppie sono una sorta di “filtri di mare” e scaricano molto sale in cottura a differenza dell’orata. Quando le seppie iniziano un po’ ad arricciarsi sfumate con vino bianco ed in caso aggiungete un po’d’acqua se il composto si sta ritirando troppo. Dopo un quarto d’ora, aggiungete i restanti pachino per dare colore al vostro piatto

 

Et voilà, bon appetit !!!

 

 

Vino: per una cena del genere (soprattutto avente lo scopo di sciogliere il cuore della vostra amata) vale la pena spendere qualche eurino per un Greco di Tufo o Fiano di Avellino, rigorosamente cantine Mastroberardino o Feudi di San Gregorio.

 

 

P.S.: la ricetta è abbastanza semplice, calibrata per chi vuole fare bella figura ed ha poco tempo per cucinare, ma se avete problemi, contattatemi, vengo a farvi da “chef a domicilio” in cambio di un paio di bicchieri di vino….

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
Citazioni nei Blog Amici: 18
 

ULTIME VISITE AL BLOG

sweet.sensationepnapoGaberFabersolardgl2gianfilippolattanziLa_GabrielaIl_giustiziere01daclisdragon642gianfrancociabocchiclara.amandolipantaleoefrancamario.dandreacerasella57beby69
 
 

FACEBOOK

 
 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28