Impatto del tumore e del tipo di trattamento sulla risposta al vaccino COVID

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Risposte ai vaccini COVID-19 nei pazienti oncologici: impatto del tumore e del tipo di trattamento

I pazienti con cancro sono stati sottorappresentati negli studi clinici sui vaccini COVID-19, quindi non è ben definito quanto i vaccini siano in grado di proteggere questi pazienti.
Pertanto, sono stati condotti diversi studi che hanno misurato gli indicatori della protezione da COVID-19 nei pazienti oncologici, compresa la produzione di anticorpi anti-SARS-CoV-2 e i livelli di cellule B e cellule T della memoria dopo la vaccinazione.
Gli studi hanno indicato che la maggior parte dei pazienti con tumori solidi produce anticorpi e attiva risposte cellulari.
Tuttavia, c’è un sottoinsieme di pazienti che non rispondono e la forza della loro risposta appare complessivamente inferiore a quella degli individui sani.
Inoltre, i pazienti con neoplasie ematologiche sembrano avere meno probabilità di quelli con tumori solidi di avere risposte immunitarie rilevabili.
Gli studi hanno anche mostrato che i pazienti che ricevono determinate terapie antitumorali, in particolare la chemioterapia, possono avere un rischio maggiore di risposta alterata alla vaccinazione. ……

CONTINUA SU ONCOLOGIAMEDICA.NET

https://www.oncologiamedica.net/articolo/risposte-ai-vaccini-covid-19-nei-pazienti-oncologici-impatto-del-tumore-e-del-tipo-di-trattamento

 OncologiaMedica.net

Oncologia Medica News

https://www.oncologiamedica.net
Oncologia Medica, le Novità in Oncologia. OncologiaMedica.net fornisce informazioni e aggiornamenti sui Tumori e sulle più recenti terapie mediche.

Farmaci

Sotorasib ( Lumakras ) ha mostrato attività antitumorale nei pazienti …

Verzenio

Le pazienti con tumore mammario HER2-positivo che hanno …

Oncologia Medica News …

La chemioterapia è lo standard di cura per il tumore gastrico …

Lenvatinib

Nonostante i progressi nel trattamento di prima linea del …

GIST

Il trattamento con Pembrolizumab ( Keytruda ), un inibitore del …

Pazopanib

Il ruolo della nefrectomia citoriduttiva nei pazienti con …

Carcinoma renale metastatico

Il ruolo della nefrectomia citoriduttiva nei pazienti con …

Cixutumumab

Cixutumumab, precedentemente noto come IMC-A12, è un …

Tislelizumab

Oncologia Medica, le Novità in Oncologia. OncologiaMedica …

Trebananib

Trebananib ( AMG 386 ) è una proteina ricombinante …

Oncologia Medica: Resistenza all’inibizione di KRAS G12C

Resistenza acquisita all’inibizione di KRAS G12C nel tumore

Gli studi clinici sugli inibitori di KRAS, Adagrasib e Sotorasib, hanno mostrato un’attività promettente nei tumori con una specifica mutazione di KRAS, la G12C, dovuta dalla sostituzione della glicina da parte della cisteina nel codone 12 ( KRAS G12C ).
I meccanismi di resistenza acquisita a queste terapie sono attualmente sconosciuti.

Tra i pazienti con tumori con mutazione G12C nel gene KRAS trattati con Adagrasib in monoterapia, sono state eseguite analisi genomiche e istologiche che hanno confrontato i campioni pretrattamento con quelli ottenuti dopo lo sviluppo della resistenza.
Sono stati condotti esperimenti basati sulle cellule per studiare le mutazioni che conferiscono resistenza agli inibitori di KRAS G12C.

Sono stati inclusi in uno studio in totale 38 pazienti: 27 con tumore al polmone non-a-piccole cellule, 10 con tumore del colon-retto e 1 con tumore appendicolare.
Ipotetici meccanismi di resistenza ad Adagrasib sono stati rilevati in 17 pazienti ( 45% della coorte ), di cui 7 ( 18% della coorte ) avevano più meccanismi coincidenti.

CONTINUA: https://www.oncologiamedica.net/articolo/resistenza-acquisita-allinibizione-di-kras-g12c-nel-tumore

 

OncologiaMedica.net

 

Oncologia Medica News

https://www.oncologiamedica.net
Oncologia Medica, le Novità in Oncologia. OncologiaMedica.net fornisce informazioni e aggiornamenti sui Tumori e sulle più recenti terapie mediche.

Oncologia Medica News – OncologiaMedica.net

Oncologia Medica, le Novità in Oncologia. OncologiaMedica …

Olaparib

Oncologia Medica, le Novità in Oncologia. OncologiaMedica …

Farmaci

Oncologia Medica, le Novità in Oncologia. OncologiaMedica …

Carcinoma renale metastatico

Oncologia Medica, le Novità in Oncologia. OncologiaMedica …

Tislelizumab

Pamiparib in associazione con Tislelizumab nei pazienti con …

Pazopanib

Oncologia Medica, le Novità in Oncologia. OncologiaMedica …

Risultati ricerca per “Ceritinib”

Oncologia Medica, le Novità in Oncologia. OncologiaMedica …

Linifanib

Oncologia Medica, le Novità in Oncologia. OncologiaMedica …

Astrocitoma

Oncologia Medica, le Novità in Oncologia. OncologiaMedica …

Xgeva

Oncologia Medica, le Novità in Oncologia. OncologiaMedica …

Oncologia:notizie ed aggiornamenti da Xagena.it

Oncologia Medica:aggiornamenti e notizie da Xagena.it

Oncologia Medica:novità ed aggiornamenti da Xagena.it

Oncologia:novità mediche da Xagena.it

Oncologia medica:notizie ed aggiornamenti da Xagena.it

Cardiologia Newsletter by Xagena

Cardiologia.net

ALERT Cardiologia !
Top News / Genitourinary Cancers Symposium – ASCO ( American Society of Clinical Oncology )
 –

L’Aspirina può ridurre il rischio di morte per cancro alla prostata

Uno studio osservazionale di ampie dimensioni ha mostrato che gli uomini che assumono Acido Acetilsalicilico ( Aspirina ) possono avere un minor rischio di morire a causa di cancro alla prostata. …

News

Bivalirudina non-inferiore all’Eparina nei pazienti sottoposti a sostituzione della valvola aortica per via transcatetere

L’impiego della Bivalirudina ( Angiox ) come anticoagulante nei pazienti con grave stenosi aortica sintomatica sottoposti a sostituzione della valvola aortica per via transcatetere ( TAVR ) è risultat …

I sanguinamenti cerebrali con i nuovi anticoagulanti orali sono spesso mortali: mortalità a 90 giorni pari al 28%

Uno studio coordinato da ricercatori dell’University of Heidelberg in Germania, ha trovato che le emorragie cerebrali che si verificano nei pazienti trattati con i nuovi anticoagulanti orali ( NOAC …

Ipertensione arteriosa polmonare: Selexipag è efficace, ma non riduce la mortalità

E’ stata valutata la sicurezza e l’efficacia di Selexipag ( Uptravi ) nei pazienti con ipertensione arteriosa polmonare. GRIPHON ( Prostacyclin [ PGI2 ] Receptor Agonist in Pulmonary Arterial Hyper …

Cilostazolo migliora gli esiti nei pazienti in emodialisi affetti da arteriopatia periferica

I pazienti con malattia arteriosa periferica in emodialisi hanno presentato una riduzione significativa del rischio di eventi avversi maggiori cardiovascolari e nell’arto quando sono stati trattati co …

CardioBase.

Cardiology Online

Cancer itself may damage heart muscle irrespective of exposure to cancer drug therapies

Research presented at EuroEcho-Imaging 2015 raises the possibility that cancer itself may damage heart muscle irrespective of exposure to cancer drug therapies. Researchers ( Venneri L et al ) from t …

In heart failure patients with diabetes and/or chronic kidney disease, Finerenone, a non-steroidal mineralocorticoid receptor antagonist, may offer more pronounced end-organ protection than Eplerenone

In heart failure patients with diabetes mellitus and/or chronic kidney disease, a new, non-steroidal mineralocorticoid receptor antagonist ( MRA ) called Finerenone was no more effective than the curr …

Uncontrolled hypertension: combination of Amiloride and Hydrochlorothiazide, each at half dose, reduces blood pressure without the side-effects caused by full doses of either alone

Researchers from the PATHWAY 3 study have found that the combination of two commonly used diuretics, each at half dose, can significantly reduce blood pressure without the side-effects caused by full …

FarmaExplorer

Anticoagulanti: la sospensione del Warfarin aumenta il rischio di ictus nei pazienti con fibrillazione atriale

La sospensione degli antagonisti della vitamina K si traduce in un eccesso di circa 5 ictus per 100 persone nei 3 anni successivi all’interruzione del trattamento rispetto al mantenimento della terapia con antagonisti della vitamina K. Queste le … Leggi

Vorapaxar nei pazienti con diabete mellito e precedente infarto miocardico

Vorapaxar ( Zontivity ) riduce la morte cardiovascolare, l’infarto del miocardio, o l’ictus nei pazienti con precedente infarto miocardico, aumentando il sanguinamento. I pazienti con diabete mellito sono ad alto rischio di eventi trombotici … Leggi

La Liraglutide, un agonista GLP-1, non migliora la stabilità clinica post-ospedalizzazione nei pazienti con scompenso cardiaco avanzato

L’agonista GLP-1 Liraglutide ( Victoza ) non ha migliorato la stabilità clinica a 6 mesi in 300 pazienti con insufficienza cardiaca avanzata e frazione di eiezione ridotta nello studio FIGHT ( Functional Impact of GLP-1 for Heart Failure … Leggi

ARTICOLI RECENTI