Creato da ossimora il 20/10/2004
Juliet Berto: "Bisogna tenere a mente il colore della propria ferita per farlo risplendere al sole"

vignetta del giorno

 

Area personale

 

antonia nella notte

 

blog in inglese

immagine

IL MIO BLOG

IN INGLESE

(più o meno...)

 

Tag

 

Ultime visite al Blog

spagetiansa007archetyponFajrgratiasalavidacostanzatorrelli46Rosecestlaviempt2003merizeta21laboratorioatheneojeanlouis_delislestudiodentisticoestepsico_craziabvbtendeRiccardoPenna
 

Ultimi commenti

comprendo che tu sia addolorata, ma in ogni caso il tuo...
Inviato da: Luxxil
il 06/02/2017 alle 18:32
 
MANCHI.
Inviato da: Roberta_dgl8
il 11/01/2017 alle 13:52
 
non commento leggo e comprendo
Inviato da: angiolhgt
il 14/12/2016 alle 23:28
 
le Favole al telefono, qualcuna era infilata nel libro di...
Inviato da: several1
il 06/10/2016 alle 17:29
 
Hai ragione , proprio così, ancora non mi capacito di cosa...
Inviato da: ossimora
il 30/09/2016 alle 20:02
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 313
 

ICONE

 

 

 

 

 

          

          

 

 

 

kill your television

                     

 

 

 

 
 
     Blog counter

    Registra il tuo sito nei motori di ricerca

     Blog Directory

Migliori Siti

 

 

 

     Libertarian Political Blogs Blogs - BlogCatalog Blog Directory

 

Messaggi di Novembre 2007

Nullologia

Post n°1053 pubblicato il 30 Novembre 2007 da ossimora
 

Mi sono andata a leggere  l’incipit e qualche altro stralcio esoterico  dell’enciclica “data a Roma”oggi dal pastore tedesco.

Definisce  l’ateismo ,il male assoluto e lo ritiene il motivo di tutte le tragedie dell’ultimo secolo.

 Mi deve essere sfuggito qualcosa;le guerre più o meno intelligenti,i pogrom,gli olocausti ,il terrorismo  non mi sono sembrati  affatto figli dell’ateismo ma se lo dice lui ,siamo a posto.

Poi:

"La redenzione, la salvezza, secondo la fede cristiana - spiega il Papa nell’introduzione - non è un semplice dato di fatto. La redenzione ci è offerta nel senso che ci è stata donata la speranza, una speranza affidabile, in virtù della quale noi possiamo affrontare il nostro presente: il presente, anche un presente faticoso, può essere vissuto ed accettato se conduce verso una meta e se di questa meta noi possiamo essere sicuri, se questa meta è così grande da giustificare la fatica del cammino".

Dunque, l’"elemento distintivo dei cristiani" è "il fatto che essi hanno un futuro".

Ecco fatto ,chi non è cristiano non ha futuro ed anche questo mi suona male non tanto pe r la cosa in sè,io ho le mie di convinzioni sulla vita e la morte ,ma perché la gran massa di cristiani noti o meno che conosco bene, si danno parecchio ma parecchio   da fare per questo breve passaggio nella vita materiale , con tutti i mezzi leciti e non ,apparentemente interessati (papa ,accoliti in primis) a faticare il meno possibile e guardandosene bene di aspirare alla giustizia (che la rimandino interamente nel futuro proprio come  fanno i bambini?).

Quindi i senza  dio ,nè futuro  ,languiranno fra le fiamme dell’inferno,perennemente dannati ,tristemente senza speranza. Soli.Poveracci.

 Speriamo  non lo sappiano!

Il papa che rifiuta il mondo moderno

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

del conflitto

Post n°1052 pubblicato il 29 Novembre 2007 da ossimora
 

 

Esistono persone che si nutrono di conflitto.

Solo nel conflitto trovano linfa vitale e sostanza,in genere  inconsistente ma indispensabile per  loro esistenza stessa.

La relazione armoniosa ed anche  il tentativo( spesso  sofferto) di raggiungerla,  diventano per questi soggetti  una sorta di criptonite che li rende apatici e privi di stimoli,quasi depressi.

Li si trova un po’ ovunque ,ambienti di lavoro ,strade reali e non  ;ogni discorso minimale ogni  atteggiamento del prossimo viene vagliato  e passato al setaccio allo scopo non dell'ascolto

( che per sua  natura dovrebbe  richiedere "attenzione",

riflessione,ridiscussione dei propri pre-concetti ,

elaborazione,rielaborazione e poi forse dialogo ,raramente conflitto vero e proprio ed anche in quel caso ,sua gestione accorta ) ma del cercare ogni possibile minuzie insignificante per attaccare e rivendicare non tanto una diversità nelle idee e nei contenuti (dei quali temo non si accorgano),ovviamente fisiologica e vivificante ma la immarcescibile forza del proprio punto di vista ;intoccabile e sacrosanto su tutti.

Senza se e senza ma.

Apodittico e statuario .

La cosa disturbante ed anche un po’ deprimente è che mai o quasi mai, chi è portato allo stillicidio  continuo, nella ricerca della  "bega" di poco conto, si interessa di questioni di reale spessore né dialetticamente né nella pratica e meno ancora nell'operatività fattiva.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 1051

Post n°1051 pubblicato il 28 Novembre 2007 da ossimora
 

       

 Solo per i tuoi occhi

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ascolto e dialogo

Post n°1050 pubblicato il 26 Novembre 2007 da ossimora
 

Eccoli qui i nostri studenti.

Li incontri appena fuori della scuola ,dove amano trattenersi prima e dopo le lezioni:è il momento delle confessioni,dei sussurri.

Sono preoccupati. Mesi e mesi sotto il fuoco delle cronache per i fatti di bullismo.Eccola la generazione svogliata,pericolosa ,telefonodipendente,stanca per studiare e senza limite per divertirsi.

Eppure al Prof. di liceo che ha collezionato più di trent’anni di mestiere brillano  ancora gli occhi .

Coglie sensibilità nuove ,intelligenze multiformi,potenzialità che la vecchia didattica fatica a far emergere.

E’ possibile ,si chiede il nostro ,che il mondo cambia ma la lezione frontale ,il compito ,l’interrogazione restino sempre il rito di ogni mattina?Il prof ti parla anche di comportamento.

Non ha mai incontrato tanto bisogno di autorità come in questi ultimi anni. Questi ragazzi sparano a zero su chi sale in cattedra ,non riconoscono il padre ,il prof,il preside. Ma se un adulto dice una cosa e poi per primo la fa ,si trasformano.

Dove c’è la coerenza ,ci sono anche loro e ti ricambiano la fiducia con un sentimento che commuove.

Ascolto queste confessioni del prof e lo invidio per questa sua semplicità di essere accolto dai suoi studenti .Penso allora alla campagna sui debiti formativi e mi chiedo se fra tante buone ragioni ,non ci sia qualcosa che non va. Non sarà che stiamo perdendo fiducia nei giovani ,ovvero nella nostra capacità di essere ascoltati da loro.?

Costruire un clima di dialogo e ascolto tra docenti e allievi è compito che investe tutti fin dalla Scuola dell’Infanzia.

di  Robin Hood

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Perchè no?

Post n°1049 pubblicato il 25 Novembre 2007 da ossimora
 

La manifestazione contro la violenza sulle donne di ieri ha rievidenziato moltissimi dati ,riguardo la follia e la violenza truce che si cela nelle case , e riguardo le diverse leggi in giro per il  mondo ancora pesantissimamente discriminatorie , questo va più che bene,credo che l’informazione non sia mai troppa su queste questioni ,anche perché c’è un sacco di gente che pensa davvero che  la donna goda di una completa parità di opportunità e che la violenza sia soltanto quella bruta ed irrazionale.

Condivido in pieno la scelta delle donne organizzatrici di escludere gli uomini da questa manifestazione.

 Sono loro i violenti ,lo sono nelle case,nelle strade,nei posti di lavoro,in vaticano,lo sono quando sono obiettori in ospedale ,lo sono consapevolmente o meno.

 E’ vero che tutti ,gli uomini non sono certo uguali ,che molti di loro hanno un percezione alta delle differenze di genere tanto da diventare estremamente rispettosi ma è altrettanto vero che sono comunque uomini coloro che picchiano,violentano,vogliono la camicia stirata ,non puliscono la casa,non fanno da mangiare,delegano spesso totalmente la gestione della vita materiale e la crescita dei figli.

Nei  primariati degli ospedali la stramaggioranza è composta da uomini,così come nei rettorati universitari e persino nelle cattedre. Per non parlare della politica .

In qualsiasi lavoro nel quale c’è una gerarchizzazione le donne che stanno ai vertici sono ancora ampiamente minoritarie e lo sono nella musica,nell’arte ,nella moda stessa di cui è fruitrice a volte compulsiva ma molto  meno creatrice di successo.

Quindi o pensiamo che gli uomini sono più bravi e quindi tutto è fisiologico oppure hanno dalla loro leggi e consuetudini antropologiche ampiamente favorevoli ,quindi violente per chi le subisce.

Ieri  gli è stato chiesto di starsene fuori ,osservando ,una volta tanto senza esserci.

Nonostante tutto hanno trovato il modo di far parlare di loro non accettando tacitamente questa scelta di separazione dividendo le donne ,come sempre ,da sempre.

Non è pensabile che chi gode di leggi e privilegi atavici abbia voglia di cambiare qualcosa a suo svantaggio.

Poi basta parlare  di vetero femminismo e con questa espressione orribile ed insignificante si affossa il dibattito.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Mura

Post n°1048 pubblicato il 24 Novembre 2007 da ossimora
 

Mi tolsero dal torpore

del sonno bambino,

un vetro scuro

(opacità di candela)

sottraeva

agli occhi

il chiarore del sole

che vi si sovrapponeva

per farmene scorgere

i contorni:

nitidissimi e anomali.

In un orto muschioso

dalle mura antiche.

A.

E dopo esserti estenuata in conflitti insipienti e non voluti ;(noia mortale ineludibile, senti l’energia,quella buona defluire e lasciarti lì ,priva di forze ;il sonno che ti acchiappa a tratti ,poi ti molla, in un crescendo di risvegli tesi riemergendo  da sonnellini infinitesimali  che amplificano le insensatezze di obiettivi vanificati in un soffio )allora, per fortuna,a volte , riesci a  muoverti.

Esci.

In libreria ho sfogliato un bel libro storico / fotografico,appena edito, sui giardini sospesi della mia città.

Quelli che capolineggiano dai vicoli angusti o dalle mura perimetrali .

Sono perlopiù giardini aviti ,segreti.

 In primavera lo sguardo è captato da un maggio ciondolo o da un albero di Giuda magenta; ed è solo allora  che  ti accorgi della loro esistenza.

Sono nata infondo al “corso”principale ,una vecchia casa fra le mura ,vicino alla porta sud .

Ero piccola quando i miei  si sono spostati in uno dei nuovi quartieri più impersonali e comodi.

Il ricordo di quella casa della primissima infanzia è tutto in quel giardino fra le mura ,sarà per qualche piccola foto di fascino,per il grande (forse) albero di kaki giù infondo,per la palombina che ho soffocato in un impeto di gioia o per quel vetro oscurato da mia madre per le eclissi.

Oggi l’ho rivisto quel giardino ,come è adesso ,modificato e restaurato ,mi ha fatto parecchio piacere,ha persino rischiarato una giornata storta  ma non mi ha tolto la voglia di poterci tornare.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Beige

Post n°1047 pubblicato il 22 Novembre 2007 da ossimora
 

*Se l'originale è assente, le copie ballano [If the original is missing, all the copies can dance], 2006

Noi siamo cetre un poco sgangherate.
Il vento, quando passa sulle corde,
come catene sospese, risveglia
dei versi, dei rumori dissonanti.

Noi siamo antenne un poco singolari.
Come dita s’innalzano nel caos,
in cima ad esse echeggia l’infinito,
ma ben presto cadranno giù, spezzate.

Noi siamo sensazioni un po’ disperse
senza speranza di concentrazione.
Nei nostri nervi tutto si confonde.

Ci duole il corpo, duole la memoria.
Ci scacciano le cose, e la poesia
è il rifugio che sempre più invidiamo.



Traduzione di Filippomaria Pontani


Kostas Kariotakis
L’ombra delle ore

a cura di Filippomaria Pontani
Crocetti Editore 2004

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Mumble mumble

Post n°1046 pubblicato il 21 Novembre 2007 da ossimora
 
Tag: Lunario

...Si parla però anche di cinquanta teste che,

secondo alcuni mitologi, sarebbero state d'oro.

Qualsiasi testa venisse tagliata,

subito ne rinascevano due...

***

In molti dopo la marcia su San Babila  e la ridicola sparata dei sette milioni agli inesistenti gazebo ,ritengono imminente o addirittura già cosa fatta la fine politica di Silvio Berlusconi o almeno l'inizio di un suo declino inarrestabile.

Il suo gesto plateale in effetti  ,a rigor di logica dovrebbe (se ci fosse ancora chi osserva la politica senza schifarla o predefinirla in toto) avere una certa credibilità soltanto  con i parvenue della politica ,con i faccendieri in cerca di facility ,i famigli e coloro che anche votando Forza Italia non hanno mai capito chi fosse veramente la 'ndrina.

Io non la farei così semplice e  piatta ,l'homunculus gioca a  fare la barzelletta vivente,dice e disdice ma è realmente POTENTE;potente per le presunte affiliazioni della sua genesi ,potente per quella valigiata di denaro di cui non ha mai voluto spiegare la provenienza;potente per i suoi innumerevoli reati prescritti e decaduti ma non per la sua innocenza.potente per i monopoli televisivi ,potente perchè , ben guidato da osservatori e collaboratori in gamba riesce a rappresentare l'immagine di "quello che ce l'ha fatta",che smuove immancabilmente ed ancora e nonostante la sua miseria umana ,il sentimento di frustrazione ammirata di tanti.

A destra è vero che c'è chi si smarca ( e non sono convinta che sia una cosa definitiva...comprarsi Fini e aff/fini  è più facile di prenotarsi una 500  ), Tabacci butta lì tre nomi per un nuovo partito che va oltre l'Udc: un tot di Montezemolo (il nuovo rampante  che avanza), un tot  di Fini (che  litiga con Silvio,con Fn e la Santanchè), un tot di Di Pietro (boh...!tanto per fare e per avere qualcuno a corrente alternata ) e infine anche un tot di Tabacci. 

I presupposti per il nulla assoluto alternativo ci sono tutti ed in questo nulla ,io ancora riesco soltanto a vedere come forza dominante Berlusconi ,nonostante cazzate sparate , Bondi,Schifani ;Alice nel paese delle meraviglie Brambilla e il resto.

Poi ci sono anche altre storie da osservare attentamente.

Sarei cauta ed ovviamente spero di sbagliare .

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

...personale...

Post n°1045 pubblicato il 19 Novembre 2007 da ossimora
 

Ascoltiamoli 

e ...votiamo per loro.... 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

il leone va alla guerra

Post n°1044 pubblicato il 18 Novembre 2007 da ossimora
 

Il leone, re della foresta, decise un bel giorno di fare una guerra e, come fanno tutti i re, diramò un bando fra tutti gli animali suoi sudditi.

-Gli animali- diceva il bando -vengano da ogni parte della foresta per aiutare il loro re a fare la guerra. Vengano tutti, senza nessuna esclusione,
per prendervi parte.

Vennero tutti, dai più grandi ai più piccoli. Tutti erano stati invitati perchè il leone aveva detto che tutti avrebbero avuto un compito in guerra
E quando tutti gli animali furono riuniti davanti al re e ai suoi ministri, il leone cominciò ad assegnare a dognuno il proprio compito. Disse all'elefante:
-Tu hai molta forza. Combatterai, ma porterai anche l'artiglieria e tutto quello che occorre ai tuoi compagni.
Poi disse alla volpe: -Tu che sei il più furbo degli animali, mi aiuterai ad ingannare il nemico.
-E tu- disse all'orso -che sei forte e agile, sarai utile quando dovremo assalire le fortezze. Scavelcherai le mura e conquisterai in breve tempo le città.

Ad uno a uno il leone chiamò tutti gli animali e trovò per ognuno un compito preciso per la guerra che stava per cominciare. Quando comparvero davanti al re
gli asini e le lepri, i ministri e i consiglieri gli dissero:
-Questi sono animali inutili alla nostra guerra. Gli asini sono sciocchi e le lepri paurose e timide, che cosa ne facciamo? Mandiamoli via.

Ma il leone rispose ai suoi vonsiglieri e ministri:
-L'asino ha una voce più forte della mia. Sarà un'ottima tromba per chiamare a raccolta i soldati. La lepre è velocissima e porterà i messaggi da un luogo all'altro.
Il leone che era saggio sapeva che nessuno era inutile e disse:
-Dovete imparare che tutti sono utili se usati al momento opportuno e sfruttando le loro capacità.

da Esopo

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Serissimi poi

Post n°1043 pubblicato il 17 Novembre 2007 da ossimora
 

 

Sfogliando la mia agenda ho ritrovato qualche “florilegio”,

che segno al volo quando sono coi bambini ,se lo facessi e lo avessi fatto sempre ne avrei un tomo bello corposo ,spesso assai divertente.

***

 L’ambulanza arrivava a …”sirene spietate!”  M.

 ***

Passati remoti

Dimmo

Dedimo

Dammo

*** 

Ieri mia mamma per il mal di gola mi ha preso le pastiglie d’acropoli  M.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Toccata e fuga

Post n°1042 pubblicato il 16 Novembre 2007 da ossimora
 

Fatico o a mettermi un po’ davanti al monitor in queste giornate piuttosto stanchevoli e convulse ;

il mio angolo pc poi è lontanuccio dall’abbarbagliare delle fiamme del caminetto e noto con disappunto che c’è uno spiffero gelido che penetra da qualche parte e sicuramente va ad  incrementare la raffreddoranza .

Veloce lettura screening dei giornali on line e relativo senso di estraneamento .

Mi sembra un buon sintomo il voto inerente la moratoria sulla pena di morte ,così pure il passaggio della finanziaria al senato ;nonostante le campagne acquisti,le tentate corruttele ,Cossiga ,Dini ;Calderoli(lui e la sua porcheria  l’origine di ogni male) e  compagnia cantante ,non c’è stato neanche bisogno di chiedere la fiducia.

 Sui contenuti intravedo segnali positivi ,nei prossimi giorni capiremo meglio e vedremo  chi protesta e perché e di conseguenza chi ne avrà realmente beneficio.

Ho visto oggi che si stanno allestendo gazebo finanziati dal diversamente alto ,benone si firma per tornare a votare ,non si è mai vista una cosa del genere .Non si lavora ad una legge elettorale che offra reale governabilità ..al voto ,al voto!

Trovo scandaloso  che una manica di affaristi finanzi un poderoso  battage pubblicitario per riprendersi in mano la possibilità di tornare a votare (sempre con la Calderoli)onde  rimestare ancora  “pro domo loro”,cercando le firme di cittadini che hanno solo da perdere da un ‘opzione del genere. Sono pure certa che qualche gonzo, magari precario firmerà .

Mia mamma oggi ha detto che ci andrà perché vuole scambiare due paroline coi gazebisti me le ha anticipate e le ho consigliato di desistere.

Rischierebbe e non mi piace.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Blob/blog

Post n°1041 pubblicato il 14 Novembre 2007 da ossimora
 

In questi giorni di indagini sul delitto della ragazza inglese a Perugia si è parecchio discusso dei blog dei ragazzi coinvolti nella vicenda.

Brani estrapolati ,inserti  di racconto ,pezzi di palestra di scrittura, sono diventati motivo ed occasione per una sorta di analisi introspettiva di massa .(... curioso leggere in qua e in là ...immaginando l'occhio guardone di chi va cercando psicopatologie e devianze....provate!)

Psicologia  spicciola da rotocalco e da sala d’aspetto assurgono a dignità dotta nella distruzione e/o svilimento del mezzo “blog”.

 Un sacco di persone ,psicologi più o meno videodipendenti,giornalisti e giornalai, hanno fatto a gara nel deprecare,criticare,sminuire;nello sperticarsi a dire che si,chi ha un blog ,è un minus habens ,un qualcuno che non ha  possibilità di relazionarsi con nessuno e  nel vuoto pneumatico della sua esistenza non può che pateticamente affidare ad un diario on line i propri deliri e le proprie ovvie frustrazioni.

 Coloro  che dall’aumento dell’uso della rete e dall’allontanamento di televisioni e pappe pronte ,eterodirette , hanno solo da perdere posso capirli  ,è una questione di sopravvivenza ,di attaccamento alle proprie monocordi comprensioni e capacità interpretative ed al  loro orticello.

Mi sembrano meno comprensibili le parole di chi ,per  professione ,per  ruolo educante o presunto tale,  nei confronti dei ragazzi e in primis di se stessi ,dovrebbe almeno cercare di capire un po’ meglio,evitando di ancorarsi subito ai luoghi comuni neo luddisti che rischiano di creare ancora di più muri e muriccioli.

In questo paese comunque è risaputo che si legge pochino ,maitre a penser compresi  e ci vuole comprensione.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

acatalessia

Post n°1040 pubblicato il 13 Novembre 2007 da ossimora

Il lungo,familiare,armonioso viale dei tigli è scheletrito per metà,da una parte già le sagome si stagliano nere e luminescenti.

Dall’altra ci sono ancora delle foglie ,gialle ,arancioncine.

Chissà da cosa dipende questa asimmetria ,forse il vento,la posizione,la case,la terra .Stranezza.

Non ci avevo mai fatto caso prima d’oggi .

Eppure quando ero bambina  ed oltre quel viale lo percorrevo giorno dopo giorno ,fino alla mia scuola ed a piedi ;una volta parlavo fitto fitto con un mia amica ed ho persino battuto la testa in un tronco,distratta  come sempre dalle parole e dalle persone.

 Allora le foglie per terra non erano immediatamente raccolte e spazzate via dagli addetti ,non le si consideravano “sporche”e restavano lì a lungo a formare  dei tappeti alti e soffici..

 Era un vero piacere attraversarle, introsciandosi ben benino fino alla caviglia ,esaltata dal buttarsi dentro ad ascoltare il crepitio frusciante o la morbida consistenza dell’umidore che le nebbie del mattino putrefacevano naturalmente .Erano i miei  prodromi dell’inverno .

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Macho

Post n°1039 pubblicato il 12 Novembre 2007 da ossimora

 «Ora vi racconto cosa succede con il fisco della sinistra. Non vogliono solo sapere come hai fatto i soldi, da dove vengono. Noooo, nemmeno per sogno. Vogliono anche sapere cosa ci fai, dove metti gli utili, tutto.

E prendete uno come me, che ha 25 amanti, alle quali dovrò pur fare un pensiero, un regalo, di solito tutte macchine uguali, dello stesso colore, così non sbaglio..».

Applausi, risate. «Ma come si fa? Ditemi voi?..». Altri applausi, sorrisi, fotografie...

[Silvio Berlusconi. Corriere della Sera 09/11/07]

Non sarebbe male forse spiegargli che in tutti i paesi democratici il fisco (nè di destra nè di sinistra ovviamente) controlla le entrate dei cittadini. Già lui ha da pensare alla 40 amanti ,povere donne che soltanto per  vil denaro (altro non c'è di certo)debbono pure sopportare la sua greve ,inossidabile ironia da pianobar.

Se lo guadagnano.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ri

Post n°1038 pubblicato il 11 Novembre 2007 da ossimora
 

Fauves d’autunno

accendono fatue  emozioni

allontanando

senso d’estraneamento.

Il sentiero

 fra le querce

tende tralci protettivi.

Calpesto stagioni afone.

A.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Educational

Post n°1037 pubblicato il 10 Novembre 2007 da ossimora
 
Tag: Lunario

Ho sempre pensato sia necessario avere un ‘attenzione accorta nei confronti dei gruppi dell’estrema destra e me ne sono convinta di più quest ‘estate quando le squadracce che a Roma e dintorni  proliferano indisturbate, hanno aggredito e picchiato i ragazzi che uscivano da un concerto reggae a villa Ada.

Ieri sera,ho  visto alle “Invasioni barbariche”,un servizio su questi signori.

 In studio c’era Fiore ,leader per nulla carismatico di Forza Nuova,da prendere con le molle per il suo passato e verosimilmente il suo presente ,faccendiere e loschissimo figuro il quale assieme a tutto il pacchetto classico di retorica fatto di “valori,famiglia,patria “,ha offerto una lettura semplice e banale dell’utilità del ritorno al passato ,dell’aspetto culturale degli atteggiamenti nostalgici e dell’intenzione di diventare la vera ed unica grande forza dell’estrema destra,in nome di un accorato “no al capitalismo ,no al liberismo ,no al meticciato .(...e se proprio devono essere migranti ,che almeno siano abissini ,ha affermato poi un ragazzetto !).

 Poi un giro in una sezione di “teste rasate”;zoom veloce sul ciarpame fatto di bandiere col fascio littorio,la testona arcigna del duce .il calendario del duce,il calendario di Hitler ,i libri revisionisti di Irving ,le graziose magliette con” boia chi molla”,le mazze da baseball nere utili magari a dare la “caccia al nero”e tutti i gadget  orribilis.

Il tutto è sfumato sulle dichiarazioni di una gracile ragazzina che ha affermato di volere una famiglia ma proprio iglia iglia ...ha ribadito ,come c’era ai tempi del duce!(Sig)

Ha fatto molto bene la Bignardi a mandare in onda questo servizio ;non saranno certo molti quelli che lo hanno visto ma comunque è uscita così chiara ed inequivocabile la pochezza culturale e la nostalgica patetica ,ideologia, da farmi pensare  ce ne vorrebbero molti altri ,non sarebbe male davvero portarli maggiormente alla ribalta, in modo che tutto l’anacronismo e la muffa stantia di questi revisionisti della mutua si acclarasse  apertamente nella nuda realtà ;poche idee,confuse e inutili;credo che molti ragazzi capirebbero.

Se li conosci li eviti.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Daffe/doli

Post n°1036 pubblicato il 09 Novembre 2007 da ossimora
 

Una nottata ai confini della realtà,ci siamo ;la mia sinusite mascellare cronica imbizzarrita, ha prodotto un raffreddore,anzi di più uno scolacchiamento totale ed assoluto,.montagnola di fazzolettini esausti,sonno zero.

Improperi e sprazzi di incubi alla Fussli mescolati a qualche incursione nel sogno acquatico.

Mi sono già stufata però del letto e nonostante un ovvio mal di testa (sopra di me un bambino gioca a far rimbalzare una pallina ,potrei ciancicarlo)eccomi qui ,acciaccata ,con qualche linea di febbre ,la goletta in fiamme a leggere un pò in giro.

Ma non va bene ,mi agito troppo  per esempio  con questo atto liberal o con  questo .

Mi fanno  imbufalire e peggiora  notevolmente il mio bisogno di aerosol cortisonico. Lobby laide ,liberali (per loro)dei miei zebedei

 Per rigenerami,o provare a farlo  in questo pomeriggo incipiente mi ci vorrebbe un massaggio prolungato con qualche balsamo d’oriente ,una doccia calda calda con sapone d’Aleppo,musiche rilassanti ,qualche voce pastosa e profonda che legge per me immersa in una penombra rigenerante.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Aldo Bianzino 2

Post n°1035 pubblicato il 08 Novembre 2007 da ossimora
 

Morire massacrato di botte per qualche pianta di canapa.Barbarie .
Conferenza stampa di presentazione della manifestazione
A quasi un mese dalla morte di Aldo Bianzino, avvenuta il 14 ottobre scorso nel carcere “Capanne” di Perugia, non ci sono certezze sulle cause di una morte inspiegabile, e si attende ancora l'esito definitivo delle perizie medico-legali.
Il comitato “Verità per Aldo” indice una manifestazione nazionale a Perugia per il prossimo 10 novembre 2007 ( alle ore 15 da Piazzale Bove) per sollecitare una risposta chiara e pronta da parte delle istituzioni, affinché sia fatta luce su questa vicenda.
Ma occorre anche unire, alla ricerca di questa verità, la denuncia di tutte quelle leggi e quelle istanze politiche volte solo a creare un facile consenso (il recente pacchetto sicurezza, la mai abrogata legge Fini Giovanardi) , dimenticando che la repressione difficilmente si concilia con i diritti umani. E non a caso è proprio la legge sulla tortura, che li dovrebbe salvaguardare, che il Parlamento italiano non riesce ancora ad approvare dopo anni di dibattiti e modifiche.
Il Comitato Verità per Aldo invita tutte le realtà sociali e politiche umbre e i cittadini/e a partecipare alla manifestazione e a sottoscrivere l'appello affinché non cali il silenzio sulla morte di Aldo.
Conferenza stampa di presentazione della manifestazione
Venerdì 9 novembre ore 11.30
Sala Consiliare della Provincia
Piazza Italia - Perugia
http://veritaperaldo.noblogs.org

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Sal/8  filosofico

Post n°1034 pubblicato il 07 Novembre 2007 da ossimora
 
Tag: ecole

 Scrivo la frase di Goya in un cartello che apre la discussione.

 Si tratta del  celeberrimo aforisma- didascalia  “Il sonno della ragione genera mostri”.(La frase in questione a dire il vero l’avevo lasciata in giro da un po’ di giorni ,qualcuno mi aveva chiesto perché e che cosa era ma io facevo finta di niente.)

Oggi si è scatenata la bagarre…

“Quando si sogna tanto capita che si sognino i mostri” O.

“Quando uno disegna o fa qualcosa ma ha sonno fa soltanto dei mostri” J.

“Quando uno fa il sonnambulo va in giro che sembra una mummia  N.”

“Quando fai un brutto sogno e cadi dal letto e la mattina sembri un mostro”M.

“Quando fai un incubo brutto e sogni dei mostri bruttissimi “F.

“Uno vorrebbe finire di studiare ma ha sonno e non capisce niente” T

Poi N. si agita e dice …”ma no ,leggete bene …non siamo noi che dormiamo ma la nostra ragione…allora è quando diciamo le stupidaggini No?

P.S:LA FOTO é di S. dedicata a S.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso