Viaggiare e poi viaggiare ancora…

 

Bisogna ricominciare il viaggio. Sempre.
Il viaggio non finisce mai. Solo i viaggiatori finiscono. E anche loro possono prolungarsi in memoria, in ricordo, in narrazione. Quando il viaggiatore si è seduto sulla sabbia della spiaggia e ha detto: “Non c’è altro da vedere”, sapeva che non era vero. Bisogna vedere quel che non si è visto, vedere di nuovo quel che si è già visto, vedere in primavera quel che si è visto in estate, vedere di giorno quel che si è visto di notte, con il sole dove la prima volta pioveva, vedere le messi verdi, il frutto maturo, la pietra che ha cambiato posto, l’ombra che non c’era. Bisogna ritornare sui passi già dati, per ripeterli, e per tracciarvi a fianco nuovi cammini. Bisogna ricominciare il viaggio. Sempre.

Josè Saramago – Viaggio in Portogallo

viaggio

 

Viaggiare e poi viaggiare ancora…ultima modifica: 2022-09-26T15:44:27+02:00da g1b9

2 pensieri riguardo “Viaggiare e poi viaggiare ancora…”

  1. Ma dove trovare, la tranquillità e la serenità per sedersi sulla spiaggia ( o altrove) per “vedere” e scoprire “altro da vedere”? Purtroppo comincia a mancare la voglia, stress e problemi ci soverchiano azzerando le nostre voglie, spegnendo i desideri. Quasi avessimo paura di allargare gli orizzonti, le incertezze nello scoprire, sono deterrenti che agiscono negativamente sui pensieri e sull’anima. Evitiamo apposta questi viaggi fantastici e immaginari, non siamo nella condizione ideale per farli.
    Aspettiamo tempi migliori, oppure per come vanno le cose…la morte!!!!
    Buona sera Giovanna.

I commenti sono chiusi