..Uomini...

visti da una donna

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

cassetta2lightdewLauretta_NetMARIONeDAMIELvirgola_dfkitteshowshalubopomassimo.sbandernogipsy.mmamabed_2016FLORESDEUSTADLady_SeleKtaodio_via_col_ventolilith_0404
 

ULTIMI COMMENTI

I BLOGGERS E I BANNER DI LIBERO

TAGLIASPRECHI

UN NUOVO BLOG TAGLIA SPRECHI  

LUGLIO, 2013

 

IO AIUTO CHIARA

 


Il cielo stellato sopra di me,
e la legge morale in me (Kant)

 

Verba volant, scripta manent

 

 

Gli uomini  ti cambiano, di solito in peggio

           A Mia e a me.

 

 

Se tanto mi da tanto...

Post n°1800 pubblicato il 15 Settembre 2020 da MARIONeDAMIEL


Il NO dovrebbe vincere col 60%... 

 
 
 

Una bella disavventura

Post n°1799 pubblicato il 22 Agosto 2020 da MARIONeDAMIEL
 



post lunghetto

E così nel we più caldo di tutta l'estate con punte di 41 gradi da noi, ci siamo trovati a dover fare la mini vacanza che avevamo prenotato tempo prima. 

Il posto era trovato un po' a caso , uno di quei viaggi regalati a cui abbiamo aggiunto qualche giorno, ci era piaciuto l'albergo e la zona, altipiano di Asiago abbastanza vicino e quindi via, senza verificare che l'albergo era a mille metri....ma su questo ci torniamo dopo. 

Quindi ci troviamo a 41 gradi sull'autostrada in un sabato di agosto. Molto easy dopo un caffè stavamo già canticchiando quando i segnali dell'autostrada segnalano una coda. Evvabbè. 
Abbiamo l'aria condizionata a palla, che ci frega a noi. 

Peccato che dopo cinque minuti si accende una luce sul cruscotto che segnala supero temperatura dell'acqua.... prontamente dico a mio marito "fermati li", perché c era per fortuna una piazzola di sosta. Apriamo il cofano e cerchiamo questa cosa che contiene l'acqua che raffredda il motore, quale sarà? 

Alla fine propendiamo per una vaschetta sulla sx, e per fortuna mio marito porta sempre bottigliette d'acqua in macchina, ne avevamo 6, quindi apre piano piano con uno straccio che sempre per fortuna lui ha in macchina, facciamo raffreddare e rabbocchiamo l'acqua. Dopo 30 minuti col coso dell'acqua pieno ripartiamo, perché nel frattempo la coda si è dissolta. 

Il segnale è sparito perciò siamo tranquilli, troppo caldo, pensiamo, l'acqua sarà "evaporata".... innocenti creature... cmq riusciamo ad arrivare a Marostica dove facciamo scalo per il pranzo. Verso le due si riparte, il posto non è lontano, ma appena cominciamo a vedere i tornanti capiamo subito che dovremo salire... e non sapevamo quanto... 

dopo tre o quattro tornanti (erano pure numerati) la spia naturalmente si riaccende, io dico fermati in quel pianoro, mio marito no, dobbiamo arrivare su, e va avanti, ma il fumo che esce dal radiatore lo fa desistere immediatamente e quindi ci dobbiamo fermare 1) in forte salita, 2) prima di una curva cieca.... 

stavolta il coso dell'acqua scotta e fuma, non è  facile aprirlo e poi abbiamo poca acqua... che si fa? naturalmente io, che quando non so qualcosa penso subito a chiamare chi la sa, dico "chiamiamo il ns meccanico!", ma è sabato.... evvabbè ... mio marito si convince e lo chiama; il problema non è tanto riempire di nuovo il coso dell'acqua (ce l'avrà un nome...) ma far arrivare l'acqua a tutto il circuito, dice il meccanico. 

E come si fa? a furia di foto e mezze indicazioni, il meccanico stava in mezzo al mare, la linea andava e veniva, mio marito toglie letteralmente un altro coso (un tubo) proprio in mezzo al cofano, che "non serve a niente", dice il meccanico, così da raggiungere la fine del circuito che deve fare l'acqua, il quale circuito alla fine ha un piccolo tappo, lo togli, e poi versi l'acqua nel coso dell'acqua finché non esce da li.... allora puoi ripartire. Sempre che non sia rotto il radiatore e la macchina perda, dice il meccanico.. 

Proviamo che dobbiamo fare, di acqua sotto non ce n'è; peccato che avevamo finito l'acqua..... due caritatevoli signore passate con la macchina per fortuna si fermano, e una dice "ve la porto io l'acqua che abito più avanti".... va, e torna con un innaffiatoio pieno d'acqua... dopo aver dato loro abbondanti benedizioni, fatto, siamo a posto, mettiamo il tappetto al circuito e ripartiamo..... 

peccato che mio marito, nel fare questo, si è scottato il braccio per i pezzi ancora incandescenti e il tappetto se n'è andato nei meandri del sottostante motore.... 

quindi ricapitolando siamo a mezza montagna, con 35 gradi , posto isolato, in salita, di sabato pomeriggio, lontani da casa e per un tappetto non possiamo ripartire.... solo a questo punto è scattata la disperazione.... 

io pratica, chiama l'albergo che ci mandino qualcuno, loro sapranno.... mio marito non si voleva arrendere e cercava di vedere dov era il cazzo di tappo, segue altra mezz'ora di disperazione; un altro signore che transitava da li si è fermato e si è messo a cercare il tappo con noi,  forse sarà sotto la macchina...ma come la spostiamo la macchina che è in salita e col burrone a fianco? mio marito va sotto la macchina.. il maledetto tappo non si trova. 

alla fine mio marito chiama l'albergo, quello ci richiama dopo cinque minuti e dice che naturalmente non trova nessun meccanico... vogliamo il carro attrezzi? 

già con l'incubo del traino che ci avrebbe di fatto azzerato la vacanza e costato un capitale, mio marito, che raramente si arrende al fato, ha un'illuminazione e dice: no, non serve. 

va a una ruota, svita il tappetto che tiene il cappelletto della ruota, lo prova sul cavolo di circuito e quello va perfettamente! 

a questo punto siamo euforici e sappiamo che andrà tutto bene, per forza!

quindi ripartiamo e facciamo altri tre o quattro tornanti ma siamo arrivati al paesello soprastante, con fontane, acqua, gente! andiamo avanti indefessi con l'occhio sulla spia che però non si accende! poco prima di arrivare all'albergo mio marito pensa bene di fermarsi in una piazzola per cambiarsi la camicia, mica devono capire che eravamo disperati....

Nella hall "oh buongiorno signori, ma dunque tutto bene???", e noi "ma certo, non era nulla....." , nascondendo le mani tutte nere .. 

Quindi il soggiorno a mille metri è andato benissimo (poi c'erano 18 gradi), la macchina ha tenuto al ritorno (abbiamo comprato una cassa d'acqua di riserva) fino a Bassano e poi fino a casa, come avevamo previsto. 

Un grazie particolare al ns. meraviglioso meccanico e ai molti che, passando, si sono fermati a chiedere "signori avete bisogno?", anche ragazzi, che, ad onta degli altrettanti molti che sono passati senza fermarsi, ti riconciliano col genere umano. 



 
 
 

Verso un NO grande come una casa

Post n°1798 pubblicato il 11 Agosto 2020 da MARIONeDAMIEL


Dubbio-600-euro:

ma se tagliamo i parlamentari, siamo sicuri che restino i migliori??

 

 
 
 

Voci

Post n°1797 pubblicato il 08 Agosto 2020 da MARIONeDAMIEL
 


"ciao sono F."
" F......?" 
"si, ti chiamo per...."
"ah si! Scusa, non avevo riconosciuto la tua voce..come stai?" 
"ah bè, è un po' che non ci sentiamo, ho sessanta anni ormai"
"be' ma che c entra, se è per quello pure io.."
"io invece ho riconosciuto la tua voce.. Si sente che sei giovane sempre.." 
"ohh... Magari! E vabbè, che posso fare per te?" 

P. S. 
Naturalmente ho 56 anni, meglio specificare.. 


 
 
 

Sospiro di sollievo

Post n°1796 pubblicato il 16 Luglio 2020 da MARIONeDAMIEL
 


Ora che i Benetton non avranno più il controllo di Atlantia sto più tranquilla, di ponti non ne crolleranno più. 

Un po' di pensiero invece ce l ho per eventuali imprenditori esteri (di cui abbiamo disperatamente bisogno) che volessero investire in Italia; che possono pensare di uno Stato che fa vendette personali con l'imprenditore di turno, senza tra l'altro aspettare l'accertamento della verità? 



 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: MARIONeDAMIEL
Data di creazione: 09/08/2005
 

AREA PERSONALE

 
 

TAG

 

SIBILLA ALERAMO

"Mi pareva strano, inconcepibile, che le persone colte dessero così poca importanza al problema sociale dell'amore. Non già che gli uomini non fossero preoccupati della donna; al contrario, questa pareva la preoccupazione principale o quasi. Poeti e romanzieri continuavano a rifare il duetto e il terzetto eterni, con complicazioni sentimentali e pervensioni sensuali. Nessuno però aveva saputo creare una grande figura di donna."

 

ARCHIVIO POST

  '05 '06 '07 '08 '09 '10
gen/feb - x x x x x
mar/apr - x x x x x
mag/giu - x x x x x
lug/ago x x x x x x
set/ott x x x x x x
nov/dic x x x x x x
 

ARCHIVIO POST 2

  '11 '12 '13 '14 '15
gen/feb x x x x x
mar/apr x x x x x
mag/giu x x x x x
lug/ago x x x x x
set/ott x x x x x
nov/dic x x x x x
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31