..Uomini...

visti da una donna

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

MARIONeDAMIELliberantePepper71Web_Londonsurfinia60falsapiriteolgy120mpt2003mlr777pepedgl16lettorecautopoeta.sorrentinocassetta2ansa007
 

I BLOGGERS E I BANNER DI LIBERO

TAGLIASPRECHI

UN NUOVO BLOG TAGLIA SPRECHI  

LUGLIO, 2013

 

IO AIUTO CHIARA

 


Il cielo stellato sopra di me,
e la legge morale in me (Kant)

 

Verba volant, scripta manent

 

 

Gli uomini  ti cambiano, di solito in peggio

           A Mia e a me.

 

Messaggi di Marzo 2008

Post N° 573

Post n°573 pubblicato il 30 Marzo 2008 da MARIONeDAMIEL
 

Potrei scordarmi per un attimo chi era mio padre e mio nonno.

Ho visto il test da leik. L'ho fatto. Chiaro che la collocazione risultante dipende dal "tono" delle risposte, c'è una bella differenza infatti tra "tendenzialmente contrario" e "contrario", ai fini del test; ai fini pratici non ci vedo nessuna differenza, perchè il voto "tendenzialmente contrario" o il "contrario" in parlamento si risolvono alla fine in un voto, appunto, contrario.

Però le domande.

Sorvolando sui temi etici che attengono alla coscienza e talvolta alla religione personale, per i quali credo fermamente sia ingiusto che alcuna religione mi imponga i suoi dogmi, così come la mia laicità non obbliga un credente a disobbedire alla propria confessione, la domanda sulla scuola.

Che credo sia quella che mi ha portato più a sinistra del PD, partito per il quale io convintamente voterò sia al senato sia alla camera.

"Siete favorevoli a sostenere con denaro pubblico le famiglie che scelgono la scuola privata?"

Ora provo a scordarmi un attimo chi era mio padre e mio nonno, da dove vengo, cos'ho visto e dove sono cresciuta.

Diciamo che ora sono un avvocato. O un dentista.

Quando faccio la dichiarazione dei redditi mi incazzo da morire per tutte le tasse che "lo stato" si trattiene dal mio lavoro, troppe tasse, il cinquanta per cento di quello che guadagno. Che poi le tasse dove vanno?

A finanziare strutture che non funzionano,burocrazia, sprechi. Io lavoro dalla mattina alla sera, il mio guadagno è sacrosanto. Non mi sfiora il cruccio che mio figlio possa fare l'operaio da grande, non vedo particolarmente nero il suo futuro, io ho possibilità, mi basto da sola e quindi per mio figlio solo il meglio.

Fin qui, tutto giusto.

Allora perchè io devo chiedere un contributo "allo stato" per far frequentare a mio figlio una scuola esclusiva sottraendo risorse destinate alla scuola pubblica? C'è qualcosa che non quadra....

Qui chiaramente Marion ti sei di nuovo ricordata chi sei e da dove vieni, chi era tuo padre e tuo nonno, cos'hai visto e dove sei cresciuta.

E vorresti semplicemente che lo Stato nel quale vivi fosse in grado di dare le stesse opportunità, a tutti.

Notte Marion.

p.s. Ma chi cavolo saranno quelli del "PER IL BENE COMUNE"????? 

 
 
 

Post N° 572

Post n°572 pubblicato il 29 Marzo 2008 da MARIONeDAMIEL
 
Foto di MARIONeDAMIEL

Però è bello non lavorare di sabato.

I mostri a scuola e io finalmente libera di appagare il mio lato casalingo. Un'ora quasi ininterrotta di aspirapolvere, dal terzo piano giù al piano terra, la soffitta, domani.

Nessun uomo saprebbe tratte così beneficio dal passare l'aspirapolvere. Che posso finalmente pensare. Le donne normalmente pensano mentre fanno un sacco di altre cose.. a volte pensano anche mentre fanno l'amore, questa è una grossa fregatura.. si ma che c'entra Marion...

Il pensiero sviluppato è, come sempre, contorto.

Si va dal : Marion, ora che sei nel periodo di completa maturità e hai raggiunto la tua piena consapevolezza di donna, ora sai quello che ci voleva per te: o un marito ricco, o un marito bravo con i lavori di casa e affini, che con tutta la tua attuale consapevolezza saresti stata anche in grado di chiedere "Per favore, vai tu oggi a fare la spesa?"

Passando dal : "Ma se per Berlusca le donne sono più brave in tutto, perchè non si leva dai cog... e ci lascia il potere? .. cioè volevo dire, perchè non nomina almeno metà di ministri, donne?

E si conclude inevitabilmente con : Per sviluppare un pensiero decente bisogna non avere nulla da fare. Ecco perchè tutti i grandi filosofi antichi e moderni, tutti i più grandi pensatori e facenti opinione pubblica, voglia o no, sono uomini.

Peraltro, nessun uomo saprebbe passare l'aspirapolvere come fai tu  Marion, scovando una patatina infilata sotto la porta finestra.

Ma ti rendi conto che ti stai vantando di saper passare l'aspirapolvere? Spero almeno non sia la cosa migliore che tu sappia fare.

Notte.  

 
 
 

Post N° 571

Post n°571 pubblicato il 27 Marzo 2008 da MARIONeDAMIEL
 
Foto di MARIONeDAMIEL



Ripassato la repubblica di Weimar. Lo sguardo cade sotto il letto del piccolo: due spade, a occhio una di orco e una di moschettiere, un paio di calzini sporchi, un bloc notes, due fogli, un goniometro. Niente di che.

Telefonato la signora dell'olio. Hai risposto gentilmente che non compri l'olio per telefono.

Il catering era terribile. Hanno portato prima le tartine e i tramezzini, poi i dolcetti, poi le olive ascolane e le verdure in pastella, e alla fine il risotto.

Meglio così, dopo i dolcetti non hai mangiato niente. Come han fatto tutti a mangiarsi il risotto dopo i dolcetti... dopo i dolcetti ci vuole solo il caffè. Eppoi ne hai mangiato solo uno, di dolcetto. Il dolcetto al cioccolato.

Figura di foca dell'ottima relatrice; il pc portatile: "Qualcuno sa perchè lampeggia qui sotto questo coso???"
Arriva il classico maschio so-tutto-io , "Basta mettere il cavo, sta finendo la batteria...."

Dove andiamo così.

Arrivata tardi la mattina all'appuntamento col collega. "Marion, pensavo fossi rimasta senza benzina...."

.. ormai la tua fama ti precede Marion. 

Al ritorno, lo stesso collega, guida piano. Piove. E lui guida piano. Pianissimo. Vorresti spingere il piede sull'acceleratore.. perchè non siamo andati con la mia macchina? 

Troppo piano, non si arriva mai.

E sei a pezzi Marion. Ammettilo.

                                                          Amici Mai



 

 
 
 

Post N° 570

Post n°570 pubblicato il 25 Marzo 2008 da MARIONeDAMIEL
 
Foto di MARIONeDAMIEL

Ua-ua-ua-uau. Colaninno - Brambilla. Scontro inedito e primordiale.

"Voi che farete alla prima riunione della coalizione?" Fa lui a lei.

"Quello che farete voi", fa lei a lui, accusando però in tal modo un pochino il colpo...

Eppoi lei l'ho vista giù di forma; un pò troppo slavata, il capello troppo ovvio, la riga sfasata ormai vista e rivista, un bel top sotto la giacca però. Ma il tono dell'arpia milanese così antipatico....

Per non parlare dei "Ma dai, dai.....", che fa lei a lui, tipico delle discussioni da bar sul calcio...

Boselli avvelenato, Casini scontatissimo che ormai ha saturato tutto il saturabile del sopportabile, almeno si tingesse i capelli... forse il brizzolato starebbe meglio a Colaninno, ma non con quel taglio improvvido....

E Dini? La vecchia mummia dice niente-di-meno-che "il centro destra è sempre stato più portato alle liberalizzazioni..."

Cazzo! Se si è dovuto fare un casino bestiale solo per liberalizzare le parafarmacie e i taxi, li voglio proprio vedere a liberalizzare le caste dei notai e degli avvocati....

Poi faccio umilmente notare che stasera il grande TG5 ha mandato una piccola intervista al Tremonti; peccato che dietro di lui, bene in vista, stesse uno di quei cartelloni pubblicitari fissati su camion, con la pubblicità del PDL, appunto...

.... peccato che questo non si possa fare, è tantino illegale, in questo periodo la pubblicità ammessa è solo quella assegnata dal comune... ma certo, queste sono le libertà che piacciono a loro...

Notte Marion.

 
 
 

Post N° 569

Post n°569 pubblicato il 24 Marzo 2008 da MARIONeDAMIEL
 
Foto di MARIONeDAMIEL

No, bisogna dirlo. Basta.

Qui i nipoti prevalgono su TUTTO e TUTTI. E io chi sono????

"Allora, i ragazzi vogliono gli gnocchi al ragù quindi faccio gli gnocchi, poi gli farei le fettine panate che gli piacciono tanto, patate al forno e per dolce, che gli piace?"

"Scusa mamma, ma e IO? Facciamo qualcosa che piace pure a noi, che cavoli....."

Niente. Allora, oltre lo stampo d'emergenza di tirami-sù finito stasera dopo il cinema,ho preparato IO qualcosa per ADULTI, cioè roba con del verde dentro, che alle rane il verde non gli piace nemmeno dipinto....

Torta pasqualina (secondo loro è un antipasto ligure, secondo me è una bomba che può fare egregiamente da primo, secondo e contorno), comunque questa è la versione light, cioè con la pasta sfoglia senza uova,poi cercate di farvi regalare una borsa piena di spinaci di campo e delle uova fresche, come ho fatto io, e il gioco è fatto.

Frullare nel mixer 300 gr di farina , una presa di sale, 2 cucchiai di olio e 1,5 dl di acqua (secondo me ce ne andava di più, infatti ho aggiunto), otterrete una palla liscia e omogenea che metterete in frigo per mezz'ora (io ce l'ho lasciata un 'ora perchè nel frattempo mi ero scordata la ricotta e via a comprarla);

Fateappassire le erbette (consiglio gli spinaci, comunque i gusti son gusti) , 500 gr (puliti eh, sennò troppo facile....) con la loro acqua di cottura e la classica presa di sale. Tritare mezza cipolla (Eric, puoi metterne pure una intera secondo me), e stufarla per cinque minuti con un cucchiaio di olio e 3 di acqua, unite le erbette strizzate e tritate e cuocete cinque minuti.

Mescolate poi alle erbette così cotte, 250 di ricotta, 40 gr. di grana/parmigiano, maggiorana e noce moscata. Oddio, ci sarebbe pure un albume, ma io ho scordato di metterlo ed è venuta bene lo stesso. Quindi, soprassedete senz'altro.

Dividete la pasta in quattro parti, tirate quattro fogli (è facilissimo!), metterne due sul fondo, poi l'impasto, poi altri due fogli di pasta a coprire il tutto; ah no, prima di questo si lessano due uova (ecco a che servono le uova) poi le si taglia a spicchi e si infilano qua e la nel composto di erbette; cercate di ritagliare bene la pasta eccedente che tanto quella viene troppo dura e immangiabile, mi raccomando.

Infornare a 180° per 45 minuti. Fredda è buonissima.

No, dico, per il prossimo anno.

Notte Marion.

 

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: MARIONeDAMIEL
Data di creazione: 09/08/2005
 

AREA PERSONALE

 
 

TAG

 

SIBILLA ALERAMO

"Mi pareva strano, inconcepibile, che le persone colte dessero così poca importanza al problema sociale dell'amore. Non già che gli uomini non fossero preoccupati della donna; al contrario, questa pareva la preoccupazione principale o quasi. Poeti e romanzieri continuavano a rifare il duetto e il terzetto eterni, con complicazioni sentimentali e pervensioni sensuali. Nessuno però aveva saputo creare una grande figura di donna."

 

ARCHIVIO POST

  '05 '06 '07 '08 '09 '10
gen/feb - x x x x x
mar/apr - x x x x x
mag/giu - x x x x x
lug/ago x x x x x x
set/ott x x x x x x
nov/dic x x x x x x
 

ARCHIVIO POST 2

  '11 '12 '13 '14 '15
gen/feb x x x x x
mar/apr x x x x x
mag/giu x x x x x
lug/ago x x x x x
set/ott x x x x x
nov/dic x x x x x
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2008 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31