..Uomini...

visti da una donna

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

MARIONeDAMIELsurfinia60Web_Londonfalsapiriteolgy120mpt2003mlr777pepedgl16lettorecautopoeta.sorrentinocassetta2ansa007bartriev1yaros.rosa
 

I BLOGGERS E I BANNER DI LIBERO

TAGLIASPRECHI

UN NUOVO BLOG TAGLIA SPRECHI  

LUGLIO, 2013

 

IO AIUTO CHIARA

 


Il cielo stellato sopra di me,
e la legge morale in me (Kant)

 

Verba volant, scripta manent

 

 

Gli uomini  ti cambiano, di solito in peggio

           A Mia e a me.

 

Messaggi di Gennaio 2014

Giù le mani dalle nostre istituzioni repubblicane

Post n°1255 pubblicato il 30 Gennaio 2014 da MARIONeDAMIEL
 



Ignoranti
trogloditi
frustrati
incapaci
incivili
maschilisti
sessisti
fascisti 
plebaglia
antidemocratici
fessi
populisti
incapaci
frustrati
gente comune
gente da bar
golpisti
fascisti
non rappresentate TUTTI noi..... 
fatevene una ragione.
frustrati 
(già detto Marion) 
pericolosi.

                                     

 
 
 

Chiamatelo Italicum

Post n°1254 pubblicato il 27 Gennaio 2014 da MARIONeDAMIEL
 


Post sintetico. 


Ormai la discussione sulle preferenze secondo me è incartata. 

Primo perchè si guarda solo a quello come "difetto" della proposta di legge  , mentre secondo me un altro difettuccio sarebbe quello della soglia per prendere il premio di maggioranza. 

Nel sistema tripolare attuale io alzerei la soglia di sbarramento al 40 per cento, così nessuna coalizione certamente ce la farebbe al primo turno e anche Grillo se la giocherebbe , come è giusto che sia visti i voti che ha preso, e al ballottaggio arriverebbe il Pd con Grillo o il Pd con Forza Italia. 

Tra l'altro sarebbero scoraggiate le alleanze tra partiti che spesso e volentieri sono forzate... i partiti maggiori potrebbero ben presentarsi da soli. 

Non immagino un ballottaggio tra Forza Italia e Grillo....... Così i grilli la smetterebbero di sbraitare ... a proposito, ma che fanno a fare i sondaggi sul blog se poi COMUNQUE non si alleano con nessuno? ci pensano quei beoti che rispondono al sondaggio gril-casaleggesco? 

Secondo perchè il tema preferenze non è fondamentale. Non sono contro intendiamoci. Ma siamo arrivati ad odiare le parole "liste bloccate" perchè sappiamo chi ci hanno infilato in parlamento ... ma se andiamo a vedere bene sappiamo a chi servono le liste bloccate... a colui che ha paura delle primarie, a colui che ha bisogno di avere il potere di nomina per tenere in piedi, o meglio, ai suoi piedi, il partito , a colui che con le preferenze vedrebbe forse disfarsi come neve al sole la compattezza di comando, il giaguaro in pratica.... 

Quindi distinguiamo. Perchè scordare il principio che è ai partiti che spetta l'onere di scegliere candidati degni e se non son degni NON si vota per quel partito? Perchè non considerare che una lista corta di quattro nomi non equivale alle liste plurime di prima e inoltre che ora non ci sarebbe la possibilità di candidarsi in più collegi ma in uno solo? 

Perchè piegare i giusti principi alle cattive condotte?

Considero inoltre che io le preferenze non le ho mai date , nemmeno alle primarie Pd per i parlamentari;  raramente nelle elezioni comunali diciamo, dove conoscevo personalmente i candidati. Ma quanti elettori che non praticano la politica attiva nelle sezioni, conoscono personalmente questo o quel candidato in modo tale da poter dire "ho scelto con cognizione di causa"? Quanti? 

E' meglio quindi uno pseudo potere di democrazia o una vera prova di responsabilità verso il partito scelto? 

Ultima domanda: non doveva essere un post sintetico Marion???

 
 
 

Del soffrire per amore

Post n°1253 pubblicato il 25 Gennaio 2014 da MARIONeDAMIEL
 


Un'amica mi chiedeva come si fa a non soffrire per amore.

Che poi non so perché proprio io dovrei saperlo... Che? l'esperienza del soffrire abilita forse a non ricaderci? Non è dimostrato.
 

Che poi se si soffre è sempre perchè si è sproporzionati, c'è una sproporzione insomma, un po' come la soglia di sbarramento della legge elettorale ma non quella del 35 ma quella del 5 per i partiti in coalizione, solo superando la quale i candidati di quella lista passano. Ma se non si supera, i voti di quella lista che poniamo prende il 4 per cento, comunque vanno alla lista madre.... 

Quindi uno dà, ma non riceve. 

Che poi di solito è sempre così... ma forse il problema è che ciascuno è convinto di dare , di dare il massimo , di dare tutto quello che può , e quindi l'altro che pretende mai? Porsi in posizione di ascolto è la cosa più difficile , rinunciare a qualcosa più difficile ancora. 

Che poi quando sento dire che l'uomo è un animale che sta bene accoppiato mi vien da ridere... ma se siamo tutti dei terribili egoisti... 

L'unica soluzione sarebbe matematica: non amare, è così semplice....

Post un po' così, e poi troppi "che poi" Marion... 
Notte Marion....

 
 
 

La resa dei conti?

Post n°1252 pubblicato il 21 Gennaio 2014 da MARIONeDAMIEL
 

 

"Tu (Renzi) sei una minaccia per il mio futuro e per quello della mia famiglia" , cioè perdo il posto.... 

Ora, sentire questa frase presa di nascosto da un giornalista di Formigli ad un deputato/senatore del Pd , questo , mi indigna fortemente. Queste sono cose che si possono sentire da Razzi e compagnia, non da un eletto da me.

Sentire D'Attore (ma chi è 'sto D'Attore?) che al bar, davanti a un altro giornalista, dice tranquillamente "noi in parlamento non potremo votare questa proposta di legge elettorale" e poi NESSUNO in Direzione vota CONTRARIO, mi indigna fortemente. 

Non approvo (e non saranno approvati da nessuno) i tradimenti , sia verso Bersani sia verso Renzi. I dissensi si, esprimili, argomentali , vota contro cazzo, ma non giocare sporco... NOI non vogliamo questo. 

Pertanto se ne andassero , se vogliono fare le vittime fino in fondo. Restassero , se hanno rispetto per noi e un po' di palle magari. 

Secondo me chi se ne va perde sempre. Specialmente in politica (ma non solo). Si regala a una inconsistenza perenne.  Magari a volte può essere una scelta onorevole, in questi ultimi casi (Fassina, Cuperlo) no, perchè dettata da motivi personali.... rispondesse, Cuperlo , del perchè lui è lì senza preferenze, visto che ci tiene tanto alle preferenze... 

Notte , Marion... 


p.s. Cuperlo sbaglia, la proposta di legge non è incostituzionale, almeno a leggere la sentenza della Corte così pare. Le liste corte ci stanno. Certo ci vorrebbero le preferenze , dice sempre la Corte, ma la perfezione non sta mai alla base di un accordo... 

Dalla mail di Renzi di oggi: 

Uno dei temi più contestati è la mancata espressione delle preferenze. Lo confesso: sono un sostenitore delle preferenze. Purtroppo sul punto si è registrata una netta ostilità di Forza Italia. Ottenuto il via libera alle riforme costituzionali, il superamento del Senato, la lotta ai consiglieri regionali che fanno i furbi, la semplificazione istituzionale Stato Regioni, il principio del premio di maggioranza, il ballottaggio, la lotta ai piccoli partiti non sono riuscito a ottenere le preferenze. Vero, non ce l'ho fatta. Su questo punto abbiamo ceduto. Altrimenti saltava tutto.

Apro una parentesi. Sul sì alle preferenze fino a un anno fa nel PD ero in netta minoranza. Tutti o quasi tutti quelli che oggi mi stanno attaccando sul punto erano contro le preferenze. Da D'Alema a Finocchiaro fino a Bersani o Violante, potete agevolmente recuperare l'elenco delle dichiarazioni contrarie al punto da far dire a qualcuno: "Siamo contro le preferenze per una questione morale!". Giudico dunque pretestuoso l'accanimento contro questo accordo se basato solo sulle preferenze. Anche perché il PD ha già assicurato che faremo le primarie per i parlamentari (come del resto ha fatto per primo Bersani, diamo a Cesare quel che è di Cesare) e che ci sarà alternanza uomo/donna anche se non prevista nella legge. Però rispetto la polemica interna. Non faccio paragoni con quello che hanno fatto gli altri: dico che io sono riuscito ad arrivare fino a qui.

 
 
 

Del come si cambia

Post n°1251 pubblicato il 19 Gennaio 2014 da MARIONeDAMIEL
 


E' notorio che io non capisco molte cose. 

Mi chiedo a volte se sono io che cambio o tutto il resto , se sia bene cambiare oppure no in relazione al restare fedeli a sè stessi o agli obbiettivi che si vuole raggiungere , se gli altri percepiscano i cambiamenti come li percepisco io e se sono io che sbaglio in questo... un po' contorto Marion.. 

Non c'è risposta ovviamente . 

Ma sentire Fassina pronunciare la frase "mi sono quasi vergognato" in riferimento all'entrata storica di Berl nella sede del Partito Democratico, mi ha dato fastidio. Frase detta da un uomo che io stimavo e stimo come preparazione , per inciso. 

Per me Renzi (che notoriamente non mi è simpatico) ha fatto tutto giusto. Ha scritto a tutti , e memore del fatto (me lo ricordo anch'io) che quando Berl fece quella schifezza di legge elettorale fu un colpo di mano fatto dalla sua maggioranza , ha chiesto l'accordo e il confronto con l'opposizione. 

Chi è l'opposizione? Non ci raccontiamo monate, l'opposizione è Berl, in parlamento o fuori dal parlamento, pregiudicato o non pregiudicato. E' inutile fare le verginelle e dire "mi vergogno da dirigente di questo partito"... ma scusa e ieri non ti vergognavi di accettare la carica di vice-ministro in un governo con il pluri-inquisito Berl (non decaduto)????? 

E ieri l'altro non ti vergognavi di stare a un governo con il Pdl a guida Monti? Cioè quando ci stiamo è per il bene nazionale e quando ci parla Renzi no???? Non è che sarete un tantino prevenuti e guardate più alle faide interne che A NOI??? 

Se si passava per la via parlamentare tra due anni tra commissioni e balle varie staremmo ancora qui a parlarne, se Renzi andava da Lui apriti cielo, lo fa venire Lui da noi sapendo che non può rifiutare e ne nasce una discussione se questo sia ancora o meno il Partito Democratico? 

Ma non sarebbe importante vedere com'è questa legge elettorale (domani lo sapremo) e decidere ed eventualmente criticare nel merito? Lui è il segretario, noi l'abbiamo eletto, questo è ora il Partito Democratico. 

E detto per inciso io non credo di essere cambiata. 

Notte, Marion 

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: MARIONeDAMIEL
Data di creazione: 09/08/2005
 

AREA PERSONALE

 
 

TAG

 

SIBILLA ALERAMO

"Mi pareva strano, inconcepibile, che le persone colte dessero così poca importanza al problema sociale dell'amore. Non già che gli uomini non fossero preoccupati della donna; al contrario, questa pareva la preoccupazione principale o quasi. Poeti e romanzieri continuavano a rifare il duetto e il terzetto eterni, con complicazioni sentimentali e pervensioni sensuali. Nessuno però aveva saputo creare una grande figura di donna."

 

ARCHIVIO POST

  '05 '06 '07 '08 '09 '10
gen/feb - x x x x x
mar/apr - x x x x x
mag/giu - x x x x x
lug/ago x x x x x x
set/ott x x x x x x
nov/dic x x x x x x
 

ARCHIVIO POST 2

  '11 '12 '13 '14 '15
gen/feb x x x x x
mar/apr x x x x x
mag/giu x x x x x
lug/ago x x x x x
set/ott x x x x x
nov/dic x x x x x
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31