Scienza e magia…a volte insieme.

 

Amo la scienza, ma altrettanto amo il concetto di magia, di magico e non penso che queste idee siano in conflitto. L’evidenza e la magia stanno insieme come la musica e la canzone, come l’inchiostro e la poesia, come la verità e la metafora.Una buona metafora non distrugge la verità, la riporta soltanto a un contesto più umano- Invece per me la magia è come ricercare il significato, un atto interpretativo ,un coltivare intenzionalmente lo stupore e la gratitudine- Comprendere la fisica che fa aprire le ali per uno stupendo volo di airone è una gioia ed arricchimento, come lo è contemplare le sottigliezze che trasformano il momento in cui l’airone scivola nell’aria in poesia.
Vi sono due percorsi per la magia:l’immaginazione e l’attenta osservazione. L’immaginazione è la finzione che noi amiamo, ossia la verità costruita sulla falsa riga- Osservazione attenta è la ricerca voluta di informazioni,la geometria di un alveare;la lentezza perfetta di un avvoltoio; sentire la vita in un albero-
La magia necessita della nostra intenzione, la nostra scelta di essere partecipi. E dobbiamo scegliere di incontrarla a metà strada. E quando lo facciamo, spesso scopriamo che la magia non è lasciare andare ciò che è reale. Essa è la sintesi di questo:il nettare del fatto diventa il miele del suo signicato.Un cenno di tutto ciò che che non si può quantificare-

airone

Scienza e magia…a volte insieme.ultima modifica: 2022-08-06T18:45:28+02:00da g1b9

2 pensieri riguardo “Scienza e magia…a volte insieme.”

  1. Una comunione in parallelo: “simul stabunt, simul cadent” come fede e ragione. Se cade una cade anche l’altra. Certo la magia con la scienza, non ha poi pertinenze dichiarate con la scienza. Eppure il nesso spesso è necessario. Con un colpo di magia, il mio nefrologo mi tirò fuori da una brutta situazione. Io ci credo, è lui che magari non ha voluto crederci. Insomma, lo scienziato a volte ha bisogno del colpo di magia , ovvero, non devo correre nel laboratorio per strane alchimie, ma deve saper cogliere il momento magico per le sue scoperte scientifiche.
    Serena giornata Giovanna.

I commenti sono chiusi