Community
 
ITALIANOinA...
   
Creato da ITALIANOinATTESA il 30/11/2008
Siamo anelli aperti o chiusi di catene mai costruite, IinA_M@.

OKNOtizie

RADIO DgVoice
I love my web radio !

Questo rifugio è aperto anche:
agli stranieri compresi arabi ed africani, 
ai meridionali compresi i napoletani, 
ai padani compresi i veneti,
agli zingari di ogni dove
ed ai
nani con o senza biancaneve. 

ISTAT GI la7

 

Area personale

 

Contatta l'autore

Nickname: ITALIANOinATTESA
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 5
Prov: EE
 

Ultime visite al Blog

ITALIANOinATTESAButturfly66Ladyeoneparidgl0lacky.procinoanna1564MerubesemplicelucreziaG.attonerobarbatomario7RavvedutiIn2xy21zjw69kDiaspro25antropoetico
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

RICERCA LAVORO

TMnews

RAInews24

"Ahi" disse il topo, "il mondo diventa ogni giorno più angusto. Prima era così ampio che avevo paura, continuavo a correre ed ero felice di vedere finalmente a sinistra e a destra in lontananza delle pareti, ma queste lunghe pareti si corrono incontro l'un l'altra così rapidamente che io sono già nell'ultima stanza, e lì, nell'angolo, c'è la trappola nella quale cadrò" - "Devi solo cambiare la direzione della corsa", disse il gatto e lo mangiò .....

Ristretti

Per rendere il tuo

profilo o BLOG stupendo

clikka sull'immagine di Angela

 

HOIMPARATOCHEBISOGNA

ed i suoi 3 amici MICI

SONO LA MASCOTTE DEL BLOG

Photo Sharing and Video Hosting at PhotobucketPhoto Sharing and Video Hosting at PhotobucketPhoto Sharing and Video Hosting at Photobucket

 CORSO HTML

UNICEF

me

MIAO

Guida

Radio Dgvoice

1° Pagina Guida Google

 

      Miaoooooo.......    

Stampa Giornali

Italiani  Riflessioni

Meteo DOP RALT

FB SC VAP

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 140
 

I miei Blog Amici

- mare
- voiomanoposo
- la giustizia
- gardiniablue
- il mare infinito
- Ostinatamente ZVen
- I like freee!!!
- ehi ce nessuno qui
- Gira si la vòi gira
- PENSIERI...LIBERI
- MILIONI DI EURO
- UNA DONNA PERDUTA
- OutOfTarget
- IGNORANTECONSAPEVOLE
- silenzio_urlato
- La vita e meraviglia
- PSICOALCHIMIE
- CREATIVE CHARME
- Frammenti di governi
- LAVOROeSALUTE news
- PAESAGGI DELLANIMA
- POLVERE DI STELLE
- ora di basta!!!!
- WtuttiiNemici
- osservatorio politic
- luce e ombra
- Galandriel_fairy
- RADIO DgVoice
- IL PACCO QUOTIDIANO
- per te mariu
- PoverA DemocraziA
- -Le Ali di Achille-
- di tutto , di più
- XXI secolo?
- twOneOnenoneOne
- ECCHIME
- Informarsi meglio...
- Cera una volta...
- NOTTE STELLATA
- Ultimi pensieri
- MADHOUSE GATES
- assenza di gravita
- Il raccoglitore
- PREPARIAMOCI
- buone notizie
- THE VOICE OF SOUL
- Servitori del Popolo
- BOLLE DI SAPONE
- trilogia mentale
- LEGA DEMOCRATICA
- Luomo dei difetti
- Fenice_ANGELA
- Donna, lavoro e casa
- basta chiacchiere
- TraccenellaRete
- A ruota libera
- la vita
- Mondo Community!
- Anarres
- Hengel Degli Angeli
- Il VENTO dellOVEST
- LUCIDA FOLLIA
- frammenti...
- Pensieri e Parole
- Bambola di stracci
- Ravvedimento morale
- Fatti e Misfatti
- EmoZIOnarMI
- Altromondo17
- Parole nel vento
- KRONOS
- OPINABILE...
- La befana
- Scusate il mio cane,
- semplici attenzioni
- Parliamone
- Lo Specchio
- Distanti Trasparenze
- musica
- MAIXIN-WEI
- Un popolo distrutto
- Oltre lorticello
- Krokorax Bay
- Ironia
- xavier1962
- IL MIO BLOG
- gocce di memoria
- progettosolskjeriano
- GRANELLO DI PEPE
- vagabondaggi
- Le Mie Emozioni...
- dino secondo barili
- Circo della Vita
- Le note dellamore !
- Perle damore
- Le note dellAnima !
- VOLANTINAGGIO
 

I miei link preferiti

- BERLUSCASTOP
- polisblog.it
- Guido Scorza
- Crisi Finanziaria
- napoli.blogolandia.it
- LIQUIDA.IT
- DIRITTI D'AUTORE
- scienzamarcia.blogspot.com
- www.italiopoli.it
- IT.REUTERS.COM
- WINEUROPA.IT
- www.giornalettismo.com
- www.europaquotidiano.it
- Viviana Vivarelli
- democrazialegalita
- noberlusconiday
- Articolo21.org
- Italialaica.it/
- Dimensionenotizia.com
- rivistaindipendenza.org
- AGORAVOX.IT
- SCUDO DELLA RETE
- LIBERISTA.SPLIDER
- RETI INVISIBILI
- Diversamente Occupati
- fortresseurope.blogspot.com
- IL TAFANO
- classaction.it
- italiapiugiusta.com
- www.dicearchia.it
- Storia del fascismo
- UNONOTIZIE
- termometropolitico.it
- GESTIONE BLOG
- Etnografia.it/
- I AM SORRY
- lavoce.info
- http://www.signoraggio.it
- LOCCIDENTALE
- SANTARUINA.SPLIDER.COM
- SPINOZA
- CANDIDAPROIETTI POESIE
- libertaegiustizia.it
- VERIFICA FOTO - ROSS
- CONTROLLO BOX ROSS
- PIRANDELLO LA CARRIOLA
- AVVELENATA
- PRIMO LEVI
- VAFFANCULO
- PIERINO LEZIONE DI SCORREGGE
- Claudio Messora
- ECOBLOG.IT
- laltranotizia.net
- ITALIANIMBRCILLI
- Case di piacere
- SOCIALEANIMALE
- tabula rasa informazione
- psicocafe.blogosfere.it
- psicologoinfamiglia.myblog.it
- AFORISMI
- ELEAML
- Critica sociale
- FEEDJIT.COM
- ilparlamentare.it
- glitter-graphics.com
- NIENTEANSIA
- ROSS traduzione
- http://www.marxists.org
- VOTAONTONIO
- wumingfoundation.com
- http://www.riforme.info
- ASCENSORE.COM
- FANPAGE NOI ITALIANI
- malgradopoi
- officinaalkemica
- altreconomia
- Acomeanonimo
- DETTI NAPOLETANI
- come fare un sito
- PW milionidieuro
- PW calcolatore
- PW
- Punteggiatura
- lastradaweb.it
- Ridim immagini
- DAGOSPIA
- DEMOCRAZIAOGGI
- http://blog.libero.it/POLITICDAY/
- InformareXresistere
- cittànuove
- CASE CONDIVISE
- ILPOPOLOVENETO
- Lo Spiffero
- Attivissimo
- marirosario
- Federica
- occulto
- sondaggi
- psicologi napoli
- Federica
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« Messaggio di automedicaz...AUTOMEDICAZIONE DEL BL... »

Messaggio di automedicazione Blog n. 2 di 5

 

Dopo avermi somministrata la razione personale di automedicazione e d’uopo auto-medicare anche questo blog, nella mia qualità, concessa da LIBERO, di gestore nonché autore per la parte di mia competenza.

Questo blog è stato, è e sarà, sempre, “moderatamente moderato”. In tal senso è affidato anche alla sensibilità, serietà e sobrietà dei benevoli commentatori (finquando resisteranno), nel pubblicare i loro commenti.

Anche per la definizione della presentazione del blog ho dovuto fare molte forzature a me stesso, una sorta di automedicazione preventiva, per inserire, nel dicembre 2008, i paletti costituiti dai messaggi inseriti nei boxs. Gli occhi del gatto, la piccola favola sulla morale kafkiana, smile (la vita è bella), l’ode al gatto di Neruda, il pensiero di Henri Clérel de Tocqueville, ecc., sono paletti che ho rubato qui e li, per costruire il mio recinto di riferimento. Entro questo recinto, diciamo, non poco retoricamente, posto in cima alla collina mi sono ficcato io. Sto bene qui, c’è panorama, c’è brezza, c’è speranza; tanto mi basta.

Come per il profilo anche per il blog poteva bastare una descrizione molto sintetica del tipo: “eccomi qui”. 

Ma tant’è; ho voluto esagerare …………e non è difficile che qualcuno rilevi e puntualizzi: ……………ipocritamente. Soprattutto se l’osservatore non ha la pazienza di leggere i messaggi. Ed è sua facoltà pensarlo, sempre però che lo faccia, cioè lo pensi.

Ho voluto assegnarmi, molto generosamente, oltre ad un profilo da “quasi brava persona virtuale”, tanto non mi è costato niente, anche un “blog diverso”. Non molto nella forma, ma abbastanza nelle modalità di gestione. Tal quale come indicato nel profilo ove è precisato che  ognuno può agire come ritiene opportuno e navigare liberamente con il solo vincolo di non offendere mai o ferire ladignità di un'altra persona che sta dietro ad un computer della quale non si conoscono le intime esigenze, le proprie emozioni, i reali problemi che la vita ad essa ha voluto riservare”.

Questa puntualizzazione, generalizzata per solidarietà umana, può inerire solo me e chi la condivide, se vi pare.

Quindi nessuno era stato, è o sarà mai autorizzato ad usare, in questo blog, comportamenti non consoni al comune BUON SENSO e conseguente RISPETTO della persona umana. Ciò a prescindere dalle qualità attribuibili a quest’ultima, anche se opportunamente censurabili in altri ambiti.  E ben sapete quanto lerciume c’è in giro e quante censure mi piacerebbe fare a destra ed a manca.

Ma qui non si può.

Infatti qui:

non si crea o si cerca CONSENSO a favore di alcuno.

non si crea o si cerca DISSENSO contro chicchessia.

Si desidera soltanto trattare aspetti critici e sensibili della nostra vita sociale, di tutti i giorni, con l’impiego del “BUON SENSO” fra  “persone comuni” casualmente incontratesi e perché no, sceltasi, in questa community. Cosa ciò significhi, per me o per ciascun’altra persona interessata, ognuno può desumerlo dai rapporti che egli ha nella vita reale. Quando c’è “ragionevolezza” quasi sempre c’è “buon senso”; tante volte, cioè il più delle volte, non è così, prevale l’intolleranza, l’egoismo, la testardaggine, la superficialità, l’arroganza e comunque non si tiene debito conto delle ragioni dell’altro.

Il buon senso, comunque lo si voglia intendere, va dritto dritto a farsi benedire (e se volete anche a farsi f…..).

Ed i tribunali sono sommersi da montagne di carte per cause di ogni sorta le cui sentenze, in molti casi, sono già scritte: vince il più forte, sempre lui: il più astuto.

In effetti, spesso, non vince nessuna delle parti; vince l’azzeccagarbugli di turno. Egli è capace di escogitare un teorema che smonta la tesi della parte avversa argomentando sui cavilli più occulti; decuncia ....... citazione perchè una mosca si è posata sul naso ......... mancata o errata notifica…. lettimazione attiva inesistente …….. leggittimazione passiva liberamente argomentabile …….. decorso dei termini ……….. prescrizione ………… foro non competente ………… richiesta CTU ……… ricusazione incaricato per la CTU ………… e continui chi ne sa di più.

Ed allora per il N.U. una bella nomina ad onorevole o senatore è assicurata!

Credo sia chiaro il concetto.  

Ciascuno lo può verificare nella propria famiglia ……... nucleare o estesa ……….fra i parenti, affini, quasi parenti, quasi affini, assimilati e così via; soprattutto se sono in corso divisioni ereditarie, separazioni o divorzi.

Può verificarlo fra i colleghi di lavoro o di studio ………… ove la concorrenza non è sempre corretta ed il merito viene conciliato con altre più eclatanti virtù.

Può verificarlo con i propri vicini, sempre attenti a svolgere la funzione di cani da presa.

Può verificarlo nel proprio condominio ove condomini, abitanti da anni sullo stesso pianerottolo, sembra che non si siano mai incontrati e, se ci riesce, nelle deliziose e serene assemblee condominiali, nelle quali oltre a deliberare circa la ripartizione delle spese, c’è sempre da nominare un azzeccagarbugli per vedere come far spendere soldi ed esacerbare gli animi.

Può verificarlo fra le persone che molto probabilmente non conosce ma incontra ……… all'esterno ………… nei supermercati …….. al bar ………. in cantina ………. in discoteca……….. ed anche in autostrada ………. nelle stazioni di servizio, sulle strade urbane, extraurbane, interurbane, sulle strisce pedonali, se prima riesce a non essere investito.

Può, ciascuno, verificare l’applicazione del buon senso in ogni dove, financo in chiesa, se, per scelta o avventura, riesce ad ascoltare un omelia senza imprecare chi gli passa per la testa.

Può verificarlo su un barcone in mezzo al mediterraneo, sulle Alpi pensando ai suoi conticini in Svizzera o percorrendo il Po per andare a farsi benedire.

Ed ognuno può continuare come vuole ………..  e qualcuno può pensare che, proprio qui, in questo minuscolo blog, di buon senso non se ne vede neppure l’ombra.

Può apparire anche così, se vi piace. Non ci sarebbe nulla da meravigliare, non vi pare?

Atteso che con l’incalzare della calura di ferragosto si andava acuendo il contrasto fra alcuni commentatori, per motivi assolutamente estranei alla dinamica di questo blog, il 15 agosto ho reinserito la moderazione dei commenti, utilizzata in modo saltuario. Dei commenti ricevuti soltanto cinque non sono stati pubblicati in tempo reale, tre sono stati pubblicati il 24 agosto altri due restano da pubblicare.

I cinque commenti saranno presentati nei prossimi tre posts, pubblicati di seguito a questo messaggio.

Questa operazione di automedicazione si innesta solo occasionalmente in coda alla piccola diatriba di cui si è fatto cenno. Di conseguenza si è manifestato anche un rallentamento delle attività del blog. Credo che nessuno si rammaricherà per ciò.

Sinora ho dedicato molti messaggi alla figura dell’italiano medio in generale, cercando di far emergere, soprattutto, le caratteristiche negative che lo contraddistinguono.

Vittima e tiranno di se stesso e di chi gli sta vicino allo stesso momento: questo è l’italiano medio. Per chi si vuole distrarre può inoltrarsi nei posts ove c’è abbastanza documentazione illustrativa.

Intanto il dibattito nazionale, fra gli esponenti delle varie posizioni politiche, risulta spesso fuorviante; tanti bloggers ne restano coinvolti sino a costituirne essi stessi complici e vittime del sistema politico e comunicativo.  

Anche in questa sede qualcuno ha inteso difendere a spada tratta oltre la persona del PREMIER, anche tutto il suo operato; ciò indipendentemente dall’oggetto della discussione. Sempre tutto ok, continui omaggi al suo grande “STATISTA”, ed invettive, anche gratuite,  agli intervenuti non consenzienti.

Dall’altra parte spesso si assiste a preconcetti giudizi negativi sull’operato dell’attuale governo senza entrare nel merito dei provvedimenti assunti. Senza chiedersi perché esso ha sostituito il precedente governo il quale, a parte la sua congenita debolezza, è stato continuamente tartassato dal fuoco amico fino ad essere da esso distrutto.

Un esempio forse fa comprendere meglio la posizione dell’autore di questo blog.

La spazzatura che ha invaso Napoli e la Campania nel primo trimestre 2008 era di dx o di sx?  era semplicemente “munnezza”, schifosa “munnezza”, che ha inferto un grave colpo all’immagine della città e dell’Italia intera.

La spazzatura ricopriva le strade soltanto perché non funzionavano le discariche; veti, scioperi, proteste “spontanee ”trasversali, simposi di scienziati …….. e le montagne di “munnezza” crescevano come funghi sempre di più. Perché il precario governo Prodi non attivò le necessarie discariche? Come si pensava di risolvere il problema?  Nessuno potrà, ormai, rispondere alle due ultime domande.

Ed allora arriva il genio o come dice lui “il superman” e che fa? Si mangia tutta la “munnezza” per gratificarla per avergli permesso di lucrare sostanziosi consensi?   No, semplicemente dispone la gestione militarizzata delle discariche. Grande scoperta, grande invenzione! Evviva!

Guardate questa foto, presa dal blog di munuela.crescenzi. Viene presentata una strada di Terzigno, oggi. Il comune è attualmente commissariato. Quindi non c’è dx, non c’è sx al governo della città. La “munnezza”, quindi, di chi è?

Foto di ITALIANOinATTESA

E’ così, ancora oggi in molte strade di Napoli e della Campania.

E che fa il nostro “italiano medio”? ……continua come se niente fosse avvenuto!

E’ contento che gli hanno tolto la sua monnezza dalla strada ma non fa niente per contribuire a rimediare.

A lui va bene così.

Anche al superman va bene così.

Più ammaestrato, ammansito e scostumato è il suddito, più potente diventa il potere tiranno.

Miaooooooooooooo alla povera vittima di turno per essere giunta fin qui.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://gold.libero.it/ITALIANOinATTESA/trackback.php?msg=7618427

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Lillianaconda
Lillianaconda il 05/09/09 alle 10:50 via WEB
Il mio commento è costituito da un altro racconto di Kafka: "Il cavaliere del secchio": @@@@ Consumato tutto il carbone; vuoto il secchio; inutile la pala; la stufa che respira aria gelida; la stanza gonfia di gelo; davanti alla finestra, gli alberi rigidi nella brina; il cielo, uno scudo d’argento contro chi cerca da lui un aiuto. Devo procurarmi del carbone; non posso certo morire congelato; dietro di me la stufa impietosa, impietoso il cielo davanti a me; perciò devo andare al trotto in mezzo a loro, e nel frattempo, cercare aiuto dal carbonaio. Questi però è ormai indurito contro le mie solite preghiere; devo dimostrargli con chiarezza che non ho più neppure la più piccola particella di carbone, e che dunque lui rappresenta per me il sole nel firmamento. Devo arrivare come il mendicante intenzionato a morire sulla soglia rantolando di fame, e al quale perciò la cuoca si decide a lasciare i fondi dell’ultimo caffè; similmente il carbonaio, pur schiumante di rabbia, ma sotto il raggio del comandamento "Non uccidere!", dovrà scaraventarmi nel secchio un’intera badilata. Già il mio decollo sarà decisivo; e dunque mi metto a cavalcare sul secchio. Da cavaliere del secchio, la mano in alto sull’impugnatura, che è la briglia più semplice, scendo con difficoltà le curve della scala; quando però sono giù, il mio secchio allora sale splendido, splendido; i cammelli sdraiati bassi per terra, quando il bastone del padrone li incita, non si sollevano con maggiore eleganza. Trottando a velocità adeguata percorro le strade congelate; spesso mi sollevo fino all’altezza del primo piano; non scendo mai fino alle porte d’ingresso. E a straordinaria altezza mi libro sulle arcate della cantina del carbonaio, dove questi sta rannicchiato laggiù al suo tavolino scrivendo; per lasciar defluire l’eccessivo calore ha aperto la porta. "Carbonaio!" grido con voce arsa e arrochita dal freddo, avvolto dalle nuvole di vapore del mio respiro, "per favore carbonaio, dammi un po’ di carbone. Il mio secchio ormai è tanto vuoto che ci posso cavalcare sopra. Sii buono. Appena posso te lo pago." Il carbonaio mette la mano all’orecchio. "Ho sentito bene?" chiede da sopra la spalla a sua moglie, che lavora a maglia vicino alla stufa, "ho sentito bene? Ci sono clienti." "Io non sento proprio niente", dice la donna, respirando tranquilla sopra i ferri, piacevolmente riscaldata sulla schiena. "Oh sì", grido io, "sono un cliente, un vecchio cliente, un cliente fedele, solamente, per il momento impossibilitato a pagare." "Moglie", dice il carbonaio, "è così, c’è proprio qualcuno; non posso ingannarmi fino a questo punto; dev’essere un vecchio, un vecchissimo cliente se sa toccarmi così profondamente il cuore." "Che ti prende, marito?" chiede la donna, e riposandosi un attimo preme sul petto il suo lavoro a maglia, "non c’è proprio nessuno; il vicolo è vuoto; tutti i nostri clienti sono stati riforniti; potremmo anche chiudere il negozio per giorni interi e riposarci." "Ma io sono qui, seduto sul secchio" grido, e lacrime insensibili di freddo mi velano lo sguardo, "per favore, guardate in su; mi troverete subito; vi prego, datemi una palata di carbone; e se me ne darete due, mi farete felice oltre misura. In fondo, tutti gli altri clienti sono riforniti. Ah, se lo sentissi già risuonare nel secchio!" "Vengo", dice il carbonaio e con le sue gambe corte vorrebbe già salire le scale della cantina, ma la moglie gli è già vicina, lo ferma prendendogli il braccio e dice: "Resta qui. Se non la finisci con questa idea, salirò io stessa. Ricordati che tosse hai avuto stanotte. Per un affare, e per di più immaginario, dimentichi moglie e figli e metti in pericolo i tuoi polmoni. Vado io." "Allora però digli tutti i tipi di carbone che abbiamo in magazzino; io da sotto ti dirò i prezzi." "Va bene", dice la moglie, e sale nel vicolo. Naturalmente mi vede subito. "Signora carbonaia", grido, "i miei saluti più devoti; solo una palata di carbone; subito qui nel secchio; me la porto a casa da solo; una palata del peggiore. Naturalmente la pago a prezzo intero, non subito però, non subito." Che suono di campane, nelle due parole "non subito", e come disorienta il loro mescolarsi con le campane serali che proprio ora cominciano a suonare dal vicino campanile. "Allora, cosa vuole?" grida il carbonaio. "Niente", gli risponde la moglie, "non c’è nessuno; non vedo nessuno, non sento nessuno; solo hanno suonato le sei e noi chiudiamo il negozio. Il freddo è terribile; c’è da prevedere che domani avremo molto lavoro." Non vede niente e non sente niente; però scioglie il grembiule e agitandolo cerca di soffiarmi via. Purtroppo ci riesce. Il mio secchio ha tutti i vantaggi di qualsiasi buon animale da cavalcare; ma non ha capacità di resistenza; è troppo leggero; basta il grembiule di una donna per cacciarlo a gambe levate. "Cattiva!" le grido dietro, mentre lei, voltandosi verso il negozio, agita la mano in aria un po’ sprezzante, un po’ soddisfatta di se stessa, "cattiva! Ti ho chiesto una palata di carbone del peggiore e tu non me l’hai data." E dicendo così salgo nelle regioni delle montagne di ghiaccio e mi perdo per non tornare mai più. @@@ Critici e recensori individuano nel secchio una mente in trasformazione che, però, non solo rimane com'è ma, muore addirittura. @@@ Quanto è morta la mente di chi accetta supinamente? E si può quantificare una morte: morta poco-morta così così- morta abbastanza? @@@ Io credo che sia morta e basta! ... Meofff! In questo blog sento odore di "un niente" che si traveste da gatto per ottenere attenzione... ma, il mio olfatto, continua a sentire odore di niente. ^_____________^ ... @
(Rispondi)
 
Lillianaconda
Lillianaconda il 05/09/09 alle 17:43 via WEB
C'è un unico motivo per il quale non mi piace la moderazione e questo motivo sono io... mi spiego meglio: essendo io gatto =^_^= e quindi specialista del linguaggio non parlato, quando devo scrivere da umano(scrivo splendidamente.. ma noi gatti facciamo tutto splendidamente)... dicevo..quando scrivo da umano, avverto la necessità di rileggere ciò che ho scritto, innanzitutto per autoincensarmi(si vabbè? I gatti lo possono fare), in secondo luogo, poiché noi =^_^= =^_^= dormiamo molto, ho la necessità, visto che, mi addormento spesso mentre scrivo,(non vi permettete di dire che sono noiosa sennò vi ffffffff!!!)di controllare qualcosa ed, eventualmente aggiungerlo in un messaggio successivo, cosa che non posso fare muffffffff se non posso rileggere il mio messaggio. Meno male che i miei commenti (a volte un pò ermetici) sono spesso rivolti al padrone di casa che, essendo l'unico =^_^= gatto =^_^= vero=^_^= di questo blog (gli altri sono fuffa), capisce perfettamente quello che voglio dire. Insomma, Italiano(razza di gatto autoctona di questo blog N.d.r.) vuoi pubblicare il mio commento che devo verificare e aggiungere delle cose? E, inoltre se non pubblichi quando lo cominciamo il dibattito che io già sto perrr rrronf rrrronfarrrrrrrr ^_______________^ ... @
(Rispondi)
 
 
ITALIANOinATTESA
ITALIANOinATTESA il 06/09/09 alle 16:36 via WEB
Dibattito fatto di pensieri silenziosi? ........ solo con gli occhi e l'olfatto? ....... di notte profonda? ....... con il secchio?
Quattro domande, una sola risposta (data da me): Senza secchio, di notte, solo con gli occhi ed in silenzio.
Non mi dire che si capisce qualcosa.
Comunque non chiamare ancora lo psichiatra, aspetta la fine della prossima settimana.
(Rispondi)
 
 
 
Lillianaconda
Lillianaconda il 06/09/09 alle 17:17 via WEB
Non credo che lo psichiatra basterebbe: all'occorrenza ricorrerò direttamente a "Sanate e liberate". ^________________^ ... @
(Rispondi)
 
ppfasting
ppfasting il 05/09/09 alle 21:09 via WEB
Attento Mario.. berlusconi potrebbe chiedere i danni, insieme alla manuela crescenzi x lesa maestà alla dignità di un povero nasconditore di munnezz napoletana, sotto il classico tappeto,con cui ci ha vinto le elezioni e buona parte dei consensi napoletani.Mi dispiace x i napoletani come mi dispiace x i sardi. Pentiti(ambedue) ma anticipatamente avvisati prima. Avete voluto la bici? ora pedalate e non frignate.
(Rispondi)
 
 
ITALIANOinATTESA
ITALIANOinATTESA il 06/09/09 alle 13:22 via WEB
Da Manuela, che è, secondo me, autrice di un ottimo blog di sensibilizzazzione sociale sul territorio, ho copiato solo la foto in quanto essa rappresenta un problema, chiamiamolo così, che si farebbe bene prima a risolverlo che a parlarne. Con mezzora di lavoro di un volontario la zona risulterebbe bonificata. Con un po di educazione, costituente parte del buon senso, non ci sarebbe stata neppure occasione di scattare la foto. Con il link ho inteso suggerire a qualche navigatore di leggere il post costruttivo di Manuela dedicato allo stato in cui si trova la raccolta differenziata nel suo paese per il quale esprime tanto amore.
(Rispondi)
 
luste.ig
luste.ig il 06/09/09 alle 01:37 via WEB
La monnezza è la nostra Mario! Come sempre... probabilmente perchè la riconosciamo come il nostro habitat! Se non fosse così non saremmo tanto...tranquilli e anestetizzati. Un abbraccio, Ivana
(Rispondi)
 
 
ITALIANOinATTESA
ITALIANOinATTESA il 06/09/09 alle 18:47 via WEB
Ciao Ivana, pagando la TARSU cediamo tutti i diritti sulla "munnezza" e non dovremmo mai trovarcela davanti ai piedi.
Nell'esempio di non "BUON SENSO" riportato nel post resterebbe da capire (logicamente senza risposta) il cs cosa avrebbe fatto della spazzatura accumulata a Napoli. Il resto nel post.
(Rispondi)
 
superciro33
superciro33 il 06/09/09 alle 10:19 via WEB
ho letto con molta attenzione e come di consueto cerco di analizzare i comportamenti indifferenti della gente su problematiche di CIVILTA'con una repulsione rabbiosa ed impotente.la gente continua ad essere incivile xchè sà di essere governata da personaggi che amano apparire nelle emergenze e poi......sparire!è quanto continua ad accadere a napoli e nn solo.ormai siamo ostaggi in mano di un dittatorello di provincia che con le su bugie e nefandezze sessuali ANESTETIZZA e IPNOTIZZA tutti gli scellerati estimatori.ho imparato che chi comanda deve essere CHIACCHIERATO xchè così la gente può fare quello che vuole, un cultore dell'etica infastidisce xchè pretende comportamenti corretti ed onesti.continua ad amareggiarmi il comportamento TENTENNANTE della chiesa quasi a volere dimostrare la sua IMPOTENZA opportunistica nei confronti di chi GATTO GIOCA con il TOPO:la scuola,l'ora di religione, il testamento biologico, la RU846,etc!la chiesa deve avere + coraggio e inaugurare una nuova stagione di sincero e libero dialogo con il csx se vuole veramente liberarsi dello scomode ciarpame e lerciume che ci governa. con affetto CIRO
(Rispondi)
 
 
ITALIANOinATTESA
ITALIANOinATTESA il 06/09/09 alle 19:05 via WEB
Ciao Ciro, ti ringrazio di averti sorbito tutto il post e del commento sempre attento ai temi etici di cui abbiamo approfondito vari aspetti.
Chiedo scusa a te ed a tutta la categoria dei medici perchè sto facendo abuso del termine di "medicazione", anche se autogestita, applicata a questa piccola creatura chiamato MINICAOS IN LIBERTA'.
Spero che alla fine ne traggo qualche risultato.
(Rispondi)
 
ITALIANOinATTESA
ITALIANOinATTESA il 06/09/09 alle 10:45 via WEB
L’oggetto del post è “Automedicazione del blog” previo l’utilizzo del BUON SENSO. (sperando che qualcuno non voglia sapere da me cosa ciò significhi; non so dire niente di più di quanto ho scritto nel post)

Effettuare una tale operazione è segno di …………….. (ognuno ci metta il parola che ritiene più appropriata) oppure rappresenta semplicemente una manifestazione di una forma di “aterosclerosi mentale” in evoluzione che ha colpito il povero autore del blog?
Chi mi può aiutare?
(Rispondi)
 
 
Lillianaconda
Lillianaconda il 06/09/09 alle 11:57 via WEB
Non ci può essere aiuto per te caro Italiano, per il semplice motivo che la soglia di attenzione dell'italiano medio è molto bassa. Questo post può essere un esempio di come possa manifestarsi la "distrazione dell'italiano", sindrome che se non curata in tempi strettissimi, porterà alla rovina dell'intero popolo. Dunque, in questo post composto da 92 righe: 75 sono dedicate al tuo pensiero e le altre (compresa la 76esima che lo annuncia)sono dedicate ad un esempio. Cominciando a leggere il post dall'inizio, ci si rende conto che, il cervello si sta mettendo in funzione e che quindi, bisogna leggere pensando... Allora che si fa? Si scorre il post, ripromettendosi di ricominciare a leggerlo, con la dovuta calma, dopo la scorsa iniziale... Però, scorrendolo, si arriva all'esempio che hai fatto e qui si incontra qualcosa che, le key-words "monnezza, Napoli, governo etc..." richiamano subito alla mente: cose familiari...insomma! Ed ecco che, l'italiano medio, non ha più bisogno di pensare, non ha neanche più bisogno di rileggere il post: ha trovato, senza fatica ciò che cercava. Qualcosa che ha riconosciuto, qualcosa di cui ha un’infarinatura, qualcosa di cui parlare…. R.I.P. il tuo post e il tuo pensiero, caro Italiano in attesa di qualcosa che, con fortissime probabilità, non avverrà mai: il desiderio che l’italiano medio non voglia più vivere nella sua “Aurea(si, di oro di Bologna) mediocritas. ^_____________^ … @
(Rispondi)
 
Scout0dgl
Scout0dgl il 06/09/09 alle 16:07 via WEB
La nostra Repubblica è fondata oltre che sul lavoro anche sulla libertà di pensiero e di parole fino a che questa non danneggiano gli altri .. Il nostro grido di Italiano medio deve essere un grido Vero di dolore e di verità ...Buona domenica ..Giò
(Rispondi)
 
cucicuci_1987
cucicuci_1987 il 06/09/09 alle 17:26 via WEB
Ehm.. ma non avevi già fatto un post simile?
(Rispondi)
 
 
ITALIANOinATTESA
ITALIANOinATTESA il 06/09/09 alle 18:32 via WEB
Quello era personale, questo è del blog.
Cinzia, questa automedicazione è un rito penitenziale da me inventato ed auto-sperimentato.
(Rispondi)
 
 
 
superciro33
superciro33 il 07/09/09 alle 08:46 via WEB
la LIBERTA' è una sola ed essa deve il grido doloroso e ferito x chi nn tollera i soprusi di chi scientemente vuole incatenarla!libera informazione,libero dialogo, libera parola sono e devono timanere alla base di una VERA SOCIETA'CIVILE!il pensiero di un uomo che nn si è lasciato mai condizionare da NIENTE e da NESSUNO.buona giornata Ciro
(Rispondi)
 
 
 
cucicuci_1987
cucicuci_1987 il 07/09/09 alle 17:37 via WEB
Però poi diventa anche difficile commentare. Mi spiego, io non sopporto scrivere ciò che ho già scritto in precedenza. Non so se mi son spiegata.
(Rispondi)
 
 
 
 
ITALIANOinATTESA
ITALIANOinATTESA il 07/09/09 alle 19:48 via WEB
Cinzia, questo post non è la copia o la replica del post n. 73. Qui, non so se sono riuscito a farmi capire, si tratta dell'impiego del "BUON SENSO" in generale, con l'auspicio di poterlo vedere impiegato anche nei rapporti fra i commentatori di questo blog.
Ciò è motivato dal tipo di messaggi che vengono pubblicati. Essendo argomenti sociali, con risvolti politici, ritenuti di natura sensibile, occorre prima tutto mostrarsi reciprocamente corretti.
Grazie per la tua spontaneità e trasparenza, nonchè correttezza mostrata.
(Rispondi) (Vedi gli altri 3 commenti )
 
 
 
 
cucicuci_1987
cucicuci_1987 il 08/09/09 alle 17:17 via WEB
Io ho questo grandissimo difetto. Son molto schietta e le cose le dico esattamente come le penso. Ho letto interamente il tuo post, spero che mi crederai e ovviamente le sue peculiaerità dimostrano che è differente rispetto a ciò che avevi scritto precedentemente ma credo che ad un certo punto bisogna andare oltre. Mi spiego meglio, bisognerebbe scrivere tralasciando tutto questo. Io adesso lo sto facendo e mi trovo molto meglio.. Spero di essermi spiegata e di non aver offeso in nessun modo. Ovviamente questa è solo una mia opinione.
(Rispondi)
 
 
 
 
ITALIANOinATTESA
ITALIANOinATTESA il 08/09/09 alle 19:16 via WEB
Ti sei spiegata benissimo e (quasi) concordo con te, perchè la tua è una considerazione da persona saggia. Ho bisogno, però, di alcuni altri giorni. Dalla prossima settimana si cambia.
(Rispondi)
 
 
 
 
cucicuci_1987
cucicuci_1987 il 09/09/09 alle 17:01 via WEB
Ok, aspetterò la prossima settima. Anche se non sarò molto presente:)
(Rispondi)
 
hengel0
hengel0 il 07/09/09 alle 09:23 via WEB
Luminoso inizio settimana tesoro.. un bacio stramega ..kissini ..kissetti .. smakkini.. smakketti!!!!!tvb...Hengel
(Rispondi)
 
 
ITALIANOinATTESA
ITALIANOinATTESA il 07/09/09 alle 19:55 via WEB
grazie del passaggio.
(Rispondi)
 
Dpink
Dpink il 07/09/09 alle 11:34 via WEB
post decisamente molto interessante... grazie per essere passato dal mio blog ed aver anche lasciato un commento... ed un'altra settimana è ormai cominciata e ti auguro un buon lunedì, un sorriso per te
(Rispondi)
 
 
ITALIANOinATTESA
ITALIANOinATTESA il 07/09/09 alle 19:54 via WEB
Ho apprezzato molto la tua presentazione dell'Italia in miniatura di Rimini.
Una bella inziativa che mostra un particolare dell'Italia positiva.
(Rispondi)
 
occhineri2005
occhineri2005 il 07/09/09 alle 18:31 via WEB
BUONGIORNO MARIO,HAI RITENUTO OPPORTUNO FARE DELLE SCELTE E RISPETTIAMO LA TUA VOLONTA',ANCHE PERCHE' NEI BLOG,DA UN PO' DI TEMPO A QUESTA PARTE SI VEDE DI TUTTO E DI PIU'...E QUESTO LO AVRAI VISTO ANCHE DA ME..COSTRETTA A SCRIVERE UN POST CHE MI HA ANCHE PROCURATO DISAGIO,MA ERA NECESSARIO....E' UN' EPIDEMIA..ED ANCHE IN ITALIA LE EPIDEMIE CONTINUANO..DI TUTTI I TIPI...SPECIALMENTE AL SUD.IO NELLA "MUNNEZZA"CHE ANCORA C'E',INFILEREI IL COMUNE...E POI SEMPRE IN CRESCENDO...NOI CI RIBELLIAMO SEMPRE,MA TRA UN ..VEDREMO..FAREMO...LA SITUAZIONE RIMANE STABILE.E PERNSARE CHE ABBIAMO IL TERMOVALORIZZATORE A POCHI CHILOMTRI.CHE FIGURA!CONTROLLI,CI VOGLIONO CONTROLLI,MA NON CI SONO...SCUSAMI ,STO ASPETTANDO LA LINEA TELEFONICA CHE VENGA RIPRISTINATA,SONO DI NUOVO CON UN MODEM.QUESTA E' L'ITALIA.LA LINEA MI E' STATA STACCATA X UN CAMBIO DI GESTORE IL 30 LUGLIO,MI HANNO RISPOSTO CHE AD AGOSTO CI SONO LE FERIE...CAPITO?QUESTO PER DIRE CHE SIAMO UN POPOLO DI PECORELLE...ME NETORNO A VENEZIA,MARIO......TRA I MIEI GATTI IN AMORE ED IL MIO VIDEO....MI ISOLO SPERANDO DI TROVARE UN PO' DI TRANQUILLITA'
(Rispondi)
 
 
ITALIANOinATTESA
ITALIANOinATTESA il 08/09/09 alle 11:22 via WEB
Ciao Laura, è importante che almeno si riesca a discutere con serietà dei problemi reali.
Dovremmo tutti esigere che non ci prendano per i fondelli somministrandoci come "libera informazione" le tante trasmissioni televisive fatte di vuote parole.
Occorre diffondere il controllo sul territorio, come di fatto tante persone di buona volontà già fanno.
(Rispondi)
 
voiomanoposo
voiomanoposo il 07/09/09 alle 19:21 via WEB
in un paese, dove il vero viene rivisto e diventa falso, tutti hanno ragione, ovvero: non esiste piu' il torto, ma cio' che piu' indigna, non esiste piu' la VERGOGNA ! puoi rubare, violentare, ammazzare, sproloquiare, dileggiare, sporcare, ecc.. ecc .. tanto tutto diventa gossip, buono anche per il telegiornale, anzi, meglio, o il povero cittadino si preoccuperebbe di cose serie e che non sembra sia il caso no ? meglio che l'italiano medio si crogioli nell'ansia del sapere cosa fa' la data velina di turno o aspetti la sera per vedere la sua razione di tette e culi (chiedo scusa) sullo schermo, forse cosi' si sente piu' virile, se non altro avra' di che parlare il giorno dopo, e se dovesse porsi qualche domanda indiscreta? basta lanciare un po' di panico, che ne so', i bulgari, una pandemia, basta in fondo parlare molto, ma senza dire nulla, come sempre promettere senza mantenere, il solito fumo negli occhi, tanto l'italiano medio puo' anche brontolare, l'importante e' che non cominci ad incazzarsi (ops) potrebbe venirgli voglia di tornare nelle piazze, gridare nei cortei, scontrarsi con la polizia (di cui altri hanno cieca fiducia), meglio assonnarlo! e poi ... basta giurare il falso sulla testa dei propri figli no ? perdonate il dilungamento, ciao Mario
(Rispondi)
 
 
ITALIANOinATTESA
ITALIANOinATTESA il 08/09/09 alle 11:11 via WEB
Noi a questo gioco verso l'autodistruzione della mente, caro Lucio, non ci stiamo. Potremo essere vittime, ma mai complici.
(Rispondi)
 
caudalia
caudalia il 07/09/09 alle 22:02 via WEB
Fantastico il tuo post: delirante x le assurde, ma reali, verità. Una domanda: italiano si, ma in attesa di cosa?? Se qui aspettiamo a voglia di morire aspettando. Ciao
(Rispondi)
 
 
ITALIANOinATTESA
ITALIANOinATTESA il 08/09/09 alle 18:11 via WEB
Benvenuta nel blog caudalia.
Come si vede dal profilo sono qui, ma:

NON ATTENDO "NIENTE E NESSUNO". MA ATTENDO LO STESSO! Un piccolo CAOS in evoluzione!

Ho gironzolato un po nel tuo blog che trovo molto delicato e profondo nel trattare la ricerca che stai conducendo.

Posso solo dirti che "ogni punto di arrivo, o di sosta, è, nello stesso istante, un nuovo punto di partenza".
(Rispondi)
 
manu.crescenzi
manu.crescenzi il 08/09/09 alle 10:00 via WEB
Giusto! Attraverso il mio blog esprimo tutto il malessere che vive quotidianamente un cittadino che abita sotto il Vesuvio.Non è importante conoscere la sua appartenenza politica. Per troppi anni Chi ha gestito il potere ha trovato cavilli per giustificare il rinvio delle soluzioni; poi improvvisamente è arrivato un Altro che dice di avere poteri straordinari nelle mani. Ma quando mai! E' solo cambiato il conduttore del convoglio e sono cambiati i manovratori che gli tengono compagnia. La questione è stata risolta? No. Semplicemente: la faccenda è passata di mano. E il cittadino medio continua a soffrire. E una parte della popolazione, abituata da anni a considerare l'ambiente circostante la pattumiera di famiglia, continua a comportarsi come sempre. Non mi dilungo oltre per motivi di ospitalità. Grazie, comunque per l'attenzione.
(Rispondi)
 
 
ITALIANOinATTESA
ITALIANOinATTESA il 08/09/09 alle 10:41 via WEB
Spero che blog come i tuo siano attivati in ogni quartiere delle grandi città ed anche nei piccoli paesi. Il capillare controllo delle attività pubbliche, svolto sul territorio, potrà costituire un utilissimo strumento di autodifesa del "BENE COMUNE" curato dalla parte illuminata della popolazione italiana che, tutti sappiamo, oggi, è, purtroppo, una minoranza. Grazie anche a te per aver esposto la tua opinione in modo chiaro, sobrio e serio.
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.