..Uomini...

visti da una donna

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

MARIONeDAMIELliberantePepper71Web_Londonsurfinia60falsapiriteolgy120mpt2003mlr777pepedgl16lettorecautopoeta.sorrentinocassetta2ansa007
 

I BLOGGERS E I BANNER DI LIBERO

TAGLIASPRECHI

UN NUOVO BLOG TAGLIA SPRECHI  

LUGLIO, 2013

 

IO AIUTO CHIARA

 


Il cielo stellato sopra di me,
e la legge morale in me (Kant)

 

Verba volant, scripta manent

 

 

Gli uomini  ti cambiano, di solito in peggio

           A Mia e a me.

 

 

« Messaggio #51Messaggio #53 »

Post N° 52

Post n°52 pubblicato il 16 Settembre 2005 da MARIONeDAMIEL
 

MARION e DAMIEL

E' un film; in realta' il titolo è IL CIELO SOPRA BERLINO, anno 1987, film tedesco, regista Wim Wenders , attori Bruno Ganz ( Damiel ), Solveig Dommartin ( Marion ), ....e tra gli altri Peter Falk ( sè stesso).

Il film racconta la storia di due angeli che si trovano a Berlino, Damiel e Cassiel, i quali prendono nota di ciò che fanno e di ciò che pensano gli esseri umani. Gli angeli possono vedere gli uomini e leggere nei loro pensieri senza essere visti, poiché sono esclusivamente spirituali, ma possono essere riconosciuti dai bambini che sono gli unici ad accorgersi della loro presenza: gli angeli che si trovano sulla Terra possono percepire solo le cose astratte. Così, ad esempio, essi non percepiscono i colori, non possono nemmeno immaginarseli, né tantomeno possono sentire gli odori o i sapori.

Damiel e Cassiel si mescolano ai pensieri e alle esistenze degli abitanti di Berlino, riempiono di annotazioni i loro taccuini e si scambiano le informazioni che hanno trascritto sugli esseri umani.

Damiel, nel corso dei suoi vagabondaggi, si innamora di una trapezista di un circo che sta per chiudere i battenti perché in difficoltà finanziarie. Incoraggiato anche da Peter Falk, il celebre attore americano che si trova a Berlino per girare un film ambientato durante la guerra e che poi si rivelerà essere egli stesso un ex-angelo, Damiel decide di diventare uomo. Per fare ciò deve tuttavia rinunciare alla sua immortalità spirituale. Damiel si mette così alla ricerca della donna di cui si è innamorato, Marion, che adesso è disoccupata e che, non sapendo cosa fare, va ad un concerto rock. I due si ritrovano e riescono a coronare il loro sogno d'amore, mentre l'altro angelo Cassiel assiste alla nuova condizione dell'amico con un pizzico di malinconia per non aver avuto egli stesso il coraggio di compiere il grande "passo".

Il film non l'ho mai visto, la recensione mi fu raccontata da un amico, oso chiamarlo così ora che non puo' contraddirmi, anni fa, in un forum di cinema e mi piacque molto.

So che il mio damiel non ha il coraggio di diventare uomo, non lo pretendo, forse fu piu' facile per l'angelo vero rinunciare all'immortalità per amore che a noi stravolgere le nostre vite e non solo le nostre;  ma non posso e non voglio fare a meno di lui.

Un pensiero a Walko, che scrisse quel post, e che non dimentico mai. Non solo fu un grandissimo scrittore e poeta, ma un uomo fuori dal comune, meraviglioso, io lo conobbi poco ma lascio' il segno. Ciao Silvano.

Commenti al Post:
occhiodivolpe
occhiodivolpe il 16/09/05 alle 19:11 via WEB
quanti angeli conosci tuuu.... meglio k scappo via... che ci fa una volpe qui ?
 
 
MARIONeDAMIEL
MARIONeDAMIEL il 17/09/05 alle 08:37 via WEB
Ognuno ha un solo angelo, non lo sapevi? I termini "sempre" e "mai" non mi piacciono, percio' dico solo che "adesso" ho lui, e che abbiamo costruito qualcosa. Ma so che è lui, il mio angelo. La volpe che io sappia frequenta territori di caccia.....ma poi si accontenta delle galline... si accontenta di poco....un bacio maestro.
 
tarma2
tarma2 il 16/09/05 alle 19:18 via WEB
credo sia un film splendido non solo perchè in bianco e nero ma perchè ti lascia un segno. E' uno dei miei film preferiti ...bacio S'.
 
 
MARIONeDAMIEL
MARIONeDAMIEL il 17/09/05 alle 08:38 via WEB
Mi fai venire voglia di vederlo. Ci pensero', mi piace pensarlo e immaginarlo senza saperlo pero'. Un abbraccio ragazza.
 
magdalene57
magdalene57 il 17/09/05 alle 07:26 via WEB
ce l'ho quel film e non l'ho mai visto, strano per me. sono un'appassionata. credo che sia un "segno" e, dopo che ho letto la trama, credo che.. non lo guarderò. Non voglio soffrire. Hai ragione Marion, sicuramente fu più facile per l'angelo rinuncuare all'immortalità che, detto tra noi, sarà carina...ma deve essere anche una barba..., per il tuo damien rinunciare alla sua. perchà la sua immortalità ha corpi, voci e pensieri, vite e sogni. Anche tu hai la tua. ringrazia il cielo di averlo incontrrato, di poterlo baciare quando puoi, che lui desideri te sopra ogni cosa e ti faccia sentire "speciale" ... non forzare gli eventi. Penso che, se forzati, si rivoltino inesorabilmente contro di noi. Ti abbraccio dolcemente e teneramente, Margi
 
 
MARIONeDAMIEL
MARIONeDAMIEL il 17/09/05 alle 08:52 via WEB
Fortunata ad incontrarlo si. Siamo lontani purtroppo, troppo. Ma hai presente quando sai che sarebbe la persona perfetta per te? Ma la vita ti porta, bisogna seguirla. All'inizio soffrivo molto, ora abbiamo trovato un nostro equilibrio. Un abbraccio sorellina dolce.
 
occhiodivolpe
occhiodivolpe il 17/09/05 alle 14:32 via WEB
quelle galline appassionate,petulanti e volubili,golose e sentimentali ? sì , sn meravigliose ,gli angeli sn trasfigurazioni dell impossibilità,della frustrazione...e tuttavia fortunati coloro che li trovino...ma mentre nn tutti hanno le ali ,le galline ce l hanno sempre...un bacio gallinella,e.
 
circe_ladea
circe_ladea il 08/08/12 alle 08:06 via WEB
Ahhh...ora ho capito! Bellissimo...mi hai lasciata senza parole...credo che dovrei cercarmi anche io un angelo...di sicuro vivrei un pò più in pace...e non sarei una gallina. ;)))
 
 
MARIONeDAMIEL
MARIONeDAMIEL il 08/08/12 alle 10:27 via WEB
Cerca dentro te stessa , troverai un mondo bellissimo e forse l'angelo non sarà necessario e nemmeno le delusioni della ricerca... la delusione è un sentimento poco esplorato ti pare? ci devo pensare... ciao carissima buona giornata
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: MARIONeDAMIEL
Data di creazione: 09/08/2005
 

AREA PERSONALE

 
 

TAG

 

SIBILLA ALERAMO

"Mi pareva strano, inconcepibile, che le persone colte dessero così poca importanza al problema sociale dell'amore. Non già che gli uomini non fossero preoccupati della donna; al contrario, questa pareva la preoccupazione principale o quasi. Poeti e romanzieri continuavano a rifare il duetto e il terzetto eterni, con complicazioni sentimentali e pervensioni sensuali. Nessuno però aveva saputo creare una grande figura di donna."

 

ARCHIVIO POST

  '05 '06 '07 '08 '09 '10
gen/feb - x x x x x
mar/apr - x x x x x
mag/giu - x x x x x
lug/ago x x x x x x
set/ott x x x x x x
nov/dic x x x x x x
 

ARCHIVIO POST 2

  '11 '12 '13 '14 '15
gen/feb x x x x x
mar/apr x x x x x
mag/giu x x x x x
lug/ago x x x x x
set/ott x x x x x
nov/dic x x x x x
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30