..Uomini...

visti da una donna

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

MARIONeDAMIELFLORESDEUSTADcassetta2Lady_SeleKtaodio_via_col_ventolilith_0404massi101dgl0alba_chiara5letizia_arcurimonellaccio19A_n_g_e_l_0gryllo73Primosiretirripitirri
 

ULTIMI COMMENTI

I BLOGGERS E I BANNER DI LIBERO

TAGLIASPRECHI

UN NUOVO BLOG TAGLIA SPRECHI  

LUGLIO, 2013

 

IO AIUTO CHIARA

 


Il cielo stellato sopra di me,
e la legge morale in me (Kant)

 

Verba volant, scripta manent

 

 

Gli uomini  ti cambiano, di solito in peggio

           A Mia e a me.

 

 

« Il taglia-sprechiLe rane »

Sogno

Post n°1205 pubblicato il 06 Luglio 2013 da MARIONeDAMIEL
 
Tag: Sogni


Sto correndo.


E' una cosa che faccio ogni giorno abitualmente, ormai ho il mio passo. La strada che faccio è lunga , penso sia da Palmanova a casa mia , sulla pista ciclabile o a lato della strada. 

Passando davanti a una casa sento che il campanello di casa suona eppure non c'è nessuno davanti alla porta. Il tizio che ci abita parla col suo cane (penso io che sia un cane) e dice "andiamo a vedere chi è ", apre la porta e non c'è nessuno, io sono già passata oltre. 

Così per quattro giorni, ogni volta che passo davanti a quella casa suona il campanello e il tizio parla col cane poi esce e non c'è nessuno. Il quinto giorno mi decido, anche perchè penso che quell'uomo vive da solo con il cane; mi fermo, torno indietro e gli dico "guardi che devo essere io che passando faccio suonare il campanello". 

Un giorno arrivo in una specie di zona industriale, c'è una fabbrica grandissima, tutta nera di fumo, scura e buia, tipo ottocento inglese; ci lavorano dei ragazzi, tutti sporchi e neri in faccia, alcuni hanno la cresta in testa come usa adesso, nera e sporca anche quella. 

I ragazzi sono molto giovani e io sento un senso di disperazione per loro. Mi guardano passare senza parlare. 


 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: MARIONeDAMIEL
Data di creazione: 09/08/2005
 

AREA PERSONALE

 
 

TAG

 

SIBILLA ALERAMO

"Mi pareva strano, inconcepibile, che le persone colte dessero così poca importanza al problema sociale dell'amore. Non già che gli uomini non fossero preoccupati della donna; al contrario, questa pareva la preoccupazione principale o quasi. Poeti e romanzieri continuavano a rifare il duetto e il terzetto eterni, con complicazioni sentimentali e pervensioni sensuali. Nessuno però aveva saputo creare una grande figura di donna."

 

ARCHIVIO POST

  '05 '06 '07 '08 '09 '10
gen/feb - x x x x x
mar/apr - x x x x x
mag/giu - x x x x x
lug/ago x x x x x x
set/ott x x x x x x
nov/dic x x x x x x
 

ARCHIVIO POST 2

  '11 '12 '13 '14 '15
gen/feb x x x x x
mar/apr x x x x x
mag/giu x x x x x
lug/ago x x x x x
set/ott x x x x x
nov/dic x x x x x
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31