Coppa Amaro del capo

categoria dolci al cucchiaio

Ingredienti per 4 coppe
1 e 1/2 bicchierini di Amaro del capo (circa 40 ml)
2 cucchiai di acqua
100 ml di panna da montare
3 cucchiai di zucchero a velo
16 biscotti secchi ( tipo oro saiwa)
4 ciliege sciroppate
4 coppe da gelato

Montate la panna (che avrete lasciato ben raffreddare in frigo) con lo zucchero.
In una ciotola unite l’Amaro con 2 cucchiai di acqua e inzuppate i biscotti 4 alla volta, cioè la dose per ogni singola coppa, altrimenti si ammorbidiscono troppo.
Sul fondo della coppa mettete un poco di panna, poi un poco di biscotti poi altra panna e altri biscotti; terminate con la panna, versate sopra qualche goccia di amaro e poi guarnite con la ciliegia per completare questa coppa Amaro del capo.

Informazioni su Vecchio Amaro del Capo tratte da Wikipedia Il Vecchio Amaro del Capo è un liquore calabrese della Distilleria Caffo di Limbadi, esportato in tutto il mondo e riconosciuto apertamente come prodotto e simbolo locale. È prodotto in provincia di Vibo Valentia, vicino a Capo Vaticano, località dalla quale l’amaro prende il nome e che è raffigurata sull’etichetta. È in costruzione a Limbadi una nuova fabbrica, che è collegata (dalla fine del 2010) grazie a un ponte lungo all’incirca 30 metri alla vecchia fabbrica. Il Vecchio Amaro del Capo è composto da acqua, alcool neutro, zucchero, infusi di erbe ed aromi naturali. Per la preparazione vengono fatte macerare per qualche giorno nell’alcool a 90° circa una ventina di ingredienti naturali tutti prodotti da piante che crescono in Calabria, tra i quali;mandarino, anice, arance, camomilla, ginepro, liquirizia, menta e issopo. Il liquore assume un colore particolarmente scuro, e si caratterizza per il suo gusto dolce e dal retrogusto fortemente aromatico. Ha gradazione alcolica del 35%. È consigliato consumarlo ghiacciato (-20 °C), in bicchieri anch’essi ghiacciati.

firma Antonia per blog

Fonte: http://blog.pianetadonna.it/lacuocasveglia/coppa-amaro-del-capo/

Coppa Amaro del capoultima modifica: 2016-03-20T12:08:20+01:00da cuocasveglia

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.