Il pointillisme di George Seurat nei suoi deliziosi dipinti.

 

georges_seurat_041_giovane_donna_che_si_incipria_1888

 Per vedere una galleria d’opere clicca l’immagine ;se non dovesse funzionare il link qui sotto.

https://www.settemuse.it/pittori_opere_z_slide/z_georges_seurat.htm
Georges Seurat, considerato il massimo esponente della corrente del Neo-Impressionismo, nasce a Parigi nel 1859 da agiata famiglia borghese, che gli permette di dedicarsi all’arte pittorica.
Le sue prime opere si rifanno al naturalismo della Scuola di Barbizon, ma in seguito si interessa alle ricerche sui fenomeni della luce e studia i problemi legati alla percezione visiva e le teorie cromo-luministiche del tempo, ma sperimenta il cromatismo di Eugene Delacroix. Quando, dopo il servizio militare torna a Parigi apre il suo primo studio.
Pittore colto e sofisticato, si reca in luoghi di grande interesse paesaggistico, all”isola de La Grande Jatte, nei boschi di Pontaubert dove dipinge all’aria aperta opere ancora legate al naturalismo impressionista, ma dove già si intravvedono i germi del ” puntinismo”.
Georges Seurat rifiuta i delicati effetti della pittura impressionista, ottenuti con pennellate irregolari, elabora una tecnica innovativa più “scientifica”, il Puntinismo, in base alla quale su fondo bianco applica piccole e ordinate pennellate di colore puro.
Nel 1885, Georges Seurat partecipa all’Esposizione Internazionale di New York, dove espone Une baignade à Asnières, mentre continua le ricerche nel campo cromatico che sperimenta personalmente.
Nel 1886, rielaborando disegni e schizzi, realizzati sull’isola de La Grande Jatte, completa l’opera che lo renderà famoso, Un dimanche après-midi à l’à®le de la Grande Jatte, dove i personaggi della scena, geometrizzati e ieratici, sono collocati in uno spazio regolare, definito solo dalla luce trasparente-

La grande tela viene presentata all’ultima mostra degli impressionisti e proprio in qui, per sottolineare il nuovo stile del pittore, ormai staccato dall’Impressionismo, vengono coniati i termini “neoimpressionismo” e “pointillisme”. Quest’opera non solo influenza artisti isolati come Gauguin e Van Gogh, ma svolge un ruolo fondamentale nella storia della pittura moderna perché riorganizza  l’eredità spontanea degli impressionisti. Espone con Camille Pissarro e Paul Signac e poi inizia a dipingere alcune marine In Normandia. Entra in seguito nel movimento simbolista per studiare la dinamica delle linee.
Nel 1890 Seurat espone in un trattato i principi teorici della sua pittura, dipinge Le Chahut (1890) e lavora a Le cirque (1891), che viene presentata incompiuta al Salon des Indépendants.Nel 1891 muore improvvisamente a soli trentadue anni dopo aver gettato le basi per la nascita del Fauvismo e del Cubismo, sino al Surrealismo ed alla Op Art. Coi suoi infiniti puntini di colore puro,giocando sul contrasto tra i colori fondamentali e quelli complementari riuscì a dare movimento , chiari e scuri a quei suoi meravigliosi dipinti, che non solo fecero scuola a pittori famosisssimi del suo tempo e a quelli che seguirono, ma che ancora oggi incantano gli occhi di chi li osserva da vicino nelle principali gallerie del mondo.

Il pointillisme di George Seurat nei suoi deliziosi dipinti.ultima modifica: 2021-12-03T12:15:00+01:00da g1b9

Un pensiero riguardo “Il pointillisme di George Seurat nei suoi deliziosi dipinti.”

I commenti sono chiusi