Notte d’Agosto..in questo cielo ci sei tu, che mi fai compagnia . Ti sento in ogni vibrare della natura!

Notte d’estate
L’acqua della fonte
suona il suo tamburo
d’argento.

Gli alberi
tèssono il vento
e i fiori lo tingono
di profumo.

Una ragnatela
immensa
fa della luna
una stella.

Federico Garcia Lorca

 

ragnartela

 

Notte d’Agosto..in questo cielo ci sei tu, che mi fai compagnia . Ti sento in ogni vibrare della natura!ultima modifica: 2022-08-14T18:49:13+02:00da g1b9

3 pensieri riguardo “Notte d’Agosto..in questo cielo ci sei tu, che mi fai compagnia . Ti sento in ogni vibrare della natura!”

  1. Conosci a menadito quanto questo paese sia particolare nelle sue espressioni e manifestazioni politiche. So che ognuno, per presa visione della politica in generale, vorrebbe al governo persone e forme politiche “pro domo sua”, ma purtroppo il tempo nefasto vissuto durante il fascismo, ha insegnato a coloro che sedettero attorno ad un tavolo per approntare la nuova costituzione della repubblica (ultra) democratica italiana, erano molto preparati, sottilmente di parte e ancor di più bisognosi di pararsi il culo, qualunque cosa accadesse nel medio e lungo tempo. La carta costituzionale, costò fatica e scontri attorno al tavolo: ognuno pretendeva le giuste virgole e i punti messi al momento opportuno. Ci volle pazienza e chi temeva l’avversario politico inseguì fino alla fine la possibilità di sopravvivere senza essere azzerato dagli schieramenti parlamentari. Il tempo a venire ha dato larghe e grandi possibilità a tutti di campare in pace e col tempo, tutti hanno lavorato per guadagnarsi il famoso posto al sole. Questa è vera democrazia, proclamavano in tanti e i più furbi nel tempo hanno capito che andando avanti, c’era posto per tutti, bastava avere il 3/4/5/% e si campava bene, ai margini magari, ma puntualmente coinvolti. In altre parti del mondo, non hanno perso tempo nel capire quali fossero le forme per essere ugualmente rispettosi della democrazia e non avere una pletora di partiti pronti a scendere in campo per ogni elezione amministrativa: gli intelligenti aveva compreso che comunque andassero le cose si poteva essere partecipi anche con un pugno di voti. Beh, se c’è qualcosa che abbia rovinato il paese è proprio questa commedia dell’arte, o se preferisci arte della commedia. Questo è il mio pensiero, non ho vissuto la guerra e il fascismo, ho fatto politica militante da ragazzo e oggi sono schifato da tutti, non salvo nessuno e vado a votare scegliendo il meno peggio…ovvero, sbaglio sempre. Sono un emerito gorgione e non capsico una mazza? Non ho capito la destra dei Berlusconi, di Salvini della Meloni? O sono loro capaci di tenere il banco nel modo migliore per convincere le pecore matte a votarli? Lo stesso dicasi della sinistra e dei pseudo sinistrogeni. Sono tutti una razza: tutti felici di vivere in questo paese facendo del loro…peggio!!!
    Buona serata Giovanna.

    1. No, mio caro, bisogna essere determinati e tra destra e sinistra preferire quest’ultima che ancora ha degli ideali. Non si possono di certo votare il decrepito Berlusca, la vaiassa Meloni, il dittatorello Salvini. Noi abbiamo ancora persone che meritano fiducia come Conte e Letta. Pensaci.

  2. Beh, io clicco su “Commento” per questo post e mi appare sempre il commento di ieri sul precedente post. Non so come fare e mi servo di questo spazio, per un brevissimo commento al “Notte di Agosto…”.
    E niente, mi confermi sempre che ti piace vincere facile. Con un lavoretto di Garcia Lorca, vai serena.
    Goditi il fresco e trascorri serenamente la giornata.

I commenti sono chiusi