I nostri perchè

Share via email

La vita è breve!

Per questa ragione si studia poco, non c’ è tempo tra lavoro, viaggi, sport e social, per informarsi,  così ca il 50% degli italiani proprio non legge ma…  che bravi gli italiani però…, ascoltano tutti i giorni  il radio – telegiornale!

I governi hanno capito che distraendo i popoli con attività e beni superflui ed entrando nelle orecchie della gente pigra ad informarsi autonomamente, possono fare molto bene propaganda, spacciandola per informazione, approfittando a piene mani di questa inerzia ed estrema disattenzione proprio degli italiani.  Infatti al posto di leggere e cercare l’ informazione, si tiene accesa la radio e la TV senza accorgersi, in questa era “della comunicazione universale dominata,” che il giornalismo è completamente sotto censura, è muto, … è morto!  Ovvero, dietro allo specchio delle allodole della comunicazione integrale grazie alla tecnologia, in realtà i giornalisti di oggi, hanno del tutto perso il loro ruolo di informare,  ma si limitano a divulgare…  e tra le due cose, c’è una bella differenza. Ma.. divulgare cosa poi?

Il dettato pre-confezionato dal vero potere! Il giornalista, da cacciatore di notizie fresche, vere, è stato  a forza (pena il licenziamento) relegato a ruolo di impiegato, ovvero diffondere quello che l’ Unione Europea o il governo vuole che si sappia o si creda. Queste non sono “notizie” ma comunicati di propaganda! Ed il giornalista dalla sua “penna” o dal suo microfono ve lo racconta così: Ecco, è appena giunto un comunicato stampa… nessuna notizia, ma.. il dettato dell Unione Europea da leggere agli italiani! E da questo preambolo, i cittadini, o  meglio, i moderni ascoltatori disattenti, abituati ad informazioni leggere o “stuzzicanti,” tra musica, pubblicità e rubriche su cibo e vino,  ascoltano solo la propaganda propinata dai piani alti della politica internazionale, perchè entra nelle orecchie, senza compiere alcuno sforzo. Basta fare click alla radio o alla TV e queste parlano da sole!

Il tutto, condito da rassicuranti comparse o personaggi che fungono da garanti sulle notizie, sostituendo però, sia gli informatori ufficiali che l’ informazione che deve sembrare ufficiale ma dichiarata  da interposti, scelti con relativo curriculum ad avvallo di credibilità i quali spiegano con un:…, io ritengo che… dando così false informazioni senza mai pagarne le conseguenze… io ritengo… è una frase non passibile di condanna ed è proprio la più utilizzata sia dai politici che da economisti, opinionisti e tuttologi televisivi per informare senza dover rispondere mai di ciò che si dice. Ma l’ italiano medio, quando sente un’autorità, un politico o un economista dichiarare :”io ritengo che”,… capisce un’ altra cosa,  ovvero  io ho detto che…!!! Da quì nasce la falsa comunicazione sociale passibile normalmente di sanzioni dall’ autorità garante dell’informazione ma…”senza” colpevoli da poter condannare per spaccio di notizie ingannevoli a causa che si trattava di semplice opinione privata. Un falso ideologico utilizzato in modo industriale nelle fabbriche dell’ informazione come Reuters, ANSA e in modo minore anche dall’ A.G.I.

Siamo in questo modo, entrati in un epoca di vera ignoranza a causa di un  moderno inganno globale! Insomma comunicazione di sistema  tecnologica e diretta…  per indottrinare, per propagandare… per disinformare!  E da quì parte un “click”  o una sete di vera informazione e, di verità che spinge a cercare i perchè di tanto falso spacciato per vero… il perchè di questa devianza informativa che impedisce ad interi popoli l’ accesso al sapere, perchè questo freno o grande impedimento al poter comprendere.

Questa carenza di sana informazione non colpisce solo i comuni mortali, ma ha investito anche la politica italiana stessa, infatti l’ ex Presidente del Consiglio Amato, riguardo la sottoscrizione dei trattati di Maastricht del 1992, disse in un intervista alla Reuters (1997) che il governo ha ratificato senza conoscere veramente il contenuto dei trattati!!! Non erano in grado di leggerli e tantomeno comprenderli ma hanno firmato ugualmente…. capite adesso perchè siamo arrivati a questa crisi economica?

Gli italiani, economicamente vincitori fino a prima del 1992,  hanno subìto dall’ Unione Europea, il più grosso smacco economico dopo la seconda guerra mondiale, e una volta scoperta la verità o “la truffa”,  è nata tanta rabbia sociale in stile Paolo Barnardcontro “il sistema” che tradotto, vuoldire odio per la delinquenza al potere vestita in pompa magna di ufficialità e salute morale… e dalla insofferenza ad ascoltare sempre bugie spacciate per sacre verità.  Incomincia così, la nostra avventura divulgativa delle “così dette” vere informazioni, di un qualcosa  che crediamo  può veramente essere non solo utile alla gente, ma vitale!

Non siamo ne gli unici ne tantomeno i più bravi, ma questo per noi conta veramente poco, quel che invece conta veramente, è che vi parliamo con “il cuore in mano”  ancora dei nostri perchè.

 

La malattia:

Siamo tutti occupati a cercare  il meglio per noi stessi, leggiamo e scriviamo cose che solleticano il nostro umore, che consideriamo di moda o trendy,  filosoficamente eleganti, intanto i veri valori vengono dimenticati nel polveroso cassetto dei ricordi!

Chi ha una certa età ricorda ancora il tremendo effetto che faceva l’ infrangere una legge o l’ effetto che faceva l’ incontrare una autorità.. nel passato erano vere le autorità… e certi politici erano veri Onorevoli.

La corrente sistemica del pensiero moderno è almeno in Europa geneticamente ormai mutata con una rinnovata ossessione di ricerca solo al “vantaggio” e tutte le strade percorribili mediante una buona preparazione legale e fiscale-burocratica per meglio affrontare o trarre un vantaggio… sempre il “vantaggio” in luogo che rimettere a capo delle costituzioni,  sane ed etiche norme!

Questa filosofia ha tolto ad ogni cosa il suo corretto o vero valore, autorevoli leggi divenute piccole ed opinabili… ed i grandi Onorevoli, da rispettati con timore… in modo reverenziale, a personaggi minuti e qualche volta risibili.

Proprio questo è il primo sintomo di una malattia sociale chiamata Egoismo, un essere corti di mente che ci illude di stare meglio vivendo così.  L’ egoismo rende le stesse vere e grandi autorità, meno vere ed anche ben più piccole… Cavalcando il cavillo legale in luogo che ripristinare e seguire una vecchia buona legge, quel “brivido”… di poter essere o fare meglio perchè si è più preparàti…  e la complessa burocrazia di oggi lo consente… permette di nascondere bene l’ inganno e mette le “ali” a chi la conosce,  ma la cosa ci rende invece piccoli piccoli ed alquanto futili.. meno umani, un pò come la cicala che crede di essere la più intelligente o… più furba perchè lei ha le ali,  svolazzando tutta l’ estate senza fare nulla per gli altri e nulla di più di ciò che oggi le conviene.

A controbilanciare l’ egoismo umano,  artefice della burocrazia, la quale nulla più è  che un dedalo di leggi funzionali alla prevaricazione occulta ed all’ elusione delle giuste regole, abbiamo la coscienza!

Proprio una buona coscienza è quella che elimina la burocrazia de i ma.. ed i se..  per arrivare diritti a giuste e migliori soluzioni!

(Chi è già anziano o almeno è un vero uomo maturo potrà comprendere la portata reale del concetto.)  La coscienza è la forza che muove il volontariato socialmente utile.  La coscienza, che invece di girare le spalle, ci obbliga a salvare il prossimo dal pericolo (altrimenti ne staremmo male.) La coscienza è quella che ci tiene vigili per la sicurezza dei nostri figli, dei nostri cari.  La coscienza è quella che ti premia con il buon umore e l’ ottimismo se ti adoperi per gli altri e per il bene in generale.

La coscienza, anche se cerchi di metterla a tacere, è comunque quella che ti accusa o ti scusa per i tuoi comportamenti. Marchiarla a fuoco vuoldire perderla e comprendere poi di meno in luogo che di più! Il non voler capire perchè con una coscienza marchiata vuoldire già di fatto … non capire!

La coscienza è quella che se addestrata bene, consente di vivere di più ed anche meglio dell’ egoismo, inoltre è quella marcia in più che apre le porte ad una superiore forma di intelligenza, la quale  produce immediatamente effetti positivi, come migliori rapporti umani, migliori affari basati sull’ affidabilità di una buona coscienza. Migliori amicizie e conseguenti maggiori moniti, aiuti e protezione da problemi o da malintenzionati. La coscienza addestrata produce lungimiranza, carattere assente nell’ egoismo. La Coscienza induce a produrre migliore qualità anche sul lavoro, cosa che induce alla maggiore fiducia e all’ apprezzamento del valore aggiunto del prodotto, questa serie di effetti positivi, producono un maggior profitto generale pur spendendo qualcosa in più ( la coscienza suggerisce di dare il meglio…),  e maggiore soddisfazione dei consumatori che si traduce in maggiore ricchezza globale e che il tutto diventa volano di un ciclo virtuoso che in gergo economista si definisce moltiplicatore di benessere e ricchezza!

Esistono vecchie leggi scritte quando vigeva la democrazia italiana, ancora non soppresse, ( l’ unione Europea che sanziona in luogo che soccorrere le nazioni, le ha dimenticate lì?) Leggi che sono basate proprio su una coscienza buona e consapevole come quella  sul reato di omissione di soccorso. Gentile lettore, chi ha scritto la costituzione italiana ha, a monito di non commettere errori, visto con i propri occhi  amici e parenti morire, ha visto sangue e carestia dei conflitti bellici,  perciò sicuramente aveva una elevata coscienza, chi invece la sta abbattendo, NO!

Ma esiste il contrario della coscienza (che non è solo riduttivamente un espressione di cieca bontà, ma forma superiore di intelletto… di spiritualità umana.)

Questa malattia, è colei che trattiene la coscienza negli angoli più bui e nascosti del nostro intelletto, che le si oppone offrendo soluzioni che piagano l’ umanità con ogni male, è la malattia che arretra, scompare o guarisce solo dopo una guerra, perchè sazi di ogni dolore subìto ed esausti dell’ orrore, allora ci ricordiamo che sarebbe andata molto meglio usando la coscienza!

 

La grande “malattia”si chiama Egoismo!

La “malattia” che uccide le coscienze ed affama i popoli realmente, distruggendo gli alimenti definiti eccedenti per mantenerne alti i prezzi!

L’ Egoismo, questa malattia soprannominata anche “Mercato Libero”,  ma che non è libero proprio per nulla, ma pieno di regole sbagliate convenienti solo per pochi!

Questa “malattia” chiamata anche con il nome-menzogna o falso ideologico  di “Globalizzazione” per nascondere le regole sbilanciate che convengono solo a pochi  e guardacaso solo proprio le nazioni che non applicano le regole della  globalizzazione e che mantengono invece le vecchie, etiche e sane regole commerciali, adesso a stare meglio di tutte le altre…

Mercato libero e globalizzazione sono i termini ingannevoli usati per giustificare la cancellazione dell’ etica nel commercio. Per il neoliberista non è importante  che sia giusto o equo, ma legale! Da qui una immensa onda di problemi creati da leggi Europee contro il benessere collettivo, onda che terminerà solo con la sparizione di questo regime e della sua filosofia!

La “malattia” che spinge a cercare scorciatoie abbattendo dogane e confini per far passare la propria merce di scarsa qualità prodotta in nazioni con poche regole all’ interno di altre nazioni con maggiori regole,  per propria convenienza, sfibrando così i produttori che hanno più regole e distruggendo le aziende  all’ interno di quelle nazioni.  Che spinge a mentire poi, raccontando che si tratta della globalizzazione, e spinge a mentire ancora richiamando il falso principio del Mercato Libero, che libero non è, che spinge poi a nascondere le scorciatoie trovate, che spingere ad uccidere o a sopprimere chi si accorge delle scorciatoie per egoismo intraprese. L’ egoismo è la malattia che spinge ad usare la scorciatoia della menzogna che ti fa dire: NON sono stato IO!  Insomma, questa malattia è la responsabile e base di ogni cosa nefanda, futile e probabilmente anche di vita  breve!

La così chiamata Unione Europea è il moderno emblema di questa malattia, ovvero è l’ emblema dell’ Egoismo, per questo già alla sua creazione, si è attuata  la prima scorciatoia elettorale affinchè essa sia  ugualmente venuta all esistenza sia pure  scavalcando il consulto dei popoli. La seconda scorciatoia è stata quella di non informare la popolazione sul contenuto dei suoi statuti per non subire ostacoli. La terza scorciatoia è stata quella di trasformarsi in trattato ( o contratto)  e non costituzione europea, così sì potevano scavalcare i popoli anche per  legiferare dopo,  senza chiedere  pareri a nessuno.  La quarta scorciatoia è stata quella di fare accordi a porte chiuse solo con i politici in carica del momento, in modo da avere meno lavoro e spendere meno per corrompere. La quinta scorciatoia è quella di far nascere partiti politici che predicano il NO-Euro per ottenere voti dal popolo che si è accorto di quanto è nefasta l’ euro-dittatura, i quali…, una volta arrivati al potere gettano la maschera ed appoggiano ancora l’ Eurozona!  La sesta scorciatoia per non far dissolvere l’ Europa, adesso che si sà che  l’UE è un conclamato falso ideologico,  è quella di ricattare o minaciare i governi con ritorsioni finanziarie… e queste cose ancora non le dicono ai telegiornali!

Non ci sarà la settima scorciatoia, ma se l UE non si dissolve per abbandono volontario delle nazioni facenti parte, ci sarà la guerra!

Le sei scorciatoie EU,  sono intenzionalmente  accostate, rappresentate e descritte come il  666 o il numero di una setta satanica, il numero della bestia! Ma veniamo al dunque: Perchè la propaganda EU ha gridato istericamente per anni che l’ euro è la massima fonte di democrazia e libertà, ma non si può uscirne proprio come da un campo di concentramento nazista?

Perchè tutti i Mainstream e giornalisti sembra che siano diventati improvvisamente, sia stupidi che ignoranti divulgando solo falsità per sottacere i disastrosi dati economici dell’  Eurozona?  Perchè le ONG europee nel mediterraneo caricano i profughi da acque in territorio libico e li portano invece lontanissimo dalle loro coste, proprio in Italia?  Non si tratta di un clamoroso falso ideologico o una evidente simulazione di soccorso?

Perchè le riunioni semi segrete  alla trilterale o al Bilderberg dei  principali promotori dell Eurozona? Perchè già al  tempo di Hitler la ricerca della razza eletta o privilegiata? Perchè i fondatori dell Unione Europea compresi alcuni presidenti di stati europei come Macron e la Merkel ricevono premi Kalergi e perchè si  applicano già delle ideologie migratorie su base di progetti europei proprio sulla falsariga di quelli di Kalergi?

Ma come abbiamo accennato, l’ egoismo ha vita breve!  I miliardari a capo delle società multinazionali e di capitali,  si sono accorti che l’ egoismo globale sta rallentando o bloccando molte economie in tutti i continenti, togliendo quindi a loro stessi, margini o nuovi traguardi di profitto. Ecco finalmente vedere il”cane che si morde la coda.” Anche le attrezzature e le prestazioni ad alta tecnologia, che rappresentano il massimo Business del futuro, non possono essere vendute ad una popolazione resa poverissima proprio da loro, quindi qualche famoso e per molti versi grande visionario di scenari futuri,   azzarderebbe forse che l’ economia si potrebbe moralizzare perchè la cosa è contabilmente convenienete… una  primordialie forma di coscienza indotta?

Questo concetto è  semplicemente un delirio post-moderno “incompatibile con l’ animo delle elite” che hanno già forgiato a ferro e fuoco sia il passato che le loro coscienze e che adesso cavalcano ancora in modo totalmente arrivista il presente.

Sono sempre loro, i malati di egoismo “senza confini”, e che per questo hanno voluto veramente toglierli i confini,   solo che il braccio di ferro del potere assoluto lo stanno vincendo le tecnologie e non i storici vecchi poteri. Lo scrivente è assolutamente sicuro che queste Elitè siano così egoiste da essere addirittura cieche più che solo non lungimiranti e che un crack economico mondiale è probabile se non si dissolve subito o prima l’ Unione Europea, ristabilendosi almeno in Europa di nuovo regole etiche ed un commercio equilibrato o sostenibile.

In pratica, non deve passare e non ha pregio alcuno, il nuovo messaggio di speranza futurista ad una autocoscienza indotta, filosofia conclamatamente  incompatibile con la direzione presa già certificata ed evidente,   di tutta la storia scritta di ogni epoca fino al più recente presente. Cioè,…vietato illudersi o sognare ad occhi aperti perchè ci si può fare male!

L’ uomo viaggia già nello spazio e modifica già geneticamente esserei viventi, ma i suoi simili continuano a morire in ridicole guerre di interesse basate su fondamenti inventati da governi criminali e la povertà di milioni di persone sarebbe risolta se solo in 4 di questi grandi ricchi si occupassero un giorno al mese di tutto il resto della razza umana.

Dei loro viaggi nello spazio e delle conquiste della medicina, dovrebbero vergognarsi a vantarsene, non sentono alcun pudore,  mentre fanno “il giretto” su Marte, la gente muore (quì sulla terra,) ben più vicina,  senza cibo e mentre trovano l’ antidoto ad un pericoloso virus, milioni di persone muoiono di malattia perchè nessuno fa nulla per fornire le scoperte della scienza dove c’è bisogno! Ma bensì, dove ci sono i soldi per pagare servizi, beni…  per pagare la salvezza!

Il Massone ed il Neoliberista non diventeranno più buoni perche forse oggi gli conviene o perchè hanno acquisito una sia pure primordiale coscienza.

In passato, il continente europeo era un oasi di ricchezza in un mondo prevalentemente povero, mediante poche giuste regole a sua protezione.

Viviamo nell’ era  di divulgazione delle menzogne sulla globalizzazione o mercato libero mondiale.  La globalizzazione, come  la raccontano,  è di fatto una falsa comunicazione sociale, ed il Mercato Libero è un falso ideologico… “libero” ma libero da che cosa?

In ogni rapporto umano, dalla globalizzazione fino al mercato commerciale mondiale, solo l’ applicazione di giuste, eque o etiche regole ed il rispetto degli equilibri nazionali interni  può produrre reale benessere! Ma come si può ottenere l’ equilibrio fra nazioni con economie totalmente diverse, visto che non si può standardizzarle tutte? (Una nazione industriale ed una agricola hanno sistemi economici sicuramente diversi) Risposta: Mantenendo i dazi doganali che facciano da filtro riequilibrante alle economie… e tutto torna a posto!

Questo è ciò che ha cancellato il neoliberismo, facendo crollare tutte i mercati che non si mettono in riga o in competizione diretta perchè senza confini a protezione, proprio dalle nazioni più povere o del terzo-mondo. Neolierismo vuoldire concentrazione della proprietà e dei servizi in mano a pochissimi e standardizzazione obbligatoria delle economie in direzione al ribasso o alla povertà.

E bene che lavori l’ azienda del Burundi ed anche quella Italiana, non che quella più forte viva e la più debole soccomba.. come vi racconta o vi propaganda  l’ Unione Europea… mentendo poi che uniti si vince.   E poi da cosa proverrebbe la grande forza di una azienda o la sua debolezza? Da un fisco totalmente sbilanciato che ti permette di lavorare in Africa ed in Romania sì senza alcuna protezione doganale, con salari bassissimi e fisco quasi assente ed in Italia Nò? Non esistono aziende forti o deboli, ma governi con regole giuste o sbagliate, sono loro che permettono con regole corrotte (UE)  di affossare le economie o le fanno prosperare (Danimarca, Inghilterra, Norvegia)!

Le nazioni che hanno semplicemente mantenuto le vecchie regole (Svizzera, Australia, Canada, altro che global o mercato libero…)  hanno comunque reciproci profittevoli scambi commerciali con tutte le nazioni del mondo, ma con le vecchie giuste regole, stanno ancora benissimo in salute, anzi, meglio! Quelle che le hanno invece abolite con una scusa-inganno  chiamata globalizzazione, vi anno nascosto dentro mille regole sbagliate per l’ Europa e per l’Italia, ma convenienti solo per le loro multinazionali.  (L’ Eurozona con i nuovi trattati di Maastricht e Lisbona) stanno intanto letteralmente affondando.

Il valore di ogni democrazia si misura da quanto le sue leggi e burocrazie si discostano da buonsenso, etica e giustizia, o da uno spirito di… buona coscienza!

Riconoscere questo principio vuoldire  riconoscere che la democrazia italiana contaminata dalle nove leggi europee non è solo in uno stato avanzato di agonia, ma già Morta perchè è di fatto già stata sospesa, accettando un principio divenuto legge che dichiara: qualora i regolamenti europei si scontrano in un qualsiasi punto con la nostra costituzione, essi divengono prevalenti!

Al posto di continuare ad illudersi ancora sulla reale natura dell’ Eurozona, è d’ obbligo quindi, almeno che non si attenda un intervento del divino, combattere il regime Euro e ripristinare integralmente le vecchie leggi, regole, princìpi e confini ante 1992, e il ripristino della integrale sovranità monetaria ante 1981,  insomma, la cara, vecchia e moralmente ben collaudata democrazia!

©2018 Boris Smirnov

I nostri perchèultima modifica: 2018-06-04T15:27:08+02:00da borissmirnov