Creato da: je_est_un_autre il 04/11/2008
Date la colpa alla mia insonnia

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Guarda, a dir molto siete in:

 
Citazioni nei Blog Amici: 132
 

Ultime visite al Blog

je_est_un_autreVasilissaskunkwoodenshipEstelle_kcassetta2surfinia60massimiliano650cuspides0PolvereRugiadaQuartoProvvisorioSignorina_GolightlyCherryslmisteropaganolisa.dagli_occhi_blu
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 
« Tic tacMonopattini (una storia ... »

Catturare

Post n°467 pubblicato il 30 Maggio 2021 da je_est_un_autre

Volendo esagerare con la sintesi, la vita da un certo momento in avanti diventa da un lato un continuo prepararsi alla fine, dall'altro un (faticoso, impossibile, continuamente frustrato) cercare di riprovare quel raro momento di pura, piena e ingenua bellezza che con buona approssimazione potremmo chiamare "felicità"; e che - credo - in molti si è vissuto, e per quanto mi riguarda si colloca in una certa fase dell'infanzia. Beh, per me è così.
Questo momento puro e perfetto per me coincide con un crocicchio di strade semivuote dai muri scrostati, a metà degli anni '70. Quando ci torno, in quel vicolo che sfocia nell'incrocio, ovviamente non sono veramente "là", nel senso "in quel tempo", perchè le strade, i muri, l'asfalto, l'odore, i colori, io stesso in primo luogo, tutto è un'altra cosa, ormai.
Infatti ci passo, se proprio devo, ma in modo impersonale, come se ci camminasse qualcun altro. Eppure, significa un qualcosa, quel tratto di strada di pochi metri, che per me conteneva tutto il mondo.
Per un po', la felicità ha avuto un senso.
Almeno credo.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Cipigli/trackback.php?msg=15558379

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
gianor1
gianor1 il 30/05/21 alle 21:21 via WEB
La storia di ciascuno di noi rappresenta una faccenda molto delicata, a volte complessa da ripercorrere per tutto il carico emotivo che porta con sé, ma altrettanto naturale come il raccontarsi. Il passato, bello o meno bello che sia, è sempre qualcosa con cui dobbiamo fare i conti, o più semplicemente confrontarci, in quanto è padre del nostro presente. Gian
(Rispondi)
 
 
je_est_un_autre
je_est_un_autre il 31/05/21 alle 07:29 via WEB
Quando mi metto a farci i conti sul serio, col mio passato, non sono molto tenero con me stesso. Ma se vado indietro fino all'infanzia allora è un'altra cosa.
(Rispondi)
 
daunfiore
daunfiore il 30/05/21 alle 23:55 via WEB
Io ricordo dei momenti di gioia fortissima e intensa nella tarda adolescenza..una spensieratezza e giornate intere al mare...
(Rispondi)
 
 
je_est_un_autre
je_est_un_autre il 31/05/21 alle 07:31 via WEB
In quegli anni poi, tutte le sensazioni, positive o negative che siano, sono moltiplicate in potenza.
(Rispondi)
 
cassetta2
cassetta2 il 31/05/21 alle 15:51 via WEB
A me i posti dove sono stato felice oggi mi fanno uno strano effetto, come un cattivo retrogusto. Forse sono solo invidioso di me stesso.
(Rispondi)
 
 
je_est_un_autre
je_est_un_autre il 31/05/21 alle 17:15 via WEB
Non hai torto. Però questo succede coi ricordi concreti. Infatti io ho scelto un passat, lontanissimo, remoto, mitico. Qualcosa di leggendario, anche se è solo polvere depositata sotto il portico di un anonimo paesino della pianura emiliana.
(Rispondi)
 
surfinia60
surfinia60 il 31/05/21 alle 19:35 via WEB
La felicità è figlia dell'attimo. Una convergenza di fattori, il momento, l'età, le circostanze, noi. Dovrebbe ricrearsi il momento perfetto per sperimentare nuovamente quello stato d'animo. Ma sappiamo che è impossibile. Possiamo solo riviverlo nella memoria e, se siamo fortunati, riuscire anche a rievocarlo con tutte le sensazioni provate. Oppure si puo' ricorrere all'autoipnosi :-)
(Rispondi)
 
 
surfinia60
surfinia60 il 01/06/21 alle 16:00 via WEB
Cancella pure se non hai gradito
(Rispondi)
 
 
 
je_est_un_autre
je_est_un_autre il 01/06/21 alle 22:34 via WEB
No no, ma figurati. È che mi sono letto il tuo commento e poi ho dimenticato di rispondere perché non avevo tempo. Nel frattempo, cerco di saperne di più sull'autoipnosi...
(Rispondi)
 
lisa.dagli_occhi_blu
lisa.dagli_occhi_blu il 31/05/21 alle 22:03 via WEB
Uno dei più bei post mai letti. Questa volta mi lasci con il cuore che si stringe. Ed è bello, anche con un pò di amaro per il tempo che passa, nonostante tutto. Nonostante noi.
(Rispondi)
 
 
je_est_un_autre
je_est_un_autre il 01/06/21 alle 09:21 via WEB
Uno dei più bei commenti mai ricevuti, grazie Lisa! Però prometto che alla prossima torno a scrivere le mie solite sciocchezzine, così il cuore ha un po' di sollievo.
(Rispondi)
 
 
 
lisa.dagli_occhi_blu
lisa.dagli_occhi_blu il 02/06/21 alle 10:06 via WEB
:)))
(Rispondi)
 
Estelle_k
Estelle_k il 31/05/21 alle 22:20 via WEB
Non c'è nulla da fare...succede così. Cioè, arriva un periodo della vita in cui si fanno questi pensieri. E la cosa carina è che ci si accorge di esser in buona compagnia. Già, chi in strade con muri scrostati, chi su un muretto all'entrata della scuola, chi nel garage dell'amica del cuore con la musica a palla di un mangiacassette. Micromondi densi di vita dove il ricordo fa ingoiare due lucciconi di commozione.
(Rispondi)
 
 
je_est_un_autre
je_est_un_autre il 01/06/21 alle 09:25 via WEB
È che diventa a volte una specie di vizio. Mi rendo conto di avere vissuto parecchio del mio tempo immerso nel ricordo, anche facendo qualcos'altro. Così la vita diventava qualcosa da rimandare.
(Rispondi)
 
 
 
Estelle_k
Estelle_k il 02/06/21 alle 16:27 via WEB
Dai dai dai... svolta l'angolo di quella strada, attendo di leggere di nuovo le tue sciochezzine, come le hai chiamate più sopra, e che non sono affatto tali..*__°!
(Rispondi)
 
woodenship
woodenship il 03/06/21 alle 00:27 via WEB
Si è sempre altro da quel che si era. E'il motivo per cui, quando si torna in un vicolo del passato, si viene investiti da stupore. E, quasi increduli, si ricercano tracce di ciò che si era........Un bel blog davvero, complimenti.......W.......
(Rispondi)
 
 
je_est_un_autre
je_est_un_autre il 03/06/21 alle 17:09 via WEB
Ma grazie, woodenship, davvero.
(Rispondi)
 
amistad.siempre
amistad.siempre il 10/06/21 alle 18:45 via WEB
Sì, quella che definisci 'qualcosa che con buona approssimazione potremmo chiamare Felicità', e che magari è durata pochissimo, accompagna tanta gente per tutta la vita. Anche me.. ^_^
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.