Creato da: je_est_un_autre il 04/11/2008
Date la colpa alla mia insonnia

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Guarda, a dir molto siete in:

 
Citazioni nei Blog Amici: 114
 

Ultime visite al Blog

je_est_un_autrevanille_noirePaintedonmyheartpaperinopa_1974occhineriocchineriemma01ioguadagnolinedolcesettembre.1daunfioremarta_forsepa.ro.leneimieipassilunetta_08nataly_marcis
 

Ultimi commenti

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 
« Perchè?Città »

Zum-pa-pÓ

Post n°105 pubblicato il 23 Settembre 2010 da je_est_un_autre

Lui:...stai scherzando?

Lei: Per nulla.

Lui: Quindi tu credi che io sia...

Lei: Non tu, il tuo blog. Autocelebrativo.

Lui: Autocelebrativo. No, senti. Vedi fanfare, qui attorno? Festoni? Tamburi?Hai le allucinazioni. Questo è un blog umilissimo, spartano, minimale.

Lei: Non ho finito. Adesso che mi ci fai pensare…

Lui: Cosa stai per dire? Sii clemente.

Lei: Smettila di sudare. Volevo solo dire che a guardare bene, anche tu sei autocelebrativo.

Lui: Come sarebbe?

Lei: Per esempio. Non fai che specchiarti. Anche in macchina. Potrebbe finire male. Poi non dirmi che non ti ho messo in guardia.

Lui: Ma non è vero! E comunque. Non è autocelebrazione. E’ tricologia. Normale attenzione per i capelli.

Lei: Non a caso scrivi sempre di barbieri.

Lui: E’ solo che detesto avere i capelli fuori posto.

Lei: I tuoi capelli sono comunque fuori posto. Ad ogni modo è rischioso. Dovresti togliere gli specchietti dall’auto.

Lui: Autocelebrativo. Santapace. Sono sconvolto.

Lei: Per così poco ?

Lui: Sai bene quanto sia sensibile.

Lei: Sei permaloso, è diverso.

Lui: Hai deciso di demolirmi, è il tuo obiettivo di giornata? La tua mission?

Lei: Non dire sciocchezze: sii uomo, non sudare e soprattutto smettila di autocelebrarti.

Lui: Che poi: non si potrebbe fare lo stesso discorso per ogni blog? Non sono un po’ tutti autocelebrativi?

Lei: Non ne ho idea, non mi interessano i blog.

Lui: Appunto, e allora che succede, oggi?

Lei: Se lo sapessi. Sei tu che mi hai ficcato qui dentro. Dillo, anche questo dialogo: non è mai avvenuto. Nessuno parla in questo modo, io no di sicuro.

Lui: Dovresti ringraziarmi, è bello questo piglio che ti ho attribuito. Ad ogni modo: è vero che non è avvenuto; semplicemente è uscito da sé, di prima mattina. Sintomo di una fantasia debordante e difficilmente contenibile.

Lei: E lui sarebbe quello non autocelebrativo, capite? Ora basta con queste stupidaggini, asciugati il sudore, deciditi finalmente a dedicarti a qualcosa di serio e lasciami andare, che la gente normale ha da fare. (esce)

Lui: Aspetta!...
(al vuoto)…Ho…i capelli fuori posto?

 

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog