Creato da: je_est_un_autre il 04/11/2008
Date la colpa alla mia insonnia

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Guarda, a dir molto siete in:

 
Citazioni nei Blog Amici: 132
 

Ultime visite al Blog

woodenshipje_est_un_autreEstelle_ksurfinia60Arianna1921il_tempo_che_verragianor1cassetta2Vasilissaskunkbutterflyblack07lisaliberabluaquilegiaQuartoProvvisorioSignorina_Golightly
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 
« Perchè si scriveBasette »

Quel tempo, a Trieste

Post n°480 pubblicato il 24 Ottobre 2021 da je_est_un_autre

Si è parlato tanto di Trieste, in questi giorni, per via dei noti fatti. Io, qualunque cosa succeda in quella bella e malinconica città, quando se ne parla, ripenso all'anno che ci passai. Purtroppo non nel centro cittadino, ma un po' fuori, in una caserma inutile, lontana da tutto.
La sera a volte, quando potevamo, quando non montavamo di guardia, raggiungevamo la città. Arrivavamo noi e Trieste si svuotava, avevamo in mente solo le ragazze ma nel momento in cui mettevamo piede in centro le ragazze sparivano, si tappavano in casa probabilmente, o se ne andavano chissà dove, al sicuro, lontane dalla nostra portata.
Un po' delusi, un po' soli, ci accontentavamo di andare a mangiare qualcosa. Ricordo che andavamo spesso in un posto che si chiamava Risoteca, dove il riso, appunto, veniva servito nelle preparazioni più diverse. Chissà perchè ci piaceva tanto quel posto: forse perchè era la cosa più distante dalle tristezze della mensa soldatesca. Il locale era gestito da una signora dall'aria elegante. Ogni volta che sceglievamo un piatto, e lì i piatti avevano tutti nomi indecifrabili che ora non ricordo più, chiamavamo la signora e chiedevamo: e questo riso, com'è? Lei diventata pensosa per un attimo e poi sorridendo rispondeva: molto delicato. Era la sua immancabile risposta: molto delicato. Era buono, quel riso. E del resto, probabilmente noi proprio di quello avevamo bisogno, di qualcosa di delicato.
Comunque è una bella città, Trieste. Ricordo un giorno, in Piazza dell'Unità, mi sembra fosse domenica, una domenica piena di sole, pensai: dovrò tornarci quando sarà finito questo anno assurdo, mi sa che ne vale la pena.
Quando le acque si saranno calmate, ci voglio tornare.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Cipigli/trackback.php?msg=15717523

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Estelle_k
Estelle_k il 24/10/21 alle 12:17 via WEB
Trieste la città delle "mule"..:) Ci sono andata qualche volta, molto bella e soprattutto viva culturalmente. Hanno una cucina di confine...non male (riso)...ops (rido)
un abbraccio:)
(Rispondi)
 
 
je_est_un_autre
je_est_un_autre il 24/10/21 alle 13:11 via WEB
Mule non pervenute, ahimè...E' vero, è una città colta e viva, anche se allora non potevo saperlo. Un abbraccio a te, estelle!
(Rispondi)
 
woodenship
woodenship il 26/10/21 alle 03:17 via WEB
Strana coincidenza: anch'io l'ho conosciuta durante l"anno inutile". Ci andai in permesso con dei commilitoni(così si diceva, vero?). Mi parve troppo piccola, arroccata. E, nonostante la bella giornata di sole, molto vuota, quasi un deserto. Come del resto tutte le città friulane: svuotate di abitanti e rimpolpate di reclute....
(Rispondi)
 
 
je_est_un_autre
je_est_un_autre il 26/10/21 alle 08:32 via WEB
Io, arrivando da un paesino molto piccolo, non avrei mai potuto trovarla piccola. Vuota sì, questo sì. Ma rivederla da "civile" è davvero un'altra cosa. Una bella città.
(Rispondi)
 
cassetta2
cassetta2 il 26/10/21 alle 08:45 via WEB
Anche io ci voglio tornare. https://blog.libero.it/presidente/11161644.html
(Rispondi)
 
 
je_est_un_autre
je_est_un_autre il 28/10/21 alle 09:02 via WEB
C'eri anche tu?
(Rispondi)
 
 
 
cassetta2
cassetta2 il 31/10/21 alle 15:43 via WEB
Ci andavo spesso.
(Rispondi)
 
gianor1
gianor1 il 27/10/21 alle 18:11 via WEB
Rivivo anch'io una parte del passato con gioia e nostalgia. In qugli anni, in quei giorni avevo la sensazione di libertà e poche preoccupazioni del mio futuro. Il passato è stato un sogno sfuggevole proprio come il futuro. Spesso visto come un periodo nel quale le cose andavano meglio e la vita era più semplice. Il passato ci distrae dalla verità del presente e dal dolore della realtà corrente ed è visto come qualcosa di bello. A ben rileggerci. Gian
(Rispondi)
 
 
je_est_un_autre
je_est_un_autre il 28/10/21 alle 09:05 via WEB
E' vero, soprattutto le poche preoccupazioni per il futuro; anzi mi viene da pensare che se potessi tornare indietro mi prenderei per le spalle per darmi una svegliata. Ma insomma, alla fine forse era bello proprio per quello.
(Rispondi)
 
lisa.dagli_occhi_blu
lisa.dagli_occhi_blu il 29/10/21 alle 08:22 via WEB
Ti ricordi montagne verdi? E' bella, sì, Trieste.
(Rispondi)
 
 
je_est_un_autre
je_est_un_autre il 29/10/21 alle 19:19 via WEB
Ma tu sei di quelle parti, Lisa, giusto?
(Rispondi)
 
 
 
lisa.dagli_occhi_blu
lisa.dagli_occhi_blu il 31/10/21 alle 13:03 via WEB
Adesso ci vivo da quelle parti, si… :)))
(Rispondi)
 
gianor1
gianor1 il 02/11/21 alle 10:47 via WEB
So perchè oggi sei entrato da me: volevi girare il coltello nella ferita del 0-2! Mi rifarò al ritorno...
(Rispondi)
 
 
je_est_un_autre
je_est_un_autre il 03/11/21 alle 08:30 via WEB
No, figurati, non potrei mai essere così crudele, e poi sarebbe come sparare sulla croce rossa, tant'è che io non vedo l'ora che ci sia la gara di ritorno perchè lì sono tre punti assicurati, ahah!
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.