LA PRIMA MAPPA EUROPEA DEI PROGETTI

kk

Sfondo nero con particelle dorate glitter punti | Vettore Gratis

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Prima Mappa Europea Dei Progetti

Idrogeno La prima mappa europea dei progetti
La prima mappa europea dei progetti
14
Lanciata da EntsoG, ad oggi contiene in tutto oltre 300 progetti da una ventina di Paesi di cui 19 in Italia.
L’organizzazione dei gestori europei di reti di trasporto gas, EntsoG, ha lanciato un database completo a livello dell’UE per i progetti di idrogeno rinnovabile e a basse emissioni di carbonio attuali e pianificati. La piattaforma, disponibile all’indirizzo https:// h2-project-visualisation-platform. entsog.eu/, si basa su dati open source e fornisce un’ampia panoramica dei progetti sull’idrogeno lungo la catena del valore del gas, dalla produzione, alla trasmissione, alla distribuzione e allo stoccaggio fino all’uso finale. La piattaforma attualmente indicizza oltre 300 progetti in una ventina di Paesi, di cui 78 nel campo della conversione-riadattamento di infrastrutture gas, 71 in quello degli usi finali dell’idrogeno, 71 progetti integrati (produzione-trasporto-utilizzo), 56 nella produzione, 27 nello stoccaggio e 6 nella realizzazione di nuove infrastrutture per l’idrogeno. Per la sola Italia i progetti sono in tutto 19, ripartiti come segue – 5 progetti integrati: l’H2 Valley in Valcamonica di A2A, Snam e Fnm, il progetto Blue Dolphin di Fincantieri per 50 navi e sistemi di propulsione a idrogeno, il progetto Divina di Snam, Rina e Bormioli sulla produzione di vetro, il progetto Autobrennero, il progetto Silver Frog di Hydrogenies, Meyer Burger e EcoSolifer per una capacità produttiva di 10 GW di idrogeno da solare, trasporto e uso nella produzione di acciaio e nella chimica; – 4 progetti negli usi finali: i progetti di blending Snam nel pastificio di Contursi, il pilota di Snam, Rina e Giva per l’uso di un mix di idrogeno e gas naturale per scaldare le fornaci di forgiatura, il progetto di ricerca e sviluppo Reflex per lo sviluppo di un sistema di storage a H2 portato avanti tra gli altri
da Cea, Sylfen, Dtu e Engie e il progetto ReD REHeatEU di Sit Group e Beckett Italy per l’uso di pompe di calore a idrogeno nel residenziale; – 4 progetti nella produzione: il progetto Italgas, Bmw, Mini, Edison e Snam per la produzione di idrogeno verde a Cagliari, i due progetti pilota di Enel e Engie per la fornitura di idrogeno verde a raffinerie Eni con elettrolizzatori da 10 MW ciascuno, il progetto Pegasus di Sgi per la produzione di metano verde attraverso la produzione di idrogeno via elettrolizzazione e l’utilizzo della CO2 generata nella produzione di biometano con successiva immissione nelle reti Sgi, e il progetto pilota Prometeo di Enea, Snam, Fondazione Kessler e altri per abbattere i costi di produzione del green hydrogen con una tecnologia efficiente; – 4 progetti nel riutilizzo di infrastrutture esistenti: il progetto ReD di Snam e Rina di certificazione della rete Snam, quello H2Gar di Enagas, Fluxys, Gasunie, GrtGaz, National Grid, Oge e Snam per la condivisione delle conoscenze tra Tso, il pilota H2-NG di Snam e Baker Hughes per valutare la fattibilità di alimentare le stazioni di compressione della rete di trasporto con un mix di idrogeno e gas naturale e il progetto di Snam per lo sviluppo degli investimenti necessari a portare al 5% la percentuale di idrogeno iniettabile nella sua rete di trasporto italiana; – 2 progetti in nuove infrastrutture: i progetti HyBrids Fase I e II della Sgi, che prevedono ognuna la costruzione di un gasdotto da 8″ di 2 km per il trasporto per collegare la produzione di idrogeno presso l’impianto chimico Scb di Bussi sul Tirino alla rete ad alta pressione di Sgi per una miscelazione col gas naturale, lo stoccaggio di H2 e l’utilizzo di idrogeno nell’impianto Scb.

&

LA PRIMA MAPPA EUROPEA DEI PROGETTIultima modifica: 2021-09-13T10:42:34+02:00da SensoAstratto
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr