Blog
Un blog creato da sara_1971 il 13/07/2007

S_CAROGNE

Avvertenze: questo è un blog, bipolare come i più comuni disturbi dell'umore

 
 

Sara

 

AREA PERSONALE

 
 

Vecchio Paz

Esistono persone al mondo, poche per fortuna, che credono di poter barattare una intera Via Crucis con una semplice stretta di mano, o una visita ad un museo, e che si approfittano della vostra confusione per passare un colpo di spugna su un milione di frasi, e miliardi di parole d'amore...

 

Cuor di Carogna

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17]
... [18] ... [19] ... [20]
[21] ... [22] ... [23] ... [24]
[25] ... [26] ... [27] ... [28]
[29] ... [30] ... [31] 
... [32]

 

Diario di una gravida

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17] ... [18] ... [19] ... [20]
[21] ... [22] ... [23] ... [24]
[25] ... [26] ... [27] ... [28]
[29] ... [30] ... [31] ... [32]
[33] ... [34] ... Il parto

 
Citazioni nei Blog Amici: 218
 

 

« Superquark: Turisti per casoStoria di un troll »

Recensioni - La ragazza del lago

Post n°69 pubblicato il 21 Settembre 2007 da sara_1971

Luogo: cinema Odeon

Ore: 22.30 di una giornata infernale durata 28 ore

Film: La ragazza del lago

Regista: Andrea Molaioli

Interprete principale: Toni Servillo

Spettatori: 2 di numero, per l’esattezza Sara e Congus (tra parentesi i loro dialoghi)

 

Scorrono i titoli di testa, la sala si affolla e gli spettatori diventano addirittura 3: si aggiunge inaspettatamente anche il gestore del bar in pantofole.

(Sara: Ti sei accorto che siamo in 2? Il film deve essere una cacata.

Congus: Ma che dici? E’ con Toni Servillo.

Sara: Chi è Toni Servillo?

Congus, sdegnato: Sei una bestia)

Buio in sala, inizia la proiezione: la piccola Marta sta tornando a casa quando un giovane ritardato la convince a seguirlo nella sua fattoria. E’ subito allarme. Anche tra gli spettatori.

(Congus: Naa, chiamin a chess, non szi scienn’, sta piccinenn je trimon adaver.

Traduzione per i lettori non baresi di questo blog, censurata a beneficio di tutti: Ma guarda un po’ questa bambina, orsù non salire sul furgone di un estraneo, questa piccina è davvero … ehm… ingenua.

Sara - riferendosi allo psicopatico – E’ lui Toni Servillo?

Sguardo carico di ribrezzo da parte di Congus)

Inaspettata caduta di pathos per il ritrovamento simultaneo della piccola Marta e del cadavere di una ragazza sulle sponde del lago.

(Paradossali sospiri di sollievo tra gli spettatori grazie ai quali la povera vittima si rigira incazzata nella tomba.

Attimo di estatica ammirazione da parte di Congus alla vista delle nudità della attrice strafiga)

Fotografia magnifica, pulita e fredda, paesaggi smaltati da urlo, scenografia di irreale bellezza.

Dopo pochi ciak si intuisce subito che non sarà il cadavere ad assumere il ruolo del protagonista bensì il cinico commissario Sanzio, ruvido padre con a carico figlia adolescente stracciamaroni e moglie rinchiusa in clinica per grave malattia degenerativa del sistema nervoso.

(Sguardo che riverbera condanna da parte di Congus da cui Sara deduce che è entrato in scena Toni Servillo. Tentativo malriuscito per spacciarsi conoscitrice dell’attore .

Sara: Ahhhh, quel Toni Servillo.

Occhiata trasversale di Congus con alzata di sopracciglio esprimente disprezzo)

Indagini condotte con metodica passione si addentrano nel dedalo della piccola borghesia italiana, svelandone con ottimo senso cinematografico il riserbo, i pregiudizi e l’intima freddezza familiare.

Bucano lo schermo personaggi solo apparente normali, in realtà ugualmente colpevoli e innocenti: la coppia separatasi dopo la tragica scomparsa del figlio, il ritardato del paese benvoluto da tutti tranne che dal padre moderatamente paralitico, il fidanzato dalle incerte verità, l’inquietante sorella della vittima, il genitore morboso. Il delitto diventa giusta occasione per portare  a galla la mediocrità e le tribolazioni della provincia  di oggi.

Nessun riguardo per la ragazza uccisa che, si sottolinea, potrebbe addirittura aver addirittura desiderato la morte (inquietante analogia con la stampa italica).

(Sbadiglio incontenibile di Sara. Nervosismo in sala.

Congus: Basta, io al cinema con te non ci vengo più.

Sara, assonnata: Ou, sto in piedi dalle 5 di stamattina, mica sbadiglio per Fervillo.

Congus: Sei una ignorante.

Richiesta perentoria di silenzio da parte del gestore del bar in pantofole)

Il regista elimina giudiziosamente tutti quegli effetti speciali che potrebbero rendere scabrosa la vicenda: se cercate il giallo nella sua definizione più classica sappiate che non lo troverete, se viceversa siete attratti da una riflessione critica sull’esistenza, fortunatamente lontana anni luce dalle fiction televisive alla Twin Peaks, allora prego accomodatevi.

Ad ogni modo, per non guastarvi la sorpresa, vi dico solo che la soluzione arriva per intuizione, dopo attenta analisi delle ragioni pubbliche e private del delitto: un film semplice, arguto e raffinato che si impone facendo la differenza al pari dell’eccellente protagonista.

Di cui ho momentaneamente dimenticato il nome.

Ma che mi sembra si chiami qualcosa come Servillo… Fervillo… non lo so, chiedete a Congus.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

 

Erba

erba_blog

 

Istruzioni per l'uso

Prima di scrivere minchiate a caso leggi

 

ULTIME VISITE AL BLOG

la.cozzaarchetyponBinxusxileopowaquatsiPRONTALFREDOmino27GEGNOantonioilicorazio_dimauroperla755sagredo58phoenix_182kevinarnold0Drakkar77
 

NAUFRAGHI SPIAGGIATI

counter
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 

C'è post@ per me

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17] ... [18] ... [19] ... [20]

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom