Blog
Un blog creato da sara_1971 il 13/07/2007

S_CAROGNE

Avvertenze: questo è un blog, bipolare come i più comuni disturbi dell'umore

 
 

Sara

 

AREA PERSONALE

 
 

Vecchio Paz

Esistono persone al mondo, poche per fortuna, che credono di poter barattare una intera Via Crucis con una semplice stretta di mano, o una visita ad un museo, e che si approfittano della vostra confusione per passare un colpo di spugna su un milione di frasi, e miliardi di parole d'amore...

 

Cuor di Carogna

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17]
... [18] ... [19] ... [20]
[21] ... [22] ... [23] ... [24]
[25] ... [26] ... [27] ... [28]
[29] ... [30] ... [31] 
... [32]

 

Diario di una gravida

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17] ... [18] ... [19] ... [20]
[21] ... [22] ... [23] ... [24]
[25] ... [26] ... [27] ... [28]
[29] ... [30] ... [31] ... [32]
[33] ... [34] ... Il parto

 
Citazioni nei Blog Amici: 219
 

 

« Qualcosa di grandeC'é post@ per me - Penthouse »

Poema giambico: l'epopea delle toilettes

Post n°370 pubblicato il 24 Agosto 2008 da sara_1971

Cantami, o Diva, del Pelide Achille (Antefatto)

Non so se avete mai esperito la situazione di trovarvi impaludati in un conto in banca talmente disastroso da essere costretti a lavorare in un ristorante, inaugurando una carriera da colletto bianco inamidato che pensavate mai vi sarebbe appartenuta vista la  laurea (caugh caugh) che si immaginava presagio di un futuro trascorso gomito a gomito con la Montalcini. Spero per voi di no. In ogni caso fare la cameriera in un ristorante qualificato è difficile: correre tra sala e cucina con gente che ti chiama al tavolo solo per chiederti di raccogliere la salviettina caduta, trasportare dozzine di piatti impilati su un braccio solo, soddisfare le più strambe richieste della clientela… un inferno. Di contro lavorare in un hotel con annesso ristorante a conduzione familiare è cosa assai più semplice, ammettiamolo. Il termine “familiare”, infatti, evoca di per sé rilassanti ambientazioni culinarie zeppe di  suore e stelline in brodo, richiama alla mente magnifici panorami caserecci e soprattutto celebra il legame affettivo-nevrotico con i proprietari della struttura verso cui, inevitabilmente, si finisce per provare la compassione dettata dall’essere più o meno sulla stessa barca. Perciò quando ti dicono, in modo molto garbato, "il cesso è otturato", pensi subito con determinazione a risolvere il problema anche se non è, strettamente, compito tuo.

l’ira funesta che infiniti addusse lutti agli Achei (Svolgimento)

Sara si reca tesa ma fiduciosa in bagno, credendo si tratti di un problema gassoso, spalanca la porta e pensa di essere vittima di una allucinazione di origine tifoide. Certo sarà colpa dell’antipasto mare&monti, pensa tra sé e sé nell’ultimo impeto scientifico rimastole. E’ risaputo, i fagioli con cozze e cotiche sono dei prelibati modulatori intestinali: se avete certe voglie, ve le potenzia, se non le avete, ve le fa passare per sempre. Pericolosissimi. Poi la rabbia  e l’ira (funesta, appunto) prendono il sopravvento e Sara, che tanto si vantava della sua mentalità così aperta e moderna, si trasforma in un generale talebano invocando la pena di morte immediata per il reo, eventualmente anche non confesso. Sara si avvicina ad una tavolata di principini arroganti con le vene ormai delle dimensioni di una quercia ed il gradevole aspetto di una bambina itterica. “Potrei cortesemente sapere quale delle gentili signore qui presenti ha recentemente usufruito dei servizi igienici?” Silenzio tombale. Si alza la colpevole, un bocciolo di Lolita con la faccia costipata. “Ah, bene bene. Vuol essere così gentile da seguirmi per favore?”  Sara procede verso i bagni indecisa sulla classificazione epistemologica da conferire al prodotto intestinale reperito nel bagno. L’uomo, si sa, è un animale, evoluto ma pur sempre animale, perciò tende ad avvertire la situazione di pericolo ancor prima della sua palese messa in atto (questa è l’unica cosa che mi fa ben sperare per le sorti del nostro Paese, ma lasciamo perdere, quando si è nella palta, letteralmente, le beghe elettorali passano in secondo piano). Infatti prima ancora di raggiungere il luogo del misfatto la gentile cliente inizia a balbettare incomprensibili scuse circa il quantitativo spropositato di carta igienica adoperata per cercare di occultare il corpo del reato (consiglio: casomai vi venisse in mente di attuare qualcosa di simile in un cesso non di vostra proprietà, non fatelo, questi puerili stratagemmi non solo non funzionano ma soprattutto indispongono il personale; consiglio bis: casomai vi venisse in mente di attuare qualcosa di simile in un cesso di vostra proprietà fatelo solo se avete necessità urgente di ottenere il divorzio). Sara e la cliente si ritrovano faccia a faccia davanti al cadavere galleggiante e inerte.

Cliente, affranta ma giudiziosa: “C’è uno scopino per caso?”

Sara (espressione soddisfatta, del genere “bene, ci siamo capite”), fissando una piccola innocente mazza di scopa che implora pietà: “Ci sarebbe ma mi sembra, anche quella, troppo grossa”.

Quivi salito addormentossi il nume, ed al suo fianco giacque l'alma Giunon che d'oro ha il trono (Epilogo)

Le colleghe portano Sara in processione per tutto il ristorante come fosse una santa, il proprietario si segna la data affinché venga inserita negli annali del ristorante, Sara si appunta il tutto per farne un post. Ma è giusto così: certe storie implorano di essere raccontate non fosse altro perché diventino imperituri testimoni della feroce e quotidiana battaglia campale per conservare la dignità.

E sarei curiosa di vedere i banner pubblicitari, adesso.

 

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

 

Erba

erba_blog

 

Istruzioni per l'uso

Prima di scrivere minchiate a caso leggi

 

ULTIME VISITE AL BLOG

la.cozzaGEGNOantonioilicarchetyponorazio_dimauroBinxusperla755sagredo58phoenix_182kevinarnold0Drakkar77Elemento.Scostantehedo66mariotti.diegomaxicontemax
 

NAUFRAGHI SPIAGGIATI

counter
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

FACEBOOK

 
 

C'è post@ per me

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17] ... [18] ... [19] ... [20]

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom