Blog
Un blog creato da sara_1971 il 13/07/2007

S_CAROGNE

Avvertenze: questo è un blog, bipolare come i più comuni disturbi dell'umore

 
 

Sara

 

AREA PERSONALE

 
 

Vecchio Paz

Esistono persone al mondo, poche per fortuna, che credono di poter barattare una intera Via Crucis con una semplice stretta di mano, o una visita ad un museo, e che si approfittano della vostra confusione per passare un colpo di spugna su un milione di frasi, e miliardi di parole d'amore...

 

Cuor di Carogna

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17]
... [18] ... [19] ... [20]
[21] ... [22] ... [23] ... [24]
[25] ... [26] ... [27] ... [28]
[29] ... [30] ... [31] 
... [32]

 

Diario di una gravida

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17] ... [18] ... [19] ... [20]
[21] ... [22] ... [23] ... [24]
[25] ... [26] ... [27] ... [28]
[29] ... [30] ... [31] ... [32]
[33] ... [34] ... Il parto

 
Citazioni nei Blog Amici: 219
 

 

« Cazzaturificio - Sliding doors 2Mondo Fitness »

Maledetto di un gatto

Post n°125 pubblicato il 14 Novembre 2007 da erbavoglio_70

 Finalmente sono ricca. Una promessa di guadagno equivale per me a denaro da spendere. Subito. Sono o non sono un'italiana?

Da dove inizio? Mi rifaccio il profilo. Sì: non sono più Erba che stira pure le mutande. Sono Erba che stira solo quelle. Per sfizio, così. Sapete che noi vip siamo eccentrici. E poi voglio proprio vedere come si scateneranno i piccoli fans in pvt.

Luisa è così entrata nella mia vita. In due magiche ore alla settimana lei svuota il cestone traboccante di biancheria, stirando alla perfezione ogni capo, allineando e impilando poi tutto sul lettone, in ordine cromatico e di grandezza.

La felicità dura poco, ovviamente.

Caso vuole che mentre converso amabilmente, a mie spese, con Sara, mia figlia mi interrompa chiedendomi di indossare una camicetta rosa. “No, l'ha appena stirata Luisa, la metterai a scuola”.

Sara mi aggredisce. “Tu sei folle! Ti fai chiamare Luisa da tua figlia! Ha già un ingombrante patrimonio genetico, non destabilizzarla in questo modo!”.

E io: “Che cazzo dici? Luisa è un simpatico donnone che stira le montagne di magliette, pantaloni, camicie e lenzuola che usiamo a casa. Da quando ci siete tu, il blog e il giornale, non ho certo il tempo di fare tutto. Ma tu che ne sai? Anzi, quasi mi dispiace. Ma è il prezzo del successo. Ho dovuto rinunciare alla stiratura”. La serpe improvvisamente cambia tono di voce, si informa sui prezzi, sulle prestazioni ... sento i suoi (semplici) ingranaggi lavorare, ma le rispondo senza perdere la calma: tanto non ha nulla da stirare, dato come vestono lei e i suoi cani. Incredibilmente concludiamo la conversazione senza bestemmiarci i reciproci morti, e senza minacce.

Riprendo la mia vita (che quando non riguarda anche quella di Sara è piuttosto tranquilla).

Cazzo: citofono. E' lei: solo lei e mia suocera sono riconoscibili dal suono del citofono. Non è mia suocera perché il trillo non è accompagnato dall'odore della pasta al forno. E' già alla porta. E non è sola. Porta seco un bustone nero, e purtroppo non si tratta di un semplice cadavere (ieri non è uscita con nessuno della Community). “Ci sono i tuoi figli in giro?” “No”. Apre il bustone, io indietreggio impaurita. Si tratta di stracci (ad una prima occhiata; ad una seconda restano tali, ma li riconosco come i vestiti di Sara – quelli migliori). “Bene, allora mia cara stronza: è tutto lavato, passo a ritirare il tutto tra due giorni”.

“Ma, Sara ...” “Taci, solo grazie al mio fiuto abbiamo questa entrata extra, quindi non rompere i coglioni. In questa casa di pazzi producete fiumi di panni da stirare. Non se ne accorgerà nessuno.”

Tranne Luisa. “Signora Erba, lei sa che a me non piace criticare, e quando ho trovato il gatto nel cestone non ho detto nulla, anzi lo avrei stirato volentieri. Però a me sembra di rubare i soldi: perché mi fa stirare pure le pezze della cuccia del gatto?”

Passa in quel mentre mio marito, e io faccio strane smorfie per intimargli di tacere e implicitamente comunicargli che avrebbe avuto una spiegazione (un giorno, insieme a tante altre). Immedesimandomi in Britney Spears affermo decisa:”il gatto è uno di famiglia e ci tengo che abbia le cosette stirate per la sua cesta”.

Lei mi guarda con un misto di compassione e disprezzo. E per prendermi per il culo inizia sempre a stirare gli stracci del gatto. Il resto se ne ha il tempo.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

 

Erba

erba_blog

 

Istruzioni per l'uso

Prima di scrivere minchiate a caso leggi

 

ULTIME VISITE AL BLOG

archetyponorazio_dimauroBinxusperla755sagredo58phoenix_182kevinarnold0Drakkar77Elemento.Scostantehedo66mariotti.diegomaxicontemaxfasten.1sfizio65Danes0
 

NAUFRAGHI SPIAGGIATI

counter
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

FACEBOOK

 
 

C'è post@ per me

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17] ... [18] ... [19] ... [20]

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom