Blog
Un blog creato da sara_1971 il 13/07/2007

S_CAROGNE

Avvertenze: questo è un blog, bipolare come i più comuni disturbi dell'umore

 
 

Sara

 

AREA PERSONALE

 
 

Vecchio Paz

Esistono persone al mondo, poche per fortuna, che credono di poter barattare una intera Via Crucis con una semplice stretta di mano, o una visita ad un museo, e che si approfittano della vostra confusione per passare un colpo di spugna su un milione di frasi, e miliardi di parole d'amore...

 

Cuor di Carogna

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17]
... [18] ... [19] ... [20]
[21] ... [22] ... [23] ... [24]
[25] ... [26] ... [27] ... [28]
[29] ... [30] ... [31] 
... [32]

 

Diario di una gravida

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17] ... [18] ... [19] ... [20]
[21] ... [22] ... [23] ... [24]
[25] ... [26] ... [27] ... [28]
[29] ... [30] ... [31] ... [32]
[33] ... [34] ... Il parto

 
Citazioni nei Blog Amici: 219
 

 

« La Creatura ed IoRecensioni - Compleanno »

Cuor di carogna

Post n°202 pubblicato il 04 Febbraio 2008 da sara_1971

Saltellando come un’ape da un fiore all’altro di questa serra familiare sono capitata sulle pregnanti riviste  della Zia Cortigiana. In ognuna di queste all’interno c’è una rubrica, la posta del cuore, in cui poveri scellerati scrivono lettere a presunte giornaliste (essenzialmente Lia Celi, Pink Moon, che almeno ha avuto la saggia pensata di mantenere l’anonimato, e la sempreverde Boralevi) che rispondono elargendo consigli psicotici. Non è giusto: da sempre il mio ego ed io proviamo un forte sentimento di invidia nei confronti di chi viene posto su un palco a declamare oracoli. Io lo so, lo sento, se fossi al posto loro avrei successo.

 

Sono cresciuta a Milano dove ho conosciuto il mio compagno. Lui proviene da una provincia del sud e otto mesi fa siamo andati a vivere nel suo paese, dove abbiamo trovato entrambi lavoro. Ma io non riesco ad inserirmi né ad accettare la mentalità ristretta: sono in cerca di stimoli e non voglio ancora negarmi forti emozioni . Il mio uomo intuisce il disagio che provo ma se ce ne andassimo darebbe un colpo ai suoi. Che faccio? Dalia

 

Risponde Lia Celi:

Certe province sono come le perle: donano solo a chi ha una certa età. Otto mesi sono pochi per ambientarsi: datti ancora tempo per scoprire questo borgo selvaggio e per apprezzarlo come si deve. Hai la fortuna di avere un compagno sensibile che riconosce il tuo malessere ma anche i limiti della sua terra che pure ama: sono certa che insieme troverete la soluzione. Basta mantenere la serenità e rimanere uniti. Omnia vincit amor.

 

Risponde Sara_1971: Cara Dalia, la Celi ha un concetto tutto suo delle perle che invece dovrebbero rimandare ineluttabilmente ad un mammifero del quale notoriamente non si butta via nulla (parliamo del porco ma se da 8 mesi vivi dalle nostre parti i detti degli indigeni voglio sperare ti siano ormai tristemente noti). Dici di esserti trasferita per motivi lavorativi: cara Dalia, a chi credi di darla a bere? Non sei riuscita a raccattare uno straccio di stipendio a Milano e invece, guarda caso, emigri al sud e miracolosamente, zac, ti sistemi in terronia. Ti ricordo garbatamente che non stai parlando con quella rimbambita della Celi quindi non ti illudere: sappiamo benissimo entrambe che tornare a vivere a casa dei suoi era l’unica maniera per infilargli il capestro al collo. O la fede al dito, che poi è la stessa cosa. Non metterti in testa di fare chissà che cosa qui, non ne saresti capace, e quel primitivo del tuo consorte non te lo permetterebbe neanche. Ti sei voluta a tutti i costi prendere il primo cane sporco che hai trovato sul marciapiede a causa di una fregola matrimoniale: che pretendevi? A breve resterai incinta, e le tue giornate trascorreranno nella triste contemplazione di una betoniera che gira la malta attraverso le finestre di quel buco scrostato in cui vivi insiemi alla maledetta genìa di tuo marito. Ora come ora il tuo destino, sappilo, può cambiare solo raspando un gratta e vinci. Ascolta allora il disinteressato consiglio di un’amica: inizia fin da subito a prendere la casta abitudine della chattata quando tuo marito non c’è. Se, come temo, tua suocera non ti lascia da sola nemmeno in bagno, recati al punto Internet più vicino per stare finalmente in pace: digita una serie di banalità ributtanti, qualche aforismo new age sintomatico della tua apertura mentale e vedrai l’immediato risultato: sei giovanissima e se vuoi, quelle che tu per pudore chiami emozioni forti, non devi fare altro che PRENDERTELE.

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

 

Erba

erba_blog

 

Istruzioni per l'uso

Prima di scrivere minchiate a caso leggi

 

ULTIME VISITE AL BLOG

archetyponorazio_dimauroBinxusperla755sagredo58phoenix_182kevinarnold0Drakkar77Elemento.Scostantehedo66mariotti.diegomaxicontemaxfasten.1sfizio65Danes0
 

NAUFRAGHI SPIAGGIATI

counter
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

FACEBOOK

 
 

C'è post@ per me

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17] ... [18] ... [19] ... [20]

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom