Blog
Un blog creato da sara_1971 il 13/07/2007

S_CAROGNE

Avvertenze: questo è un blog, bipolare come i più comuni disturbi dell'umore

 
 

Sara

 

AREA PERSONALE

 
 

Vecchio Paz

Esistono persone al mondo, poche per fortuna, che credono di poter barattare una intera Via Crucis con una semplice stretta di mano, o una visita ad un museo, e che si approfittano della vostra confusione per passare un colpo di spugna su un milione di frasi, e miliardi di parole d'amore...

 

Cuor di Carogna

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17]
... [18] ... [19] ... [20]
[21] ... [22] ... [23] ... [24]
[25] ... [26] ... [27] ... [28]
[29] ... [30] ... [31] 
... [32]

 

Diario di una gravida

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17] ... [18] ... [19] ... [20]
[21] ... [22] ... [23] ... [24]
[25] ... [26] ... [27] ... [28]
[29] ... [30] ... [31] ... [32]
[33] ... [34] ... Il parto

 
Citazioni nei Blog Amici: 219
 

 

« La FugaLa cena dei cretini* »

Famolo Spam

Post n°450 pubblicato il 10 Gennaio 2009 da sara_1971

Il formicaio madre che di giorno in giorno, dopo ogni rognosa cibata di frattaglie, si rigenera nella cucina di Sara_1971 non può che suggerire la solita morale:  i profeti, si sa, altro non sono che barboni disadattati baciati dal successo. E anche Sara, signori miei, a tempo debito lo è stata. Breve excursus: Erba e Sara vengono ingaggiate da un sedicente direttore editoriale di un giornale e, in pieno trip egotico, sciaguratamente accettano. Sull’ingaggio aleggia una puzza di fregatura tale che basterebbe a far insospettire persino Cappuccetto Rosso, invece le due trotterellano allegramente nel bosco, ignare del loro destino, verso una nuova avventura burina.

In men che non si dica si ritrovano così a gestire una rubrica di un settimanale ciociaro, ovvero si ritrovano a scrivere le stesse minchiat… garbate considerazioni che pubblicano sul blog in un contesto leggermente diverso: invece che nella Terra Promessa della Carta Stampata vengono catapultate in una landa assolata popolata da pecore e pastori. Si inaugura così la stagione delle civette  notturne: orari da minatori scandiscono i risvegli delle due autrici, amorevolmente sollecitate dallo schiocco di frusta del Direttore, un simpatico mandriano di periferia. Oltre al nerbo di bue (arcaico: frusta, prima che pensiate a male) altro punto a suo favore, se così si può dire, è la professione creativa. Avete presente il giornalista nella più classica delle forme: sudato, scontroso, in ritardo, reduce di venti sigarette, cinque caffè, un panino con la lonza, un pacchetto di pavesini, tre ore di sonno e una generica sfiducia nel genere umano e nelle sue capacità di comprensione della lingua italiana? Ecco, perfetto. La telenovela va avanti (non si sa come, non si sa perché) per circa sei mesi - d’inferno per noi, per lui, per tutti, ed io posso dire c'ero!  - durante i quali le due blogger si sentono sempre più simili all’osso scagliato dallo scimmione in “2001 Odissea nello spazio”. Sara ed Erba, con l’aria da scout premurose, si intestardiscono nel perseguire la civilizzazione dell’etnia (cresciuta a base di olio Rosciola e fagioli di Atina) con ogni mezzo, impreziosendo i loro scritti con leziosaggini sconosciute agli oriundi di Frosinone, ma proprio quando sono ad un passo dal raggiungere un gratificante risultato (l’invenzione della ruota, la stampa a caratteri mobili e via dicendo) vengono interrotte nel loro cammino di Padri Pellegrini da una pessima notizia: il settimanale (ahimè che dolore) chiude i battenti *. Erba torna ad accudire i figli, Sara recupera dal mucchio di cenci luridi la divisa da cameriera mentre il mandriano scompare silenziosamente dalla vita di entrambe. La storia riprende così il suo corso lì dove il ciociaro l’aveva interrotto fino ad una settimana fa, data in cui il sedicente Direttore torna a fare capolino nella nostra messaggeria.

Insomma, gli piacerebbe tanto complicarci la vita ulteriormente, dato che gli è riuscito così bene una volta. Ma stavolta in maniera più complessa, se vogliamo dotare di tali presuntuosi attributi la semplice mente di un ciociaro.

Intingo quindi la mia penna nel curaro per redigere l’editto di scomunica: il mandriano ha scritto un libro e lo ha persino pubblicato. Ho letto solo l’incipit: Accattatavill. Per due motivi. Innanzitutto perché è bellissimo. E poi per confermare il mio talento nel profetizzare sventure: ecco, persino il nostro beneamato Direttore è riuscito a pubblicare prima di noi. Sgrunt.

 

*Ennesima conferma, direbbero le malelingue, del fatto che Sara porti sfiga.

 

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

 

Erba

erba_blog

 

Istruzioni per l'uso

Prima di scrivere minchiate a caso leggi

 

ULTIME VISITE AL BLOG

la.cozzaGEGNOantonioilicarchetyponorazio_dimauroBinxusperla755sagredo58phoenix_182kevinarnold0Drakkar77Elemento.Scostantehedo66mariotti.diegomaxicontemax
 

NAUFRAGHI SPIAGGIATI

counter
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

FACEBOOK

 
 

C'è post@ per me

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17] ... [18] ... [19] ... [20]

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom