Blog
Un blog creato da sara_1971 il 13/07/2007

S_CAROGNE

Avvertenze: questo è un blog, bipolare come i più comuni disturbi dell'umore

 
 

Sara

 

AREA PERSONALE

 
 

Vecchio Paz

Esistono persone al mondo, poche per fortuna, che credono di poter barattare una intera Via Crucis con una semplice stretta di mano, o una visita ad un museo, e che si approfittano della vostra confusione per passare un colpo di spugna su un milione di frasi, e miliardi di parole d'amore...

 

Cuor di Carogna

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17]
... [18] ... [19] ... [20]
[21] ... [22] ... [23] ... [24]
[25] ... [26] ... [27] ... [28]
[29] ... [30] ... [31] 
... [32]

 

Diario di una gravida

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17] ... [18] ... [19] ... [20]
[21] ... [22] ... [23] ... [24]
[25] ... [26] ... [27] ... [28]
[29] ... [30] ... [31] ... [32]
[33] ... [34] ... Il parto

 
Citazioni nei Blog Amici: 219
 

 

« EHMIntervista col vampiro »

A Sud di nessun Nord

Post n°463 pubblicato il 06 Febbraio 2009 da sara_1971

Finalmente il karma si è chiarificato: la mia vita è articolata su livelli di difficoltà crescente, come le fasi di un processo iniziatico. Nell’attuale mansionario sfigato si è improvvisamente aggiunta la voce “aiutare Geghe a trasferirsi nel nuovo alloggio assegnatogli dal comune”. Bene, direte voi. Malissimo, direbbe Sara perché già una volta la soluzione proposta dall’Intellighenzia Comunale si era rilevata impraticabile. Ma siccome Geghe e Sara sono restii ad imparare la lezione si avventurano a visionare uno di questi antri cavernosi su cui una moltitudine di reietti di solito sviluppa lo stesso accanimento competitivo che Erba riserva ai saldi. Formalmente non sarebbe mio dovere perché Geghe non è catalogabile nemmeno lontanamente nell’elenco aggiornato (mpf, magari*) di quelli a cui l’ho data, ma siccome sono una Signora lo faccio per Amicizia (ci tenevo a precisarlo ad Erba anche in questa sede). Per l’evento Geghe ha preteso un regalino beneaugurante, una cosetta sobria: un appendiabiti in legno massello, con grande probabilità  importato direttamente dalle tundre di Babbo Natale e intarsiato a mano dagli elfi finlandesi muniti di taglierini ricavati dalle cornaccia delle renne visto il costo davvero contenuto (ovvero 95 -*°#fuçk#°*- euro buttati).


Vabbé, ma torniamo a bomba (come quella che farò esplodere un giorno al centro d'incontro del SIM come atto di protesta muto, solitario e disperato) all’argomento del post: nel locale l’arredamento consta di una pianta grassa sopravvissuta a quattro mesi di convivenza con lo spettro di Sir Simon e numerose rotelle di polvere che attraversano a tutta velocità l’ingresso (effetto rovi  nel deserto).


Alla prima occhiata Geghe appare entusiasta, Sara si ritira nel Getsemani a pregare ma poi si rassegna e trangugia mestamente la sua penitenza.


Dallo scarico del lavandino sale un odore di topi morti. Sara lo fa notare a Geghe e lui garbatamente risponde: finché sono morti che problema c'è? L’anoressica che non è mai in Sara in quel momento prende improvvisamente il sopravvento giurando di non toccare cibo finché si trova all’interno dell’abitazione.


In uno dei suoi (rari) momenti di ottimismo ossessivo compulsivo Geghe decide di affiggere all’istante il mausoleo in legno massello e costringe l’Amica (maiuscolo) a reggerlo mentre lui si trastulla con il martello. Fatto. Sara conta rapidamente le dita: dieci. Donna di poca fede. Si continua la visita guidata alla catapecchia mentre un calcinaccio scende lesto dal soffitto a salutare la coppia.


Geghe appare un po’ meno entusiasta appena si accorge che il bagno è posizionato all’esterno dell’abitazione ma, volendo, è un problema superabile: predisponi dei punti di ristoro nel corridoio, tra la camera da letto e i sanitari, e con un po’ di fortuna, spalmandoti accuratamente grasso di foca su tutto il corpo, magari sopravvivi anche all’inverno.


Fa sempre bene provare a guardare il mondo dall’altra parte. Volendo pensare positivo, essere sempre senza il becco di un quattrino se non altro vi  risparmia l'orrore di rovinarvi la giovinezza compilando prematuramente una dichiarazione dei redditi sulla vostra seconda casa. Giusto? Giusto.


Lentamente, e con fare circospetto, i due arrivano finalmente alla camera da letto (almeno credo). Da un vetro rotto occhieggia quel simpatico animaletto che da sempre è la più significativa espressione di una civiltà in declino: il gagliardo topo di fogna. E lì la bonaria adattabilità che è sempre con voi non riuscirà a prendere in mano la situazione.


Capisco che la mia possa apparire una condizione decisamente troppo letteraria per risultare veritiera ma, credetemi, se ho continuato ad amare Bukowski anche adesso che sono cresciuta un motivo oggettivo, in fondo, c’é.


 


 


P. S. L’animaccia dei servizi sociali.


 


*Il magari è riferito al mancato aggiornamento dell’elenco e non certo all’inserimento nel suddetto di quello schiattamorti di Geghe.


 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

 

Erba

erba_blog

 

Istruzioni per l'uso

Prima di scrivere minchiate a caso leggi

 

ULTIME VISITE AL BLOG

archetyponorazio_dimauroBinxusperla755sagredo58phoenix_182kevinarnold0Drakkar77Elemento.Scostantehedo66mariotti.diegomaxicontemaxfasten.1sfizio65Danes0
 

NAUFRAGHI SPIAGGIATI

counter
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

FACEBOOK

 
 

C'è post@ per me

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17] ... [18] ... [19] ... [20]

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom