Blog
Un blog creato da sara_1971 il 13/07/2007

S_CAROGNE

Avvertenze: questo è un blog, bipolare come i più comuni disturbi dell'umore

 
 

Sara

 

AREA PERSONALE

 
 

Vecchio Paz

Esistono persone al mondo, poche per fortuna, che credono di poter barattare una intera Via Crucis con una semplice stretta di mano, o una visita ad un museo, e che si approfittano della vostra confusione per passare un colpo di spugna su un milione di frasi, e miliardi di parole d'amore...

 

Cuor di Carogna

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17]
... [18] ... [19] ... [20]
[21] ... [22] ... [23] ... [24]
[25] ... [26] ... [27] ... [28]
[29] ... [30] ... [31] 
... [32]

 

Diario di una gravida

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17] ... [18] ... [19] ... [20]
[21] ... [22] ... [23] ... [24]
[25] ... [26] ... [27] ... [28]
[29] ... [30] ... [31] ... [32]
[33] ... [34] ... Il parto

 
Citazioni nei Blog Amici: 219
 

 

« Relax (don't do it)Cronache dal ristorante »

Ogni promessa...

Post n°434 pubblicato il 08 Dicembre 2008 da sara_1971

... E' un debito, come tutti i post patetici d'altronde. Questo compreso...

Una notte insonne come tante, con te attaccato come una calamita. Mi sono convertita al dolore: adesso invece che di fronte gli sto di fianco, siamo diventati l’uno la costola dell’altro.

Erano altre notti quelle, chiazzate di una gioia scarabocchiata su ogni singola parete di questo edificio poco illuminato, al di là di qualsiasi sonoro calpestio, o di ogni singolo colpo di tosse. Notti destinate a perdersi in una luce rosata di alba, spaccate in due dall’ombra della pergola, zeppe di parole raccolte come mille piccoli indizi.

Ma anche adesso, in questo palazzo che è tutto un gigantesco orecchio, quando accarezzo il bubbone che gonfia la mia cicatrice per tornare all'inenarrabile rimpianto di te che porto dentro, risuonano le nostre voci con immutata commozione.

Non c’è nulla di sorprendente in tutto questo conversare che ogni notte ancora oggi si tramanda: è questo il balsamo che ho spalmato sulle mie ferite affinché coprisse l’odore dolciastro della malattia, è questa l’esile e inconsistente fiammella che sventaglia nel camino, il nostro eterno richiamo.

Io sto qui, tra gli slanci e le ritrattazioni dell’innamoramento, l’ascolto è quello dell’allerta, ed in quell’attimo di clamorosa collera finalmente qualcosa di te risuona ancora, e compare nuovamente anche quel che ci rendeva uniti. Così ritorni, come qualcosa di eterno che si espande in un’armonia ineffabile, ed ogni volta, in tutto questo chiamarci a lunga distanza, dalla massa confusa di parole spezzate, sfumano voci che vanno l’una incontro all’altra, e si perpetua quella specie di amore che oggi abbiamo agio di sperimentare: ora si dilata, ora si contrae ma sempre stringe come un groviglio di catene perché io per te son sempre stata, e tu per me sei sempre, l’unico filo in grado di non farmi perdere.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

 

Erba

erba_blog

 

Istruzioni per l'uso

Prima di scrivere minchiate a caso leggi

 

ULTIME VISITE AL BLOG

xileopowaquatsiarchetyponPRONTALFREDOmino27la.cozzaGEGNOantonioilicorazio_dimauroBinxusperla755sagredo58phoenix_182kevinarnold0Drakkar77
 

NAUFRAGHI SPIAGGIATI

counter
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FACEBOOK

 
 

C'è post@ per me

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17] ... [18] ... [19] ... [20]

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom