Blog
Un blog creato da sara_1971 il 13/07/2007

S_CAROGNE

Avvertenze: questo è un blog, bipolare come i più comuni disturbi dell'umore

 
 

Sara

 

AREA PERSONALE

 
 

Vecchio Paz

Esistono persone al mondo, poche per fortuna, che credono di poter barattare una intera Via Crucis con una semplice stretta di mano, o una visita ad un museo, e che si approfittano della vostra confusione per passare un colpo di spugna su un milione di frasi, e miliardi di parole d'amore...

 

Cuor di Carogna

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17]
... [18] ... [19] ... [20]
[21] ... [22] ... [23] ... [24]
[25] ... [26] ... [27] ... [28]
[29] ... [30] ... [31] 
... [32]

 

Diario di una gravida

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17] ... [18] ... [19] ... [20]
[21] ... [22] ... [23] ... [24]
[25] ... [26] ... [27] ... [28]
[29] ... [30] ... [31] ... [32]
[33] ... [34] ... Il parto

 
Citazioni nei Blog Amici: 219
 

 

« Con le mani nel saccoBuona Fine e Buon Principio. »

Eldorado

Post n°610 pubblicato il 03 Gennaio 2010 da sara_1971

Che il mondo fosse pieno di pazzi io - per carità - già lo sapevo,  ma che si fossero dati tutti appuntamento su questo blog l’ho capito solo qualche giorno fa.

Mentre l’anno 2009 volge al termine ed il mondo intero si scambia auguri e gentilezze intorno al focolare domestico, Sara festeggia il Capodanno obbligando l’Ipocondriaco e VoglioSara ad accompagnarla in una missione di pace. Strano ma vero uno dei pulciosi cani oggetto del post è stato adottato. 

Affinché però la sfiga resti incontaminata anche con l’avvento del nuovo anno l’adottante non abita in Puglia bensì in una città appena appena distante, diciamo nei pressi del Cervino per darvi l’idea, per cui Sara e la fortunata decidono di incontrarsi a metà strada.

La partenza è fissata per le 15.30,  il trasporto è assicurato grazie alla rombante station di Vogliosara tra i mille dubbi del proprietario (non è che la cagna mi molla una sciolta? Non è che mi mangia i sedili? Non è che mi vomita in macchina?). Opportunamente rassicurato (Ma come ti viene da pensare una  simile assurdità? E poi, guarda, lasciatelo dire, ormai ragioni da vecchio) il proprietario acconsente.

Precisazione: non che VoglioSara non ami i cani, per carità, però ama di più la sua auto. D’altronde c’è da capirlo, poveraccio: quando ci siamo conosciuti era uno spermatozoo allegrotto che si trastullava con i baccanali e non deve essere stato facile per lui adeguarsi alla routine del buco nero.

Per evitare defezioni  la destinazione prescelta per l’incontro (Pescara) viene rivelata all’Ipocondriaco solo aldilà del casello autostradale.

Vogliosara: Qualcuno mi può impostare sul navigatore la rotta? - dice proprio così, il nostro nostromo – rotta -  neanche fossimo in procinto di salpare – Dobbiamo sbrigarci perché devo essere a Bari per le 19.00.

Sara: Ma scherzi? Ci vogliono tre ore solo per arrivare a Pescara.

Ipocondriaco: PESCARA??? Sei una stronza,  mi avevi detto che dovevamo arrivare a Corato e tornare indietro.

Sara si chiude in un silenzio sdegnato, il nostromo impugna saldo il timone e si procede in direzione Nord.

Dopo 10 km l’Ipocondriaco e Sara capiscono che la loro vita è nelle mani di un esaltato che si illude di essere la reincarnazione del compianto Gilles Villeneuve: la velocità di crociera inizialmente si aggira sui 140 km orari, in seguito risulta non pervenuta.

Sara si scopre credente per la prima volta nella sua esistenza (a parte, si intende, le preghiere formulate con trasporto e fede tutte le svariate volte in cui, nel passato remoto, ho temuto di essere incinta), l’Ipocondriaco estrae dal marsupio una batteria di pillole contro l’ansia degna di un aspirante suicida.

Al settantesimo chilometro c’è la prima sosta: la cagna ha vomitato. Sotto uno sguardo di VoglioSara che trasformerebbe Medusa in pietra Sara pulisce alla meno peggio la zona wagon.

Al centosessantesimo chilometro c’è il secondo break: ha vomitato Sara.

Sulla piazzola una piccola litigata tra i tre viaggiatori rallegra l’atmosfera (mai più maledizione MAI PIU’, è colpa tua che guidi come al cazzo, mi sento svenire vi prego fatemi tornare a casa in autostop) e si riparte.

Sara affronta le curve con una faccia da gioia stitica, l’Ipocondriaco va incontro al suo destino esternando il piacere di una supposta, la cagna guaisce implorando di essere riportata all’istante in canile. Il silenzio terrorizzato ogni tanto viene spezzato da piccole considerazioni  guastafeste (Cos’è queste rumore? Ha vomitato di nuovo? Oddio e se scoppia una gomma? Rallenta mi viene di nuovo da vomitare! Perché non mi lasciate legata al guard-rail come fanno tutti, perché???).

E così viaggiando in meno di un centinaio di minuti appare all’orizzonte, pacificante come la buddità arancione, il cartello Pescara Ovest.

Mentre VoglioSara compra una confezione da 12 di deodoranti per auto l’Adottante prende commiato da Sara in maniera commovente (Sei sicura sia la stessa cagna della foto? Non sembrava così brutta). Intanto l’Ipocondriaco fa training autogeno seduto sul guard-rail.

Purtroppo VoglioSara sembra non aver dimenticato di avere fretta perciò si rimette al volante bestemmiando uno ad uno tutti i Tutor disposti sulla tratta (a questo punto molti di voi si staranno giustamente mettendo le mani nei capelli - chi di voi ne ha ancora, chiaro).

A bordo si discetta del più e del meno.

VoglioSara: Sto uscendo con una tipa. Bella squinzia, mi sa che ci sta perché quando ci vediamo non fa che guardarmi.

Sara: Io avevo un moroso che mi fissava per delle ore e ho sempre avuto il dubbio che fosse ritardato.

Ipocondriaco: Stai zitta, non farlo incazzare ora che sta sorpassando.

Fuori, un tuono squarcia il mondo.

La monotonia del ritorno viene spezzata dal ritrovamento sul sedile anteriore di uno di quei simpatici animaletti che si trovano sulla frangetta dei bambini, nei circhi e nei mercati rionali.

Se ti strofini il corpo con la benzina vedrai che vanno via – afferma compita Sara, rimembrando tra sé e sé l’epoca dei pidocchi di Geghe – un periodo di un romanticismo unico al quale amo pensare nei momenti di sconforto.

I nomi dei morti richiamati in vita riempiono l’abitacolo.

Passiamo il casello di Bari Nord avvolti da un selvaggio aroma di volpe bagnata e rancio putrefatto. Arrivati in una amena zona della periferia di Bari (non risulta presente nemmeno sulla mappa del navigatore) VoglioSara liquida i due passeggeri con una garbata esortazione: Scendete qui e andatevene affanculo a piedi altrimenti trovo chiuso l’autolavaggio.

Detto questo riparte sgommando mentre i due compagni si guardano perplessi. 

Vuoi davvero tornare a casa a piedi da qui? Chiede Sara.

Vuoi per caso chiamare Vogliosara e farlo tornare indietro? Risponde lui.

Ok, torniamo a casa a piedi.

E così si conclude questa memorabile giornata trascorsa all’insegna della solidarietà, della amicizia e, soprattutto, della sicurezza stradale.

 

 

Sento l'urgenza di esprimere gratitudine agli assidui frequentatori di questo blog che, sotto mentite e sapienti spoglie quali Arrapao, Te_Lo_Meno e Bella.Cozza, mi hanno seguita in questa avventura animalista donando il loro tempo, affetto e denaro alla causa. Verrebbe quasi da pensare che sul web sia possibile raccogliere quel che si semina. Pur se, a dirla tutta, con certe persone si ha l’onore di raccogliere diamanti anche quando si è seminato letame. Ancora una volta Grazie, e di cuore.

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

 

Erba

erba_blog

 

Istruzioni per l'uso

Prima di scrivere minchiate a caso leggi

 

ULTIME VISITE AL BLOG

archetyponorazio_dimauroBinxusperla755sagredo58phoenix_182kevinarnold0Drakkar77Elemento.Scostantehedo66mariotti.diegomaxicontemaxfasten.1sfizio65Danes0
 

NAUFRAGHI SPIAGGIATI

counter
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

FACEBOOK

 
 

C'è post@ per me

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17] ... [18] ... [19] ... [20]

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom