Blog
Un blog creato da sara_1971 il 13/07/2007

S_CAROGNE

Avvertenze: questo è un blog, bipolare come i più comuni disturbi dell'umore

 
 

Sara

 

AREA PERSONALE

 
 

Vecchio Paz

Esistono persone al mondo, poche per fortuna, che credono di poter barattare una intera Via Crucis con una semplice stretta di mano, o una visita ad un museo, e che si approfittano della vostra confusione per passare un colpo di spugna su un milione di frasi, e miliardi di parole d'amore...

 

Cuor di Carogna

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17]
... [18] ... [19] ... [20]
[21] ... [22] ... [23] ... [24]
[25] ... [26] ... [27] ... [28]
[29] ... [30] ... [31] 
... [32]

 

Diario di una gravida

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17] ... [18] ... [19] ... [20]
[21] ... [22] ... [23] ... [24]
[25] ... [26] ... [27] ... [28]
[29] ... [30] ... [31] ... [32]
[33] ... [34] ... Il parto

 
Citazioni nei Blog Amici: 219
 

 

« CdC - CadeauLa mascella dell'alce è sparita »

Il Gattopardo

Post n°501 pubblicato il 23 Aprile 2009 da sara_1971

(Smile)

 

Una infanzia trascorsa tra un pallone ed una corda da saltare, una gioventù scandita dal minuzioso ascolto dei dischi, dai concerti e dalle feste alcoliche, la televisione, rigorosamente in bianco e nero, ci deliziava con il segno del comando mentre al governo faceva il suo primo infelice esordio un simpatico massone.

Era il 1972 ed i lavori di costruzione dell’ospedale San Salvatore (Aquila) erano appena iniziati. Poco più a sud veniva inaugurata la gloriosa Salerno-Reggio Calabria.

Berlusconi era solo un imprenditore edile e i punk portavano in giro la loro scimmia sulla schiena con estrema dignità. C’era già nell’aria un cambiamento ed infatti poco dopo erano arrivati i McDonalds, la Nike, Michael Jackson, i paninari,  le Timberland ed i Rayban, insomma era arrivato quel favoloso decennio che ci avrebbe trasformati in poco tempo in un involucro di circostanza, l’uno uguale all’altro.

E sotto tutti quei centimetri di benessere continuava l’edificazione del San Salvatore (per ultimarlo ci sono voluti quasi trenta anni, alla fine l’ospedale sarà costato circa 84 milioni, a fronte del centro sanitario di cardiochirurgia che Emergency ha costruito in pieno deserto a Khartoum con appena 12 cocuzze, chiavi in mano, attrezzature biomedicali comprese).  Ma noi eravamo troppo presi dalla vita di J. R. per occuparci della nostra, edificata secondo i dettami della migliore architettura di camorra. Certo c’era chi, appena dietro le effigi di Che Guevara da una parte e di Madre Teresa dall’altra, sollevava più di una perplessità sul futuro della nostra discendenza, ma visto le brutte notizie son cose da iettatori, o da comunisti che - è risaputo - i bambini non li amano, quando non li mangiano addirittura, non abbiamo mai voluto tendere l’orecchio.  

Così trecento milioni di sponsor avanti, e miliardi di spot dopo, ci siamo ritrovati con un portatile sulle ginocchia e un’ipoteca sulla testa, Berlusconi è diventato quel che sappiamo e i punk sono quasi tutti morti impasticcati: i pochi superstiti hanno partorito figli in Lacoste condannati a vagare nel silicio cercando amore nei modi più sbagliati. Solo Andreotti sembra sia rimasto lo stesso. Andreotti e la Salerno-Reggio Calabria, a pensarci bene. D’altronde bisogna che tutto cambi, perché tutto resti com’è, nunc et in hora mortis nostrae.

Se lo Stato fosse un corpo oggi sarebbe esanime: potrebbe partorire decreti, leggi, e persino nuove Costituzioni ma nulla, nell’immediato, basterebbe a rianimarlo.

Ma noi, Italiani Brava Gente, anche stavolta sapremo superare in fretta il nostro dolore, ricoprendo con l’oblio il sudario dei morti.

Ed è per questo che il nostro amato Premier ha esortato i bambini a farsi accompagnare al mare dai loro papà. Per dimenticare. E perché un po’ di iodio, si sa, ai piccini fa sempre bene.

Solo che Lui, previdente, intendeva il mare di Sicilia.

 

 

Postilla: Il gotha delle costruzioni gestisce Impregilo, che è la stessa azienda che sta costruendo l’alta velocità tra Torino e Venezia. Quella stessa che sta ammodernando (come ha ammodernato l'ospedale San Salvatore?) la Salerno-Reggio Calabria. Quella stessa che aveva in gestione, attraverso la Fibe, il processo di smaltimento dei rifiuti della regione Campania. Quella stessa a cui il governo vorrebbe affidare i lavori per la costruzione delle nuove centrali nucleari. E, naturalmente, del ponte sullo Stretto di Messina.

 

 

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

 

Erba

erba_blog

 

Istruzioni per l'uso

Prima di scrivere minchiate a caso leggi

 

ULTIME VISITE AL BLOG

archetyponorazio_dimauroBinxusperla755sagredo58phoenix_182kevinarnold0Drakkar77Elemento.Scostantehedo66mariotti.diegomaxicontemaxfasten.1sfizio65Danes0
 

NAUFRAGHI SPIAGGIATI

counter
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

FACEBOOK

 
 

C'è post@ per me

[01] ... [02] ... [03] ... [04]
[05] ... [06] ... [07] ... [08]
[09] ... [10] ... [11] ... [12]
[13] ... [14] ... [15] ... [16]
[17] ... [18] ... [19] ... [20]

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom