Green pass-

People 294 Android Wallpaper - Dark Black Magic Background - 1080x1920 Wallpaper - teahub.io

 

 

 

 

 

 

Devo dissentire,

verso chi dall’alto oppure basso

delle proprie altezze dichiara che ieri con entrata del GREEN PASS-

è stato tutto tranquillo,purtroppo non è stato realmente proprio in questo modo,molti dipendenti si sono messi in sciopero,molti preso ferie,molti purtroppo in malattia,e aggiungo nella giornata per donare sangue,e si va avanti,oltre tutto moltissimi si sono prenotati per la donazione,anche perché se qualcuno non lo sa,per donare il sangue non occorre il GREEN PASS-

Non posso scrivere altro…

 

Andiamo in chiesa…anche ben stretti vicino a sconosciuti,

in chiesa si entra senza GREEN PASS-

 

 

1)Gentili colleghi, Per quanto riguarda la lettera di cui si discute la trovo personalmente poco condivisibile.

Pertanto “non in mio nome”. E visto che il focus qui è il Green Pass che deriva dalla difficoltà di convincere tutti gli italiani a vaccinarsi …  io continuo a domandarmi quale sia l’impedimento a rendere tale vaccinazione obbligatoria.

In Italia abbiamo già 10 vaccini obbligatori, sia contro agenti contagiosi (es. morbillo) che agenti non contagiosi  ma altrettanto pericolosi (es. tetano). Alla luce dei danni catastrofici creati dal covid, ci sarebbero tutte le motivazioni sanitarie, sociali ed economiche per rendere la relativa vaccinazione obbligatoria. Ed allora ? Timori di una reazione ‘politica’ ?

2) Credo che sulla questione del vaccino del covid sia intervenuta pesantemente e impropriamente la Politica.

Il vaccino contro il vaiolo fu proposto dalla Scienza e nessuno si oppose ovvero anche la Politica ascolto’ la Scienza..

Sul covid invece c’è chi la pensa secondo una fazione politica e chi secondo un’altra per cui la Scienza sta in una condizione di subordine rispetto ai Politici e questo è sbagliato. Ma ancor più sbagliato è la strumentalizzazione che si sta facendo del SI-Vax e del NO-Vax come se su questioni di Scienza, con particolare riferimento alla salute, si possa dire a me no e a lui si..

Ma ciò che sta succedendo con la vaccinazione anti-covid  è iniziato già tanto tempo fa quando alcuni genitori in modo arbitrario ad un certo punto hanno deciso di non far vaccinare i propri figli anche con le vaccinazioni classiche..

Quello che bisogna domandarsi è con quale diritto gente che non è del mestiere, ovvero non fa lo scienziato di professione, si arroga il diritto di decidere se una cosa, che la Scienza indica di fare, si deve fare o no.

Ma ciò sta succedendo anche in molti altri campi: pensiamo a quello che succede a Scuola quando alcuni genitori protestano con il docente per un voto assegnato al proprio figlio o propria figlia. Anche qui si vuole mettere bocca si argomenti che non competono al genitore ma al docente..

Temo che in tutti questi comportamenti si celi un po’ di confusione che alcuni hanno sul concetto di democrazia che non significa ovviamente anarchia. Ecco sul covid, Vax Si o Vax No, c’è a mio avviso un po’ di anarchia che la Politica erroneamente sta cercando di strumentalizzare..

Da questa situazione si esce semplicemente con le regole antiche della democrazia per cui se esiste un organo dello Stato fatto di esperti in materia che indica che per il bene del singolo e della comunità bisogna vaccinarsi, il vaccino (come era ai tempi delle scuole

elementari) si deve fare senza se e senza ma..

Proprio di questi giorni è il bel discorso di Giorgio Parisi alla Camera dei Deputati : la Scienza, ha detto il neo-Nobel per la Fisica, è come ‘i fari di un’ auto in una notte buia’.. Può aiutare appunto a vedere meglio ma come i fari hanno gittata limitata così la Scienza non ha la sfera di cristallo..

Però può sicuramente, illuminando la strada, vedere il pericolo imminente.

Spetta alla Politica, afferma il neo-Nobel, saper creare, ascoltando la Scienza, le infrastrutture perché l’auto non vada fuori strada..

Se non ascoltiamo la Scienza e per giunta con una Politica in disaccordo sulla via da prendere, siamo come l’auto di cui sopra che cammina su un percorso disconnesso a fari spenti.

La Politica deve saper ascoltare la Scienza, così come la Scienza deve saper consigliare la Politica senza che essa ne venga strumentalizzata.. solo così, ovvero da un rapporto di fiducia reciproca, si può re_instaurare un circolo virtuoso per il cittadino..

Ma ovviamente c’è bisogno di una buona Politica e di una buona Scienza perché anche il cittadino possa beneficiare dell’una e dell’altra.

 La vaccinazione in età pediatrica è sì obbligatoria, ma per chi si rifiuta prevede una semplice sanzione economica nemmeno tanto alta. Se avessero fatto così anche per il Covid la percentuale di non vaccinati sarebbe stata elevatissima, visto che si tratta di qualche centinaio di euro, molto meno che fare tamponi ogni due giorni.

L’unica argomentazione seria dei no vax, secondo me, riguarda i trattamenti sanitari obbligatori e la costituzione. Nel mio piccolo mi trovavo contraria alla legge Lorenzin (sono pro-vax intendiamoci) proprio per quanto proclamato nella nostra costituzione e soprattutto perché si introdusse un obbligo quando non c’era alcuna pandemia, per cui avrei preferito una campagna di convincimento basata su una robusta e sana informazione (se così fosse stato avremmo molti meno no vax..). Adesso però siamo in una pandemia per cui l’obbligo ci starebbe tutto, ma se lo si attua con una sanzione di poche centinaia di euro ecco che è meglio il green pass, io la vedo così.

 4) Purtroppo è una questione di GP e non di Vaccini. Chi urlerà di più sarà alla fine esentato dal GP. Come per le tasse ai lavoratori dipendenti non ci si può opporre al pagamento.

Ma chi non appartiene a questa categoria le può evadere. C’è quindi sempre un serbatoio di refrattari ad ogni tipologia di “obbligo” e deve essere la Politica a saper gestire queste cose.

Oggi tocca alla virologia, ma allora perché per il Nucleare la Politica intervenne con il Referendum?

Non è escluso che tra 1 o 2 anni si crei un partito nazionale NO GP che qualora abbia la maggioranza faccia un processo retrospettivo a tutti!!!!

5) L’obbligo di vaccino si scontra con l’aspetto pratico quale pena dare (carcere?) a chi non si vaccina o come procedere ad una vaccinazione coatta (sotto anestesia)?

Il punto è che con il covid al contrario del vaiolo il rischio di morire è piuttosto basso quindi quindi a pelle il no vax pensa “speriamo che me la cavo” poi nella sua zucca non entrerà mai che il rischio di morire per Covid è superiore a quello di morire di vaccino. Poi c’è l’aspetto civico i no GreenCard sono assimilabili agli evasori fiscali (di cui l’Italia e patria elettiva) al pari degli evasori godono dei benefici (i servizi per gli evasori, la fine del lockdown per i no greenpass) ma non ne voglio pagare il prezzo sia pure esiguo. Per quanto riguarda gli aspetti costituzionali e di libertà mi domando se i NogreenPass si sentissero più liberi quando si cantava dai balconi o adesso che per andare al cinema devi mostrare il qcode?

 6) Quale pena ?

Se non erro se il bambino non ha fatto il vaccino per morbillo…  non entra a scuola.

Se un lavoratore non fa vaccino covid potrebbe avere restrizioni sul lavoro…  che è di più di quel che si fa oggi con il greenpass che puoi ottenere anche coi tamponi !

Offrire ai no vax questa escamotage per evitare il vaccino, secondo me avvalora la paura che il vaccino possa far male…

Questo è rovesciare la logica…..

Ed allora a cosa si mira ?

Forse l’Obbligo Vaccinale arriverà dopo i Ballottaggi ?

 

 

 

Tổng hợp ảnh avatar đen thể hiện tâm trạng buồn | Avatar, Hình ảnh, Hình nền

 

Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr