Creato da imp.bianco il 05/05/2006
Blog sui comics e sul cosplay
 

Onslaught vi invita a....


immagine
"Entrate nella Guida Marvel Comics,
non ve ne pentirete!"

 Una notte di caccia



 

Contatta l'autore

Nickname: imp.bianco
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 32
Prov: RM
 

Area personale

 

Tag

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Ultime visite al Blog

olgy120tuttocartoni74carlaforlinosergio.marikagiuppa71cambuligpfranchinacinellivampireminstrelavv.marcomontaltomaurova43steku087s10omichelabellesimax.franchini1971Shiva_Abarai
 

Ultimi commenti

ho letto molto volentieri questo articolo.Ciao da Artecreo
Inviato da: sexydamilleeunanotte
il 13/09/2016 alle 13:56
 
davvero bella.
Inviato da: Sara
il 05/01/2015 alle 11:15
 
Grazzie!
Inviato da: Pour les enfants
il 01/08/2013 alle 11:06
 
ciao come posso contattare questa ragazza? vorrei sapere...
Inviato da: cassandra221
il 26/09/2012 alle 20:26
 
Complimenti per questo sito, sono rimasto impressionato...
Inviato da: Anto
il 17/09/2012 alle 15:29
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

I miei Blog Amici

- Freak_out_girl
- La mia arte
- Yukino
- xavier1962
- Cosplay blog
- Playthegame
- PoLdO CoMbInA GuAi!
- [The QUEST(ions)]
- angelyunie
- STOP!!
- eGanz
- ECLIPTICA
- Diablo
- Walt Disney..
- ME,MY SELF AND I
- Il mio mondo
- BlackDuck
- Sdoppiamo Cupido
- Il nido di Corva
- IL CRISPANESE
- Mirella Menciassi
- Colazione da Scarlet
- dragonflyblog
- The Beatles
- Around my heart...
- quattro zampe
- _/ROBERTA_
- XXI secolo?
- BRILLARE!!!!!
- AntiTroll
- *¤•Spazio pazzo..•¤*
- Cammino nella nebbia
- L'anima della spada
- VETRINE AI MACELLI
- SOLI CONTRO LA MAFIA
- dietro una maschera
- Dimmi cosa vuoi
- Il Blog di Fabio
- A VOLTE..RIFLETTO
- Passeggero del Vento
- musiCulturArte
- =DiaBoLika=
- insieme è meglio
- MINESTRONE
- Pensieri e Parole
- L'AMICIZIA
- BLOG BANNATO
- PcWorld
- mondo cinema
- CUCINA NEL MONDO
- gogiama
- La Toga Strappata®
- Scrivo film Tournee
- sognando il mare
- Genoa ti amo!
- ASTROFILOSOFO
- All'Opposto
- Mens Insana
- La mia galassia...
- evasodanotte
- lady hawke
- Fantasy
- vicissitudini
- Fiamme di carta
- Fairys Thoughts
- Novità in arrivo
- COLLEZIONANDO...
- Sussurri nellanima
- Firulì Firulà
- Minkiate2
- Greensunflower
- MenteLocale II
- LiVe ThE pAsSiOn...2
- The Be[A]st!
- GIUSTIZIA POETICA
- Sale del mondo....
- ! Call Sazu !
- RACCONTI DI ROMA
- BIAGIO&Friends
- Quanto poco tempo
- Pamboys Adventures
- Hello LEN*
- Sogni di cristallo
- CATODIC HYPNOSE
- anchio
- CHRISTIAN BALE BLOG
- Una carezza
- TheDaysLoveOf Pucca
- Pensieri Toffee
- *Sweet Samy*
- Lorecalles Blog
- Turbine Interno
- Superheroesonweb
- Sermemole.com BLOG
- utveckling
- Mosquitos Plaza
- MONDO PARALLELO
- Un nuevo comienzo
- [ Ideacrylica ]
 
Citazioni nei Blog Amici: 101
 

Banner

 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« Mummy Returns - Beware Ariel Olivetti - Punisher »

Intervista a Mario Labieni

Post n°897 pubblicato il 17 Maggio 2008 da imp.bianco
 

Ciao, per me è un grande piacere farti questa intervista per il mio blog Uncanny X-Men! Ecco la prima domanda. Quando nasce la tua passione artistica?
Ciao a tutti, il piacere è mio e spero di non annoiarvi! Se per passione artistica si intendono anche le prime attrazioni da colori, matite, fogli bianchi etc beh... credo che sia nata con me... e ci morirà. Mi è capitato di rivedere disegni di quando avevo pochi anni ma erano identici a quelli di molti altri coetanei quindi nessuna anormale facoltà artistica. Alle medie non facevo
altro che disegnare però ...anche troppo, all’esame di terza media la commissione si sbrigò ad ascoltarmi per poi spartirsi i disegni accumulati durante l’anno, con tanto di dedica, che follia.
Per il disagio non mi ricordai i nomi dei miei professori che ci rimasero malissimo! Alle superiori scelsi la strada della Tecnica Grafica Pubblicitaria finita e accostata poi da studi privati specifici nel digitale. La preferii al liceo per prospettiva lavorativa, anche se ogni tanto me ne pento perchè gli studi di quel tipo mi avrebbero dato più esperienza nelle realizzazioni scenografiche che ho poi sviluppato. Per fortuna l’esperienza si forma sul campo!

C'è qualcuno che ti ha fatto da mentore nel tuo percorso artistico?
Intanto credo che la migliore scuola intesa anche come riferimento sia la nostra percezione degli altri, il modo di vedere la vita, è quello che poi forma lo stile in tutte le cose che fai. Persone importanti nel mio cammino artistico oltre a mio fratello maggiore (disegnatore ed insegnate nella Scuola Romana Dei Fumetti a Roma) con cui ho lavorato in molte occasioni collaborando in alcuni fumetti e lungometraggi e che da sempre crede nelle mie capacità, sono ad esempio Paolo Di Girolamo, disegnatore storico di cartoons dagli anni 70 in poi che è stato soprattutto il nonno che non ho vissuto, un artista brontolone e vivace, serio e grande professionista… o ancora Simonetta Pompa, una bravissima illustratrice e meravigliosa persona alla quale ancora oggi chiedo consigli… o ancora Silvano Mezzatesta, disegnatore e animatore incontrato nella realizzazione di un cartoon per la Medusa che ha saputo consigliarmi la strada giusta… i registi teatrali che ho incontrato. Nei mondi scenografici etc etc. Sono tante le persone che si conoscono in questi ambienti e che hanno più esperienza, ognuno ti regala qualcosa ...e ne impara un’altra. Alla base di tutto c’è l’umiltà, la passione e la pazienza. Tra gli artisti in generale ammiro anche molto le capacità (non solo per le illustrazioni di copertine Mondadori) di Paolo Barbieri che non frequento ma che ho incontrato e contattato. Amo lo stile fatato di Brian Froud e i virtuosi omaggi al corpo umano di Boris Vallejo ma …la lista è lunga!
Cosa vuol dire per te disegnare?

Domanda che presuppone la focalizzazione di una risposta evanescente…proviamoci! Disegnare è la necessità... di Sognare e fissare un piacere in uno spazio. Disegnare è aiutare la mente e l’anima a rivivere. Disegnare è gestire le follie e fantasie ma anche educare il corpo ad ascoltare la mente. Disegnare è vedere le cose nell’invisibile per poi strappargliele. Disegnare è creare qualcosa che non c’era, anche se identica. Disegnare è la cosa più antica del mondo, e anche la più importante nell’evoluzione.
Si è evoluto il tuo tratto nel corso degli anni?
E' inevitabile che disegnando continuamente la tecnica migliori, se pensiamo ad un musicista, un cantante, un atleta riusciamo a comprendere come l’allenamento sia importante e da qui il tempo. Al contrario lunghi periodi di inattività non spengono l’idea ma appesantiscono la mano. Più che di evoluzione però parlerei di coerenza con se stessi, l’artista completo è colui che riesce a dire esattamente quello che vuole attraverso il metodo scelto…bello o brutto che sia, in fondo a lui interessa esprimersi, più che essere venduto o compreso. Esistono artisti che lo dimostrano da subito… altri in una vita, altri ancora in periodi circoscritti. Io sono assolutamente all’inizio.

Che cosa disegni attualmente?
Oltre ai personaggi della saga fantasy di Marco Davide, La Trilogia di Lothar Basler, scrittore lanciato anch’esso come Francesco Falconi dalla Armando Curcio e in attesa per la copertina del secondo volume sto disegnando per l’uscita di una serie collezionabile per conto della stessa casa editrice, uscirà credo a settembre, non posso fornirti altri particolari purtroppo. A breve inizierò anche la bozza di copertina di un altro fantasy di Francesco Falconi.
Com'è avvenuto il tuo incontro con Francesco Falconi?
Conosco Francesco da qualche anno attraverso mio fratello Fabio e amici in comune ma i primi periodi non avevamo un rapporto confidenziale tale da conoscere le nostre passioni artistiche anche se lo si vedeva spesso alle nostre rappresentazioni teatrali in cui Fabio recitava ed io realizzavo scenografie per due compagnie contemporaneamente. Frequentandoci meglio poi ho appreso che aveva scritto un libro…e da li non mi ha più mollato! ...Scherzo, sono stato ben lusingato da tanta fiducia, ci stimiamo. Ci siamo conosciuti meglio e ora ci sentiamo regolarmente.
Qual è il primo personaggio che hai disegnato di Estasia?
Nel primo volume di Estasia, quello con target più adolescenziale una volta capito quanti e quali personaggi avrei disegnato ricordo di averne abbozzato uno, il Gralox, una sorta di pipistrello gigante. Questo perché mi attraggono quasi sempre prima le creature, i personaggi poco definiti dallo scrittore che si prestano bene ad essere costruiti nel disegno. C’è più libertà e più trasporto, più gusto e fantasia nel disegnare personaggi non comuni, quindi lette le descrizioni…accostato un foglio bianco…ci si lascia andare!
Qual è il personaggio che ti è piaciuto di più disegnare? E quello che invece è risultato più difficile da disegnare?
Ogni personaggio disegnato ha pregi e difetti come se vivesse realmente, creature a parte ho amato disegnare Amos del primo volume perché stimo il documentarista Giorgio Celli al quale mi sono ispirato. Nel secondo volume ho trovato degli stimoli diversi, mi piace la Strega trigella ed il suo fascino misterioso ma anche Orios perché è un'artista molto particolare. Danny Martine, il protagonista del mondo Estasiano è un adolescente semplice, non ha caratterizzazioni fisiche particolari se non consideriamo le lentiggini e le sopracciglia un po' folte che con inquadratura distante non si disegnano pero` come le rughe e altri piccoli particolari del viso, e mantello a parte del primo volume non possiede abbigliamento distinguibile dai normali ragazzi di oggi. E' per questo che lo considero il più difficile, il troppo semplice diventa difficile perché non è sufficiente disegnare un ragazzo, bisogna rappresentare Il ragazzo e in qualche modo Il lettore che si immedesima… come fosse uno specchio. Per paradosso andare troppo oltre le descrizioni fornite causa l’effetto opposto, si rischia che il lettore non condivida, non si identifichi e se accade con il protagonista beh… è male! Piccola curiosità, le uniche immagini che si vedono di Danny accennato si ispirano al volto dello scrittore adolescente. Ho comunque intenzione di approfittare del terzo volume di Estasia per dare un volto definitivo e ben classificabile a Danny, è un rischio che a fine saga si può correre.
Com'è lavorare con Francesco Falconi? Come collaborate insieme?
Quando Francesco ha un’idea, una sensazione che vorrebbe vedere in disegno me ne parla sempre e se ne discute serenamente spesso a cena con un buon bicchiere di vino rosso. Lui porta le sensazioni scritte e io cerco di tradurle. Raggiunto un punto soddisfacente in cui entrambi siamo convinti e stimolati si parte. E' capitato che alcuni elementi o personaggi siano stati trasformati nel testo dopo aver visto le immagini, anche per questo Francesco non appesantisce le descrizioni che mi arrivano. Ma non sempre testo e disegni viaggiano con lo stesso orario.
Chi sceglie l'aspetto dei personaggi? Lo fate insieme?
Come dicevo prima quello che scrive l’autore è sacro in un certo senso anche se al momento giusto il testo può trarre vantaggio dall’immagine quando possibile. I personaggi nascono con un aspetto che l’autore ha pensato anche se non in modo meticoloso, il disegnatore può mettere una bella cornice alla tela ma non può discostarsene troppo. Anche la casa editrice in questo senso segue questa parte del progetto e là dove ritiene opportuno eliminare o aggiungere…Zac! Ci sono disegni non inseriti nel primo volume eliminati per supposto target sbagliato ed altri aggiunti o liberi di essere totalmente interpretati. Generalmente quelli eliminati li stampo e li porto lo stesso alle presentazioni con gli altri… tiè!

Se Francesco è Danny, nei libri, tu chi sei? Bolak? Anche se ti vedrei bene come il Tessitore di Storia! :P
Parlo volentieri di Bolak perché amo i rettili ed il loro mondo silenzioso, perché sono diretti parenti dei dinosauri ma anche perché Bolak mi fa pensare al geco dei sofficini “ Tu non hai famee?”. In effetti il personaggio del secondo volume che più si avvicina a me è proprio lui, il tessitore, per ovvi motivi e mi piace pensare che l’autore si sia ispirato a me eh eh ma anche il fedele Coran , bellissimo felino alato dal manto bianco insomma in fondo in molti personaggi c’è anche un po' di me, evidentemente il fattore dell’immedesimazione funziona.
Ti saresti aspettato che in Estasia 2 morisse proprio quel personaggio? (non fare spoiler!!!)
Direi proprio di no! Sono rimasto colpito dalla cosa, avevo in mente un’altra fine e invece sono rimasto molto coinvolto dall’originalità con cui l’autore ha scelto di concludere questo secondo volume. Sono assolutamente curioso di sapere cosa proporrà nel terzo. Visto?... Niente spoiler!!!!
Cosa ci puoi dire su Estasia 3?
Ma non avevi detto niente spoiler??? Comunque non ho ancora letto nulla, solo qualche chiacchiera amichevole con Francesco che però se specifica mangia la foglia e non si sbilancia. E' furbo. Io intanto penso all’idea di copertina, scchhhh... che non si sappia!
Disegnerai anche le copertine e gli interni degli altri libri che farà Francesco Falconi? a parte quelli di Estasia, intendo...
Se vorrà, con piacere! Come dicevo nelle prime risposte stiamo valutando l’idea di copertina di un nuovo romanzo scritto da lui.
Sarà la casa editrice che lo promuoverà ad accettare o meno la mia veste grafica.
Qual è stato il primo cartone animato che hai visto ed il primo fumetto che hai letto?
Oddio i viaggi troppo lontani nel tempo non fanno per me, ricordo le serie televisive dei puffi, magnifico stile, un mondo blu che non ha avuto eguali…li disegnavo continuamente. Ricordo le assurde ed affascinanti vicende del pescatore Sampei oggi tornato sullo schermo in qualche fascia pomeridiana…ma con lui il coinvolgimento è d’obbligo perché mi piace pescare (e rilasciare le prede). Ho amato il mondo di Kyashan e di Hurricane Polimar benchè in un certo senso mi inquietassero. Ero attratto da Bem, la creatura capelli blu e 3 dita odiato, a ragione, dalle mamme dell’epoca perché horror. Al cinema mi rimase impresso il primo lungometraggio in cui fu usato il 3D, La Bella e la Bestia, rimasi molto colpito da quelle nuove tecniche di ripresa ma quello graficamente e stilisticamente più lontano dal 3D e più vicino ai miei gusti fu e rimane La Spada nella roccia. Puro tratto, stile unico e sceneggiatura perfetta. Curiosità, sapete che ha quasi 50 anni? Incredibile eh! Gli anni settanta hanno portato perle come Gli Aristogatti, Robin Hood, Bianca e Bernie tutti con lo stesso stile. Tecnicamente quel tratto si dice “che Frigge”, lo adoro ma va scomparendo. Nel fumetto, oltre la piacevole compagnia Disney che io ricordi mi avvicinai presto al mondo Bonelli iniziato con i TEX dei più grandi. Da adolescente ho anche letto riviste splatter poi fallite.
Qual è il personaggio dei fumetti che più ti piace? E quello più antipatico?
Ho amato Dylan Dog e l’ho collezionato a fiumi ma anche altri personaggi della casa Bonelli. Tex Willer ad esempio per l’epoca che rappresenta e la sintesi di puro fumetto che ha fatto storia. Curiosità,
Aurelio Galleppini in arte Galep, creatore grafico del personaggio la cui firma si legge nelle copertine è nato vicino Grosseto... lo saprà Francesco Falconi? ^,^ Da piccolino però divoravo le strisce di Braccio di Ferro con le pagine alternate colore e b/n. Nel mondo Disney amo particolarmente i paperi ( non Gastone ovviamente) e natura a parte che li ha resi simpaticissimi animali sono legato a loro perché Paolino Paperino è stato il mio allenamento grafico per anni come Topolino ma che per il mio spirito è troppo primo della classe.
Qual è il tuo fumetto preferito? Perché?
Come dicevo, Dylan Dog perchè oltrepassa il reale in modo umano soprattutto da quando è meno splatter e perchè dichiara le sue debolezze e le sue perplessità. Ha i suoi difetti, uno è Groucho ad esempio eh eh, come assistente è meraviglioso... e poi io adoro i galeoni sai? Non mi ritengo un lettore assiduo di fumetti pero`e come puoi notare non ho citato materiale Marvel nè Dc anche se personaggi come Hulk, Spiderman e Fantastici 4 o Superman e Batman etc li porto nel sangue come tutti. Non li acquisto, li sfoglio quando capita... a meno che non sia un volume particolare dell’autore che amo.

Qual è lo scrittore di fumetti che preferisci? Perché?
Milo Manara è l’artista che preferisco per l’abilità con cui rappresenta l’erotismo. I suoi omaggi al corpo femminile sono noti in tutto il mondo e rimangono punto di riferimento del fumetto d’autore. L’erotismo è un linguaggio fondamentale. Per tornare a Dylan direi ovviamente il papà Tiziano Sclavi ma anche Antonio Serra, Medda… ci sono diverse altre firme però, alcune l’ho anche conosciute.

Qual è il disegnatore di fumetti che preferisci? Perché?
Frank Miller è senz’altro l’artista graficamente più vicino ai miei gusti artistici in senso generale, meravigliosa la trasposizione cinematografica di 300 come le scelte grafiche di Sin City. In fondo anche Miller fu sedotto da un film per realizzare il fumetto sulla battaglia delle Termopili. Anche lo stile Steve Niles che ha ispirato il film 30 giorni di buio mi comunica immediatezza e piacere, constatare come anche schizzi e sbavature di colore siano usati con genio mi sorprende sempre. Hans Rudolf Giger inoltre, visionario ed eccellente pittore padre tra le altre cose della creatura di Alien e creatore di uno stile unico ed affascinante dove macchine e uomini si fondono in abbracci biochimici ed infernali, troneggia in questo campo anche come ottimo scenografo ed esperto nell’uso dell’aerografo, una tecnica che ho usato molto anche io. Questi artisti tra loro non sono paragonabili nelle uscite cinematografiche (per fortuna) a loro ispirate ma accostabili nello stile impressionistico e l’impatto del fumetto, anche se all’interno di questo poi andrebbero valutate categorie interne per i colori, le chine etc etc
Che fumetti leggi?
Come dicevo le mie attuali letture sono dedicate ai libri che acquisto, quando vado da mio fratello Carlo o alla scuola Romana sfoglio volentieri però qualche fumetto con piacere.
Dei tanti film usciti sui supereroi qual è quello che ti è piaciuto di più e quello che invece non ti è piaciuto per niente?
Devo dire che gli omaggi cinematografici ai supereroi esteticamente sono tutti affascinanti e in fondo hanno riacceso l’interesse verso le strisce disegnate di questo tipo. Sto aspettando che arrivi Wonder Woman a proposito! La cosa non ha funzionato da noi ad esempio con i cartoons su personaggi di Paperopoli e Topolinia (a parte Fantasia) o con Lupo Alberto etc e credo che sia dovuto alle origini. Non tutti i personaggi possono lasciare la carta anche se riguardo ai vari Paperino, Topolino etc il problema secondo me risiede anche nella scelta sbagliata delle loro voci.
Anche se odia sentirsi chiamare supereroe Dylan Dog pure è stato portato suo malgrado sul grande schermo con un omaggio discutibile, peccato perché una buona sceneggiatura ed un miglior cast avrebbero regalato serie interessanti. Tornando ai supereroi, Spiderman e Batman , gli X-Men esteticamente sono molto ben fatti e in generale anche gli altri quando non ti saturano di digitale. Io però tendo verso i colossal in costume… eeh lo so, tradizionale io!
Dei film sui fumetti che usciranno quest'anno, qual è quello che ti intriga di più?
Credo che se le major americane ci regaleranno Wonder Woman annunciata per il 2009 e l’imminente nuovo Hulk come si deve gli appassionati avranno di che sfregarsi le mani. Ho letto anche di un nuovo film dedicato a Wolverine, Thor, Capitan America insomma…tutti da vedere.

Domanda d'obbligo chiamandosi il mio blog
Uncanny X-Men... qual è l’X-Man che preferisci?
Eh… difficile dirlo, sarebbe bello essere tutti in uno! Facendo un gruppo unico di tutte le formazioni dagli anni 60 ad oggi…non cronologico perché non sono un esperto, ricordo: Wolverine ed i suoi sensi animaleschi , è cazzuto ( si può dire?) ...Come Tempesta tra l’altro. Angelo e le sue piume, è spettacolare e volare è il sogno di tutti! Forge, il Mc Gyver del gruppone… e ricordo la più giovane Shadowcat/Ariel con i poteri mutanti, ma sono troppi e tutti interessanti.
Vorresti avere qualche superpotere?
Eh eh chi non lo vorrebbe. Mi piacerebbe tantissimo comunicare con gli animali ma nel vero senso logico di un dialogo, starei giornate intere allo zoo a chiedere loro come sognano e come conoscono Dio, a chiedergli scusa soprattutto..per poi organizzare una fuga notturna :)

Hai un sito web? Presentalo.
Punto dolente, non sono all’avanguardia a riguardo ma ho uno spazio myspace basta scrivere
www.myspace.com/maredisera per sapere qualcosa di me, c’è un blog che tra poco toglierò perché sto preparando materiale grafico e autobiografico per creare un sito vero e proprio, blog compreso ma state tranquilli, ci vorrà ancora un po', nel frattempo per chiunque volesse insultarmi o semplicemente salutarmi, è ancora a disposizione.
Quali sono i tuoi progetti per il futuro?
Oltre alla costruttiva e piacevole collaborazione con Curcio in più direzioni ho nei pensieri una proposta dal mondo teatrale, si tratta di scenografie per un musical di un personaggio che amo, sono tentato lusingato e spaventato, ma anche questo è Top Secret… mi spiace! Gli altri progetti sono fantasie più che altro…e le scrivo sotto.
Hai dei sogni nel cassetto?
Di quelli artistici fanno parte la possibilità di continuare con la scenografia teatrale, ma anche applicare lo studio teorico che ho iniziato del canto alla pratica. In generale poter apprendere con l’umiltà giusta tutto il possibile per perfezionare le mie proprietà artistiche. Nel quotidiano sogno l’armonia delle cose in un mondo più riflessivo, più calmo perché da li prendo gli stimoli per vivere bene. Ho cassetti di sogni, armadi di passione e soffitte piene di speranze. Ma anche una certezza. Disegnerò finché ne avrò la possibilità!
Ti ringrazio molto per avermi concesso quest'intervista, ciao a presto!
Grazie a te e… per chi è rimasto sveglio... ci incontriamo su myspace…
Ciao a tutti!

Mario

Photobucket

 
 
 
Vai alla Home Page del blog